Vorrei | Rivista non profit

Rivista di cultura, ambiente e politica.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Firmato il contratto integrativo per i dipendenti comunali

Risultato importante per i quasi 200 dipendenti che lavorano in municipio (il Comune è una delle prime aziende lissonesi): dopo un’attesa durata 7 anni, nei giorni scorsi è stato sottoscritto il Contratto collettivo decentrato integrativo per l’incremento della produttività per l’anno 2016, che permetterà di erogare finalmente un incentivo nei primi mesi dei 2017.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria (i membri scelti dai lavoratori per rappresentarli sindacalmente) ha infatti accettato all’unanimità la proposta elaborata dalla Giunta Monguzzi e portata al tavolo della trattativa dalla Delegazione di parte pubblica, composta dal segretario generale e da due dirigenti. Si tratta di circa 102.000 euro stanziati per il cosiddetto «trattamento accessorio», ovvero la parte di retribuzione che viene riservata ai dipendenti pubblici come corrispettivo per aumenti di produttività e risparmi di spesa.

Erano ormai 7 anni che il contratto interno non veniva firmato e – di conseguenza – non veniva corrisposto ai dipendenti non dirigenti alcun premio di produttività, umiliando in questo modo molte professionalità e precludendosi la possibilità di riconoscere adeguatamente il merito. Anzi, un’ispezione della Ragioneria dello Stato - che nel 2012 aveva contestato alla precedente amministrazione lissonese un’errata costituzione del fondo accessorio e un eccesso di erogazione di 560.000 euro tra 2007 e 2009 - aveva determinato il «congelamento» delle risorse disponibili sul fondo stesso, in modo da recuperare la cospicua cifra che potrebbe essere richiesto ai lavoratori di restituire.

Ora, dopo aver accantonato oltre  400.000 euro e rateizzato il residuo, si è potuta riprendere la trattativa sul contratto integrativo per lo sviluppo delle risorse umane. In pratica parte delle riduzioni di spesa (quantificate in circa 16.000 euro) ottenute per il personale pensionato e non sostituito, oltre al risparmio generato dal Piano di razionalizzazione sui consumi energetici degli edifici pubblici (23.500 euro), uniti a metà delle risorse abitualmente destinate alla retribuzione integrativa (circa 50.000 euro), faranno parte del fondo incentivante che sarà attribuito anzitutto per il raggiungimento degli obiettivi previsti dall’amministrazione per il 2016 (50.000 euro), per costituire figure intermedie con particolari responsabilità (16.500 euro) e per premiarne altre attraverso progressioni economiche (16.500), nonché per una nuova posizione organizzativa di funzionario.

E’ stato altresì concordato di aprire un confronto con le rappresentanze sindacali al fine di istituire a partire dal 2017 un servizio di reperibilità continua opportunamente e precisamente regolamentato.

«Vogliamo sfatare il solito cliché del “dipendente pubblico” sfaticato o furbetto - sottolinea il Sindaco Concetta Monguzzi - In questi anni i dipendenti comunali lissonesi hanno fatto fronte all’aumento di un terzo della popolazione (con conseguente crescita del carico di lavoro per tutti gli uffici) non solo senza incrementi di personale, ma anzi con una decurtazione di quasi il 10% dovuta ai divieti di assunzione imposti dal governo. Ora, grazie agli sforzi compiuti per risparmiare sulle spese di gestione e alla volontà della Giunta di sbloccare le trattative, riusciamo finalmente a premiare economicamente il merito di molti lavoratori che ci hanno aiutato in modo sostanziale a tenere alto il livello dei servizi pubblici nonostante le difficoltà del momento. Sono cifre che, suddivise tra tanti, risultano alla fine modeste; ma confidiamo che suonino come un giusto riconoscimento e anche come un ringraziamento da parte di tutta la città».

Lissone, 29 Luglio 2016

SENZA PECCATO? LICENZIA ANCORA

Senza Peccato, ovvero Zero+4 S.r.l., è una azienda alimentare con sede a Desio che da diversi anni produce Torte, Merende e Dessert. Una produzione di qualità che negli anni ha permesso di attrarre un mercato di consumatori molto privilegiato: Coop, Esselunga, Gigante, Conad e Carrefour. La disastrosa conduzione aziendale ha portato a Cassintegrazione e inutili riduzioni fino ad alcuni licenziamenti come accaduto recentemente a tre donne: Laura, Nunzia e Patrizia. Quale sia il Peccato che denunciamo? La Crisi non sia che una scusa per approfittare dei Lavoratori sulle cui spalle ricadono le peggiori conseguenze di avventurosi  Imprenditori. L’arrogante e folle ideologia che diceva che l’Art.18 fosse “il male” ha prodotto tutto ciò. Una Azienda sana e di Qualità in cui i dipendenti erano capaci lavoratori anche perché tutelati nell’insieme del Contratto Nazionale di Lavoro; oggi si trovano Disoccupati. E chi al loro posto? I nuovi poveri .. lavoro a chiamata, lavoro intermittente e voucher. Persone senza alcuna professionalità chiamate “usa e getta”. Quale Qualità potranno garantire? Di fronte a ciò le iniziative della CGIL non si fermano. Anche nella nostra Provincia migliaia di firme per un Referendum/Proposta di Legge che possano cambiare il Jobs Act e scrivere una nuova Carta dei Diritti del Lavoro e dei Lavoratori. A Laura, Nunzia e Patrizia la tutela giudiziaria attraverso il nostro Ufficio Legale non escludendo nei prossimi mesi di rivolgerci ai Servizi Ispettivi del Lavoro per chiedere che il Contratto Nazionale sia rispettato. Rispettarlo significano DIRITTI, QUALITA’ della PRODUZIONE ALIMENTARE e tutela dei CONSUMATORI.

Ufficio Segreteria e Comunicazione

CGIL Monza e Brianza

Via Premuda, 17 - 20900 Monza MB

Tel. Ufficio 039-2731.212  //  Cell. 335 7015296

M5S Lombardia. Milano-Meda, fondi in assestamento a bilancio regionale

La Milano-Meda è stata inserita fra le opere prioritarie per interventi di manutenzione e sicurezza grazie all’approvazione all’unanimità del Consiglio regionale di ieri (27 luglio 2016) di un ordine del giorno all’assestamento al bilancio regionale presentato dal capogruppo del Movimento 5 Stelle Lombardia Gianmarco Corbetta. La Giunta era intenzionata a riclassificare e trasformare in regionali alcune decine di chilometri di strade provinciali lombarde ma non aveva ancora stabilito su quali intervenire. Ora grazie all'intervento del M5S dovrà mettere mano al portafogli prioritariamente per la riqualificazione della Milano-Meda. Il portavoce spiega: “A fine 2015 la superstrada Milano-Meda ha visto aggravarsi le già critiche condizioni di traffico per effetto dell’innesto della tratta B1 della Pedemontana a Lentate sul Seveso. La ex Statale 35 è abbandonata a se stessa a causa dei tagli del Governo Renzi imposti agli enti locali ma necessita da molto tempo di urgenti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, viste le numerose criticità non risolte, come, per esempio, la vegetazione che invade le corsie e ostacola la visibilità, la segnaletica e la pavimentazione in pessimo stato, l’assenza di illuminazione agli svincoli insieme ai rifiuti abbandonati. Il traffico e la pessima manutenzione rendono critiche le condizioni di sicurezza delle decine di migliaia di cittadini che usano l'arteria tutti i giorni, non era possibile perdere altro tempo!".

Nasce il «Tg» del Comune di Lissone

Un prodotto fresco, giovane, a portata di smartphone e pc. «Obiettivo Lissone» è l’innovativo video-notiziario dell'Amministrazione comunale, uno strumento simile a un mini-telegiornale a cui il Sindaco Concettina Monguzzi e la Giunta comunale hanno scelto di affidarsi per essere ancora più vicini alla popolazione, in modo particolare ai cittadini che quotidianamente utilizzano internet e Youtube per documentarsi su quanto accade in città.

«Obiettivo Lissone. Il focus sulla tua città» - curato dall’addetto alla Comunicazione Alberto Terraneo e affidato per riprese  e montaggio a TeleLissone - avrà un format semplice: un servizio di pochi minuti, immagini realizzate sul campo, interviste istituzionali e a figure in grado di arricchire il contributo giornalistico. Un piccolo Tg pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Lissone per essere aggiornati su eventi di pubblico interesse, pratico nell’utilizzo e pensato per trasformarsi in un contenuto appetibile anche sui social network.

Il primo servizio di «Obiettivo Lissone» è già on line al link https://www.youtube.com/watch?v=5eNiykZpIHA, incentrato sulla presentazione della 70esima Coppa Ugo Agostoni, avvenuta lo scorso 21 luglio a Palazzo Terragni. All’interno del video-servizio, oltre a una breve storia della manifestazione sportiva, trovano posto l’intervista al presidente dello Sport Club Mobili Lissone, Romano Erba, e una dichiarazione di Giacomo Nizzolo, fresco campione italiano di Ciclismo su strada.

Tutti i servizi del notiziario - relativi ad attività, iniziative e progetti promossi e realizzati dal Comune anche in collaborazione con altri Enti, istituzioni e associazioni - saranno visibili via web sul canale Youtube (https://www.youtube.com/channel/UC9pRf7jOzeGFwz1Ytsv6dJA) con una veste grafica che prosegue lo stile già avviato per le trasmissioni delle sedute del Consiglio Comunale, già visibili in streaming sul canale Youtube del Comune (Città di Lissone) e sull’app Tmb Tv disponibile sia su Google Play che su AppStore. I video saranno realizzati avvalendosi delle competenze tecniche e delle attrezzature dell’Associazione Culturale TeleLissone, continuando così una partnership che valorizza le skill presenti sul territorio.

Anche i costi di realizzazione sono già compresi all’interno del contratto pluriennale stabilito per la ripresa dei Consigli.

«Sappiamo quanto importanti siano le immagini per veicolare un messaggio, soprattutto oggi che con un semplice telefono cellulare è possibile riprendere ogni momento della nostra giornata - sottolinea l’assessore alla Comunicazione, Roberto Beretta - Per questo, sull’esempio di varie altre Amministrazioni anche a noi vicine, abbiamo pensato di produrre materiale video di qualità, sfruttando le capacità tecniche di un’associazione culturale storica di Lissone, per veicolare ancor meglio alcune notizie che stimiamo interessanti per i lissonesi».

Lissone, 28 Luglio 2016

Dalla Giunta arriva l'ok per l'adesione al Consorzio del Parco del Grugnotorto: Monza porta in dote 3 milioni di metri quadri

Monza, 27 luglio 2016 - La Giunta comunale ha approvato la delibera che sarà sottoposta al voto del Consiglio comunale, che prevede l’adesione del Comune di Monza al Consorzio di gestione del Parco locale d’interesse sovracomunale (Plis) del Grugnotorto.

Il Comune, come previsto anche dalla recente variante al PGT adottata dal Consiglio, entra così nel Plis portando in dote 3 milioni di metri quadri di territorio libero e agricolo. Del Consorzio del Parco del Grugnotorto fanno parte 8 comuni, tra cui Desio, Bovisio Masciago, Cinisello Balsamo, Nova Milanese, Varedo. L’ingresso del Comune di Monza permetterà di consolidare l’anello di congiunzione fra tre importanti aree protette: il parco della Valle del Lambro, il parco delle Groane e il parco Nord Milano. 

“La decisione della Giunta – commenta l’assessore alle Politiche del territorio, Claudio Colombo – conferma l’impegno di questa amministrazione nel voler consolidare la tutela del suolo libero per porre un argine concreto al consumo di territorio. Con l’ingresso nel Consorzio di gestione, la città di Monza dimostra anche di voler fare la propria parte per rendere il Parco del Grugnotorto un’area protetta viva, fruibile e aperta ad attività sociali ed economiche compatibili, in grado di valorizzare la zona nell'interesse del territorio e dei suoi cittadini”.

Ufficio stampa

Dal 1 settembre la Biblioteca di Cederna darà il via ad una rassegna autunnale di eventi culturali, con una serata di musica e poesia.

Monza, 26 luglio 2016 – Giovedì 1 settembre presso la Biblioteca di Cederna (via Zuccoli, 16) si terrà alle 20.30 l’evento “Wunderkammer – poesie a suon di musica, in balia di un clown, illuminati dalle lucciole”. L’iniziativa aprirà la rassegna autunnale “Cederna delle meraviglie”, con eventi culturali a cadenza mensile, che avranno come comune denominatore l’incanto e lo stupore. L’idea nasce dal libro di Carlo Tosetti “Wunderkammer”, che significa appunto “camera delle meraviglie”, un luogo colmo di oggetti originali e fantastici. La biblioteca si trasformerà esattamente in questo, un posto ricco non solo di libri ma anche di esperienze, attività e incontri per tutti i partecipanti. Durante la serata del 1 settembre l’autore Carlo Tosetti leggerà alcune poesie, sullo sfondo delle note del pianoforte suonato da Corrado Coccia, e accompagnato dal mimo Paolo Mandelli del gruppo I Suò – I suoni dei sogni.

L’ingresso è libero, per ogni informazione rivolgersi ai contatti della Biblioteca di Cederna: 039.2020237 – 339.1415692 - monza.cederna@brianzabiblioteche.it

Ufficio stampa del Comune

Nel polo istituzionale di Monza anche la sede territoriale di ARPA

siglato atto notarile di vendita per una porzione dell’edificio di via Grigna

Monza, 26 luglio 2016. E’ stato siglato l’atto notarile di compravendita tra la Provincia e la sede territoriale di ARPA – Lombardia per la cessione di una porzione dell’ala sud della sede istituzionale di via Grigna a Monza. Il documento attua il protocollo d’intesa approvato nel 2015 tra Regione Lombardia e Provincia per la realizzazione di un polo amministrativo comune nel capoluogo monzese. Gli spaziSecondo gli accordi la Provincia ha ceduto la porzione di immobile posta al lato  sud della sede istituzionale, per un totale di 2.264 mq distribuiti su 4 piani, in parte già occupati dall’Ufficio Territoriale Regionale. Ad ARPA in particolare vengono destinati gli spazi del secondo e terzo piano pari a 540 mq l’uno e 2/3 del secondo piano interrato pari a 3.333 mq. Il resto viene assegnato agli uffici della sede regionale. L’operazione ammonta a un totale di 3.900.000 euro corrispondenti al costo di costruzione, mentre le opere di completamento e di finitura degli spazi valgono ulteriori 1.100.000 euro. Il polo istituzionale di Monza. Si completa così, il polo istituzionale di Monza che riunisce in un’unica sede gli uffici di: Provincia MB;Regione Lombardia - sede territoriale di Monza, che si è trasferita da Piazza Cambiaghi; ARPA – sede di Monza, che si trasferirà dall’attuale via Solferino 16; a ciò si sommano l’UST - Ufficio Scolastico Territoriale di Monza, e Brianzabiblioteche che a breve si trasferirà al piano terra lato nord di via Grigna. “Si completa così la cittadella istituzionale del capoluogo - spiega il Presidente Gigi Ponti – Questo è il risultato di uno sforzo comune delle Istituzioni per razionalizzare costi e spazi e per offrire agli utenti un punto di riferimento unico, dove trovare concentrati sportelli e servizi territoriali”.

PROVINCIA DI MB

Sabato 30 luglio: la raccolta cibo per gatti dell'ENPA brianzolo torna all’Auchan di Monza

Il banco alimentare era già stato ospitato presso l'ipermercato di via Lario tre mesi fa, il 30 aprile.

Il progetto di raccolta di alimenti per gatti dell’ENPA di Monza e Brianza, "Banco AlimentAnimali", lanciato il 12 marzo 2016, continua la sua marcia con un gradito ritorno all'Auchan di Monza.

Sabato 30 aprile la raccolta sarà allestita infatti presso l’ipermercato in Via Lario 17, facilmente raggiungibile sia dal centro di Monza che dalla SS 36 (la Nuova Valassina).

I volontari ENPA saranno presenti all’interno del centro commerciale dalle 10,00 alle 18,00 orario continuato davanti agli ingressi dell’Auchan e nel reparto di prodotti per animali, per dare indicazioni e consigli ai clienti che volessero acquistare del cibo. Si chiede gentilmente di scegliere soprattutto scatole, scatolette e buste di cibo “umido” per gatti e gattini. I prodotti vanno poi pagati alle casse e consegnati ai volontari ENPA al banco davanti all’uscita, dove verranno regolarmente registrati e smistati per tipologia.

Al tavolo sarà a disposizione anche materiale informativo sui gatti accuditi da ENPA di Monza e Brianza, comprese le colonie feline. Sarà inoltre possibile iscriversi all’associazione o fare un’offerta.

Perché i banchi AlimentAnimali riguardano esclusivamente alimenti per gatti? Perché, mentre le quantità di scatolette e crocchette per cani donate all’associazione sono generalmente sufficienti per i fabbisogni del canile, il cibo per gatti spesso non basta. Il numero di bocche feline da sfamare è, infatti, abbondantemente superiore a quello dei cani anche perché, oltre ai gatti ospitati in gattile, ENPA gestisce nell’area del vecchio canile dismesso di via Buonarroti una colonia felina di una cinquantina di gatti liberi, tutti sterilizzati e curati. Inoltre, la Protezione Animali cerca quando possibile di dare un piccolo ma prezioso aiuto ad alcune delle tante persone che con notevole sacrificio si occupano di sfamare gatti in colonie presenti sul territorio.

In questo periodo soprattutto, oltre a scatole per i gatti adulti, servono anche ingenti quantitativi di alimenti specifici per i gattini (spesso denominati “kitten” o "junior") per sfamare l’esercito di micini che ormai affollano il gattile di Monza e che vengono anche accuditi a casa di volontari, proprio per mancanza di spazio nella struttura di Via San Damiano 21.

ENPA ringrazia di cuore i responsabili dei negozi che gentilmente ci ospitano e naturalmente i loro clienti che donano cibo per i gatti meno fortunati.

Monza. M5S Lombardia. Nell’assestamento al bilancio risorse per Villa Reale, Milano-Meda e Sicurezza linea S9.
 
Sono 3, e saranno discussi e votati nella seduta del Consiglio Regionale di domani (27 luglio 2016), gli ordini del giorno depositati dal capogruppo del M5S Lombardia Gianmarco Corbetta che chiedono risorse per risolvere problemi aperti nella provincia di Monza e Brianza. Il primo chiede risorse per il Consorzio Villa Reale di Monza per selezionare un curatore tecnico-scientifico.
Il secondo chiede d’incrementare la sicurezza nelle stazioni e sui convogli della linea suburbana S9 (in particolare nella tratta che attraversa Parco delle Groane) e rilanciare la stessa linea e il turismo nel Parco. Il terzo atto chiede di reperire le risorse per la manutenzione e la riqualifica della Milano-Meda, trasferendo l’asse al demanio e alla gestione diretta regionale.
Corbetta dichiara: “Nelle stanze regionali dei bottoni il monzese è trattato con superficialità e si ignorano i problemi di gestione Villa Reale, le buche della Milano-Meda e la sicurezza-rilancio della linea S9. Sono problemi prioritari per la brianza e molto sentiti dai cittadini. Villa Reale, come abbiamo denunciato, è un patrimonio valorizzato nemmeno a metà e necessita di un curatore tecnico scientifico. La Milano-Meda è un colabrodo e la Provincia grazie ai tagli di Renzi non ha fondi per far fronte all’emergenza. La S9 va messa in sucurezza e il Parco delle Groane rilanciato nell’ottica di attrarre turismo.  Stiamo proprio a vedere se nell’assestamento al bilancio il Maroni delle enormi promesse mai mantenute ha intenzione di investire euro reali per la nostra provincia”. 

Sito internet istituzionale, utenza “fidelizzata” e nuovi servizi on-line. Nel primo semestre 2016 stabile il numero di accessi

Un punto di riferimento per l’utenza “fidelizzata” che sul sito internet istituzionale del Comune di Lissone (www.comune.lissone.mb.it) trova risposta alle proprie domande, ma anche uno strumento a portata di pc o smartphone grazie al quale essere informati in tempo reale su quel che accade in Città. Sono questi, in sintesi, i risultati conseguiti dal sito web del Comune di Lissone come si desume dalla relazione semestrale dell’Ufficio Information Communication Tecnology (ICT). I dati emersi dall’analisi indicano le statistiche relative alla gestione e alla fruizione del sito web istituzionale del Comune di Lissone durante il primo semestre dell’anno 2016, in particolare concentrandosi sulle statistiche relative agli accessi registrati. Nel semestre appena concluso si è registrato un totale di 208.595 visite con 779.752 pagine visualizzate. Il trend rispetto all’anno 2015 resta costante e si prevede una conferma del dato annuale. Dai presenti dati si evince che il sito ha ormai un’utenza “fidelizzata” che lo visita con una certa costanza. Fra le pagine più visitate nel primo semestre del 2016, si confermano al primo posto i bandi di gara e/o concorsi pubblici, con un totale di 35.679 visite. Seguono le pagine relative alle informazioni sugli Uffici, in particolare l’Ufficio Anagrafe, che hanno superato le 28.000 visite. Si conferma al terzo posto per numero di visite la consultazione dei comunicati stampa e relativo archivio con un totale di 22.114 visite. L’Area Modulistica ripaga l’attenzione dedicatagli con l’inserimento di alcuni moduli compilabili digitalmente riportando in questo semestre un totale di 12.624 visite a fronte delle 18.785 ricevute durante tutto l’anno 2015. Compare invece per la prima volta nella parte alta della classifica la consultazione delle gallerie fotografiche, mentre le aree tematiche “Edilizia e Urbanistica”, “Asilo nido, scuola ed educazione” e “Finanza e tributi” confermano - in prospettiva - la loro “vocazione di servizio” con un numero di visite pressoché pari a quello ricevuto nel 2015. Confermano la fidelizzazione degli utenti anche le pagine relative alla Biblioteca Civica e del Mobile. L’area tematica “Politiche sociali e famiglia” ha già raggiunto le 18.270 visite a fronte delle 16.481 visite dell’anno passato. Stesso trend si riscontra per l’area tematica “Ambiente” che raggiunge già le 7264 visite semestrali contro le 7997 di tutto il 2015. “Il sito web del Comune di Lissone risponde alle esigenze dei cittadini che hanno la necessità di trovare ciò di cui hanno urgentemente bisogno con un semplice clic direttamente dal proprio smartphone – afferma l’assessore alla Comunicazione, Roberto Beretta – e l’imprinting di questa Amministrazione comunale verso la trasparenza è confermata dall’incremento di visite nelle sezioni ad essa dedicata e, fra le altre, a quella dei Servizi online anche grazie all’avvio di nuovi servizi fra cui quello delle Multe online”.

Lissone, 26 Luglio 2016

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?