Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Lissone approva il Regolamento per il Benessere Animale

Incoraggiare il rispetto e la tutela degli animali in quanto esseri viventi sensibili, attraverso la conservazione e il rispetto degli ecosistemi e degli equilibri ecologici cui gli animali sono legati. Nasce con questo obiettivo il Regolamento per il Benessere Animale, approvato venerdì 29 aprile dal Consiglio comunale e presto disponibile sul sito web del Comune.

Dopo un sinergico percorso che ha visto protagoniste, assieme all'Amministrazione, anche le associazioni ambientaliste del territorio, singoli cittadini ed altri enti interessati coinvolti nell’assemblea pubblica dello scorso 2 aprile, il Regolamento per il Benessere Animale - composto da 64 articoli - è ora una realtà che si concretizzerà con l’individuazione, all'interno dell'Unità Ambiente del Comune, di un Ufficio Diritti Animali.

Grazie a questo ufficio, l’Amministrazione sovrintenderà alle attività previste dal Regolamento, anche attraverso la collaborazione di associazioni animaliste e protezionistiche. Fra gli scopi,  quello di promuovere, nel sistema educativo dell'intera popolazione e soprattutto di quello rivolto all'infanzia, il rispetto per gli animali e il principio della corretta convivenza con loro.

Fra le norme sancite dal Regolamento,  grande attenzione è rivolta alla tutela dai maltrattamenti (art. 9) e a difendere la dignità degli animali; ad esempio, n elemento di rilievo è sancito dall’art. 16 che vieta in qualunque situazione di offrire animali in premio, come vincita e omaggio, pena sanzioni amministrative comprese fra 150,00 a 900,00 €.

Per quanto concerne il rapporto fra animali e collettività umana, il Regolamento si propone di normare in maniera precisa le attività svolte a contatto con gli animali; significativi, al proposito, l’art. 20, relativo agli spettacoli circensi che impiegano animali, e l’art. 21, dedicato alla pet therapy. Nel Regolamento è presente anche una linea guida volta a tutelare le scelte alimentari di tipo vegetariano o vegano nelle scuole (art. 23), come previsto dalle Linee di indirizzo del Ministero della Salute.

Un capitolo fondante del Regolamento è dedicato ai cani dal momento che, secondo gli ultimi dati Eurispes, fra gli italiani che hanno un animale domestico il 53,7% possiede un cane: in particolare, gli artt. 28, 29 e 30 normano l’accesso alle aree verdi e a quelle destinate ai cani, stabilendo responsabilità ed obblighi dei proprietari degli animali, non ultimo quello della raccolta delle deiezioni.  

Oltre ai più tradizionali “migliori amici dell’uomo”, come cani e gatti, il Regolamento non dimentica di tutelare tutti gli animali che, comunque, sono considerati “da compagnia”: l’art. 51, ad esempio, è dedicato agli equidi e sancisce, con il comma 1, il divieto di macellazioni di quei capi che non siano destinati prettamente alla produzione alimentare.

Non solo tutela ma anche controllo, come stabilisce l’art. 44: si specifica la limitazione della proliferazione della popolazione di piccioni, sempre nel rispetto degli animali, con la possibilità di impedire che essi trovino sui terrazzi e sui davanzali e nei cortili occasione e motivo di sosta abituale o permanente applicando dove necessario dissuasori non cruenti sui punti di posa (cornicioni, terrazzi, pensiline, davanzali) realizzati in plastica.

Lissone, 2 Maggio 2016

COMUNICATO SULL'INCONTRO CAROTOSO DEL 27 APRILE A SEVESO

"In un Ordine del Giorno contrario a Pedemontana molto articolato e approfondito, votato dal Consiglio Comunale di Desio il 3 marzo scorso si legge questa frase:

(...) che alla base della logica delle “grandi opere”, di cui Pedemontana, solamente per restare in Lombardia, è una delle tante esemplificazioni-vi sia l’idea di considerare il territorio non un “soggetto vivente” (...) ma solo ed esclusivamente come un oggetto, un semplice piano cartesiano di supporto alle reti di trasporto, a cui vengono aggiunti complessi edilizi, molto spesso estranei al loro intorno e incapaci di costruire luoghi dotati di qualità;"

Ecco, mercoledi 27 aprile all'incontro sui carotaggi per le analisi dei terreni inquinati da diossina a Seveso si è manifestato il territorio come soggetto vivente . Si è manifestato il fatto che su questo territorio vivono persone che non sono affatto convinte di quanto si sta facendo, e soprattuto che si debba fare questa assurda autostrada Pedemontana costringendo la popolazione a subire il rischio diossina. Si è manifestata anche una memoria profonda di quanto accaduto quarant'anni fa -e in questi quarant'anni- dopo il disastro ICMESA. Qualcosa che per molto tempo è rimasto ricordo personale ma che mercoledi è diventato memoria collettiva. Abbiamo iniziato scherzando, regalando le carote contro i loro carotaggi. Alla fine non si scherzava più. Più di qualsiasi altra descrizione della serata - che non mancherà sui mezzi di infromazione,- vale lo stupore sulle facce dei relatori e le loro voci tremolanti ed incerte. Tecnici di Nuova Briantea, Sindaco, Tecnico incaricato dai Comuni si sono accorti di avere di fronte non dei bambini a cui dire che va tutto bene ma persone che hanno espresso concretamente e con determinazione i motivi della loro preoccupazione e della loro contrarietà.  Siamo contrari a Pedemontana e proponiamo di non collaborare al Piano di Caratterizzazione fatto esclusivamente in funzione del passaggio dell'autostrada.

NOI PUNTIAMO AD ALTRO: AD USCIRNE VIVI.

Coordinamento No Pedemontana

QUi il link ad un articolo abbastanza esauriente: 

http://quibrianza.it/cronaca/seveso/pedemontana-l-incontro-pubblico-inizia-con-le-carote-e-finisce-con-l-ira-dei-presenti.html

QUI il Volantino che abbiamo distribuito quella sera: 

https://nopedemontana.files.wordpress.com/2016/04/bugs.png

venerdi 6 maggio 2016, ore 20,30,  presso la sede di via Annoni 14, Monza

con ingresso libero, Giuseppe Radice terrà una conferenza dal titolo

"Cenni sulla monetazione antica".

http://www.circolonumismaticomonzese.org/

Oggi sabato 30 aprile 2016 al termine delle lezione in piazza del Liceo Artistico Nanni Valentini siamo stati ricevuti dall'assessore Rosario Montalbano e poi si è unito a noi il sindaco Roberto Scannagatti. L'incontro è stato considerato da noi estremamente positivo perché, sia l'assessore prima che il sindaco poi, ci hanno garantito che, in tempi tecnici di preparazione, il comune emanerà un bando europeo per la progettazione e per la direzione lavori della ristrutturazione dell'edificio  ex Borsa, il cantiere poi dovrebbe aprirsi nei primi mesi del 2017. I lavori di pulizia già avviati, ci hanno spiegato, servono proprio a rendere possibili le visioni e i rilievi di chi vorrà partecipare al bando. Non possiamo che essere felici di questo impegno che l'amministrazione comunale si è preso, e lo consideriamo una forte garanzia che questa volta davvero si arriverà a avviare il cantiere tanto atteso.

 

“FESTA PER IL PARCO MEDIA VALLE LAMBRO”

Domenica 8 Maggio 2016 si svolgerà la prima “Festa per il Parco della Media Valle del Lambro”.

L'appuntamento è alle ore 10,00 in via Ghilini, angolo via Timavo. Una mattinata per conoscere due interventi di rinaturazione presenti all’interno del parco sovraccomunale e realizzati dal Circolo Legambiente di Monza.

In questa giornata proporremo una escursione alla sponda del fiume Lambro nell’area Cascinazza, con partenza alle ore 10.30, piantumata quindici anni fa con la collaborazione dei ragazzi della scuola Buonarroti e degli allievi della Scuola Agraria del Parco di Monza,” precisa Atos Scandellari, responsabile Legambiente dell’iniziativa. “Chi invece vorrà contribuire attivamente alla riqualificazione dell’area monzese del Parco potrà procedere con la manutenzione delle sponde della Roggia Lupa.”

Sarà quindi possibile valutare come un argine brullo, perché sottoposto nell’anno 2001 ad un consolidamento delle sponde, si sia rinaturato anche grazie alla piantumazione di essenze autoctone eseguite sotto il controllo dei volontari dell’associazione monzese. Evoluzione che si vuole realizzare anche lungo le sponde della Roggia Lupa.

Ricordiamo che quest’area e entrata ufficialmente nel nuovo Parco della Media Valle del Lambro. Oltre 6,5 milioni di metri quadri di territorio sottratti alla speculazione edilizia, di cui molti da recuperare (come la roggia Lupa).

Tutta l’area è inserita nel progetto CONNUBI, finanziato della Fondazione Cariplo, che vuole promuovere la connessione ambientale tra i due parchi posti lungo l’asta del fiume Lambro.

Si raccomanda un abbigliamento idoneo per l’escursione, mentre Legambiente, per le operazioni di pulizia, metterà a disposizione i guanti, le pettorine, i cappelli e i sacchetti per la raccolta dei rifiuti. Tutti saranno coperti da assicurazione.

E’ gradita la prenotazione via e-mail. In caso di maltempo l’iniziativa sarà annullata.

Monza, 30.04.2016

                                                                                               L E G A M B I E N T E

                                                                                                  Circolo di Monza

 

Il gruppo Inquinamento e Mobilità del Vimercatese è stato ricevuto dal presidente della Provincia Gigi Ponti

Rilancio della petizione: obiettivo 5.000 firme.  Formazione di un comitato per esporre agli ingegneri dei trasporti della provincia le questioni più rilevanti in un futuro incontro tecnico.

Questo quanto emerso dall’incontro tra il Gruppo Inquinamento e Mobilità del Vimercatese e il presidente della Provincia di Monza e Brianza Gigi Ponti svoltosi mercoledì 27 aprile.

Il gruppo Inquinamento e Mobilità del Vimercatese, composto dal Gruppo d'Acquisto Solidale (GAS) Pane&Rose di Concorezzo-Vimercate e dall'Unione degli Studenti del centro scolastico Omnicomprensivo di Vimercate,  si è attivato quando quest’inverno si sono superati  per molti giorni  i valori limite di inquinamento atmosferico anche a causa  dell'utilizzo prevalente dell'automobile a fronte di continui tagli del trasporto pubblico che penalizzano soprattutto gli studenti.

Prolungare la linea 2 della metropolitana fino a Vimercate, evitare i tagli già programmati per l’estate, aumentare le corse degli autobus il sabato mattina, evitare che degli studenti restino a terra per il troppo affollamento degli autobus, rispettare le coincidenze ai capolinea: queste le principali questioni esposte.

In risposta Gigi Ponti ha offerto la possibilità di fissare un appuntamento direttamente con i tecnici della Provincia che si occupano di questo settore, in modo da avere un confronto tecnico su quanto presentato. Riguardo il prolungamento della metropolitana, il Presidente  ha spiegato che l'argomento è stato preso in considerazione in occasione della visita a Monza del Ministro dei Trasporti Delrio, ma che bisognerà aspettare giugno-luglio per conoscere l'ammontare dei finanziamenti destinati alla Provincia.

L’Onorevole Delrio ha menzionato il ripianamento di  1.800.000 euro, che scongiurerebbe i tagli in programma, a questo proposito il presidente Ponti è in attesa che si concretizzi il trasferimento, che si spera avvenga in breve termine.

Si è appreso che prossimamente l’ interlocutore futuro sarà  la costituenda Agenzia di Bacino per il Trasporto Pubblico Locale che sostituirà la Provincia nella gestione dei trasporti pubblici.

Per mantenere alta l’attenzione firmate, e promuovete le petizioni, sia on-line ai link:

https://www.change.org/p/regione-lombardia-portate-la-metropolitana-a-vimercate-metroavime

https://www.change.org/p/provincia-di-monza-brianza-rilanciamo-il-trasporto-pubblico-nel-vimercatese

che in formato cartaceo. Si possono richiedere i moduli o informazioni all'indirizzo di posta elettronica inquinamentomobilitavimercate@gmail.com.

Nei prossimi mesi l'intenzione sarà sia quella di raccogliere 5000 firme che di creare un comitato apartitico per la mobilità nel vimercatese, coinvolgendo le associazioni e i cittadini interessati.

Sabato 7 maggio: banco contro il circo con gli animali.

ENPA scende di nuovo in piazza per sensibilizzare i cittadini sul tema dello sfruttamento degli animali nei circhi.

Sabato 7 maggio sarà allestito in centro Monza un banco informativo ENPA per sensibilizzare la cittadinanza sul tema del circo con gli animali.

Un tema quanto mai attuale anche perché in tanti ignorano che dietro le quinte di questo "spettacolo" non c'è nulla di divertente: animali  costretti a esibirsi in numeri che calpestano la loro dignità, a compiere lunghi viaggi in camion e a rimanere rinchiusi in gabbie singole o in raggruppamenti limitati che impediscono lo svolgimento delle normali interazioni sociali e in condizioni ambientali lontane da quelle naturali.

Il banco della Protezione Animali segue la riuscita manifestazione da parte di diverse associazioni e privati cittadini all'Arengario di Monza la scorsa domenica 24 aprile. L'opinione pubblica, per fortuna, è sempre di più dalla parte degli animali. Ma finché i circhi con animali saranno sostenuti (anche economicamente) da leggi nazionali, non sarà possibile veder scomparire questa forma di spettacolo ormai anacronistico. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per effetto della legge 163/85 del 1986, ogni anno infatti stanzia attraverso il Fondo Unico per lo Spettacolo milioni di euro - l'Italia è l'unico Paese al mondo a erogare i soldi pubblici ai circhi che sfruttano animali.

Il gazebo della Protezione Animali sarà presente per tutta la giornata del 7 maggio, dalle 9,30 alle 18,30, in Via Italia a Monza nei pressi della libreria Feltrinelli. I volontari faranno anche un "volantinaggio" nella zona pedonale attorno e inviteranno i cittadini anche ad aiutare a comunicare il messaggio passando i volantini a loro volta ad altre persone di loro conoscenza, magari a famiglie con bambini.

Al banco troverete inoltre una selezione di gadget a tema animale. Sarà naturalmente possibile iscriversi all’ENPA o rinnovare la propria iscrizione per il 2016, chiedere ai volontari presenti al banco informazioni sulle attività dell'associazione, sulla possibilità di adottare a distanza uno degli ospiti del canile-gattile di Monza o su come diventare volontario.

Domani 30 aprile giornata di esercitazione e addestramento della Protezione Civile MB:

i volontari della colonna mobile provinciale

impegnati nella “ricerca di dispersi” al Parco delle Groane

Monza, 29 aprile 2016. Si svolgerà domani mattina, sabato 30 aprile, con partenza dal Campo volo di Cogliate, in via Bernardino Luini, la giornata di esercitazione per i volontari delle Organizzazioni di Protezione Civile MB, impegnati in training specifici per la “ricerca di dispersi e di oggetti” negli spazi del Parco delle Groane. Per la giornata formativa – alla quale si sono iscritti circa 70 volontari - è previsto il coinvolgimento dei mezzi della colonna mobile di stanza nel centro operativo di Agrate, la partecipazione dei Vigili del Fuoco e dell’unità cinofila dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri di Giussano, che organizzeranno le operazioni di ricerca secondo i protocolli in vigore.

Provincia di MB

Nel trentennale del web, Monza celebra l’Internet day. Il 1 giugno gli Stati Generali dell'innovazione con cittadini, imprese, comuni brianzoli

Monza, 29 aprile 2016 - Il Comune di Monza ha oggi celebrato l'Internetday a 30 anni dal momento in cui l’Italia per la prima volta si è connessa al world wide web. Wifi pubblico, banda ultrarlarga, competenze digitali, servizi digitali per i cittadini: oggi l’assessore ai Sistemi digitali Egidio Longoni e il direttore generale Mario Spoto hanno organizzato un incontro con i dipendenti comunali per una giornata all'insegna della formazione e informazione su tutti gli investimenti e le nuove tecnologie adottate in questi ultimi anni dall’amministrazione comunale. "Grazie ai passi avanti compiuti – commenta Longoni – siamo all'avanguardia nell'innovazione digitale ma possiamo e vogliamo fare di più. Il prossimo 1 giugno promuoviamo gli stati generali dell’innovazione, un grande evento in città per fare il punto sull’innovazione tecnologica nella pubblica amministrazione al quale sono invitati cittadini, scuole, professionisti e imprese e le amministrazioni comunali della Brianza. Un momento in cui sarà anzitutto vogliamo illustrare e condividere le innovazioni e le buone prassi sviluppate dal Comune di Monza".

www.comune.monza.it 

Anno scolastico 2016/2017:

la Provincia conferma i servizi alle famiglie degli studenti con disabilità

Monza, 28 aprile 2016. Anche per il prossimo anno scolastico 2016/2017 gli uffici della Provincia MB a Monza stanno impostando l’attività amministrativa necessaria a confermare i servizi alle famiglie degli studenti con disabilità residenti in Brianza: sono stati oltre 500 gli alunni che ne hanno usufruito nel corso dell’anno scolastico 2015/2016, distribuiti tra scuole statali, scuole paritarie e centri di formazione professionale.

“Abbiamo intenzione di fare di tutto anche quest’anno per confermare integralmente i servizi erogati per il diritto allo studio degli alunni disabili, nonostante la situazione finanziaria dell’Ente sia ancora precaria” – spiega il Presidente Gigi Ponti.

Dopo l’incontro organizzativo svoltosi a Monza con le Commissioni Tecniche Provinciali territoriali dei cinque Ambiti Carate Brianza, Desio, Monza, Seregno e Vimercatela Provincia comunica che a partire da lunedì 2 maggio 2016 le famiglie aventi diritto potranno presentare la richiesta per la fruizione dei servizi di:

  • assistenza agli alunni con disabilità sensoriale che frequenteranno la scuola di ogni ordine e grado nell’anno scolastico 2016/2017;

  • servizio di supporto tiflodidattico per alunni con disabilità visive che frequenteranno la scuola di ogni ordine e grado a nell’anno scolastico 2016/2017;

  • servizio di trasporto per studenti disabili che frequenteranno la scuola superiore di secondo grado nell’anno scolastico 2016/2017;

Tutte le informazioni, la modulistica e i contatti di riferimento sono online: http://www.provincia.mb.it/politiche_sociali/disabilita/index.html

Nei prossimi giorni verranno confermate le linee guida per l’attivazione dei servizi per l’anno scolastico 2016/2017 e approvati gli accordi operativi con i singoli ambiti territoriali.

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?