La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

Letture per l'estate dall'archivio di Vorrei

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Un palcoscenico per i ragazzi. Il teatro come un gioco che aiuta a crescere

Gli alunni delle scuole di Bellusco, Vimercate, Concorezzo, Oreno, Usmate e Ronco Briantino presentano la XXVI Rassegna Teatrale dei ragazzi.

Culture ~ Marta Tremolada
09-05-2013

Non c'è più lavoro per lei: il 1°giugno approda a Vedano al Lambro

Video-presentazione di Paolo Dalprato della mostra fotografica itinerante in Brianza e promossa dal comitato Non uno di meno di Alcatel-Lucent

Culture ~ Pino Timpani
25-05-2013

Brianza, la crisi fa meno paura

Migliora il clima fra le aziende, a preoccupare è l'occupazione

Lavori ~ Roberto Colucci
04-07-2011

Giovedì 24 febbraio Milano Ictus al Binario7

Lo spettacolo di Dome Bulfaro e Enrico Roveris per la prima produzione teatrale di PoesiaPresente

Culture ~ Vorrei
22-02-2011

Enrico Berti e la concezione classica della verità

Secondo appuntamento per Abitatori del tempo. La verità è fatta di piccole, innegabili, cose, che ci aiutano a vivere

Culture ~ Azzurra Scattarella
09-02-2011

Territorio, cultura, innovazione e creatività Il manifesto di Cinisello Balsamo

  Buone pratiche secondo Vorrei. Cittadinanza attiva e creativa al centro del percorso di Hubout e di ZAC, Zone Artistiche Condivise. Al via in questi giorni “Costruire Largo Milano”

Culture ~ Antonio Cornacchia
20-03-2014

Milano. La Città Che Muore

La Casa 139 è solo l'ultimo dei locali milanesi posti sotto attacco dalle autorità milanesi; una situazione sempre più preoccupante per chi ama la musica dal vivo

Culture ~ Fabio Pozzi
12-03-2011

Monza Cinema sotto le stelle 2011

  Il programma completo della rassegna estiva di cinema all'aperto presso la Villa Reale

Culture ~ Vorrei
17-06-2011

Un weekend solidale: Madre Terra Life Style

Africa '70 presenta venerdì 9 dicembre una conferenza su decrescita e cooperazione e domenica 11 un’intera giornata dedicata alla tutela di Madre Terra

Persone ~ Vorrei
07-12-2011

Sul Binario7 arriva una stagione memorabile

Da Hystory Boys a Rosso, da Mario Perrotta a Antonio Rezza. Un calendario ricco e imperdibile. Si parte il 27 ottobre con Pierpaolo Capovilla e l'anteprima nazionale di Esenin! Tutte...

Culture ~ Antonio Cornacchia
09-10-2012

Per una rete dei musei di Monza, Cinisello, Lissone e Vimercate

 L'imminente apertura dei Musei civici di Monza potrebbe far nascere un polo museale di grande rilievo. Una rete di realtà vicine pochi chilometri, capace di attrarre come i singoli musei...

Culture ~ Antonio Cornacchia
23-03-2014

Moni Ovadia e lo spirito della parola

Al teatro Binario 7, l’incontro-dialogo con l'autore in apertura del Festival di Poesia Presente 2012

Culture ~ Francesca Salamino
26-02-2012

La Nuova Onda degli anni '80 a Monza

Dossier: Gli anni Ottanta. L'Art Nouveau: fucina di giovani musicisti monzesi e brianzoli, la New Wave di Underground Life, Faded Image e Tasady

Culture ~ Pino Timpani
27-09-2012

Sull'Adda in compagnia di Leonardo Da Vinci

Il fiume, i monti all'orizzonte e il genio. Un traghetto unisce la sponda lecchese a quella bergamasca, fra Imbersago e Villa d'Adda

Culture ~ Paola Garlaschelli
02-06-2011

Da Melzo si CercaOfficina e successo in Lombardia e oltre

  Dossier. Startup, green economy, innovazione. Due giovani di Melzo prendono al volo il bando Speed Mi Up e creano CercaOfficina.it per cercare il preventivo auto migliore.

Lavori ~ Marta Abbà
16-02-2014

 
Le bufale sull’economia italiana e la crisi

Lavori ~ Ivan Commisso

Le bufale sull’economia italiana e la crisi

Seconda puntata sui miti che dovrebbero spiegare le ragioni della crisi italiana. Numeri e grafici che smontano le affermazioni che vanno per la maggiore. Siamo proprio sicuri che è come ce la raccontano?

CATA: l'arte e la tradizione alimentare in Brianza

Persone ~ Pino Timpani

CATA: l'arte e la tradizione alimentare in Brianza

Giuseppe Astori, presidente di CATA: la nascita, l'evoluzione dell'associazione monzese e gli ultimi progetti avviati con Slow Food di Monza e Brianza

Da dove vengono le idee in urbanistica? Da lontano.

Ambiente ~ Giorgio Majoli

Da dove vengono le idee in urbanistica? Da lontano.

  Spesso si pensa che alcune realizzazioni siano del tutto nuove, mentre hanno una loro storia, nate da idee e proposte anche molto lontane nel tempo. Facciamo qualche esempio su Monza.

Dove va la Lombardia?

Lavori ~ Giacomo Correale Santacroce

Dove va la Lombardia?

A giugno la Banca d’Italia ha pubblicato “Economie Regionali. L’economia della Lombardia”. Ecco che cosa contiene

I racconti di Adamo. In do maggiore

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. In do maggiore

Poi, un giorno, il miracolo dei miracoli. E’ mattina presto. Suonano nella strada: “Parigi oh cara…”. Picchiano alla porta. Una tempesta di pugni: “Sono io, salta fuori!”

Che cos'è il Progetto Rainbow?

Persone ~ Vorrei

Che cos'è il Progetto Rainbow?

   Un progetto per le scuole co-finanziato dall'Unione Europea e adottato dal Comune di Monza per combattere lo stereotipo e la discriminazione contro gli omosessuali. Ecco com'è strutturato e “Bob”, uno dei 9 film utilizzati.

L'elogio dell'imperfezione del Gruppo Koiné

Culture ~ Antonio Cornacchia

L'elogio dell'imperfezione del Gruppo Koiné

 Al Mac di Lissone l'intervento del collettivo artistico. 12 fra installazioni e performance disseminate anche nel territorio

La Villa restaurata. Un bel vedere.

Ambiente ~ Giacomo Correale Santacroce

La Villa restaurata. Un bel vedere.

 Finiti i lavori di restauro alla Reggia di Monza si parla finalmente delle attività che ospiterà nei prossimi anni

L'arte della copertina

Culture ~ Antonio Cornacchia

L'arte della copertina

La mostra di Storm Thorgerson all'Arengario di Monza per riscoprire l'importanza delle copertine dei dischi e dell'arte nella musica.

I retroscena del caso Ecclestone - Gran Premio di Monza

Blog ~ Paolo Ciccarone

I retroscena del caso Ecclestone - Gran Premio di Monza

Le dichiarazioni del capo della Formula 1 hanno portato scompiglio nel mondo sportivo e politico lombardo e brianzolo. Ma cosa c'è dietro l'uscita dell'ottantaquattrenne? Sul Secolo XIX un articolo tenta di ricostruire l'intera situazione: “Inchieste e marketing, ecco perché Ecclestone vuole affossare Monza. Il vuoto di potere penalizza il circuito. Pronto il Mugello”

Home

L'economia spagnola in stato vegetativo?

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

200902-elpais.jpg

Fra i commenti di El Pais, dove la crisi economica trova un paragone con la questione Englaro

L

a crisi insidia anche Barcellona. Le banche propongono pacchetti anti-crisi, i saldi cavalcano la crisi per tenere alto l'indice delle vendite, i ristoranti si inventano menu contro la crisi e anche i collettivi e le associazioni sociali organizzano incontri per discutere della crisi. Così raggiunto il suo apice di credibilità, lo stato di crisi è divenuto una credenza; quando gli effetti negativi di una decrescita ed inflazione economica diventano credenza, è molto probabile che diventino strumenti di giustificazione di politiche discriminanti e ingiuste.

E che la crisi sia ormai credenza, proprio a Barcellona, me lo ha confermato il caso Eluana. Strano ma vero. Il caso Eluana occupa la prima pagina dei giornali anche in Spagna. Sarebbe attività divertente enumerare e ricapitolare tutti i commenti dei lettori dei principali giornali spagnoli, molti dei quali si situano in quella fascia che sfugge ad ogni rigore e buon senso. Probabilmente lo farei, se non fosse che mi assalgono i dubbi tipici di chi, per difendere un punto di vista, apporta opinioni ridicole nonchè contrastanti, attività però che rischia di banalizzare il punto di partenza. Ma un commento in particolare, credo, possa riassumere bene come la crisi influenza la percezione di chicchessia, in questo caso la tragedia di Eluana.

Un commento di un lettore de El Pais recita: "In Italia una donna chiamata Eluana entrò in coma irreversibile 17 anni fa; da allora non ha impulsi propri, vive grazie ad una macchina che la alimenta di forma artificiale e non sappiamo se soffre e neppure se sente. Se la disconnettiamo, inizierà un'agonia fino alla morte. Il suo caso si relaziona con il diritto alla vita: oscilla tra l'assassinio pubblico, secondo il Vaticano, e il diritto ad una morte degna.

Dio mi perdoni, però questa tragedia familiare ed etica ricorda l'economia reale spagnola perché nemmeno la maggior parte delle imprese ha una vita propria. Sono in coma. Vivono grazie a due macchine di alimentazione artificiale: l'amministrazione pubblica e il credito. Le amministrazioni locali gli devono 33.000 milioni di euro e non possono pagarglieli. Il credito non gli arriva, non hanno nemmeno capitale e dicono le camere del commercio che l'80 % delle piccole e medie imprese hanno affrontato problemi di finanziamento negli ultimi 3 mesi. L'opinione pubblica considera, come il Vaticano, che frenare il credito in queste condizioni è un autentico assassinio. L'unica consolazione degli spettatori sarebbe che la malata non soffrisse. Pero sì che soffrirà: ogni impresa alla quale viene staccata l'alimentazione significa disoccupati. In ogni caso il personale medico dice che, se molte imprese stanno per chiudere, è perchè è chiuso il contagocce dell'alimentazione del credito.

Cosa facciamo dottor Zapatero? Le lasciamo morire? Bisogna mantenere in funzione le macchine della nostra Eluana. Anche se l'alimentazione è artificiale, le permette di vivere".

Una credenza che si giustifica tramite un'altra credenza. Oltre ad essere paradossale, nel proporre un'analogia tra credito e vita umana, infelice e difficilmente sostenibile, chiede perdono allo stesso dio in nome del quale giustifica la costruzione dei suo valori.

Il timore di banalizzare la tragedia di Eluana e le questioni politiche e costituzionali che ha scatenato non mi permette di concludere senza una rapida occhiata a come è stato affrontato il tema dai quotidiani spagnoli.

El Pais lascia uno spazio in prima ad una fotografia con una faccia di Berlusconi seria e preoccupante e intitola il suo articolo del 7 febbraio " Berlusconi si ribella a tutti i poteri dello Stato di diritto", pubblica un'analisi di Paolo Flores D'Arcais dal titolo "Tentativo di colpo di stato" e lascia una spalla alla giornalista Lola Galan che propone una rapida ricostruzione storica della tradizione dell'Esecutivo di Berlusconi per i decreti legge ad hoc.

La Vanguardia titola il 9 febbraio: "Berlusconi cerca di accellerare un decreto legge per frenare la morte di Eluana. I medici continuano a non confidare nel governo e mantengono Eluana senza alimentazione."

Due giornali nazionali, due punti di vista.

Se però da una parte il risultato dell'autopsia di Eluana trova un consenso generale per il suo carattere scientifico, lo stesso non si può dire, tornando al tema di partenza, per la crisi, sulla quale i quotidiani spagnoli sono tra i responsabili, come le banche, i ristoranti e i negozi nella costruzione di una credenza.

Gli autori di Vorrei
Author: Greta Gandini

Ho una formazione classico-zucchina e mi sono laureata nell’ottobre 2007 in Linguaggi dei media nella Facoltà di lettere e Filosofia dell’Università Cattolica con una tesi di linguistica. Durante i miei studi ho partecipato al progetto Erasmus, studiando a Valencia per 7 mesi ed al progetto LATE che mi ha permesso di approfondire la lingua inglese per un mese a San Diego in California. Da 3 anni collaboro con un fotografo professionista per servizi fotografici e fotografie aeree. Mi occupo dell’illuminazione e dell’audio per un paio di spettacoli teatrali dell’attore Alberto Nicolino. Scrivo da un anno nel quotidiano on-line Monza la Città e sono una dei membri dell’associazione di video sociale Rosebud di Agrate.

Qui trovi la sua scheda personale con l'elenco dei suoi articoli su Vorrei


Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Comunicati stampa
  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Marzo 2014

Marzo 2014

Il consumo consapevole

Febbraio 2014

Febbraio 2014

Start up, green economy, innovazione

Dicembre 2013

Dicembre 2013

Brianza che vieni. Brianza che vai.

Novembe 2013

Novembe 2013

Spiritualità vo cercando

Settembre 2013

Settembre 2013

Ecologia dell'informazione

Luglio 2013

Luglio 2013

Vecchie povertà, nuovi mestieri

Maggio 2013

Maggio 2013

Braccia ridate all'agricoltura

Aprile 2013

Aprile 2013

La verità, vi prego, sulla politica

Febbraio 2013

Febbraio 2013

Di che tribù sei?

Gennaio 2013

Gennaio 2013

Spazi comuni, luoghi di socializzazione.

Dicembre 2012

Dicembre 2012

L'amore (di questi tempi)

Novembre 2012

Novembre 2012

La Provincia di Monza e Brianza

Ottobre 2012

Ottobre 2012

Non si esce vivi dagli anni Ottanta

Primavera 2011

Primavera 2011

Ecomostri.

Inverno 2010

Inverno 2010

Il pacco di Natale del sindaco a Monza

Ottobre 2010

Ottobre 2010

Il povero Lambro

Maggio 2010

Maggio 2010

Noi siamo quel che mangiamo (e beviamo)

Marzo 2010

Marzo 2010

Elezioni regionali Lombardia 2010

Febbraio 2010

Febbraio 2010

Lavoro cercasi.

Dicembre 2009

Dicembre 2009

Casa, amara casa.

Novembre 2009

Novembre 2009

Mobilità.

Ottobre 2009

Ottobre 2009

Brianza, terra di cultura?

Luglio Agosto 2009

Luglio Agosto 2009

Anime migranti

Giugno 2009

Giugno 2009

La Brianza al voto  

Maggio 2009

Maggio 2009

Donne di Brianza

Aprile 2009

Aprile 2009

Produci, consuma, crepa.  

Marzo 2009

Marzo 2009

Allarmanti allarmi

Febbraio 2009

Febbraio 2009

Uomini sull'orlo di una crisi economica

Gennaio 2009

Gennaio 2009

  È la stampa bellezza.

Dicembre 2008

Dicembre 2008

  Vent'anni. Senza condizionale.  

Novembre 2008

Novembre 2008

  La scuola e il doposcuola.

Settembre ottobre 2008

Settembre ottobre 2008

  Il Parco e la Villa Reale di Monza

Luglio agosto 2008

Luglio agosto 2008

  Il Sessantotto e gli anni Settanta.

Giugno 2008

Giugno 2008

  La Lega.

Maggio 2008

Maggio 2008

  Monza e la Brianza, futuro prossimo.