Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Grande soddisfazione nel M5S Varedo per l’evento sullo scandalo di Villa Bagatti di sabato scorso. Il Candidato Stefano Guagnetti ha ripercorso la vicenda del prezioso Monumento Nazionale, partendo dai Consigli Comunali dell'amministrazione di sinistra, in cui il M5S non era ancora presente, fino ad arrivare all'attuale amministrazione, sottolineando errori e mancanze di entrambi gli schieramenti, come evidenziato dalla condanna della Corte dei Conti per il reato di elusione, unico dato inconfutabile in attesa dello sviluppo delle indagini in corso. A contorno del tema è stata portata a Varedo l’esperienza dei Parlamentari Pentastellati Daniele Pesco, Giorgio Sorial, Riccardo Fraccaro e Manlio Di Stefano che hanno parlato del peso della Corruzione sulla Società Civile e presentato la Carta dell’Onestà appena giunta in Parlamento. Ecco le dichiarazioni di Guagnetti: “Gli altri candidati durante la campagna elettorale si sono rimbalzati la responsabilità ed hanno battibeccato senza arrivare a nessuna conclusione. Noi abbiamo creato un evento partendo dai dati oggettivi sulla storia della villa suggerendo la nostra opinione e soprattutto, con i candidati assessori Fabrizio Schiavo (Economia) e Marta Ronconi (Cultura), indicando soluzioni concrete per rilanciare la Villa Bagatti.”

Gestione e cura dei beni comuni, Comune presenta ai gruppi di interesse monzesi il nuovo regolamento: lunedi 30 maggio, ore 17 conferenza stampa, ore 21 incontro pubblico. Urban Center, via Turati 6

Monza, 27 maggio 2016 – Sarà presentato lunedì 30 maggio durante un incontro che si terrà all’Urban Center (Sala E, via Turati 6), il nuovo regolamento sulla cura e la gestione da parte dei cittadini dei beni comuni, approvato recentemente dal Consiglio comunale. L’incontro pubblico, rivolto a comitati, consulte di quartiere e gruppi di interesse monzesi, si terrà alle 21 alla presenza del sindaco, Roberto Scanagatti, dell’assessore alla Partecipazione, Egidio Longoni, e del professor Gregorio Arena, docente di diritto amministrativo all’Università di Trento e presidente di Labsus, il laboratorio per la sussidiarietà. All’incontro saranno presenti anche i responsabili della Fondazione Comunità Monza Brianza e del CSV, centro servizi per il volontariato. Sono stati invitati iscritti e partecipanti alle consulte di quartiere, il tavolo cittadinanza attiva del piano di zona, i rappresentanti delle comunità straniere, degli oratori, dei club di servizio, delle associazioni e degli enti gestori dei progetti giovani. Nel pomeriggio, alle ore 17 sempre negli spazi dell’Urban Center, l’assessore Longoni e il professor Arena illustreranno alla stampa il percorso di coinvolgimento dei cittadini e dei portatori di interesse di Monza che sarà svolto dal Comune in collaborazione con Labsus.

Ufficio stampa del Comune

Comunico che sabato 4 giugno 2016, alle ore 14,00
si terrà la prima parte della visita guidata
"Alla scoperta delle piante dei giardini della Villa Reale",
a cura di Guglielmo Crippa del Gruppo Botanico Amici del Verde.
Ritrovo all'ingresso di Via Boccaccio, partecipazione libera.

L’optical art di Vasarely da stasera alla Galleria civica di Monza. Inaugurazione alle 19, con assessore Dell’Aquila e console ungherese

Monza, 27 maggio 2016 - Oltre 40 opere, tra scultura, pittura e litografie per raccontare più di mezzo secolo di storia dell'arte ungherese. La mostra, promossa dal Comune e realizzata grazie alla collaborazione di APA Confartigianato Milano, Monza e Brianza e al patrocinio del ministero della Cultura ungherese e del Consolato generale a Milano, inaugura oggi alle ore 19 alla Galleria Civica di via Camperio.

"IMAGO ET ASPECTUS”, questo il titolo, vede esposte le opere del fondatore della Op Art Victor Vasarely - provenienti dal Museo di Pècs e dalla Fondation Vasarely di Aix-en-Provence - accostate a lavori di altri dieci artisti ungheresi. La Optical Art, un'arte essenzialmente grafica, è una corrente artistica nata negli Anni ‘60 che approfondisce l'esame dell'illusione bidimensionale attraverso l'accostamento opportuno di particolari soggetti astratti o sfruttando il colore. Le opere presenti, oltre a quelle di Vasarely, sono di I. Orosz, W.Siksznian, Z. Szlabey, B. Baràth, S. Bàtorfi,T. Budahelyi, Z. Fàfiàn , le sculture blu di T.  Szabò, i vetri optical di P.Botos e i monocromi di I. Halmi-Horvàth. “Questa interessante iniziativa - commenta l'assessore alla Cultura, Francesca Dell'Aquila, che sarà presente questa sera all’inaugurazione insieme al Console generale di Milano, Tames Korses - si inserisce nel ricco programma espositivo promosso dalla nostra amministrazione e sono certa che anche questo appuntamento, molto originale, sarà apprezzato dal pubblico monzese e non solo. Abbiamo l'occasione di esplorare la storia di un Paese, attraverso la sua arte, grazie alla presenza di artisti storici e contemporanei che "giocano" sapientemente con linee e colori ottenendo risultati di grande effetto. Siamo inoltre onorati di ospitare a Monza il signor Console ungherese".

Ufficio stampa del Comune

Sono molti gli ostacoli che a volte si pongono davanti ad un cambiamento, necessario e forse obbligatorio, come ad esempio una rivoluzione culturale di mobilità urbana. Uno di questi è il continuo furto di biciclette che spesso scoraggia chi vorrebbe modificare il proprio stile di vita, spostandosi in città con la proprio bicicletta. La possibilità che una volta parcheggiata, si debba tornare a casa a piedi perchè  la bicicletta è stata rubata è molto alta purtroppo. Si tengono statistiche personali su quante volte siamo rimasti a piedi, una, due ,tre, tante volte e alla fine si acquistano lucchetti sempre più sofisticati ma non sempre con i risultati attesi. L'amministrazione comunale di Monza ha acquistato recentemente, dietro richiesta di MonzainBici,  un attrezzo per punzonare le biciclette che dopo averle registrate in apposito data base, darà maggiori garanzie di scoraggiare il furto o di ritrovare la bicicletta in seguito. FIAB MonzainBici è a completa disposizione anche da subito per applicare un codice sul telaio della bicicletta dei cittadini che lo chiederanno. Crediamo che molti cittadini vorranno approfittare di questa possibilità e superare uno di quei famosi ostacoli alla mobilità ciclistica di cui si parlava.

Vimercate - Auditorium della Biblioteca Civica (Piazza Unità d’Italia) appuntamento di venerdì 27 maggio 2016 FUOCO NERO SU FUOCO BIANCO di e con Roberto Mercadini Spetta al “narratore” romagnolo Roberto Mercadini inaugurare la tradizionale rassegna teatrale comica organizzata a Vimercate dalla casa editrice brianzola Sagoma, unica nel panorama nazionale specializzata proprio in comicità e umorismo. Reduce dal successo al Salone Internazionale del Libro di Torino, e in contemporanea all’uscita del suo primo libro di prosa “Io non scrivo mai niente. Monologhi Cosmici” che, appunto, a Torino presentava in anteprima nazionale, Mercadini riporta a grande richiesta in Brianza il suo teatro dotto ed esilarante. A metà strada tra la poetica stralunata di un Guido Catalano e il talento affabulatorio di un Dario Fo, Mercadini mette in scena il suo viaggio personale nella Bibbia ebraica e nell’umorismo della Bibbia ebraica. E vedremo illuminata da una nuova luce la storia del duello fra Davide e Golia, scopriremo perché Isacco si chiama così e quale feroce satira antimonarchica si celi dietro il nome “Saul”. La tradizione ebraica descrive la Bibbia come “fuoco nero su fuoco bianco”. Se questa affermazione vi sorprende, forse è perché non sapete di quale incandescenza rifulgano le visioni di Isaia, il grido di Kohélet e molte altre cose. Quello di Mercadini è un monologo, un viaggio fra gli infiniti possibili dentro la Bibbia. Il libro di Giona è la rotta seguita in questa navigazione attraverso il tempestoso mare della sapienza ebraica. E del suo irresistibile umorismo. Per info, abbonamento e biglietti: www.libridivertenti.it La rassegna comprende 4 spettacoli per 4 venerdì: seguiranno Roberto Brivio, Massimiliano Loizzi e, dulcis in fundo, Mario e Pippo Santonastaso.

Al via il Campo estivo Dinamo Presentazione presso la Cascina Mulini Asciutti lunedì 6 giugno, dalle ore 16 alle 19 Iscrizioni aperte per il Campo estivo Dinamo: un campo di volontariato e formazione rivolto tutti i ragazzi dai 13 ai 17 anni che vogliono dedicarsi alle attività nella natura. Il campo si terrà nella settimana dal 13 al 17 giugno presso la Cascina dei Mulini asciutti al Parco di Monza, sarà semi-residenziale, ma prevede due notti in tenda. Sono in programma attività di osservazione e monitoraggio di rapaci e chirotteri con la collaborazione dei naturalisti di Fauna Viva, attività di valorizzazione del verde e di artigianato, esperienze di studio e analisi dell'ambiente del Parco. La partecipazione al campo è gratuita. Per iscriversi è richiesto l'invio del modulo presente sul sito e una lettera di motivazione. Il termine per le iscrizioni è lunedì 6 giugno. Il campo rappresenta la continuazione del progetto Dinamo, un percorso di volontariato al Parco di Monza che ha coinvolto un gruppo di 20 adolescenti, provenienti da varie scuole tra cui l'Istituto Mapelli di Monza e l'Istituto Versari di Cesano Maderno, e li ha portati a sperimentare varie attività di manutenzione e di valorizzazione degli spazi verdi. Il Campo estivo Dinamo verrà presentato ai ragazzi, alle famiglie e ai docenti interessati lunedì 6 giugno dalle ore 16 presso la Cascina Mulini Asciutti, nel Parco di Monza. I giovani volontari avranno la possibilità di esplorare gli spazi, di conoscere gli educatori e vedere i risultati del percorso svolto. Il progetto è promosso da Creda onlus con il contributo della Fondazione di Comunità Monza e Brianza, il sostegno del Centro di Servizio per il Volontariato di Monza e Brianza e la collaborazione di Consorzio Villa Reale e Parco di Monza.

INFO: CREDA onlus Via dei Mulini Asciutti, 2 Parco di Monza Tel 039 9451248 www.creda.it email: dinamo@creda.it facebook: www.facebook.com/dinamomonza 2 di 2

CHI SIAMO CREDA onlus, Centro Ricerca Educazione Documentazione Ambientale, è un’associazione che opera dal 1987 nel campo della tutela e della valorizzazione dell’ambiente, promovendo sul territorio progetti di ricerca, educazione e formazione ambientale. L’associazione, nata per volere di AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani), Italia Nostra, Legambiente e WWF (World Wildlife Fund), è divenuta un polo di riferimento per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile nel territorio delle Province di Milano e di Monza e della Brianza. L’azione dell’associazione si sviluppa in tre principali aree di intervento: Progetti e servizi per lo sviluppo sostenibile, Educazione e Didattica, Eventi culturali e Settimane verdi al Parco di Monza. Ogni anno oltre 15.000 bambini e ragazzi frequentano le attività proposte dal centro. Sito web: www.creda.it

Il 28 maggio 2016 – ore 10

Parco della Boscherona – Comune di Monza

 Inaugurazione dell’Orto e giardino didattico “LEA GAROFALO”

Lea Garofalo, testimone di giustizia e giovane mamma calabrese, il 24 novembre 2009, a pochi passi da qui, ha pagato con la vita la sua coraggiosa scelta di ribellarsi contro la cultura criminale e la violenza omertosa della 'ndrangheta. I sindacati dei pensionati della Brianza, in collaborazione con Libera e con il Comune di Monza, hanno voluto che questo luogo sia per le giovani generazioni occasione per ricordare la Sua storia esemplare di coraggio civile.

Interverranno

Roberto Scanagatti – Sindaco di Monza

Valerio D’Ippolito LIBERA Brianza

Stefano Landini – SPI CGIL Lombardia

Marco Colombo – FNP CISL Lombardia

Giovanni Tevisio - UILP UIL Lombardia

Tosco Giannessi – AUSER Brianza

Angelo Dal Ben – ANTEAS Brianza

Sabato 28 maggio, dalle ore 9.30 alle 13 nella Sala E dell'Urban Center-Binario 7, in via Turati 6 a Monza, si terrà il convegno sul tema "Etica e valori nello sport". Tra le varie voci, che si alterneranno a parlare, ci saranno l'On. Laura Coccia, in quanto esperta della tematica, che porta avanti in Parlamento, già sportiva praticante pur con disabilità; Fulvio Fiorin, tecnico delle giovanili del Milan Calcio ed ex giocatore di serie A, che porterà un contributo dal titolo "formazione e performance: come vincere attraverso i valori"; Alessandra Borgonovo, figlia dell'indimenticabile Stefano Borgonovo, che porta avanti la Fondazione intitolata al papà e ora anche VicePresidente della LegaPro di calcio e altri autorevoli relatori, i cui nomi si possono leggere sulla home page del sito www.trofeodellapace.org . Moderato da Carlo Chierico insieme a Silvano Appiani, Consigliere Delegato allo Sport del Comune di Monza, il convegno si propone, attraverso le molteplici testimonianze, di valorizzare l'importanza etica e l'utilità sociale dello sport, privilegiandone la valenza educativa e formativa per i giovani. Nell'occasione verrà presentato al pubblico il Trofeo della Pace 2016, giunto quest'anno all'undicesima edizione, che vedrà impegnati circa 150 giovani partecipanti, delle varie nazionalità presenti sul territorio, tra cui circa 40 alunni del CPIA Monza, giovani profughi e/o richiedenti asilo, che daranno vita ai tornei interetnici di calcio a 7 maschile e pallavolo femminile. 

UPF Universal Peace Federation - Monza Brianza

Nessun favoritismo ma aiuto a chi ha realmente bisogno

Dichiarazione del Vicesindaco e assessore alle Politiche sociali Cherubina Bertola

Monza, 25 maggio 2016 - Nessun favoritismo verso alcuni a scapito di altri, men che meno di stampo etnico o razziale. La vicenda di cui ha parlato la stampa nei giorni scorsi riprendendo una polemica avviata da una parte politica, riguarda una signora che nel 2013 è stata trasferita da una residenza a un’altra sempre a carico del Comune, quindi dei contribuenti monzesi. Il trasferimento della signora, in carico ai servizi sociali dal 2010, si è reso necessario a causa della incompatibilità dei suoi comportamenti con il contesto nel quale si trovava precedentemente, denunciato più volte anche dal gestore della residenza. Nel frattempo i servizi sociali del Comune hanno verificato che, per quel che riguarda il sostegno materiale, non sussistono più le condizioni di legge che consentono al Comune di prestare l’aiuto, cosa di cui la signora è consapevole, tanto da aver sottoscritto un impegno in tal senso. L’amministrazione continuerà comunque a garantire i supporti al disagio che la signora continua a presentare. Nei giorni scorsi qualcuno strumentalmente ha voluto agitare questa situazione per denunciare, in modo del tutto infondato, che il Comune preferisce gli stranieri agli italiani. Niente di più falso. La signora si trova nel residence al quale il Comune si appoggia in caso di emergenza (ad esempio sfratti esecutivi dove sono presenti minori) e dove la Prefettura ha deciso di accogliere momentaneamente parte dei migranti in transito dal nostro territorio. Questa amministrazione non predilige affatto gli stranieri a scapito degli italiani e nemmeno il contrario. Rispetta invece la legge, aiuta chi ha bisogno e cerca di amministrare al meglio le risorse dei contribuenti monzesi. Nel caso della signora, che per altro non ha nessun tipo di invalidità, sta lavorando per il superamento di una dipendenza assistenziale cronica che nuoce a tutti.

Ufficio stampa del Comune

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?