A Vorrei tifiamo per la pace. Vorrei per una Europa dei popoli, non delle banche.

Vorrei - Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

 testata vorrei 500px

Comunicati stampa.

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da La rivista che Vorrei. Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Monza - Tariffe nidi, assessore Montalbano incontra genitori

Tariffe nidi, assessore Montalbano incontra genitori: “Confronto aperto su cifre e metodo di calcolo. La modifica delle rette ha portato il contributo delle famiglie a coprire il 27% dei costi per il resto sostenuti dal Comune”

Monza, 6 agosto 2015 – Ieri l’assessore comunale all’Istruzione, Rosario Montalbano, ha incontrato una delegazione di genitori di bimbi frequentanti i nidi comunali. Durante l’incontro la delegazione ha lamentato aumenti delle rette molto superiori a quelli annunciati nelle scorse settimane. L'amministrazione ricorda che la revisione delle rette si è resa necessaria perché i vecchi importi versati dalle famiglie concorrevano a coprire solo il 21% dei costi del servizio, per il resto finanziato dal Comune. Con l'adeguamento la percentuale è ora salita al 27%. Va ricordato che il costo totale del servizio nidi è superiore ai 5 milioni di euro all’anno, che, ripartiti per ciascun bambino esclusi i contributi regionali e le rette pagate dalle famiglie, si traduce in un costo per il Comune di circa 800 euro mensili per ogni bambino. L’assessore Montalbano ha confermato che gli aumenti per la fascia di popolazione con redditi medio bassi e per l'orario base di frequenza si attestano tra il 9 e il 25% medio (maggiore per i redditi più alti), ipotizzando che i valori rilevati dai genitori siano frutto di un diverso metodo di calcolo. “Poiché a noi risultano importi diversi da quelli presentati dalle famiglie, durante l’incontro – spiega Montalbano – ho fatto presente che per una corretta equiparazione delle cifre è necessario utilizzare un metodo e dei parametri univoci. Comunque ho preso atto di quanto esposto e ho concordato con la delegazione di rivederci il 26 agosto, per verificare nuovamente i calcoli e fornire risposte e ulteriori chiarimenti sulle questioni sollevate”.

Ufficio stampa del Comune

 

Sciopero di 8 ore alla STMICROELECTRONICS di Agrate Brianza

SCIOPERO DI 8 ORE ALLA STMICROELECTRONICS DI AGRATE BRIANZA, PER RIPRENDERE LA CONTRATTAZIONE DI GRUPPO SU LAVORO E SALARIO E PER SOLLECITARE IL RILANCIO DEGLI INVESTIMENTI SULLE NUOVE TECNOLOGIE.

 

Oltre 4.000 lavoratrici e lavoratori della STMicroelectronics di Agrate effettueranno il 16 e 17 agosto prossimi 8 ore di sciopero articolato per sollecitare la Direzione alla rapida ripresa del confronto sul rinnovo del contratto integrativo di gruppo, ormai scaduto da un'anno e mezzo. “E' inaccettabile che dopo 10 mesi dalla presentazione della piattaforma sindacale di Fim-Fiom-Uilm l'azienda rifiuti pretestuosamente di confrontarsi sul merito delle richieste” dichiaraStefano Sanvito, della Rsu Fim-Cisl di STM di Agrate, “riproponendo una rigidità su tutti i punti aperti, dal premio di risultato sul miglioramento delle performance aziendali, alla sanità e al welfare integrativo, agli orari e alle condizioni di lavoro, al coinvolgimento delle rappresentanze sindacali sulle strategie del gruppo”. Al centro della piattaforma vi sono le prospettive industriali e occupazionali dei siti italiani, che tra I centri di ricerca e produzione di Agrate, Castelletto, Catania, Caserta, occupano circa 10.000 addetti, oltre 5.000 in Lombardia. “Dopo che STM nell'incontro del 17 luglio tenuto al Ministero dello sviluppo economico ha annunciato il rallentamento degli investimenti tecnologici e mentre il Governo conferma le ipotesi di privatizzazione,” dichiara Gigi Redaelli Segretario Fim-Cisl della Brianza, “la nostra mobilitazione è necessaria per rivendicare adeguate garanzie sulle prospettive”. “Occorre un preciso segnale da parte dell'azienda di ripresa del confronto e di volontà di rilancio industriale. Al Governo chiediamo di garantire il mantenimento del controllo pubblico paritetico tra Italia e Francia in STM,” conclude Nicola Alberta, Coordinatore nazionale Fim-Cisl del gruppo, che aggiunge: “STM è un'eccellenza industriale del nostro Paese e opera nel settore strategico della microelettronica, vi sono quindi tutte le condizioni competitive e di contesto per adottare forti strategie di sviluppo del gruppo e del comparto.” Conclude quindi Alberta: “sindacati, lavoratrici e lavoratori, intendiamo essere protagonisti appieno del rilancio dell'occupazione e dell'industria di qualità, e ribadiamo la necessità di nuove relazioni sindacali e della piena tutela dei diritti e delle condizioni di lavoro”. Per queste ragioni è stata decisa la mobilitazione, con il blocco degli straordinari e  8 ore di sciopero Domenica 16 Agosto per il 1° e 2° turno e il turno notturno e lunedi  17 Agosto per l'orario di giornata e il 1°turno, e per i lavoratori a Part-time  orizzontale, con modalità specifiche che interesseranno i lavoratori a Part-time a 21 turni e il WES.

Sesto S. Giovanni, 6 Luglio 2015      

 

Nonsoloclown 2015 a Monza - Rassegna internazionale di artisti di strada

RASSEGNA INTERNAZIONALE DI ARTISTI DI STRADA

NONSOLOCLOWN 2015

Continua la rassegna internazionale di artisti di strada “Nonsoloclown” organizzata dal Comune di Monza con la direzione artistica de La Baracca di Monza.

Ogni sabato, fino al 29 agosto, sarà possibile assistere gratuitamente alle esibizioni di artisti e musicisti internazionali che popoleranno Piazza Trento e Trieste a partire dalle ore 21:00.

L’iniziativa, che anche quest’anno sta registrando un grande successo di pubblico, trasforma la piazza principale della città in un suggestivo teatro a cielo aperto, in cui le straordinarie performance di giocolieri, equilibristi, maghi e musicisti si susseguono coinvolgendo il pubblico di tutte le età.

Per chi vuole condividere gli scatti della rassegna sui social è attivo l’hashtag  #nonsoloclown2015

Ingresso libero

Iniziativa del Comune di Monza Direzione artistica: Cooperativa Teatrale La Baracca di Monza

Supporto tecnico: Tangram Service di Desio

Iniziativa realizzata nell’ambito del programma d’intervento “Monza emozione vera – Monza true emotion” del bando “Distretti di attrattività” di cui alla DGR X/1613 del 04.04.2014 e con il contributo di Regione Lombardia – Progetto “Meet Brianza Expo - Fuori Expo In Brianza” finanziato da Regione Lombardia e Camera di Commercio MB con il coordinamento della Provincia MB. Rif. Promozione dell’attrattività del territorio lombardo in occasione dell’evento Expo 2015 DGR X/3332 del 27.03.2015.

Info: 039.230.21.92 - attivitaculturali@comune.monza.it

I prossimi appuntamenti:      Sabato 8 agosto 2015   MISTER MUSTACHE “AFFETTO D’AMORE” mimo e teatro di strada Mister Mustache è un uomo sulla trentina mosso da un unico, caparbio obiettivo: trovare l’amore. Vorrebbe essere galante ma risulta impacciato. Vorrebbe essere un novello Casanova, ma di Casanova ha solo la rosa rossa, e l’aria un po’ vintage. Lo spettacolo racconta senza parole e a ritmo serrato la storia d’amore tra il nostro protagonista e una donna scelta tra il pubblico. Lungo una via crucis di imprevisti, gaffe e tenaci tentativi di rimediare ad essi con pezze a colori, grazie all’arte dell’arrangiarsi, a bizzarre intuizioni e ad un provvidenziale rotolo di scotch adesivo il nostro eroe riuscirà a conquistare la sua amata. Ma nei sentieri dell’amore l’imprevisto è sempre in agguato…   MITOKA SAMBA “IN CONCERTO” musica brasiliana Un’orchestra di dieci elementi  in continua evoluzione interamente formata da strumenti a percussione: rullante, agogò, pandeiro, surdo, tamborim, timba, caxixì, repinique e cuica. Un repertorio esplosivo di musica brasiliana e non solo, suoni e ritmi presentati tra i colori, il divertimento e la spontanea allegria dello spirito brasiliano.   RAFAEL SORRYSO   “THE MASTER OF THE SEA” equilibrismo e giocoleria Il pirata Sorryso sfida la gravità in una coinvolgente avventura, coinvolgendo il pubblico attraverso la giocoleria con le sue pepite d'oro, sciabole e torce infuocate e sorprendendolo con  pericolosi equilibri capovolto su di un braccio solo. L’esibizione si conclude con una performance di verticalismo: il pirata Sorryso salirà fino al nido del corvo situato in cima all'arbero maestro, dove sfiderà pericolosamente la gravità.     Sabato 15 agosto 2015   CIRCO PUNTINO “IL GRANDE CIRCO DI GREGOR E KATJUSHA” ruota tedesca, acro-portés e monociclo-giraffa Dall’incontro tra un folle manipolatore d’oggetti e un’acrobata della ruota tedesca nasce il Circo Puntino! Sotto le mentite spoglie di Gregor e Katjusha i due artisti porteranno in scena uno spettacolo di strada dai risvolti poetici e onirici, che non rinuncia a divertire attraverso le peripezie sulla ruota tedesca, la danza acrobatica con le scope e gli equilibrismi sul monociclo giraffa con tre ruote.   TOGO MUSICA E DANZA “AFRICA” percussioni e danze africane Tre percussionisti scandiscono ritmi ancestrali attraverso strumenti tradizionali come gangan, adodom, ogbon, e djeimbe, accompagnando la danza di un ballerino in costume tradizionale. Come in una cerimonia rituale verranno eseguite musiche di ringraziamento alla madre terra, canti per accompagnare raccolta del mais e brani apotropaici per implorare l’arrivo della pioggia sulla terra.   CLAUDIO MADIA “SALTIMBANCO” one man show Un saltimbanco non teme nulla. È avvezzo a richiamare la gente, a tenere l’attenzione e a destare meraviglia. E lo fa con gli occhi, con la voce e con i trucchi che sa: con i birilli, con le torce infuocate, camminando sul filo, in equilibrio sul monociclo. Non ci sono animali, solo lui: acrobata felino, scimmia equilibrista, foca giocoliere, pinguino e pagliaccio. Inventore e conduttore della trasmissione televisiva “l’Albero Azzurro”, Claudio Madia è scrittore, attore, equilibrista, giocoliere, acrobata, insegnante d’arte circense e, ovviamente, clown.     Sabato 22 agosto 2015   TRIO RADIOMARELLI “ORIGINAL FRATELLI MARELLI ITALIAN SWING” orchestra swing "Fratelli Marelli" è il nuovo progetto nato da Trio Radiomarelli, orchestrina di terza generazione, che si presenta con una nuova formazione ma con uno stile inconfondibile! Sincopate melodie di cori a tre voci, mirabolanti assoli di violino, indiavolati ritmi di chitarra e saporite note di contrabbasso vi condurranno non in un viaggio a ritroso nel tempo ma bensì in uno spettacolo di irrefrenabile e moderno swing, divertente da ascoltare e facile da ballare. La musica è quella degli anni '50 e '60 italiana, oppure americana tradotta in italiano. Oltre al violino, la chitarra, il contrabbasso e i cori a tre voci verranno usati anche altri strumenti sfruttando le capacità polistrumentistiche dei componenti della band.   FRATELLI OCHNER “PASSATO DI CLOWN” clownerie e arti circensi "Passato di Clown" nasce dalla consapevole unione di clownerie, arti circensi e teatro di strada. Tra giochi di equilibrio, sfere giganti, pupazzi e magia di strada due clown irresistibili alterneranno poesia e comicità in un omaggio al vecchio circo. La Compagnia Fratelli Ochner, fondata nel 1995 e pluripremiata in numerosi festival del settore, fin dagli esordi ha sperimentato una ricerca drammaturgica in cui i registri del teatro di strada si sono uniti a quelli della prosa e della clowneria, assecondando un’interazione con il pubblico che sfrutta le risorse della narrazione, della gag e dell’acrobazia.   ALESSANDRO MILANI “FUNNY MOMENTS” giocoleria  Una valigia un personaggio singolare e tanta voglia di giocare !!! Uno spettacolo di poche parole con un ritmo incalzante, disseminato di gag, improvvisazioni, numeri di giocoleria di alto livello, magie e manipolazioni d'oggetti. Duo Alegre si cimenta nelle sue performance con autoironia divertendosi e facendo divertire il suo pubblico utilizzando oggetti di uso comune come vestiti, cappelli, bastoni da passeggio ecc...   PAOLO LA TORRE REGOLO IL FACHIRO” fachirismo e illusione Spettacolo di fachirismo su vetri e chiodi, giocoleria con torce, mangia e sputa fuoco, equilibrismo sui bidoni. Uno spettacolo costruito sull’illusione, su esercizi impossibili come leggere il pensiero, liberarsi da manette e catene, mangiare forchette e cucchiai e danzare sul vetro. Un personaggio caratterizzato dalla forte umanità e dalla tanta voglia di vivere che coinvolge un pubblico di tutte le età senza barriere linguistiche.     Sabato 29 agosto 2015   FELICE PANTONE “LA MAGICA FERRAMENTA” musica di strada Nella bottega del cantastorie si producono canzoni da passeggio. Gli strumenti di lavoro sono visioni e giri armonici, prodotti da viti, bulloni, lame d’acciaio, tubi, corde, aghi, e fili di ferro per ricavare suoni e melodie per questa collezione di brani musicali e canzoni. In bottega potete trovare e ascoltare il tubasso, la sega musicale, l’asse sonora, il maiale meccanico e ormai la famosissima Bocarina.   SPAZIO CIRCO BERGAMO   “RUOTE IN LIBERTÀ” acrobazie su monocicli *Prima nazionale* Dove hanno lasciato il manubrio? Dove hanno il freno? Aiuto! Quattro artisti alle prese con le più svariate acrobazie su monocicli: uno spettacolo di strada tecnico e divertente, che vi lascerà a bocca aperta!   STEFANO VAGNONI “IL MAGICO ZIMBA” giocoleria e magia Zimba il clown decide di diventare mago ma lui è solo un clown, che stupirà e sorprenderà con gag mozzafiato e piccole magie. Un pizzico di poesia ed una grossa dose di divertimento e coinvolgimento del pubblico accompagneranno il sogno e la trasformazione di Zimba.   MALAPIZZICA “VERSO SUD” musica popolare del Sud Italia La pizzica si offre al desiderio, è sogno, danza agricola e nutrimento, amore universale e fratellanza sin dalle sue origini. E’ trance ed abbandono, insieme a lotta ed identità di popolo, è poesia travolgente in musica.  L’amore per la musica tradizionale popolare salentina, campana, e in genere di tutto il sud Italia ed il desiderio di trasmettere l’energia delle pizziche, tammurriate, saltarelli e tarantelle in direzione di un impegno sociale, è lo spirito che anima l’intero gruppo.

 

Munschasc - Associazione culturale si presenta a Expò

La Associazione Culturale Munschasc, nella persona di Micaela Tornaghi sua fondatrice sarà invitata a presentare la sua visione e il suo contributo nell’incontro organizzato dal Movimento“Arte da Mangiare, Mangiare Arte” che presso lo spazio “ME and WE. Women for Expo” situato nel Padiglione Italia, al primo piano del Cardo Nord Ovest, ove si parlerà della “ Bellezza Etica” come sviluppo e rilancio dell’Orto della Bellezza Italiana presente dal 3 all’8 agosto nel medesimo Stand con il progetto di Ornella Piluso e di Elisabetta Invernici, insieme ad Ariaprofumata vincitrici di un bando WE-progetti per le donne promosso da Padiglione Italia. Micaela Tornaghi è una delle “donne di carattere” invitate ad esprimersi al convegno, condotto da Vincenzo de Vera, consigliere di Arte da Mangiare; tra le relatrici, il consigliere titolare del Messico, Marisela Morales, Narcisa de Los Angeles Soria Valencia, Console Generale della Repubblica dell’Ecuador in Milano, la fondatrice del Movimento Women for Art Maria Antonietta Porfirione, Silvia Capiluppi Architetto ed Artista, in una scaletta ricca e piena di spunti. Micaela Tornaghi collabora con ArtedaMangiare già dal 2006, preparando sculture e installazioni per Tematiche su Cibo e Nutrizione che via via hanno caratterizzato gli anni a seguire in un crescendo che con Expo ha il suo apice, ma non il suo termine. Nel Depurart Lab Gallery ha la sua Installazione “Ondata Lattea” per la tematica legata all’Acqua e alla sua Depurazione, con cui vuole suggestivamente ricreare un grembo materno, luogo sicuro e totalmente nutritivo per la forza della Natura presente. L’Associazione Munschasc è una base per integrare l’interesse artistico alla cura del territorio, a una cultura poliedrica e curiosa, divulgativa, e nella giornata del 5 Ottobre 2015 darà spazio al Quarto evento di FlashArt in Giardino, nel tema Pace&Amen.

 INCONTRO “BELLEZZA ETICA”: Mercoledì 5 agosto 2015

Ore 19.30 – 21.00

c/o Spazio ME and WE – Women for Expo, Padiglione Italia – Cardo Nord Ovest Primo Piano, EXPO

 

Insieme in rete - Sul piano di caratterizzazione di Pedemontana

SUL PIANO DI CARATTERIZZAZIONE

30-07-014

Pur se con notevole ritardo rispetto agli impegni presi nella Conferenza dei Servizi del 9 Aprile, all’inizio del mese di luglio Autostrada Pedemontana Lombarda (APL), con i consulenti di Strabag, ha consegnato la revisione del PIANO DI CARATTERIZZAZIONE DELLE AREE INTERESSATE DALLA RICADUTA DI DIOSSINA A SEGUITO DELL’INCIDENTE ICMESA, dove è previsto il transito dell'autostrada Pedemontana.

Il coordinamento INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE ha richiesto, con accesso agli atti, copia del documento per poterlo analizzare.

Nel breve termine, il 29-07-015 si è svolta presso gli uffici regionali, anche la Conferenza dei Servizi per raccogliere le valutazioni di tutti i soggetti interessati (Comuni, Provincia di MB, ARPA, Reg. Lombardia, Concessioni Autostrade Lombarde, Autostrada Pedemontana Lombarda).

La revisione del Piano di Caratterizzazione, come era prevedibile, ha dovuto recepire le prescrizioni emanate da ARPA e da Provincia di Monza ed in buona misura anche le richieste portate avanti unitariamente da 5 Comuni (Seveso, Cesano Maderno, Bovisio Masciago, Desio e Barlassina) con il supporto del geologo Del Pero, tecnico da loro incaricato.

Solo Meda stonando, è rimasta fuori dal coro in nome di un’accettazione dell’opera Pedemontana senza alcuna richiesta di garanzie per un intervento in un’area a così alto rischio.

Alcuni passi in avanti sono quindi stati registrati. I campioni che saranno prelevati passeranno da circa 200 ad oltre 600, ancora non sufficienti a descrivere compiutamente la qualità dei terreni a seguito del disastri ICMESA, ma utili a meglio comprendere i rischi connessi alla movimentazione di terreni e a valutare la bonifica di quelle zone che, come già sappiamo dalle analisi del 2008, risulteranno, purtroppo, contaminati dalla presenza di diossina TCDD.

In particolare è stato ottenuta l’estensione della caratterizzazione anche alle opere connesse di viabilità complementare, laddove queste comporteranno scavi ( ad esempio la bretella tra Seveso e Meda), con uno sviluppo lineare di 100 m, invece che a maglia quadrata di 100 metri come nelle altre aree oggetto di caratterizzazione, ma anche alcuni campionamenti aggiuntivi nella zona "area di servizio" di Desio ed a est di questa, al di là del confine della zona R, così come anche nella tratta di Bovisio dove si prospetta di effettuare campionamenti ad ovest del limite della zona R all’interno delle opere di progetto.

Ma le migliorie introdotte non risolvono completamente i limiti di questo piano e la densità dei punti poteva e può essere decisamente superiore così come il criterio a maglia 100x100 mt poteva e doveva essere applicato uniformemente anche alla viabilità complementare.

Fortunatamente, le prescrizioni ARPA, alla quale i Comuni demandano un fondamentale ruolo di supporto e controllo, garantiranno metodologie di campionamento adeguate a risolvere le criticità che accompagnano tali indagini.

Risulta determinante la richiesta e l'accettazione di un presidio di ARPA durante l'effettuazione di tutti i sondaggi ambientali così come la presenza di un tecnico di fiducia dei Comuni.

INSIEME IN RETE ha sempre espresso la propria posizione di contrarietà all’inutile autostrada Pedemontana   e ancora oggi ribadisce questa posizione e al contempo e comunque per molto tempo unica, ha sempre coerentemente richiesto il rispetto delle regole e delle leggi e l’attuazione del piano di caratterizzazione.

Proprio sulla caratterizzazione, il lavoro, le proposte e le indicazioni di INSIEME IN RETE sono state condivise dalla maggior parte dei Sindaci del territorio e sono giunte anche in Regione Lombardia, dove, grazie al lavoro congiunto con alcuni Consiglieri Regionali, s’è ottenuto il pronunciamento favorevole del Consiglio Regionale della Lombardia che ha approvato all’unanimità la  mozione n°72 proprio con la richiesta di elaborazione di un piano.

Insieme in Rete continuerà  a seguire attentamente questi delicati e importanti passaggi il prossimo dei quali sarà l’emanazione da parte di Regione Lombardia del  decreto con i contenuti tecnici del Piano di Caratterizzazione.

Coordinamento ambientalista INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

 

Frutti rari a Villasanta - 12 e 13 settembre - III edizione

“Frutti Rari alla Santa”

Punto d’Incontro tra natura e uomo

mostra mercato di piante, fiori, frutti e semi dimenticati

sabato 12 e domenica 13 settembre

Giardini di Villa Camperio, Via Vittorio Veneto - Villasanta (MB)

sabato dalle 9.00 alle 19.30 - domenica dalle 9.00 alle 19.00

Un evento patrocinato da Regione LombardiaProvincia di Monza e della Brianza, Comunedi Villasanta, Expo MILANO 2015

 

Giunge quest’anno alla sua terza edizione Frutti Rari alla Santa”, la manifestazione che dal 2013 riscuote un ampio consenso di pubblico e che nella scorsa edizione ha visto la presenza di circa 3.000 visitatori accolti da qualificati operatori del settore e di una varietà incredibile di piante, fiori e frutti che hanno regalato colori, profumi ed una nuova vita ai giardini di Villa Camperio di Villasanta, anche grazie a diverse attività collaterali come laboratori, lezioni sull’orto e sul frutteto e presentazioni di libri.

 

La terza edizione

“Frutti Rari alla Santa”, che si svolgerà presso Villa Camperio a  Villasanta sabato 12 e domenica 13 settembre è una manifestazione florovivaistica che mette in mostra piante, fiori, frutti e semi dimenticati con l’intento di offrire un punto di incontro tra le essenze antiche dimenticate, il lavoro e l’arte dell’uomo: mostra fotografica, laboratori, presentazione di libri, lezioni e workshop, installazioni d’arte moderna nei giardini. Inoltre i temi chiave saranno: la salvaguardia delle essenze antiche dimenticate, la valorizzazione delle produzioni biologiche, l’educazione all’ambiente, il crescente interesse per uno stile di vita a contatto con la natura, l’incontro tra i coltivatori per mestiere e i coltivatori per passione.

Alla mostra mercato saranno presenti vivaisti d’eccellenza provenienti da tutta Italia con proposte di piante rare e autoctone, frutti antichi, erbacee perenni, collezioni botaniche “a tema”, piante aromatiche, orchidee, rose, ortensie, agrumi, succulente.

In particolare, avranno ampio spazio i prodotti di alcuni orti biologici del territorio e lo zafferano coltivato in BrianzaNon mancheranno i colori ed i profumi delle spezie curcuma, vaniglia, caffè, peperoncino e le aromatiche mediterranee.

 Nella sala mostre“Rosanna Lissoni”  Villa Camperio , da giovedì 10  a giovedì 17 settembre 2015 saranno allestite:

  •  

    “I LAVORATORI DEL CIBO”  un racconto attraverso fotografie, parole e documenti

 i mestieri, le condizioni di vita e di lavoro, le lotte per i diritti, la solidarietà, le trasformazioni.

Archivio del Lavoro – CGIL Milano

 

  • “A LA CARTE”

Forme e colori in tavola: quando la vista precede il gusto.

fotografie di  Max Mandel ,

Le altre attività

LEZIONI e INCONTRI

“Cosmesi casalinga” rimedi naturali e rimedi della nonna a cura di Silvana Sironi.

-“Molte erbacce sono commestibili: iniziamo a guardarle con occhi diversi a cura di Valentina Boffi

- “Aloe barbadensis miller: le proprietà di una pianta millenaria” a cura di Marion Boniforti

- “Le incredibili proprietà dei semi di pompelmo” a cura della Dott.ssa Giulia Barbieri

Presentazione del progetto “Orto dai Sapori Antichi”  HortiVeS,  a cura dell’Associazione Culturale Filiderba in collaborazione con A.Di.P.A. (Associazione per la Diffusione di Piante fra Amatori) volto alla ricerca di ortaggi locali italiani, allo studio dei loro caratteri biologici, botanici e agronomici e alla tutela di queste antiche varietà attraverso la conservazione del seme. 

Le associazioni sono alla ricerca di semi di ortaggi locali italiani da conservare nella banca e di piccoli coltivatori e amatori da coinvolgere. 

- Spazio Bambini:

“Mettete dei fiori sui vostri balconi” laboratori a tema a cura dell’associazione  “Vango anch’io”

“Costruzioni di piccole mangiatoie e casette nido per attrarre le biodiversità” a cura di Gianni  Porro

- Installazioni d’arte moderna nei giardini.

La manifestazione è legata fortemente al territorio, vuole essere un punto di riferimento concreto per sostenere iniziative di crescita sociale e di solidarietà al servizio della comunità. Per questo motivo in occasione della manifestazione, verrà effettuata una raccolta fondi per sostenere il progetto a favore di ragazzi diversamente abili della Compagnia Teatrale “Il Veliero “ di Monza

 

 

Frutti Rari alla Santa è organizzata da Thuja Lab Associazione di Promozione Sociale, promossa dalla Proloco di Villasantacon la collaborazione di Claudia Marchionni di Frutti Antichi del Castello di Paderna (PC) e con il patrocinio di Regione LombardiaProvincia di Monza e della Brianza, Comune di Villasanta, Expo MILANO 2015.

Si ringraziano: Teatro Manzoni di Monza, Slow Food Monza e Brianza, CNG Fisio, CasaMonza, Dolce Aloe.

 

FIOM CGIL MB in merito alla decisione della Direzione di SM Optics di Vimercate di trasferire l’attività a Cologno Monzese.

Ieri, martedì 28 Luglio, la Direzione di SM Optics di Vimercate, controllata dalla SIAE Microelettronica di Cologno Monzese, e nata dall'esternalizzazione a fine 2014 dei 256 ricercatori delle attività di trasmissioni ottiche terrestri di Alcatel Lucent, ha comunicato alle RSU e alla FIOM Cgil Brianza l'intenzione di trasferire l'attività a Cologno Monzese. In precedenza, la stessa direzione di SM Optics aveva comunicato di voler la SIAE nell'area exIBM di Vimercate, dove attualmente si trova la SM Optics. Il cambio di rotta è una conseguenza dello stallo della trattativa con UNICREDIT Leasing, proprietaria dell’immobile ex-ibm. Pietro Occhiuto, segretario Fiom-Cgil Brianza, ha dichiarato: “Con il trasferimento da Vimercate di SM Optics (ex Alcatel-Lucent) si perderà uno storico presidio tecnologico del nostro territorio e una importante opportunità di re-industrializzazione dell’area ex-ibm. Non è così che deve concludersi un importante progetto di re-industrializzazio dell’area ex-ibm di Vimercate, che purtroppo è stato, “solo a parole”, fortemente voluto delle istituzioni, dalla regione Lombardia e della Presidenza del Consiglio dei Ministri” Dopo il fallimento di Bames e SEM e il licenziamento di centinaia di lavoratrici e lavoratori il sindacato territoriale ha sollecitato le istituzioni per ricercare soluzioni di re-industrializzazione e ri-occupazione dei lavoratori presenti nel territorio.

Il “ PERCORSO PER IL RILANCIO DEL SETTORE ITC NELL'AREA DEL VIMERCATESE”, oggetto di delibera regionale il 9 gennaio 2015, che istituiva un’area a “burocrazia zero” è totalmente fermo, e se ne sono perse le tracce. È un'ennesima beffa al percorso di re-industrializzazionbe dell'area ex-Ibm, ex-celestica, ex Bames Sem. Angela Mondellini, Segretario generale della Fiom CGIL Brianza, ha dichiarato: “Speravamo che l'arrivo di Unicredit Leasing agevolasse la re-industrializzazione dell'area. Invece registriamo la mancanza di volontà nel trattenere e ampliare il presidio industriale e tecnologico oggi presente nel sito. Probabilmente Unicredit Leasing, diversamente da quanto ci ha sempre dichiarato, ha altre mire speculative sull'area. Per noi vale l'impegno dell'Amministrazione Comunale a non variare la destinazione d'uso dell'area, su cui tutto il Consiglio Comunale di Vimercate si è impegnato da sempre”.

Adriana Geppert, RSU SM Otics Fiom-Cgil Brianza ha rilasciato la seguente dichiarazione. “Resta la grande amarezza che gli impegni assunti dalla Regione Lombardia, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Presidenza del Consigli dei Ministri sono naufragati. Come purtroppo avviene spesso in questo Paese questi impegni si sono tradotti per l’ennesima volta in un nulla di fatto. Noi lavoratrici e lavoratori ci avevamo veramente creduto. Le nostre mobilitazioni ed i nostri sacrifici in questi mesi per rimettere al cento dell’agenda politica il lavoro, il lavoro qualificato, l’innovazione tecnologica non si sono tradotti in risposte concrete da parte delle istituzioni regionali e nazionali. La priorità di questo Governo in questi mesi si è concentrata sui provvedimenti di legge per licenziare le persone, e non sul come conservare e creare nuovi posti di lavoro, nuova occupazione qualificata e ad alta innovazione tecnologica in un settore strategico come quello ICT ed in un territorio come quello del Vimercatese, nel quale si sono sviluppate e risiedono da tantissimi anni competenze e professionalità che hanno dato vita alla “Silicon Valley italiana” e che pur nelle difficoltà degli ultimi anni, e noi lavoratori di SM Optics (ex Alcatel Lucent) ne siamo uno dei tanti esempi, hanno contribuito e trainare da sempre lo sviluppo e l’intero ecosistema industriale brianzolo, lombardo e nazionale”.

 

Mostra IL FASCINO E IL MITO DELL'ITALIA fino al 6 settembre alla Reggia di Monza

E’ aperta tutta l’estate, fino al 6 settembre, la mostra IL FASCINO E IL MITO DELL’ITALIA Dal Cinquecento al Contemporaneo alla Villa Reale di Monza.

Accolta nella splendida cornice della neoclassica Villa Reale di Monza, oggi completamente riaperta al pubblico, la mostraprodotta da Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Skira editore e Cultura Domani, rievoca la fascinazione esercitata sui grandi artisti stranieri dai nostri monumenti, dai nostri paesaggi e dalle nostre tradizioni attraverso una serie di opere esemplari, tra le quali capolavori di pittura, scultura e fotografia, concessi in prestito dalle maggiori istituzioni museali italiane e internazionali.Viene inoltre evidenziato il ruolo dell'Italia quale “maestra delle arti”, grazie a dipinti e sculture di celebri maestri stranieri come Lucas Cranach, Rubens, Antoon Van Dyck, Claude Lorrain, Gaspar Van Wittel, Angelika Kauffmann, Anton Raphael Mengs, Joshua Reynolds, Ingres, Jean-Léon Gérome. Accanto a loro altre straordinarie opere di maestri italiani assunti a modello, comeCorreggio, Tiziano, Pompeo Batoni, Antonio Canova. Ma anche nel Novecento, e persino nel nuovo millennio, il Bel Paese non ha cessato di esercitare la sua fascinazione sugli artisti del mondo intero, come Henry Moore, Matisse e Rodin, Pablo Picasso, Salvador Dalí. 

Altri importanti artisti del secondo Novecento che hanno guardato all’Italia per il loro lavoro e l’hanno visitata più volte sono Yves Klein e Andy Warhol, così come il nostro Paese affascina celebri maestri della contemporaneità di cui sono in mostra opere significative, come Anselm Kiefer, William Kentridge, Marina Abramović, Christo+Jeanne Claude, i fotografi della scuola di Düsserldorf come Axel Hütte, Thomas Struth, Candida Höfer.  

La mostra si avvale della collaborazione di circa sessanta enti prestatori, fra pubblici e privati, stranieri e italiani per un corpus di circa 90 opere provenienti da Italia, Europa e America. Tra i prestatori, l’Hermitage di San Pietroburgoil Louvre, il Musée d’Orsay, l’Orangérie, il Musée Picasso di Parigi, il Musée des Beaux-Arts di Lione, il Prado di Madrid e la Fondazione Dalì di Figueres, il National Trust of Scotland di Edimburgo, la National Portrait Gallery di Londra, il Bayerisches Nationalmuseum di Monaco, la Galleria Borghese e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, la Galleria degli Uffizi e la Galleria Palatina di Firenze, il Museo Archeologico di Napoli. La sequenza di grandi capolavori unisce il profondo rigore scientifico del progetto con un’altissima spettacolarità, per offrire una mostra comprensibile e godibile dal pubblico più vasto, che verrà toccato da una vera e propria “sindrome di Stendhal”.Infoline: 199 15 11 40
www.fascinoemito.it

 

Fim Cisl - Crisi settore metalmeccanico Monza e Brianza_1° semestre 2015

Situazioni di crisi settore metalmeccanico in Brianza

Monza 29 luglio 2015

Inviamo i dati del monitoraggio curato dalla Fim Cisl Monza Brianza Lecco e relativo alle situazioni di crisi nel territorio di Monza e Brianza, riferito al periodo gennaio - giugno 2015.

In tutta la Brianza in questo primo semestre sono 195 (contro le 199 del semestre precedente) le aziende industriali ed artigiane coinvolte da processi di crisi e/o difficoltà con un totale in queste realtà di 7.614 (erano 11.030) addetti occupati e 5.617 (erano 7.057) addetti coinvolti dall’utilizzo di “ammortizzatori sociali”.

Nello specifico i dati, in difetto positivo (mancano alcune rilevazioni di realtà dove come Fim Cisl non siamo al momento a conoscenza), relativi al settore metalmeccanico e del territorio della Brianza vedono:

  • 71 aziende (erano 79) con l’utilizzo di cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) e 1.221 addetti coinvolti (erano 1.598)

  • 17 aziende (erano 13) con l’utilizzo di cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) e 863 addetti coinvolti (erano 773)

  • 12 aziende (erano 13) con l’utilizzo dei contratti di solidarietà (CdS) e 2.944 addetti coinvolti (erano 3.005)

  • 91 aziende (erano 61) con l’utilizzo di cassa integrazione in deroga con 257 addetti coinvolti (erano 342)

  • 4 aziende (erano 43) hanno utilizzato la procedura di mobilità (licenziamenti) con 332 addetti coinvolti (erano 1.339).

  • Il dato di questa rilevazione evidenzia una leggera diminuzione del numero di aziende (-2,01%) ma soprattutto dei lavoratori (-30,97%) coinvolti dall’utilizzo di ammortizzatori sociali, nella valutazione di questo dato, bisogna tener conto delle realtà che in questi anni hanno chiuso definitivamente.

    Nel primo semestre 2015 in rapporto al precedente, vi è stata una diminuzione del numero delle aziende e dei lavoratori che hanno richiesto la CIGO, in leggero aumento il numero sia di aziende che di lavoratori che hanno utilizzato la CIGS.

    L’utilizzo della cassa integrazione in deroga vede un aumento delle aziende coinvolte (+30) ma una diminuzione dei lavoratori interessati (-85).

    Sostanzialmente stabile l’utilizzo dei contratti di solidarietà, che rimane, pur nella difficoltà e nella crisi, un aspetto positivo perché si continua a tenere le persone all’interno delle aziende.

    Diminuisce in modo evidente l’utilizzo della mobilità rispetto al semestre precedente (-39 aziende e -1.007 lavoratori); il forte aumento delle aziende e delle persone coinvolte nel secondo semestre dello scorso anno, è dovuto sia alle realtà che hanno chiuso, che alla fine della fase transitoria (Legge Fornero), che prevedeva una “durata” più lunga per chi veniva collocato in mobilità entro la fine del 2014 e in tal senso si è verificata una maggiore propensione al suo utilizzo.

    Vi sono situazioni di aziende che utilizzano più di un ammortizzatore (es. CIGS e mobilità) a volte passando da uno strumento all’altro (es. dalla CIGO alla CIGS oppure dalla CIGS ai CdS, ecc.), va segnalato che per comodità di rilevazione si è inserito lo strumento utilizzato per ultimo.

    Fatto 100 il totale degli occupati nelle aziende prese a riferimento da questo campione, si evince che il 22% dei lavoratori è coinvolto dall’utilizzo della CIGO, il 72% dalla CIGS, CdS e CIG in deroga e infine il 6% dalla mobilità (dato questo della mobilità in evidente diminuzione).

    Il 93% delle aziende interessate dall’utilizzo degli ammortizzatori sono sotto i 100 dipendenti, mentre il 63% dei lavoratori coinvolti lavora in aziende sopra i 100 dipendenti.

    Sono dati che confermano il tentativo di mantenere una tenuta occupazionale dentro le aziende, nonostante le difficoltà e la durata “terribile” di questa crisi (in atto da settembre 2008) si è cercato di evitare il più possibile il ricorso della mobilità (licenziamenti collettivi) e dove è stato fatto, si è cercato di gestirlo in modo concordato e il meno traumatico possibile, non è stato ovviamente possibile farlo nelle aziende che hanno cessato l’attività o sono fallite.

    Con riferimento al secondo semestre del 2014, vi è una diminuzione del numero di aziende coinvolte da processi di crisi (-5) e soprattutto degli addetti coinvolti (-3.416), numeri che restano ancora importanti di una crisi mai finita e ancora evidente.

    Pur in una rilevazione parziale e in difetto, va inoltre segnalato che in molte di queste aziende si sono fatti più di un accordo per la gestione dei singoli ammortizzatori.

    Si rileva una diminuzione del numero di aziende che utilizza la cassa integrazione ordinaria (-8) e dei lavoratori coinvolti (-377), mentre aumenta la cassa straordinaria (+4 aziende e +90 lavoratori), la cassa in deroga vede un aumento delle aziende (+30) coinvolte ma una diminuzione del numero dei lavoratori (-85).

    Per quanto riguarda i contratti di solidarietà, leggera diminuzione delle aziende coinvolte (-1) e dei lavoratori (-61), diminuisce di molto il ricorso alla mobilità che segnala meno aziende (-39) e meno lavoratori (-1.007).

    Rimane il problema riguardante l’anticipo da parte delle aziende dell’indennità di CIG cui come Cisl e come sindacato (per far fronte ai tempi lunghi del pagamento diretto ai lavoratori da parte dell’INPS) ci siamo attrezzati per cercare di gestire al meglio l’aspetto riguardante l’anticipazione sociale da parte delle banche verso i lavoratori che lo richiedono.

    Questa crisi ha prodotto non solo conseguenze di rallentamento dell’attività produttiva ma si è anche sovrapposta alla debolezza strutturale del nostro apparato industriale e alla mancanza di “un sistema Paese” in grado di dare risposte coese, l’instabilità politica dell’Italia non ha consentito sino ad oggi di dare maggiore attenzione alle tematiche industriali e del lavoro.

    Occorre difendere il sistema industriale con politiche adeguate!

    Servono politiche pubbliche di sostegno agli investimenti e all’acceso al credito, condizionate da programmi di consolidamento industriale e piani sociali per l’occupazione da parte delle imprese.

    Vanno attuate strategie di sviluppo e di dotazione infrastrutturale, per rafforzare il settore manifatturiero, favorire l'accesso al credito per gli investimenti industriali e le innovazioni, e garantire la sostenibilità. E’ positiva in tal senso la costituzione dei confronti permanenti in sede regionale e nazionale sui settori dell'Ict, dell'elettronica e degli elettrodomestici, sarà inoltre importante capire come si possa sviluppare il rilancio del settore ICT nel Vimercatese su cui permangono forti ritardi, bisogna inoltre avviare velocemente il programma di agenda digitale.

    Va tutelata e sostenuta l’occupazione che costituisce insieme patrimonio professionale e di conoscenza per le aziende e preziosa ricchezza per il nostro territorio con l’utilizzo di strumenti alternativi ai licenziamenti e con l’attuazione di politiche attive del lavoro e di riqualificazione.

    Occorre quindi attivare le energie e le competenze dei sistemi locali (istituzioni, sistema formativo, imprese, sindacati), per l’analisi dei punti di criticità e l’individuazione di obiettivi e progetti di rafforzamento dei fattori di competitività, con la pianificazione dello sviluppo del territorio.

    Gli ammortizzatori sociali sono importanti, ma non sono la soluzione dei problemi, le lavoratrici e i lavoratori chiedono innanzitutto lavoro!

    Servono risposte rapide perché il tempo d’intervento è fondamentale, vanno individuati settori e aziende che hanno eccellenze, competenze e professionalità che possono essere rilanciate, delineando nuove iniziative imprenditoriali che devono trovare il supporto economico, oltre che politico, delle istituzioni nel loro insieme, da quelle locali fino al Governo nazionale.

    Occorre difendere il sistema industriale con politiche adeguate e deve essere ridistribuito il lavoro che c’è con politiche adeguate degli orari di lavoro!

    La Fim Cisl sta sollecitando con forza imprese e istituzioni a una maggiore consapevolezza sui problemi del settore e per affrontare con urgenza e in modo adeguato i nodi della crisi, dell'occupazione e del rilancio del settore industriale:

    Riportiamo nello specifico la situazione del monitoraggio effettuato nelle quattro zone sindacali su cui siamo organizzati in Brianza come metalmeccanici della Fim Cisl.

    Zona di Vimercate

  • 45 aziende coinvolte con 3.120 addetti occupati e 1.895 addetti coinvolti, di cui:

  • 14 aziende con utilizzo di CIGO e 216 addetti coinvolti

  •   7 aziende con utilizzo di CIGS e 168 addetti coinvolti

  •   6 aziende con utilizzo di CdS (contratti di solidarietà) e 1.134 addetti coinvolti

  • 15 aziende con utilizzo di CIG in deroga e 56 addetti coinvolti

  •   3 aziende con utilizzo di mobilità e 321 addetti coinvolti

  • Zona di Desio

  • 84 aziende coinvolte con 1.964 addetti occupati e 1.888 addetti coinvolti, di cui:

  • 35 aziende con utilizzo di CIGO e 667 addetti coinvolti

  •   4 aziende con utilizzo di CIGS e 168 addetti coinvolti

  •   2 aziende con utilizzo di CdS (contratti di solidarietà) e 926 addetti coinvolti

  • 43 aziende con utilizzo di CIG in deroga e 127 addetti coinvolti

  •   0 aziende con utilizzo di mobilità e 0 addetti coinvolti

  • Zona di Carate

  • 25 aziende coinvolte con 251 addetti occupati e 248 addetti coinvolti, di cui:

  • 12 aziende con utilizzo di CIGO e 220 addetti coinvolti

  •   0 aziende con utilizzo di CIGS e 0 addetti coinvolti

  •   0 aziende con utilizzo di CdS (contratti di solidarietà) e 0 addetti coinvolti

  • 13 aziende con utilizzo di CIG in deroga e 28 addetti coinvolti

  •   0 aziende con utilizzo di mobilità e 0 addetti coinvolti

  • Zona di Monza

  • 41 aziende coinvolte con 2.279 addetti occupati e 1.586 addetti coinvolti, di cui

  • 10 aziende con utilizzo di CIGO e 118 addetti coinvolti

  •   6 aziende con utilizzo di CIGS e 527 addetti coinvolti

  •   4 aziende con utilizzo di CdS (contratti di solidarietà) e 884 addetti coinvolti

  • 20 aziende con utilizzo di CIG in deroga e 46 addetti coinvolti

  •   1 aziende con utilizzo di mobilità e 11 addetti coinvolti

  • Il Segretario generale aggiunto

    Fim Cisl Monza Brianza Lecco

        Responsabile per la Provincia di Monza e Brianza

    Gianluigi Redaelli

 

Cinema in Villa Greppi - Rapsodia d'agosto

RAPSODIA D'AGOSTO - CINEMA IN VILLA 2015

Torna la rassegna cinematografica di successo in Villa Greppi, che prevede la proiezione di cinema all’aperto nel cortile

delle scuderie, nel mese di agosto dal 3 al 31 agosto.

PRIDE” lunedì 3 agosto

“IMITATION GAME” lunedì 10 agosto

IL SALE DELLA TERRA lunedì 17 agosto

“STORIE PAZZESCHE” lunedì 24 agosto

“ANIME NERE” lunedì 31 agosto

In caso di pioggia le proiezioni dei film si terranno, sempre, nel granaio di Villa Greppi.

per maggiori scarica il volantino consultando il sito del Consorzio Brianteo Villa Greppi

www.villagreppi.com

 

La matita di
Fulvio Fontana
» Guarda tutte le vignette

 

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Rispettiamo la privacy, le leggi e le buone maniere. Per continuare a leggerci, accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.