Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Venerdì 27 maggio in Galleria Civica, alle ore 19.00, inaugurazione della mostra “Imago et aspectus". Passando per l’Op Art, dal costruttivismo al contemporaneo”. Mostra delle opere di Victor Vasarely, fondatore negli Anni 60 della Op art, e dei lavori di dieci artisti ungheresi I. Orosz, W.Siksznian, T.  Szabò, Z. Szlabey, B. Baràth, S. Bàtorfi, P.Botos, T. Budahelyi, Z. Fàfiàn e I. HalmiHorvàth.  Apertura fino al 26 giugno.

Orari: da martedì a venerdì, 15.00-19.00; sabato, domenica e festivi 10.00-13.00/15.00-19.00.

Ingresso libero.

Iniziativa di: APA Confartigianato Milano e Brianza

In collaborazione con: Assessorato alle Politiche Culturali

Con il patrocinio del Ministry of Human Capacities Hungary, Consolato Generale della Repubblica di Ungheria a Milano e la collaborazione della Fondazione Vasarely PECS – Ungheria.

Info: 039.36.63.81 - mostre@comune.monza.it

 

Aspettando San Gerardo

Giovedì 2 giugno alle 15.30, in attesa della festa annuale del santo, Viaggiarepertutti, l'Associazione Culturale di Promozione Sociale dedicata al turismo accessibile con sede a Villasanta, propone un nuovo evento del ciclo “Emozioni & Esperienze per tutti”. Tutti conoscono Gerardo dei Tintori come fondatore dell'ospedale che ancora oggi porta il suo nome. Ma chi era San Gerardo? Cosa sappiamo di lui? Perché è raffigurato con le ciliegie? Andiamo a scoprirlo insieme visitando le due chiese monzesi a lui dedicate: la grande chiesa ottocentesca che conserva le sue reliquie e l'antica chiesetta di San Gerardino “dentro le mura”... Sarà un pomeriggio all'insegna della storia e dell'arte per conoscere da vicino un personaggio che ha segnato in modo così importante la storia della città. Ci si trova alle 15.30 davanti alla chiesa di San Gerardo al Corpo in via San Gerardo 4 a Monza; la passeggiata dura circa 1 ora e mezza. Il contributo per l'Associazione è di 5 euro a persona.

Info e prenotazioni (entro il 31 maggio): 039 2052368 | 329 1032770 | info@viaggiarepertutti.it

www.viaggiarepertutti.it

info@viaggiarepertutti.it

facebook: viaggiarepertutti

twitter: @viaggiareper

instagram: viaggiarepertutti

Grande adesione allo sciopero generale regionale di Poste Italiane

Grande partecipazione alla manifestazione che si è conclusa in piazza Affari

Massiccia adesione alla sciopero generale proclamato unitariamente dalle organizzazioni sindacali di categoria della Lombardia.  L’astensione dal lavoro è stata mediamente del 75% con punte anche dell’80-90%.  Sono rimasti chiusi 8 Uffici Postali su 10 e gran parte della corrispondenza è rimasta sui tavoli dei portalettere.

Circa duemila, tra lavoratrici e lavoratori, hanno partecipato alla manifestazione che partendo da Cairoli si è conclusa, significativamente, in piazza Affari, la piazza della Borsa di Milano, dove si sono tenuti i comizi conclusivi.

La grande partecipazione in questa giornata ci sprona ancor più a dare continuità alla mobilitazione iniziata un mese fa con la proclamazione dello sciopero delle prestazioni straordinarie sia nel Recapito che in Mercato Privati.

Si tratta ora di incalzare l’azienda anche attraverso il coinvolgimento dei livelli istituzionali, dalle Prefetture alla Regione, perché siano sensibilizzate su quanto sta avvenendo e chiedano conto all’azienda delle proprie scelte e di quanto queste scelte impattino sul territorio.

Dall’altra parte occorre anche che i temi che sono oggetto della nostra iniziativa, a partire dalla riorganizzazione del recapito, diventino anche un tema nazionale, così come del resto stanno chiedendo altre regioni importanti come la Toscana, l’Emilia Romagna, il Veneto.

Ciò che noi chiediamo, che i lavoratori con questo sciopero hanno chiesto, è la sospensione della riorganizzazione del Recapito per dar tempo alle parti di introdurre quei correttivi che devono essere apportati agli accordi nazionali e, al contempo, di porre in essere gli investimenti previsti dal Piano Industriale e non ancora realizzati.

Si chiede anche che sulle ipotesi di ulteriore privatizzazione dell’azienda ci sia un pronunciamento forte e chiaro di opposizione a questa ipotesi.

Ringraziamo infine tutti i lavoratori che con la loro partecipazione hanno inteso sostenere le rivendicazioni alla base della nostra mobilitazione.

Monza, 23 maggio 2016                                                         SLC CGIL Monza Brianza

Il 31 Maggio 2016 torna lo Spettacolo Teatrale al "Manzoni" della Scuola Primaria Buonarroti

Realizzato in collaborazione con Teatrando (scuola di danza e teatro) con il contributo di Prodotto Futuro Buonarroti ed il sostegno di tutti in nostri Sponsor

LET I BE…ATLES

Martedì 31 Maggio 2016 - Teatro Manzoni ore 20.30 - Monza

Nello spettacolo teatrale di quest’anno gli alunni della Scuola Primaria Buonarroti racconteranno la storia di quattro artisti che hanno sentito la scintilla della musica;  l’hanno coltivata e unendo le loro capacità hanno creato qualcosa di NUOVO, COINVOLGENTE, TRAVOLGENTE  in grado di  esprimere IDEE e SENTIMENTI.  Questa trama sarà il mezzo per raccontare la musica come linguaggio universale, capace di superare barriere e confini, trasmettere messaggi, unire popoli.

Il tutto nella magica atmosfera del teatro!

M5S Lombardia. Seveso: sbagliato minimizzare danni diossina

La grande quantità di diossina emessa nel disastro ICMESA il 10 luglio 1976 non avrebbe prodotto conseguenze sanitarie. E' quanto si desume leggendo alcuni articoli comparsi sulla stampa locale negli ultimi giorni relativi a un convegno che si è tenuto in Brianza proprio sul tema. Per Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia: “Non è la prima volta che in Brianza si tenta di edulcorare la realtà dei fatti riguardo problemi ambientali. Gli studi pubblicati dopo Seveso dimostrano che gli effetti sanitari sono stati reali e significativi. Quando si parla di eventi che hanno inciso, letteralmente, sulla pelle delle persone, qualsiasi semplificazione o banalizzazione giornalistica è semplicemente inaccettabile”. Il M5S ha chiesto un approfondimento a Federico Balestreri, medico e membro del Comitato Scientifico dell'Associazione Internazionale dei Medici per l’Ambiente - ISDE Italia, che era presente al convegno. Le sue conclusioni sono molto diverse rispetto a quanto riportato dalla stampa locale:  “Bisogna tenere presente – spiega – che sono stati presentati i dati di una esposizione acuta a diossina su un limitato di persone, meno di 3000 persone nella zona A. Inoltre le precauzioni messe in atto al momento dell'incidente hanno sicuramente contribuito ad una riduzione significativa degli impatti. Non sono stati valutati nello studio gli eccessi sia per LNH (Linfomi non Hodgkin) che per STM (Sarcomi tessuti molli), tumori caratteristici delle diossina. Vi è stato invece incremento significativo di mortalità per alcuni tumori, e per malattie cardiovascolari e Respiratorie”. Per Balestreri: “l'incremento di malattie vascolari dovute allo stress, mi sembra abbastanza fantasiosa, anche perché avrebbero dovuto verificarsi nei primi mesi dell'evento e non spalmate sull'arco dei 40 anni.  Invece è stato molto significativo il rilievo dell'inversione nel rapporto maschi/femmine alla nascita, dimostrazione se mai ce ne fosse bisogno degli effetti endocrine disruptor delle diossine. Pertanto se affermare che a Seveso oggi si muore ancora di diossina non è corretto, sarebbe altrettanto fuorviante minimizzare i risultati dello studio, che rappresenta comunque una analisi unica nel suo genere. Sarebbe interessante monitorare l'incidenza delle patologie di interesse sulle seconde e terze generazioni degli esposti. Le esposizioni croniche a basse dosi, hanno impatti di tipo sicuramente diverso da una esposizione acuta per un brevissimo periodo di tempo. In ogni caso nella zona è sicuramente auspicabile che si eviti di emettere altre diossine, soprattutto come nel caso degli inceneritori, quando non ve ne è alcuna necessità, avendo oggi a disposizioni tecnologie alternative meno impattanti per lo smaltimento dei rifiuti”.

WORLD DANCING MUSIC

Danze attorno al mondo

Magnasco Quartet

02 giugno 2016 - ore 17,00  Villa Prata - Municipio | Via Roma 40 - Caponago (MB)

Giovedì 2 giugno, alle ore 17.00, Brianza Classica vi aspetta per l’ultimo appuntamento del primo tempo della rassegna del 2016 nel Municipio di Caponago, in provincia di Monza e Brianza. 

Il titolo di questo concerto racchiude la vastità e la diversità dei brani proposti: saranno tutte musiche di danze e balli internazionali, dal valzer al tip tap, dalla bossanova alla samba, fino al tango e alla tarantella. I compositori presentati sono moltissimi, quasi tutti nati nella seconda metà dell’Ottocento o nei primi anni del Novecento. Il pubblico scoprirà lo swing di Paul Desmond; fantasticherà sulle note del tango di Carlos Gardel; si divertirà con il ritmo incalzante del sirtaky di Mikis Theodorakis o del casatchoc di Ivan Petrovic Larënov e si farà trascinare dalla samba di Zequinha de Abreu.

Il concerto gode del Patrocinio della Provincia di Lecco, della Provincia di Monza e Brianza e di Regione Lombardia. È organizzato in collaborazione con il Comune di Molteno, con il sostegno di Fondazione della Provincia di Lecco Onlus, della Fondazione della Comunità Monza e Brianza Onlus e di SPI – CGIL Lombardia. Banca Popolare di Milano, Coop Lombardia e Nuovo Imaie sono Special Sponsor.

INFORMAZIONI

Il concerto è ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.brianzaclassica.it.

Le prenotazioni si aprono lunedì e si chiudono il giorno prima del concerto, salvo esaurimento dei posti disponibili. Per i Residenti a Caponago e per i Sostenitori sarà possibile prenotare telefonicamente al numero: 392 6485655. Si può diventare Sostenitore di Brianza Classica a partire da 10 euro sul sito www.brianzaclassica.it (bonifico o carta di credito).

Sabato 28 Maggio – ore 17,00

c/o Libreria Il Gabbiano

piazza Papa Giovanni Paolo II, 1

Vimercate

il giornalista e scrittore Luigi Barnaba Frigoli,

autore del fortunato romanzo storico di ambientazione viscontea "La Vipera e il Diavolo"

terrà la conferenza

A tavola con i Visconti - La cucina milanese nel Medioevo

Un sorprendente viaggio nella cucina meneghina

fra sontuosi banchetti, proverbiali indigestioni, 

misteriosi avvelenamenti e... inaspettate invenzioni,

come quella del Raviggiolo della cuoca-contadina Libista da Cernuschio.

Con proiezione di immagini

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Due “Giardini delle farfalle” per Lissone: a Giugno l’inaugurazione

Due giardini dedicati alle farfalle, aree verdi in cui l'adeguata piantumazione di essenze arboree permetterà la formazione di un'oasi naturale nella quale farfalle ed altri insetti potranno trovare cibo e riparo. Verranno inaugurati nel mese di giugno i due “Butterfly Gardens” (giardini delle farfalle) che sorgeranno sul territorio di Lissone, rispettivamente nei giardini della scuola elementare Buonarroti e nel parco della Rsa Agostoni. Nel primo caso, l’inaugurazione avrà luogo mercoledì 1 Giugno, a partire dalle ore 15.00, con la presentazione del progetto e l’intervento delle autorità e proseguirà, alle 15.30, con il taglio del nastro e la liberazione di farfalle. Sabato 11 giugno sarà invece la volta dell’inaugurazione del Butterfly Garden presso la Casa di riposo Rsa Agostoni: il pomeriggio inizierà alle ore 16.00 con un Laboratorio di Bombe di semi e proseguirà alle 16.30 con la presentazione del progetto; seguiranno l’intervento delle autorità, il taglio del nastro e il volo di farfalle, per concludersi alle ore 17.00 con un aperitivo offerto dal Gruppo Alpini di Lissone. In entrambi i casi, l’obiettivo dei Butterfly Gardens è quello di promuovere un'idea attiva di partecipazione alla cura del bene pubblico per creare luoghi in grado di aggregare intorno a sé i cittadini. Il progetto, sostenuto dalla Giunta Comunale, è stato portato avanti e fortemente voluto dall’assessorato all’Ambiente sulla base di un progetto strutturato dall’Associazione culturale Puppenfesten e dal suo gruppo operativo Greensitters. I giardini saranno realizzati grazie al sostegno dell'Amministrazione Comunale, Ente Capofila e promotore del progetto; fondamentale per il pieno sviluppo dei “Butterfly Gardens” sarà il coinvolgimento attivo della cittadinanza. Un ruolo di particolare importanza lo avranno gli alunni delle scuole del territorio che saranno coinvolti sia nell'aspetto realizzativo del progetto (progettazione del giardino e realizzazione dei materiali necessari) che in quello educativo-didattico (percorsi e corsi, visite guidate, laboratori); fondamentale per lo sviluppo dei Butterfly Gardens sarà il contributo in termini di tempo e risorse umane delle associazioni interessate e degli utenti dei Centro diurno disabili di Lissone e dei territori limitrofi. Per la realizzazione delle aree verdi saranno utilizzati materiali quanto più possibile recuperati e di “seconda mano” e verranno piantumate piante ed essenze perenni adatte ad attirare le farfalle ed altri insetti impollinatori delle principali specie autoctone, privilegiando la loro provenienza da vivai che praticano una reale politica di coltivazione a basso impatto e rispettosa dei cicli di crescita delle piante stesse. Nei due giardini non saranno impiegati  diserbanti, antiparassitari, fertilizzanti e altri prodotti di origine chimica, ma solo concimi di provenienza organica. Le aziende locali si sono impegnate nella fornitura di materiali e manodopera a costi contenuti, mentre le associazioni del territorio si occuperanno dell'allestimento dell'area e della realizzazione e cura delle piante e dei loro piccoli ospiti. L’Amministrazione, inoltre, si impegnerà attivamente nella realizzazione di una rete collaborativa che porti alla cura dell'area da parte di un gruppo di sostenitori e allo scambio di saperi intorno al verde urbano anche grazie alla creazione di una community virtuale che, attraverso i social network, metta in evidenza i luoghi fisici (balconi, terrazzi, altri giardini) sorti, piantumati o creati a partire dall'incontro col progetto “Butterfly Gardens”, anche a seguito dello scambio di semi e talee. L’intero progetto ha richiesto un investimento di € 4.000, di cui € 3.000 stanziati dall’Amministrazione e € 1.000 quale contributo da Humana People to People Italia. “Ringrazio per la collaborazione il personale e gli ospiti della casa di Riposo Agostoni, la sezione locale degli Alpini e il CCD Via Silva - commenta il Sindaco Concettina Monguzzi - ma un ringraziamento speciale va anche ai bambini e alle maestre della Scuola elementare Buonarroti che vedranno dalle loro finestre svilupparsi il Butterfly Garden, piccolo segno di un’attenzione al verde e all’ambiente con soluzioni sempre più innovative”.

Lissone, 23 Maggio 2016

Il 18 febbraio 2016, l’amministrazione comunale ha presentato il nuovo Piano di governo del territorio (PGT), che contiene diverse criticità, con possibili pesanti effetti negativi sul futuro della nostra città. Il nostro Coordinamento di associazioni e comitati ne ha seguito l'iter, ha presentato un proprio parere e ora vuole illustrarlo ai cittadini. Per questo motivo organizziamo incontri presso alcuni quartieri della nostra città.

 

26 maggio - ore 21  Centro civico San Rocco (via D’Annunzio 35)

Il PGT, la Cascinazza, la trasformazione di aree dismesse pubbliche

 

7 giugno - ore 21  Centro civico Centro (via Lecco 12)

Il PGT, il Parco e la Villa Reale, la questione dei chioschi in centro

 

La cittadinanza è invitata

 Gli incontri sono promossi da: Legambiente Circolo di Monza, Centro Culturale Ricerca Monza, Greenman Monza, Comitato per il Parco A. Cederna, Comitato La Villa Reale è anche mia, Comitato di via Blandoria, Comitato quartiere San Donato, Comitato di via Monte Bianco, Comitato quartiere Sant’Albino, Comitato di via Boito Monteverdi, Comitato quartiere San Carlo, Comitato ACB San Fruttuoso, Comitato viale Lombardia 246, Comitato Basta Cemento.

Sabato 18 giugno si correrà la Monza-Resegone, manifestazione podistica che da oltre cinquant’anni raduna numerosi atleti che, sotto le stelle, decidono di sfidarsi nella tradizionale maratona di 42 kilometri, caratterizzata da oltre 1000 metri di dislivello. Anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, ad accompagnare nel percorso organizzativo la storica Società Alpinisti Monzesi sarà Monza Marathon Team. L’edizione 2016 si propone di replicare il successo senza precedenti del 2015 che ha visto la partecipazione di 300 squadre per un totale di 900 atleti. La Monza - Resegone si connota come un evento sportivo in grado di coniugare alle virtù tipiche dello sport come impegno, spirito di squadra e passione, l’amore e vicinanza  ai paesaggi, montagne e territori tipici della Brianza.

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?