A Vorrei tifiamo per la pace. Vorrei per una Europa dei popoli, non delle banche.

La rivista che Vorrei - Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

 testata vorrei 500px

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 6

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 6

Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 6 rispondono Annalisa Bemporad, Carmen Pellegrino, Elisabetta Bucciarelli, Domenico Ferraro e Antonetta Carrabs

I racconti di Adamo. Zio Ivo e la guerra d'Africa

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. Zio Ivo e la guerra d'Africa

Con le scarpe in mano aveva disceso la scaletta scricchiolante, sussurrando una “madonna” ad ogni sospiro dei gradini. Con le scarpe in mano si era calato in cucina dove l’aspettava la cartolina del re con l’ordine di presentarsi domani alla caserma più vicina

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 5

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 5

Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 5 rispondono Federica Boràgina, Dome Bulfaro, Bianca Trevisan, Alessandra Scarazzato, Ezio Rovida e Massimo Pirotta

Bentornata alla fontana “di Celentano”

Blog ~ Vorrei

Bentornata alla fontana “di Celentano”

È tornata in funzione la fontana della Villa Reale di Monza. Protagonista nel 1979 di una scena di “Mani di Velluto”. Adriano Celentano ci finiva a mollo...

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 4

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 4

Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 4 rispondono Massimo Guastini, Dario Porta, Massimiliano Rossin, Simona Cesana e Carlotta Fumagalli

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 3

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 3

Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 3 rispondono Renato Sarti, Alfredo Viganò, Sara Rossetti, Alberto Casiraghy, Luigi Abiusi, Fabrizio Bottini, Walter Pozzi, Vittorio Pozzati, Roberto Rampi e Nicola Cavalli

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 2

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 2

Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 2 rispondono Michele Saponaro, Vera Dell'Oro, Renato Ornaghi, Monica Villa, Alberto Zanchetta, Eracle Dartizio, Elio Talarico, Alfredo Colina e Matteo Speziali

Leonardo, l'Ambrosiana e la vera ricchezza dell'Italia

Culture ~ Antonio Cornacchia

Leonardo, l'Ambrosiana e la vera ricchezza dell'Italia

 Sulle orme di Leonardo. Dalla collezione della Pinacoteca Ambrosiana alla grande mostra di Palazzo Reale. La vera ricchezza dell'Italia è nel patrimonio stabile e diffuso. Una ricchezza di conoscenza e consapevolezza

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 1

Culture ~ Vorrei

Di cosa parliamo quando parliamo di cultura? Episodio 1

  Quante definizioni si possono dare alla cultura? cosa intendiamo per la sua valorizzazione? Nell'episodio 1 rispondono Agnese Ermacora, Chiara Spinnato, Michela Tilli, Luigi Rossi e Alfredo Somoza

Un pezzo di storia culturale di Monza. Un video del CCR

Culture ~ Vorrei

Un pezzo di storia culturale di Monza. Un video del CCR

Il Centro Culturale Ricerca nel 2001 produsse un video per raccontare i suoi primi venti anni di attività, lo abbiamo digitalizzato per riproporlo ai nostri lettori

Home

Il Nord e il Sud. Punti cardinali sull'autobus.

20080428-bus.jpg

Cosa è il Sud e cosa il Nord? Per me, sono per lo più due punti cardinali. Due coordinate, in certi casi, anche del modo di essere. Milano, calda tarda mattina di un giorno di metà aprile. Un bus stracolmo è dalle parti di San Babila, popolato da una umanità qualunque dello spaccato faunistico locale. Il bus affronta il consueto traffico ma ad un certo punto deve bloccarsi: un autista di taxi inchioda il suo mezzo e si butta fuori dall'auto rotolandosi in terra e gridando aiuto. Si sente male. L'auto è in mezzo all'incrocio lì dove il bus deve svoltare: di spazio ne rimane poco. Arrivano due vigili urbani a sincerarsi delle condizioni del tassista. Intanto il traffico procede come se nulla fosse, occupando la parte restante della carreggiata a tutto svantaggio del bus, che deve dare strada per evitare di speronare i soliti furbastri su due e quattro ruote, oltre a dover fare i conti con i centimetri per poter svoltare. Passano poco più di sessanta secondi e la fauna del bus incomincia a prendersela con l'autista. Ma perché non si muove, lo spazio c'è, ora è il momento giusto e tanto altro bla bla bla. L'autista, con accento tipicamente bolzanino della Val Frattamaggiore, fa presente che deve dare strada a destra, che la carreggiata è in larga parte occupata, che lì ci sono i vigili. Non lo avesse mai fatto. Parte una salva di improperi e reprimende, queste puramente lumbard: «ma crede che la patente ce l'ha solo lei?», «se io nel mio ufficio non lavoro mi mandano a casa, a lei no?», «io devo arrivare in stazione, non so lei!», «lei si è distratto a guardare l'incidente, ecco!», «pensi a lavorare, invece!». Più delle parole, conta il tono: acido, cattivo. A Napoli lo definirebbero 'con la cazzimma nel sangue'. A Sud, non sarebbe andata così. Prima di tutto, nessuno avrebbe dato del lei all'autista, nessuno si sarebbe permesso quel gelido distacco a sottolineare la differenza, la distanza tra come sono io e come sei tu. E non si sarebbe mai utilizzato un tono cattivo, ritenendo mille volte più efficace l'ironia e lo sfottò. In ogni caso si sarebbe atteso ben più di sessanta secondi prima di iniziare a rumoreggiare. Ognuno ha il suo stile, anche i punti cardinali.

Gli autori di Vorrei
Author: Ivan Commisso

Ivan Commisso, classe 1976, mi occupo di analisi dei mezzi di comunicazione in una grande concessionaria di pubblicità italiana. La mia formazione universitaria è economica. Sono giornalista pubblicista, scrivo per lo più di sport e politica (agonismo in entrambi i casi) e mi piacciono le metafore, i dolci e la Calabria.

Qui trovi la sua scheda personale con l'elenco dei suoi articoli su Vorrei


 

Comunicati stampa

20150303 speciale liberazione

20150429 di cosa parliamo

testate-moduli-piu-letti

sostieni-vorrei-banner

ebook-banner

 

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

cover-portfolio

La matita di
Fulvio Fontana
» Guarda tutte le vignette