Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

"Incontri di approfondimento per le Aziende agricole" a Cavenago Brianza

 Interessante ciclo di incontri organizzato dal Progetto "Tre Parchi in filiera", destinati agli operatori agricoli ma aperti a tutti gli interessati per spiegare i passi che concretamente si vogliono e si devono percorrere per raggiungere un'agricoltura di qualità e rispettosa del territorio.

Le tre serate avranno come argomento:

  • Mercoledì 17 febbraio ore 20.00-23.00 “Raccolta, selezione e preparazione del prodotto, confezionamento e shelf life. Applicazione pratica della normativa.” Tenuto da Carlo Ronchetti, ispettore ASL.

  • Mercoledì 24 febbraio  ore 20.30-22.30 “Avviamento all'agricoltura biologica” tenuto da Fabrizio Mauri, della Cascina Rampina.

  • Mercoledì 9 marzo ore 20.30-22.30 “Gestione organizzativa, amministrativa e fiscale dell’azienda agricola” tenuto dal Dott. Roccisano di C.I.A. Milano.

Tutti gli incontri si terranno presso la sala conferenze di Cem Ambiente, località Cascina Sofia, Cavenago Brianza. La formazione sarà gratuita, per informazioni contattare Alessandro Mottadelli, Fondazione CEM Lab: 0295241920

www.treparchinfiliera.it     Per scaricare la locandina in formato pdf, visitate la pagina 

http://www.parcomolgora.it/news/incontri-di-approfondimento-per-le-aziende-agricole/1

Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau
Palazzo reale Milano
Conferenza e visita guidata
 

visita guidata
domenica 21 febbraio 
Palazzo Reale Milano
ALFONS MUCHA E LE ATMOSFERE ART NOUVEAU
Iscrizioni entro il 17 febbraio.
Quota di partecipazione 18 €.
Partenza: ore 11.00, parcheggio
Istituto Greppi, Monticello Brianza

conferenza
lunedì 15 febbraio - ore 21.00
Monticello Brianza (LC) 
Antico Granaio di Villa Greppi, piano terra 
via Monte Grappa 21
 
Iscrizioni alle visite guidate presso gli uffici del Consorzio Brianteo Villa Greppi e le Biblioteche dei Comuni di Bulciago, Sirtori, Cassago Brianza, Verano, Triuggio, Monticello Brianza.
Le visite avranno luogo al raggiungimento di 30 iscritti, in caso di annullamento le quote verranno restituite. Il versamento quota include: trasporto in pullman, ingresso e visita guidata.

Le conferenze a la direzione artistica del progetto “Villa Greppi per l’Arte” 
sono a cura della Dott.ssa Simona Bartolena.

informazioni
Consorzio Brianteo Villa Greppi
 tel 039 9207160
Scarica il volantino dal sito: www.villagreppi.it

ULTIMO APPUNTAMENTO DEDICATO AI BAMBINI AL TEATRO BINARIO 7 DI MONZA

Monza, 11 febbraio. Domenica 21 febbraio, alle ore 16.00, si conclude la terza edizione di Teatro+Tempo Famiglie, la rassegna ideata da La Danza Immobile/Teatro Binario 7 in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e di Sostenibilità di Monza e dedicata ai bambini dai 3 anni in su. In scena La battagli di Emma, uno spettacolo che ha debuttato nel giugno 2004 al Festival Nazionale di Teatro Ragazzi a Vimercate "Una Città per Gioco" con l’intento di far crescere nei giovani spettatori una sensibilità e una coscienza di quale sia oggi il ruolo che l’acqua e le risorse naturali hanno per il futuro del mondo, sottolineando che il conflitto e la guerra non sono gli strumenti per risolve i problemi ad esse connessi perché portano solo alla distruzione di relazioni e amicizie.

LO SPETTACOLO

Emma, cuoca del re, si ribella alla guerra. Il tavolo della cucina diventa il palcoscenico della storia di due popoli, i Giallotti e i Verdolini, che inizialmente vivono in accordo ma che poi sono indotti a distruggersi reciprocamente per il possesso di una fonte di acqua. Nella storia s’insinua una maga che con il suo animo inquinato si appresta ad alterare la quiete altrui non sopportando che i due popoli convivano in armonia, condividendo le ricchezze della terra. Emma, non solo narra, ma rivive le emozioni della tragedia: l’amore negato fra due bambini che si erige a simbolo della crudeltà della separazione fra gli adulti, l’esaltazione folle e irrazionale della guerra, la frustrazione amara ed inconsolabile per i suoi danni e delitti. Gli alimenti e gli ingredienti dei suoi piatti si animano, mischiandosi, azzuffandosi, dividendosi e riconciliandosi, con poesia, amore e rabbia, facendo della cuoca Emma una testimone irridente e passionale, capace anche di fare, delle follie e della stupidità umana, una storia divertente che arriva, proprio perché ben cucinata, alle corde della pancia.

COMPAGNIA TEATRALE MATTIOLI

Monica Mattioli dal 1986 lavora in teatro come attrice, regista e autrice.

Nel 1992 fonda insieme a Roberto Corona e a Gianluigi Gherzi la compagnia teatrale Corona Gherzi Mattioli.

Dal 2000 inizia un'importante ricerca sull'immaginario infantile che segna l'avvio del nuovo percorso artistico creando spettacoli su tematiche sociali per bambini anche molto piccoli attraverso un teatro carico di immagini evocative, di poesia, ironia e comicità. Gli spettacoli della compagnia nascono sempre da un'attenta ricerca che Monica Mattioli compie con i bambini nelle scuole attraverso laboratori teatrali avvalendosi di preziose collaborazioni con pedagogisti, insegnanti, educatori. Per la compagnia i laboratori sono un irrinunciabile campo di sperimentazione e di messa a fuoco sul mondo immaginario del bambino ricco di emozioni, domande, desideri e sentimenti.

Gravissime provocazioni alla STAR di Agrate

L’invocazione della GB Foods Star di Agrate alla responsabilità sociale è una millanteria. La responsabilità sociale dei lavoratori e di CGIL CISL UIL è finita nel momento in cui l’azienda sceglie la strada della provocazione aperta nei confronti dei lavoratori, delle bugie sulla strategia industriale, delle promesse non mantenute reiterate”. Questo il messaggio centrale che Maurizio Laini, segretario generale della CGIL MB, lancia in occasione della conferenza stampa sui recenti annunci di Star che prefigurano esuberi e dismissioni dell’attività produttiva ad Agrate.

Star è un brend storico della Brianza: 246 lavoratori occupati su quello che fu un sito straordinariamente grande e importante (220.000 metri quadri di superficie, tanti per ospitare 3500 lavoratori quindici anni fa) oggi quasi deserto. Dadi per brodo, infusi e sughi per pasta le produzioni rimaste: quelle innovative – a partire dal brodo liquido – realizzate in Spagna o in Polonia e commercializzate in Italia come italian food.

Mentre CGIL CISL UIL e i lavoratori attendevano risposte sul piano industriale che rilanciasse le produzioni, Star ieri mattina ha incontrato il Ministro Guidie senza i Sindacati ha annunciato 35 esuberi (licenziamenti) entro giugno e altri trenta nei prossimi mesi. Salvo promettere 25 milioni di investimenti sul sito. E nel pomeriggio mentre si svolgeva un incontro tra CGIL CISL UIL, Assolombarda e l’azienda a Monza, ad Agrate la Star convocava gli operai e annunciava i licenziamenti. Il Sindacato abbandona il tavolo in corso si trova davanti giornalisti e agenti della Digos: “Allora qualcuno sapeva, e ha mobilitato le forze dell’ordine. Sapeva di questa provocazione diretta ai lavoratori! Che ovviamente sono subito scesi in sciopero e hanno manifestato dentro e fuori l’azienda ieri pomeriggio stesso” raccontano i sindacalisti presenti alla conferenza stampa. “il comportamento del Gruppo, dell’Azienda e di Assolombarda è stato devastante sul piano delle relazioni sindacali - aggiunge Laini – e deliberatamente conflittuale con i lavoratori. Diretto. Autoritario. Terribile, anche nei confronti delle loro famiglie”.

A giudizio di CGIL CISL UIL gli investimenti annunciati non serviranno a finanziare un piano industriale che non c’è (c’è invece, da subito, il licenziamento di 65 persone e la dismissione di metà della produzione ad Agrate) ma a valorizzare l’area dal punto di vista immobiliare. I sindacalisti aggiungono che “il sito va verso la trasformazione d’uso; quel che interessa alla multinazionale è il brend ancora straordinariamente ricco (“STAR”) e capace di coprire produzioni fatte altrove”.

Le tre confederazioni sindacali hanno annunciato la sospensione delle relazioni sindacali con Assolombarda fino ad un necessario chiarimento; una richiesta al Mise di incontro sul piano industriale;  un volantinaggio (mercoledì al mercato) e un’assemblea pubblica (nei prossimi giorni) ad Agrate perché “a soffrire è un intero territorio e la sua vocazione industriale e manifatturiera”; il coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale e dei parlamentari locali (l’on. Roberto Rampi ha già avanzato un’interrogazione parlamentare dedicata e l’on. Davide Tripiedi ha esplicitato vicinanza); la mobilitazione visibile dei lavoratori della Star anche se la prossima settimana saranno tutti in cassa integrazione.

Matteo Casiraghi, segretario generale della FLAI CGIL MB ha concluso che “il disprezzo dell’azienda dimostrato nei confronti dei lavoratori merita una risposta di mobilitazione adeguata. Non possiamo più credere alle favole narrate da chi per primo si pone sulla strada del conflitto e dello scontro. Proveremo con tutti i mezzi a salvare i posti di lavoro: certo è che si è rotto uno sforzo di collaborazione e si è stracciata tutta la disponibilità al dialogo che FLAI, FAI e UILA hanno sempre dimostrato ai tavoli…..”.

Monza, 11 febbraio 2016

Ufficio Segreteria e Comunicazione

CGIL Monza e Brianza

Via Premuda, 17 - 20900 Monza MB

ARCHIWORLD,

UN VIAGGIO MUSICALE PER IL MONDO

Monza, 10 febbraio. Sabato 20 febbraio, alle ore 21.00, EquiVoci Musicali porta in scena al Teatro Binario 7 un concerto unico: un viaggio musicale che racconta i popoli e le culture di tutto il mondo, passando dal sirtaki al tango, dalla musica africana alla salsa centroamericana, dalla danza scozzese alla samba brasiliana. Un concerto eseguito dal Quartetto Archimia, all’interno della stagione Terra. Musica, voci e paesaggi sonori diretta da Rachel O’Brien, che spazierà in nuove dimensioni musicali, unendo la disciplina classica all’estro del jazz e ai colori della musica extraeuropea. Aprirà una rilettura tipicamente americana di J. S. Bach, dove i rapidi fraseggi dei soggetti diventeranno scalate virtuosistiche, caratteristiche del jazz. Seguiranno brani dal sapore più rarefatto alla Jobim ispirati alle atmosfere metropolitane e ai locali statunitensi anni ’50, per approdare al rock anni ‘70 di Robert Johnson e al celeberrimo tango di Astor Piazzolla.

La composizione, che dà il titolo al concerto, è un medley dove la musica, da elemento di distinzione delle culture e tradizioni nazionali, diviene linguaggio universale che unisce, nelle molteplici differenze, l’intera umanità. Un percorso che toccherà anche le più note manifestazioni musicali che trovano nella danza un denominatore comune e che rappresentano perfettamente l’ecumenismo della musica. Il Quartetto Archimia, composto da Serafino Tedesi e Paolo Costanzo al violino, Matteo del Soldà alla viola e Andrea Anzalone al violoncello, partendo da una eccellente formazione classica esplora nuove sonorità e possibilità acustiche e affronta diverse dimensioni strumentali per presentare un’esecuzione che copre oltre tre secoli di linguaggio musicale. I componenti del quartetto vantano diverse collaborazioni in campo classico con i maggiori enti lirici italiani. Il Quartetto Archimia si è esibito in tutta Italia e Europa, approdando infine a Washington. Solo a Milano si è esibito 18 volte sul palco del Blue Note. Numerose sono anche le sue collaborazioni live e in studio a fianco, fra gli altri, di Solomon Burke, Lucio Dalla, Andrea Bocelli, Ron, Zucchero, Leo Nucci, Nick The Nightfly, Antonello Venditti, Red Canzian, Gino Vannelli. Archimia ha inciso le colonne sonore di Giovanni Venosta dei film “Un’anima divisa in due” e “Le acrobate” di Silvio Soldini, e ha infine pubblicato due album: “Tacchino Latino” e “No limits string quartet”.

Comune di Monza promuove piattaforma on line per sostenere acquisti scolastici scontati e commercio locale

Monza, 10 febbraio 2016 – Sarà presentato venerdì 12 febbraio, alle ore 10.30 presso l’Urban center (via Turati, 6 – sala E), il progetto “Io aiuto la mia scuola”, promosso dal Comune. L’iniziativa prevede l’attivazione di una piattaforma web rivolta alle scuole, le quali, attraverso un sistema di crediti, potranno acquistare beni o servizi utili all’attivita scolastica. L’iniziativa, che ha come obiettivo il sostegno alle scuole e al commercio locale, prevede che per ogni acquisto effettuato dai genitori degli alunni presso le attività commerciali aderenti al progetto, le scuole accumulino dei crediti che potranno poi utilizzare per l’acquisto di prodotti presenti nel catalogo che sarà allestito sulla piattaforma. All’iniziativa hanno già dato la loro adesione alcuni soggetti del territorio, tra cui Confindustria MB e Unione artigiani. Durante la presentazione, a cui saranno presenti il sindaco Roberto Scanagatti per un saluto, l’assessore all’Istruzione Rosario Montalbano, i rappresentanti degli istituti scolastici e dei commercianti, saranno illustrate la piattaforma e le modalità di funzionamento.

Ufficio stampa del Comune

FIABA LUPA,

NUOVO APPUNTAMENTO CON LA XIX RASSEGNA

BAMBINI, ANDIAMO A TEATRO!

 

Monza, 9 febbraio. La diciannovesima rassegna teatrale Bambini, andiamo a teatro! prosegue, sabato 20 febbraio alle ore 16.00, con lo spettacolo Fiaba lupa dedicato alle famiglie con bambini dai 4 anni in su, presso l’Auditorium Mario Rigoni Stern di Agrate Brianza. Ispirato a Cappuccetto rosso, Il lupo e l'agnello e Il lupo e i sette capretti, lo spettacolo porta sul palco una coppia comica, due clown, che ricordano i grandi Stanlio e Ollio. I protagonisti, che si ostacolano a vicenda nel perseguimento dei loro sogni, riescono ad appianare i loro dissidi proponendo, a modo loro, una serie di storie in cui il protagonista assoluto è il lupo. Il lupo è un personaggio ricorrente nella narrativa popolare, e in particolare nelle fiabe, assumendo in ognuna di esse il ruolo del cattivo predatore, dell'animale selvaggio e malvagio, che incute timore ma nello stesso tempo affascina. È l’eterno scontro/incontro tra il “Bianco”, clown intelligente e abile, e l’”Augusto”, clown goffo, confusionario e giocherellone, un bambinone cresciuto troppo con il nasone rosso. Le fiabe corrono tra gag e incomprensioni, in un susseguirsi di incontri dove l’immaginazione ed il gioco teatrale la fanno da padrone. Sullo sfondo una scenografia sobria ed essenziale.

             

   
   

STAGIONE 2015/2016

   

BAMBINI, ANDIAMO A     TEATRO!

      

sabato 20 febbraio, ore 16.00

   

FIABA LUPA

       

drammaturgia Giampiero Pizzol

   

con Bano Ferrari e Naya Dedemailan

   

regia Piero Lenardon

   

produzione Associazione Culturale Anfiteatro –     Naviganti & Sognatori

       

Presso

   

AUDITORIUM MARIO RIGONI STERN

   

Cittadella della Cultura

   

Via Ferrario,     53 | Agrate Brianza

      

Età     consigliata: dai 4 anni in su

   

Biglietto unico:     € 4

       

Apertura     biglietteria ore 14.30

   

Informazioni: Tel. 039 2027002 | biglietteria@teatrobinarioduse.com | www.teatrobinarioduse.com

   
   

                      In occasione della più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione

sui consumi energetici e la mobilità sostenibile

M'ILLUMINO DI MENO 

Legambiente Monza e FIAB MonzainBici

hanno il piacere di invitarvi alla serata :

BICIAPERITIVO a lume di candela

Sì alla bicicletta e a tutti i mezzi a basso impatto energetico :

illuminiamoci di meno risparmiando energia !

ma illuminiamo di più le nostre biciclette

per la sicurezza nostra e degli altri !

 venerdì 19 febbraio alle 18.30

in piazza San Paolo, Monza

e biciclettata fino al Circolo Cattaneo,

 Via Vittorio Veneto. 1

in caso di maltempo, ritrovo al Circolo Cattaneo alle ore 19

per informazioni

telefonare a Massimo (338-8096421) oppure

inviare una mail a monza@legambiente.org

Gruppo FAI del Vimercatese si presenta agli interlocutori territoriali dei 23 Comuni. Appuntamento alle 17 in Corte Rustica Borromeo, a Oreno di Vimercate via Piave, 8 - Sabato 20 febbraio 2016

Nasce il Gruppo FAI del Vimercatese. La delegazione FAI di Monza e Brianza ha scelto di essere rappresentata specificatamente sul territorio e per questo ha creato un gruppo ad hoc. Il gruppo FAI del Vimercatese parte con l’intenzione di promuovere la dotazione culturale della zona, far conoscere il Fondo Ambiente Italiano al maggior numero di persone e collaborare con le realtà locali (associazioni e amministrazioni), che costituiscono il tessuto solido e affidabile per le comunità residenti. Il FAI diventa, dunque, una presenza tangibile anche nel Vimercatese e con il nuovo gruppo territoriale intende proporsi come interlocutore per i 23 Comuni di: Agrate Brianza, Aicurzio, Arcore, Bellusco, Bernareggio, Biassono, Burago di Molgora, Busnago, Camparada, Caponago, Carnate, Cavenago di Brianza, Concorezzo, Cornate d’Adda, Lesmo, Mezzago, Ornago, Roncello, Ronco Briantino, Sulbiate, Usmate Velate ,Villasanta e Vimercate. Complessivamente un bacino di 200.000 abitanti a cui rivolgere le iniziative FAI di promozione e tutela del patrimonio culturale e ambientale del territorio e le opportunità di crescita e formazione per i giovani. All’evento di presentazione Elena Colombo, capodelegazione di Monza e Noemi Galbiati, referente per il Gruppo del Vimercatese, presenteranno le prossime iniziative in programma con particolare riferimento alle Giornate Fai di Primavera in previste per il 19 – 20 marzo 2016. Al termine sarà offerta la visita guidata al ciclo pittorico quattrocentesco tardogotico ospitato all’interno del Casino di Caccia Borromeo.

Per ulteriori informazioni scrivi pure a:
gruppofai.vimercatese@gmail.com

IL METODO MONTESSORI NELLA SCUOLA STATALE DELL'INFANZIA: UNA PROPOSTA A BELLUSCO.

Una serata pubblica per parlarne. martedì 16 febbraio Ore 20.30 auditorium scuola media di via Pascoli 9 Bellusco. Relatore sul metodo Montessori: Paola Boero, insegnante e coordinatrice di una scuola dell'infanzia Montessori di Milano.

Martedì sera, 16 febbraio si svolgerà a Bellusco un'assemblea pubblica per cominciare a parlare della possibile attivazione di una sezione montessoriana nella scuola dell'infanzia del paese.

A Bellusco infatti è attiva una scuola dell'infanzia pubblica con tredici sezioni, in due edifici diversi. Il gruppo Montessori Brianza Est ha chiesto al dirigente scolastico Franco Maria Franci e al sindaco Roberto Invernizzi di organizzare un incontro pubblico per parlare del metodo Montessori e per rispondere alle domande dei genitori che da qualche mese si stanno rivolgendo a Montessori Brianza Est per avere informazioni e supporto per aprire una sezione Montessori anche a Bellusco, nella scuola dell'infanzia.

Il dirigente scolastico ha dimostrato apertura, mettendo a disposizione l'auditorium della scuola.

Il sindaco Roberto Invernizzi e l'amministrazione comunale hanno dato il loro supporto concedendo il patrocinio e aiutando a pubblicizzare l'iniziativa presso i genitori dei bambini nati nel 2012-2013-2014.

L'assemblea di martedì 16 febbraio, che si svolgerà a partire dalle 20.30 nell'auditorium della scuola media di via Pascoli, sarà il primo passo del percorso: in quell'occasione si raccoglieranno le firme dei genitori interessati, sia di Bellusco che del territorio.

Ci sarà posto circa per venticinque bambini nella sezione montessoriana.

La speranza è di attivare una sezione montessoriana da settembre 2016 o da settembre 2017.

La proposta riguarderebbe quindi soprattutto i bambini nati negli anni 2012-2013-2014, si tratterebbe infatti di una classe mista, ma il percorso è tutto da definire e l'assemblea di martedì 16 sarà il primo passo.

Servono il sostegno e l'approvazione del collegio docenti, del consiglio d'istituto e dell'ufficio scolastico provinciale.

La serata ospiterà come relatrice Paola Boero (Insegnante e coordinatrice di una scuola dell'infanzia Montessori di Milano) ed è organizzata dal Gruppo Montessori Brianza Est, gruppo territoriale dell’Associazione Montessori Scuola Pubblica:  “siamo un gruppo di genitori - spiega Marzia Caglio del Gruppo Montessori Brianza Est - che crede fortemente nella validità del metodo Montessori. Ma siamo soprattutto convinti che l’applicazione del metodo Montessori – dato il riconoscimento scientifico e il successo internazionale di cui gode - apporterebbe un arricchimento sia quantitativo che qualitativo dell’offerta formativa del nostro territorio.  Ci stiamo dunque attivando per aprire sezioni/classi Montessori nelle scuole dell'infanzia e primarie del vimercatese e trezzese. Nel portare avanti il nostro progetto abbiamo il supporto dell'Associazione Montessori Scuola Pubblica”.

Il Gruppo è riuscito ad avviare l'apertura di una classe montessoriana nella scuola primaria Don Milani di Vimercate, l'unica nel vimercatese. Il Consiglio d'Istituto ha dato il suo via libera nei giorni scorsi, ora serve anche l'approvazione dell'Ufficio Scolastico Provinciale. L'associazione Montessori Scuola Pubblica, di cui il gruppo fa parte, e' riuscita ad aprire una classe Montessori in una primaria di Cinisello da settembre 2015. Progetti equivalenti sono sorti anche in altri comuni italiani.

Del resto è un percorso previsto dalla legge: “esiste infatti una convenzione tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e l'Opera Nazionale Montessori (ONM) in base alla quale le famiglie possono richiedere l’attivazione di una sezione Montessori di scuola dell'infanzia o di una classe Montessori di scuola primaria negli istituti scolastici statali. La proposta deve poi esser approvata dal Collegio docenti, dal Consiglio d'Istituto, dall'Ufficio Scolastico Provinciale.”

“Riteniamo significativo – commenta il sindaco Roberto Invernizzi - che questo incontro e questa opportunità abbiano trovato genesi all’interno del Comune di Bellusco, dove il continuo confronto tra amministrazione ed istituzione scolastica ha consentito di garantire una offerta formativa variegata e qualificata, proficue collaborazioni e progetti che sono stati replicati in altre realtà. Le scuole pubbliche cittadine sono uno degli elementi che costruiscono e costituiscono una comunità, probabilmente il più importante. Esplorare nuove strade ed esperienze qualificanti, come certamente è il sistema educativo montessoriano, è una parte fondamentale del lavoro di chi cerca di amministrare pensando ad un futuro migliore per l’intero paese”.

Il Gruppo Montessori Brianza Est

Il Gruppo fa parte dell’Associazione Montessori Scuola Pubblica”. E' un gruppo di persone, soprattutto genitori, che si attiva per aprire sezioni o classi Montessori nelle scuole dell’infanzia e primarie pubbliche del vimercatese-trezzese.

Per informazioni:

web: www.montessoriscuolapubblica.com mail: montessoribrianzaest@gmail.com Fb: Montessori Brianza Est

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?