La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza
n. 1927 del 24/9/2008
N° ROC 17857
ISSN 2283-3269

Colophon completo

Un unico parco da Seregno ai Comuni del nord di Milano

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

alt

A Desio una conferenza stampa comune di Sindaci e amministratori annuncia l'intenzione
di dar vita a un super parco di 1600 ettari

 

Si respira l'aria dei grandi eventi storici nella sala comunale di Desio: martedì 20 marzo il giorno dell'equinozio di primavera i Sindaci di Desio Roberto Corti e da quello di Seregno Giacinto Mariani, i due comuni più importanti della Brianza centrale, seduti sullo stesso tavolo annunciano la comune intenzione di dar vita a un percorso per unificare le aree agricole e verdi comunali in un unico Plis.

Aldilà del differente colore politico le due amministrazioni sono decisamente convergenti sulla finalità di tutelare il territorio: “Siamo a un punto decisivo nel percorso che i comuni di Desio e Seregno e il Parco del Grugnotorto – ha dichiarato Roberto Corti - hanno avviato da mesi per costruire un grande parco in questa area della Brianza che è una delle più edificate e consumate di tutta la Provincia di Monza e Brianza”.

 alt

Conferenza stampa a Desio


Il ribaltamento urbanistico: uno Sprawl del verde per  invertire la tendenza al consumo di suolo

La variante al Pgt di Desio, di cui abbiamo pubblicato i servizi in questa rivista, sembra essere la spinta decisiva per la ricomposizione del tessuto territoriale: tra il nord di Seregno e il sud dei Comuni del Grugnotorto mancavano i territori desiani a fare da cerniera e ricomporre un sistema, seppure a brandelli e in molti punti interrotto o intercluso, dandogli continuità. Spiega l’assessore alle Politiche di Governo del Territorio di Desio Daniele Cassanmagnago: “l'Amministrazione Comunale di Desio ha deciso di mettere a disposizione le aree non edificate esterne al perimetro della zona urbanizzata, circa 350 ettari, per connettere i due parchi. Ciò consente di dare valore, ampliandone la portata e la tutela, al ruolo delle tre aree, decisive nella costruzione di un nuovo equilibrio ambientale e di un nuovo paesaggio”.

La presenza di Gianluca Bogani, Presidente del Parco Grugnotorto Villoresi conferma l'iniziativa essere la prima tappa di un più ampio percorso: i Comuni di Desio e Seregno e i Plis «Brianza Centrale» e «Grugnotorto» sono, infatti, impegnati a trovare le modalità per la gestione delle aree, che potrebbe anche portare a definire un unico soggetto gestore. I punti di forza di questo progetto sono le importanti esperienze del Plis Brianza Centrale, un’area verde di 385 ettari e il Grugnotorto che a partire dal 1999 ha riunito sette Comuni: Bovisio Masciago, Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano e Varedo per complessivi 870 ettari.

Seregno c'è

Oggi non ci sono soltanto parchi da salvare, da difendere, ha dichiarato il Sindaco di Seregno, Giacinto Mariani. È il territorio di una sfida più ambiziosa: costruire un nuovo modello di sviluppo per far crescere il parco e migliorare la qualità della vita nelle città. Sfida che si vince uscendo da logiche politiche nel governo dei parchi, che invece hanno bisogno soltanto di competenza e di capacità gestionali”.

Sullo stesso tenore continua l’Assessore ai Parchi, all’Ecologia e all’Ambiente di Seregno, Flavio Sambruni: “Abbiamo un importante patrimonio naturale inserito in uno degli ambienti più urbanizzati d'Europa. Non possiamo più stare con le mani in mano di fronte a un tessuto urbano che mangia nuovi pezzi di verde. Uno sviluppo sostenibile condiviso tra i Comuni è possibile. E questo è il senso del progetto che stiamo portando avanti”

 alt

  

L'ambizione o il sogno dichiarato da Roberto Corti è arrivare nelle fasi successive a dare al parco creato un ordinamento di Parco Regionale. Per il momento tutti condividono l'intenzione di unirsi e pensare nei passaggi più immediati alle modalità migliori da perseguire: ad esempio Desio potrebbe entrare subito nel Plis Brianza Centrale con le sue aree a nord e successivamente innescare l'iter procedurale per il congiungimento di tutte le aree.

In ogni caso oggi è stato avviato un processo, questa volta non da parte della casualità o del mercato economico o immobiliare che sia: siamo in presenza di una dichiarata volontà politica come non avveniva da tempo. La rivista Vorrei seguirà il processo e prossimamente pubblicherà interviste di approfondimento ai protagonisti del progetto.

 

alt

Il futuro grande Plis Grugnotorto Brianza Centrale

Gli autori di Vorrei
Author: Pino Timpani

"Scrivere non ha niente a che vedere con significare, ma con misurare territori, cartografare contrade a venire." (Gilles Deleuze & Felix Guattari: Rizoma, Mille piani - 1980) Pur essendo nato in Calabria, fui trapiantato a Monza nel 1968 e qui brianzolato nel corso di molti anni. Sono impegnato in politica ( consigliere comunale della Lista civica Per Villasanta) e nell'associazionismo ambientalista brianzolo, presidente dell'Associazione per i Parchi del Vimercatese. Lavoro dal 1979 alla Delchi di Villasanta, industria manifatturiera fondata nel 1908 e acquistata dalla multinazionale Carrier nel 1984 ( Orwell qui non c'entra nulla).

Qui trovi la sua scheda personale con l'elenco dei suoi articoli su Vorrei


Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Leggi anche:
  • Orti, frutteti e sperimentazione
    La nuova tendenza: il recupero e la diffusione degli orti ovunque, nel cuore delle città e perfino sui balconi, come reazione e barriera all’avanzata del cemento. Dall'orto della Casa Bianca a quello di Versailles, fino al frutteto matema...
  • Orti urbani, che passione!
    Dossier. Consumo consapevole. La creazione di piccoli orti è inoltre un’occasione di socializzazione e aggregazione. Il progetto della Condotta Slow Food di Monza e Brianza La tera l’è bassa, la terra è bassa, quindi faticosa e diffici...
  • “Basta costruire per la speculazione”
      L'Amministrazione Scanagatti avvia il nuovo Documento di Piano di Monza. Il futuro urbanistico della città attraverso 7 obiettivi e un percorso partecipato Nella serata di martedì 18 marzo il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti, ...
  • Vent'anni di mercatino dei prodotti biologici a Monza
    Dossier. Il consumo consapevole. Il mercatino del biologico, promosso da Legambiente Monza fin dal 1993, si tiene in Città ogni quarta domenica del mese. Ne parliamo con Massimo Benetti, suo promotore e organizzatore che ne spiega i motiv...
  • Finalmente Venaria e Monza dialogano
    Comunicato stampa. Reggia di Venaria e Reggia di Monza: questa mattina incontro ufficiale tra i presidenti Del Noce e Scanagatti «E' logico e naturale che le due "Regge del Nord" si incontrino per ipotizzare programmi congiunti ...
  • Una giornata di Beni comuni
    Una giornata di studi sui beni comuni voluto dal Comitato di Monza e Brianza. Le testimonianze video degli interventi dei relatori.   Si è tenuto sabato 22 febbraio 2014 una giornata di studi sui beni comuni voluto dal Comitato d...
  • Un libro, la Villa Reale, il Parco e le attese della città
    Venerdì 14 febbraio al CCR di Monza il direttore e gli autori hanno presentato l’eBook che racconta gli ultimi 5 anni del grande complesso architettonico e paesaggistico. Dal dibattito arrivano le aspettative della città: serve un grande ...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

monzaxmandela-banner

sostieni-vorrei-banner

Dossier. Il consumo consapevole

ebook-banner

20140201-copertina-dossie-r

Portfolio. Illustratori, fotografi e artisti visivi selezionati da Vorrei

WALLSOUND

I commenti

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

Abbonati ai Feed RSS di Vorrei

Copertina