Vorrei | Rivista non profit

Rivista di cultura, ambiente e politica.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

SCUOLA INCLUSIVA E ALUNNI CON DISABILITA’ COMPLESSA:

APPUNTAMENTO l’8.09.2016 A DESIO CON IL CONVEGNO

Un incontro per affrontare il tema della disabilità e dell’inclusione

Si terrà giovedì 8 settembre alle ore 9:00 presso l’aula magna del Consorzio Desio – Brianza (Viale Lombardia, 59 - Desio), il convegno organizzato dal CoDeBri per iniziativa dell’assessorato delle politiche scolastiche ed educative del comune di Desio, titolato “Scuola inclusiva e alunni con disabilità complessa”.

Una giornata per affrontare il tema della disabilità correlato all’importante e attuale questione relativa all’integrazionescolastica e alla costruzione di un’educazione e un contesto inclusivi. La giornata si aprirà alle ore 9:15 con un saluto da parte delle autorità e proseguirà con l’introduzione di Davide BiggiResponsabile dei Servizi Territoriali per persone con disabilità del Consorzio Desio – Brianza titolata “Indietro non si torna! Dall’integrazione scolastica all’educazione inclusiva”. Il convegno proseguirà poi con l’intervento “Attrazione speciale?” curato da Giovanni MerloDirettore LEDHA(Lega per i diritti delle persone con disabilità) e l’approfondimento “La costruzione di un contesto inclusivo: paradigmi pedagogici e prospettive operative” a cura di Roberta GarboRicercatrice e Docente di didattica e Pedagogia Speciale all’Università di Milano Bicocca. Dopo la mattinata, il convegno proseguirà alle ore 14:00 con Carola Caseracultrice di materia e assistente alla cattedra di Pedagogia Speciale presso l’Università Bicocca di Milanoche terrà un intervento dal titolo “Una scuola inclusiva è possibile? Indagine esplorativa sulle opinioni dei docenti di Milano e Monza e Brianza”; il suo intervento sarà seguito da “La costruzione del contesto inclusivo: l’esperienza dello spazio educativo” tenuto da Stefania Barbaro,Psicopedagogista e docente.

Il Convegno conclude il percorso formativo sul tema “Scuola Inclusiva e alunni con disabilità complessa”realizzato negli scorsi mesi nelle scuole di Desio.

Recupero degli immobili di Edilizia residenziale, a Lissone finanziamento regionale di 74mila euro

Con decreto 8064 dell’11 agosto 2016, Regione Lombardia ha disposto un finanziamento di poco superiore ai 74mila euro per il programma di recupero e razionalizzazione degli immobili di Edilizia residenziale pubblica realizzato dall’Amministrazione comunale di Lissone.

I lavori relativi al finanziamento regionale riguardano due diversi programmi di intervento ma hanno avuto come unico obiettivo quello di riqualificare gli immobili in Erp: le opere, iniziate lo scorso 7 giugno e concluse regolarmente entro il 30 dello stesso mese, hanno interessato 10 alloggi situati in via Appiani, 9,  XX Settembre 115,  Ferrucci 5 e 9, Montelungo 5 (piano terra e piano primo), Ada Negri 4, Murri 72 e 76 e Nenni 12/C.

Gli interventi hanno riguardato, in linea generale, la messa a norma degli alloggi mediante opere sugli impianti attraverso la nuova realizzazione e adeguamento degli impianti elettrici esistenti nonché la riqualificazione dell’impianto idrico sanitario con l’istallazione di nuove caldaie a condensazione e in diversi casi l’intervento ha previsto l’installazione di nuovi termosifoni.

I lavori hanno altresì riguardato interventi di tinteggiatura di alcuni alloggi e diverse opere murarie finalizzate alla riqualificazione e alla messa a norma degli alloggi medesimi.

Regione Lombardia, mediante il Dirigente della Struttura “Sviluppo del sistema dei servizi abitativi pubblici” Immacolata Vanacore, ha esaminato la domanda e concesso il finanziamento ai primi 44 progetti in graduatoria, tra cui rientrano anche i due progetti presentati dal Comune di Lissone.

Complessivamente, le opere eseguite sono venute a costare 74.555 euro a fronte dei 90.476 euro inizialmente previsti, somma interamente coperta dal finanziamento regionale.

I suddetti interventi rientrano nelle politiche di soddisfacimento del bisogno abitativo intraprese dall’Amministrazione comunale.

L’Unità Patrimonio sta predisponendo gli atti, in conformità della graduatoria vigente, per l’assegnazione degli alloggi sopra richiamati.

Lissone, 24 Agosto 2016

Grazie alla collaborazione di FIAB MonzainBici con il Comune di Monza è partita l''operazione PUNZONATURA delle biciclette. Il furto delle biciclette nelle nostre città e in particolare a Monza è considerato un grosso ostacolo alla massima diffusione della mobilità ciclistica. L'enorme potenziale di cittadini che vorrebbero utilizzare la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani si scontra spesso con il dubbio di non ritrovare la bicicletta al ritorno dal lavoro, scuola, commissioni varie. FIAB MonzainBici ha proposto tempo fa al Comune di Monza di tentare di porre rimedio a questo grave dilagare di furti e il Comune ha risposto positivamente acquistando la macchina punzonatrice. Ora il servizio di punzonatura è attivo e i cittadini che volessero rendere più sicura la propria bicicletta può prenotarsi presso il comune di Monza per apporre alla bicicletta la marchiatura indelebile che renderà sicura la proprietà. 

qui il sitohttp://www.comune.monza.it/it/servizi/Strade-e-Trasporti/punzonatura-biciclette/

In caso di furto saremo più invogliati a denunciare il furto della bicicletta perchè avremo più possibilità di ritrovarla e le statistiche, ora per difetto, saranno sicuramente più vicine alla realtà. Il presidente di FIAB MonzainBici Pasquale Scalambrino, trova importante questo passo che va nella direzione di una mobilità nuova e compatibile con le attuali problematiche ambientali.

 

Colori e immagini del nuovo Parco Groane – Brughiera

Venerdì 19 Agosto 2016 ore 21.00 presso la piazza San Vito di Lentate sul Seveso (MB)

Il Comitato per il Parco della Brughiera,  l' Associazione ecologica “La Puska” di Lentate e il Comune di Lentate sul Seveso,  organizzano una  serata in piazza con mostra sul parco Brughiera, proiezione di immagini e video del parco e un laboratorio per i bambini per giocare con l'aria costruendo piccoli paracaduti.

Vi aspettiamo per condividere con noi la storia, le bellezze, i tesori della Brughiera e delle Groane...... e l'anguria offerta dagli organizzatori.

COMITATO PER IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA 

www.comitatoparcobrughiera.it

SP177: chiuso  per tutto agosto il tratto della strada provinciale tra Bernareggio e Aicurzio

Attivata task force tra Provincia MB, Comuni, Regione, Brianzacque per trovare una soluzione al fenomeno di dissesto idrogeologico

Monza, 8 agosto 2016. Rimarrà  chiuso al traffico per tutto il mese di agosto il tratto della Sp 177 Bellusco - Gerno di circa 700 metri, compreso tra il cimitero di Bernareggio - Via De Gasperi e il Comune di Aicurzio - Via Gramsci.

Dopo l’ultimo temporale la strada - già oggetto di smottamenti localizzati durante i nubifragi delle scorse settimane, che avevano imposto le prime limitazioni al traffico – ha ceduto in un tratto della carreggiata ove è visibile un importante avvallamento del manto stradale. L’intera zona risulta interessata da un fenomeno di erosione sotterranea detto “occhio pollino”, che sembra accentuarsi in occasione di forti precipitazioni, compromettendo la stabilità complessiva dei suoli interessati, compreso il piano stradale

Questa situazione rende necessarie ed urgenti indagini geologiche più approfondite che richiedono la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, considerando che la porzione di territorio interessato dall'erosione e' piuttosto estesa. Per questo, la Provincia MB ha convocato un vertice con i Comuni di Aicurzio e Bernareggio, Regione Lombardia (settore Difesa del Suolo e Protezione Civile) e Brianzacque.

Durante l’incontro sono state valutate le prime soluzioni per tamponare l’emergenza nel breve periodo e sono stati impostati i primi accordi per risolvere la situazione nel lungo periodo:

Obiettivo breve periodo: riapertura della strada.  In attesa di sanare la situazione complessiva con un intervento ampio e adeguato alle necessità, Brianzacque -  insieme ai Comuni di Bernareggio e Aicurzio con il coordinamento della Provincia - metterà in campo un intervento per convogliare acqua sotterranea in modo da non  interferire con la strada e consentirne la provvisoria percorribilità.

Obiettivo lungo periodo: agire sulle cause del dissesto idrogeologico.  E’ allo studio un intervento risolutivo che richiede indagini approfondite verificando in particolare l’applicabilità della Legge Reg. 4/16 “Revisione della normativa regionale in materia di difesa del suolo, di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e di gestione dei corsi d'acqua” per attivare piani di intervento comunali con misure di Protezione Civile.

Viabilità alternativa per tutto il mese di agosto:

  • per i mezzi pesanti: lungo le Via Gramsci, Sp3 - 2 sino all’intersezione con la Sp 177 in territorio di Bellusco;
  • per tutte le atre categorie di veicoli lungo le seguenti vie comunali: Via Gramsci, Via del Commercio, strada per Cascina Restelli.

Pedemontana: che fine hanno fatto le compensazioni ambientali?

“A quasi un anno dall'inaugurazione dell'ultima tratta realizzata, al B1, le compensazioni ambientali di Pedemontana sono ancora un miraggio. L'autostrada ha un impatto devastante sul territorio; è ora che la Regione si dia una mossa”, così Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia.

Il movimento, nell'aprile 2015, aveva impegnato l'Assessore ai Trasporti Alessandro Sorte, grazie a una mozione approvata dal Consiglio regionale, ad attivare un tavolo tecnico-politico tra Regione e concessionaria Autostrada Pedemontana Lombarda, con la partecipazione dei Consiglieri Regionali del territorio, con l'obiettivo di sollecitare e verificare periodicamente l'effettiva realizzazione di tutte le opere di mitigazione e compensazione ambientale.

“Il tavolo”, spiega Corbetta, “si è riunito una sola volta e non ha concluso nulla. Al momento il quadro più che sconfortante è osceno: la tratta B1 è stata inaugurata a novembre andando ad aggiungersi alla tratta A e alle tangenziali di Como e Varese già operative ma per le opere di compensazione e mitigazione non si è ancora aperto un solo cantiere. Abbiamo stilato un quadro analitico sulle opere di compensazione ambientale su 15 progetti in carico ad APL solo 1 (Solbiate Olona) è pronto per l'avvio della gara e solo 3 hanno ultimato la fase di progettazione. Ben 4 progetti (Cassano Magnago, Mozzate, Cislago, Fenegrò e Luisago) non mostrano nessun avanzamento. Non va meglio per le opere in capo ai Comuni: solo 3 progetti su 8 hanno ottenuto l'approvazione della Convenzione tra Comune e APL, pertanto dovrebbero procedere con la pubblicazione del bando di gara”.

“Sorte, Maroni & C. su Pedemontana sono recidivi nell'insistere con un'inutile speculazione di asfalto, cemento e distruzione del territorio. Se si tratta di tutelare e valorizzare quel che resta del suolo dopo lo scempio ambientale, ecologico e paesaggistico che costituisce l’inutile Pedemontana fuggono. Per il M5S chi vive in quei territori martoriati merita di sapere quando avranno le opere di compensazione. Se c'è qualcuno che amministra la Regione nell'interesse dei cittadini batta un colpo”, conclude Corbetta.

“Fare impresa in franchising in Lombardia”: ammesse e finanziate le due domande del DUC di Lissone

Sono state ammesse e finanziate le due domande presentate dal Distretto urbano del Commercio (DUC) di Lissone nell’ambito del progetto pilota “Fare impresa in franchising in Lombardia”, promosso da Regione Lombardia allo scopo di contrastare fenomeni di “desertificazione commerciale” sia nei centri storici urbani che in ambiti territoriali di area vasta.

L’agevolazione consiste in un contributo regionale a fondo perduto di importo fisso pari a € 10.000,00 finalizzato alla copertura delle spese sostenute per avviare un’attività in franchising ovvero riconvertire o ampliare l’attività esistente attraverso l’affiliazione ad un franchisor. L’importo minimo dell’investimento non deve essere inferiore ad € 20.000,00 al netto di IVA.

Sono state 78 le candidature pervenute, di queste 5 sono state le domande ammesse a finanziamento fra le quali proprio le due presentate dal DUC di Lissone.

Sono rientrate nel progetto pilota le attività in “Globo Express Lissone” di via Nazario Sauro, già aperto al pubblico, e “Fiorito” la cui apertura in Piazza Italia è prevista per il mese di ottobre.

Globo Express è un centro servizi in franchising per imballare, spedire e fare tutto ciò che serve a far circolare merci e denaro. Il marchio Fiorito nasce in Italia nel 2009 proponendo una nuova formula di franchising nel settore floreale.

“Quello ottenuto è un risultato importante per il territorio locale, frutto del lavoro di coordinamento territoriale e alla positiva gestione della fase di negoziazione diretta tra Franchisor, aspiranti imprenditori e proprietari degli immobili commerciali” - commenta Elio Talarico, assessore con delega al Marketing Territoriale.

Il progetto infatti si pone come azione incentivante per la rigenerazione dell’offerta commerciale attraverso il sostegno alle micro e piccole imprese commerciali che riconvertono o aprono unità locali in franchising in aree a rischio di indebolimento dell'offerta commerciale e in spazi commerciali sfitti posti all’interno del perimetro territoriale dei Distretti Urbani del Commercio”.

Il Distretto Urbano del Commercio di Lissone ha aderito al progetto presentando formale manifestazione di interesse all’iniziativa già nel dicembre 2015; a partire dal 13 gennaio l’Amministrazione comunale, in qualità di capofila del Distretto del Commercio, ha assunto il ruolo di regia e coordinamento locale del progetto ed ha definito le agevolazioni che verranno garantite agli imprenditori che risulteranno ammessi e selezionati. In particolare, entrambe le attività in franchising avranno diritto ad una riduzione pari al 20% della tariffa finale dovuta per le utenze non domestiche della tassa sui rifiuti (TARI) e ad uno sconto pari al 30% del canone per le eventuali occupazioni di spazi ed aree pubbliche (COSAP).

Il Comune di Lissone insieme agli altri 24 Distretti del Commercio e ai 104 franchisor selezionati aveva partecipato lo scorso 21 gennaio all’incontro organizzato da Regione Lombardia a Palazzo Pirelli con lo scopo di favorire la reciproca conoscenza e avviare i contatti tra Distretti Urbani del Commercio e Franchisor. In parallelo, era stata ampliata a 20 l’offerta di immobili sfitti nel territorio comunale a disposizione dagli intermediari immobili e/o proprietari privati.

Lissone, 6 Agosto 2016

Comune di Monza si oppone al ricorso di Formula Imola al Tar del Lazio che vuole impedire il rinnovo del contratto del GP F1 d'Italia all'Autodromo nazionale.

Monza, 5 agosto 2016 - Con una delibera approvata ieri, il Comune di Monza ha dato mandato al proprio servizio legale di costituirsi ad opponendum al Tar del Lazio, dove pende il ricorso presentato da Formula Imola, la società che gestisce il circuito emiliano romagnolo, che chiede di fatto che non si proceda al rinnovo del contratto per lo svolgimento del GP d'Italia nell'Autodromo nazionale di Monza. Il ricorso presentato dalla società emiliana è contro Aci Italia e Sias, la società di Aci che gestisce l'impianto di Monza e appunto chiede al tribunale amministrativo del Lazio di annullare il provvedimento con cui Aci Italia ha rigettato la proposta di Formula Imola di tenere il GP nel circuito emiliano romagnolo. Il Comune di Monza ha assunto la propria decisione dopo aver "rilevato che qualora venisse annullato il provvedimento  impugnato ciò avrebbe gravi ripercussioni dal punto di vista sportivo, turistico ed economico per la Città di Monza, internazionalmente riconosciuta e conosciuta anche in relazione alla sussistenza del Gran Premio d'Italia". A sostegno dell'intervento di fronte al Tar del Lazio, il Comune - che nel ricorso presentato non è citato tra le parti controinteressate - ricorda che esiste un interesse qualificato dell'amministrazione cittadina affinché il provvedimento adottato dall'Aci contro Formula Imola non venga annullato, anche in ragione dello specifico ruolo svolto dall'amministrazione cittadina, che è ente concessionario dell'impianto e che gioca un ruolo di primo piano nell'allestimento di servizi viabilistici, di mobilità pubblica e di intrattenimento connessi all'evento. "Ci siamo sentiti in dovere di ricorrere a difesa di un patrimonio dell'Italia, non solo di Monza e del territorio - commenta il sindaco Roberto Scanagatti. Il ricorso di Formula Imola è grave perché mette a rischio il futuro del GP di F1 in Italia dopo che, a fatica, tutti le istituzioni e gli enti coinvolti stanno chiudendo la delicata partita del rinnovo con la Fom di Ecclestone. E' perciò un'azione di disturbo inutile e dannosa perché ricordo a tutti, ma in particolare alla parte pubblica che detiene il controllo di Formula Imola spa, che Aci Italia ha agito su mandato dal Governo e del Parlamento. Invece di sprecare energie in azioni di contrasto, molto meglio se enti locali, istituzioni e soggetti di promozione sportiva si mettono a lavorare insieme e in modo coordinato per qualificare l'offerta e attrarre nuove importanti manifestazioni di livello mondiale in Italia, a partire da quelle di carattere motoristico".

Ufficio stampa del Comune

L’associazione Circolo Culturale Vimercatese è lieta di invitarvi all'evento “Vimercate e Vino” giunto alla quarta edizione che si svolgerà il 2-3-4 settembre 2016 all'interno del cortile di Villa Sottocasa, Must e Parco Trotti. Vimercate e Vino nasce dall'idea di sviluppare un evento ad hoc per la città di Vimercate. Il suo scopo è infatti duplice: da un lato la divulgazione del concetto “bere meno, bere meglio“, oggi più che mai rilevante soprattutto tra le giovani generazioni, e dall'altro la valorizzazione del vino Made in Italy, uno dei prodotti di maggiore rappresentanza del nostro Paese in ambito internazionale. Tre giorni per saperne di più del vino, ma anche per fare un salto indietro nel tempo. Filo conduttore della manifestazione sarà infatti il Medioevo, a cui è stata dedicata l’edizione 2016. In particolare durante la tre giorni i partecipanti potranno acquistare un pass, con bicchiere incluso, che darà diritto ad un tour per assaggiare dieci diversi vini di altrettante regioni. Questa edizione è patrocinata, oltre che dall'assessorato alle politiche culturali del Comune di Vimercate anche dalla provincia di Monza e Brianza. Media partner sono il Giornale di Vimercate e Radio Lombardia. Il programma completo dell’evento è visibile sul sito www.vimercatevino.it.

Torna “Ville Aperte in Brianza” - edizione 2016

dal 17 settembre al 2 ottobre

oltre 130 beni aperti e visitabili nelle “tre Brianze” di Monza-Como-Lecco

Monza, 4 agosto 2016. Torna anche quest’anno “Ville Aperte in Brianza”: giunta alla 14°edizione la manifestazione propone visite guidate alla riscoperta del sorprendete patrimonio culturale della Brianza. I numeri dell’edizione 2016: dal 17 settembre al 2 ottobre spalancheranno le porte al pubblico 133 siti pubblici e privati tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei nel territorio della Brianza monzese, comasca e lecchese. Si tratta di luoghi di interesse culturale ed escursionistico, da visitare attraverso itinerari urbani ed extra-urbani che costituiscono proposte turistiche a Km-zero di grande appeal. La rassegna è promossa dalla Provincia di Monza e Brianza, in collaborazione con le Province di Como e di Lecco: 33 i Comuni aderenti per MB, 5 per Como, 21 per Lecco oltre a numerosi partner tra associazioni e fondazioni culturali del territorio. I gioielli dell’architettura nobiliare della Brianza a portata di mano. Le ville gentilizie, note anche come “ville di delizia”, che costellano il territorio a nord di Milano, hanno raggiunto nel corso del ‘600 e ‘700 il loro massimo splendore. Una magnificenza di architetture commissionate dalle grandi famiglie nobiliari dell’epoca: residenze monumentali con vasti parchi, strutturati con giardini all’italiana e all’inglese e ricche di opere d’arte. Per scoprire il vasto patrimonio culturale che spalanca le sue porte e partecipare alle visite guidate e agli eventi è sufficiente prenotarsi online su www.villeaperte.info. La presentazione alla stampa di Ville Aperte 2016 è prevista per il 6/9/ p.v. presso la sede della Provincia di Monza e della Brianza, via Grigna 13, Monza.

PROVINCIA DI MB

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?