A Vorrei tifiamo per la pace. Vorrei per una Europa dei popoli, non delle banche.

La rivista che Vorrei - Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

 testata vorrei 500px

Comunicati stampa.

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da La rivista che Vorrei. Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Una nuova inaugurazione allo spazio heart di Vimercate

heart - PULSAZIONI CULTURALI

http://www.associazioneheart.it/index.php

vi invita all'inaugurazione della mostra ANIME ALLO SPECCHIO 

un progetto di Piera Biffi venerdì 27 febbraio, ore 21.00

con un'introduzione sull'identità femminile nell'arte di Simona Bartolena 
Piera Biffi
Anime allo Specchio 
dal 27 febbraio al 22 marzo 2015

orari di apertura: 
domenica dalle 16.00 alle 19.00 e in occasione degli eventi in calendario

"Anime allo specchio non è l’ennesimo strillo di rivendicazione sul femminile. Anime allo specchio mette in campo prospettive e punti di vista talmente complessi da suggerire motivi di discussione che vanno ben oltre la necessità di ricordare alcuni grandi nomi della storia dell’arte al femminile, quasi a compatirne la sfortuna critica e la difficile storia personale. Anime allo specchio è un inno alla femminilità in senso lato, un abbraccio a tutte le donne del mondo, quelle di oggi e quelle di ieri, quelle soggetto della pittura e quelle oggetto della pittura; è un gioco di specchi che mette in dialogo personalità, società, mondi, sguardi, mode, caratteri, stili diversi. Il passato e il presente si stringono la mano, in un cortocircuito visivo e concettuale che sollecita riflessioni importanti. Un progetto che coniuga due sguardi individuali – quello della pittrice e quello della fotografa, ora stretti in un’incantevole complicità – e li traspone su un piano universale senza tempo, sovrapponendo piani temporali e spaziali diversi: i mondi delle due autrici e quelli reali e immaginari delle loro modelle (proiettate in un’unica dimensione, attraverso anni, a volte secoli, di distanza) e dei personaggi ideati e messi in scena dalle prime e interpretati dalle seconde. Una complessità di riferimenti, di rimandi, di occhi, di spunti creativi e di mani che rende questo progetto davvero di notevole significato. Interessante è anche l’esecuzione, l’aspetto formale ed estetico di queste immagini che travalicano il tempo, giocando con la pittura e la fotografia, in un rincorrersi di tecniche, stili, linguaggi, giochi compositivi assai originali. Ne nascono opere coinvolgenti e affascinanti, che soddisfano tanto per la loro qualità tecnica ed estetica quanto per l’idea luminosa che le ha generate.Anime allo specchio è un modo intelligente per parlare di femminilità e di arte al femminile senza restare impigliati nelle pericolose maglie di stanchi e risaputi accenti femministi o, peggio, di inutili tentativi di rendere l’espressione artistica un fatto di genere" 

(Simona Bartolena, dal testo in catalogo)

 

Fim Cisl - Sciopero in Alcatel a Vimercate contro i licenziamenti

Alcatel-Lucent: nessuno è al sicuro

Dopo l'assemblea di ieri, si è tenuta questa mattina la prima iniziativa decisa dalle OO. SS. Fim Fiom Uilm e dal coordinamento nazionale delle RSU di Alcatel Lucent con 4 ore di sciopero. A Vimercate si è tenuto un presidio delle lavoratrici e lavoratori in sciopero che hanno volantinato davannti alla nuova sede di Alcatel-Lucent, dove pochi giorni fa si celebrava l’Open Day, aperto alle famiglie, pretesto per dare l’immagine di una azienda moderna, paterna e proiettata al futuro. Come è stato riportato dai quotidiani, Alcatel-Lucent, in quell’occasione si è vantata di aver saputo gestire il piano di riorganizzazione (shift plan) senza ricorrere a licenziamenti. Il 17 febbraio presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) l’Azienda ha scoperto le sue carte, dichiarando di volere aprire la procedura di mobilità che porterà al licenziamento collettivo di lavoratori e lavoratrici in esubero. Il rappresentane del MISE si è dichiarato contrario a tale procedura ed ha invitato l’Azienda a ripensarci, anche il rappresentante della Regione Lombardia presente al tavolo si è espresso in tal senso. E’ stato detto da chi rappresentava l’azienda al tavolo del MISE che la decisione era già stata presa “altrove”. Ci chiediamo, allora, a cosa serva avere in Italia una “rappresentanza” che è solo onorifica e notarile che si avvale perfino di esperti consulenti esterni ma che non ha nessun margine di trattativa se non eseguire ordini. Alcatel Lucent nella giornata di venerdì 20 febbraio, ha avviato formalmente la procedura di licenziamento collettivo.

E’ chiaro che il licenziamento collettivo non riguarderà solo 43 tra lavoratori e lavoratrici attualmente in CIGS, ma coinvolgerà anche altre persone al momento non identificate.

E’ la prima volta che l’azienda assume un atteggiamento così intransigente anche di fronte alle richieste del Governo.

A cosa è servita la visita del premier Renzi al nuovo stabilimento quando ha detto:” se i posti di lavoro non li creiamo in Alcatel noi non siamo credibili.”?

Non si può restare indifferenti di fronte a tanta arroganza da parte dell’Azienda, occorre una risposta ferma e decisa, loSCIOPERO di oggi è solo una prima risposta!

Come sindacato territoriale abbiamo chiesto un incontro alle istituzioni locali, Regione Lombardia, Provincia di Monza e Brianza, Comune di Vimercate, come sindacato nazionale è stato chiesto un incontro alla Presidenza del Consiglio, oltre che al Ministero dello sviluppo Economico.

Gianluigi Redaelli

Segretario generale aggiunto Fim Cisl Monza Brianza Lecco

Responsabile Provincia Monza e Brianza

Via Dante 17/A

20900 Monza

 

Progetto V&L - diventare videomaker - Binario 7 Monza - 6,7,8 marzo 2015

La video-installazione

collettiva

realizzata dalle

persone detenute

del Carcere Sanquirico di Monza

in mostra

all’Urban Center Binario 7

di Monza

6-7-8 marzo 2015

inaugurazione 6 marzo ore 19,00

Un allestimento multi-schermo a più livelli, con video-proiezioni mappate su elementi scenografici, sorprende gli spettatori, accompagnandoli in un breve ma intenso viaggio nelle emozioni e nella quotidianità delle persone detenute.

L’opera è il risultato del Corso “Diventare Videomaker” che Diego Capelli, Carlo Concina e Cristina Maurelli hanno tenuto da ottobre all’interno della Casa Circondariale. Il corso, che rappresenta una assoluta novità, rientra fra le attività trattamentali organizzate regolarmente all’interno dell’Istituto. Dopo aver appreso le tecniche di base di ripresa e montaggio, i corsisti detenuti, con grande entusiasmo e impegno, hanno realizzato i video per una suggestiva video-installazione sul tema “Violenza&Libertà”. La realizzazione del progetto è stata possibile grazie anche alla preziosa collaborazione di tutto il personale della Casa Circondariale di Monza Sanquirico.

Il lavoro vuole abbattere il pregiudizio che separa il “dentro” dal “fuori” avvicinando studenti e cittadini alla realtà del carcere e sottolineare l’importanza degli interventi formativi e educativi all’interno delle mura della Casa Circondariale di Monza.

L’originale interpretazione del tema permette riflessioni e confronto sull’argomento della legalità, della violenza e della libertà. Questa forma d’arte permette infatti un contatto tra realtà lontane e diverse e favorisce il misurarsi con qualcosa di insolito, aprendo nuovi orizzonti.

“Diventare Videomaker” e “L’arte porta fuori” fanno parte del progetto V&L Violenza e Libertà, che ha visto anche la realizzazione della mostra-evento “Vuoto Sette”, allestita alla Galleria Civica di Monza nel novembre 2014.

Progetto realizzato in collaborazione con:

  • Comune di Monza

con il contributo di:

  • Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus

  • Fondazione Banca del Monte di Lombardia

  • Associazione Diritti Insieme

con il sostegno di:

  • C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Monza e Brianza

con il patrocinio di:

  • C.A.DO.M. - Centro Aiuto Donne Maltrattate

  • ASL di Monza e Brianza

  • Zeroconfini onlus

media partner:

  • Il Cittadino

si ringrazia:

  • On Air - Milano

ingresso libero

Urban Center Binario 7 via Filippo Turati, 6 Monza

inaugurazione 6 marzo ore 19.00 - orari: sabato 7 e domenica 8 marzo - 10.00-13.00/16.00-21.00

 

Comitato San Fruttuoso 2000 - Petizione Metrò: ultime notizie

Ultimi giorni per firmare la petizione Monza Metrò La raccolta è già arrivata a 9.000 cittadini Adesioni bipartisan di rappresentanti politici. Tra firme su carta e firme online (con indicazione del documento d’identità) siamo arrivati a 9.000 cittadini che hanno sottoscritto la petizione per una linea metropolitana fino al nord di Monza. La raccolta si concluderà il 2 marzo, siamo quindi agli ultimi giorni con i banchetti per strada, presso le associazioni e nei condomini a Monza, Lissone e Muggiò. E’ possibile sottoscrivere anche online sul sito www.hqmonza.it . Alla nostra iniziativa hanno anche aderito politici, partiti, movimenti, associazioni. Parlamentari: Daniela Gasparini deputato PD, Paolo Grimoldi deputato Lega Nord Regione Lombardia, Fabrizio Sala, assessore Expo 2015 Regione Lombardia, Forza Italia, Gianmarco Corbetta, consigliere regionale Lombardia, portavoce Movimento Cinque Stelle Lombardia, Massimiliano Romeo, capogruppo Lega Nord Consiglio Regionale Lombardia Comune di Monza, Movimento CambiaMonza, Simone Villa, consigliere comunale Monza Lega, Nord Club Forza Italia “Monza Azzurra” Monza, Comune di Lissone, Amministrazione Comunale di Lissone (con delibera di giunta), Partito Democratico Lissone, Lista civica Listone Lissone, Associazioni: Associazione Commercianti San Fruttuoso Monza, Circolo culturale “Energie Nuove” Monza, Associazione “Help 3” Monza.

 

Legambiente Monza - seminario "Un balcone Vivo"

UN BALCONE VIVO

SEMINARIO PER LA REALIZZAZIONE DI BALCONI E GIARDINI ATTRATTIVI PER FARFALLE E PASSERIFORMI

Nelle nostre città, ricche di cemento, sta diventando sempre più utile, per la piccola avifauna, avere luoghi in cui rifocillarsi, nascondersi, riprodursi, ecc.; luoghi per la vita. E il nostro balcone può svolgere anche questo compito. Il Circolo Legambiente di Monza, organizza un seminario per raccontare, ai partecipanti, le ragioni, le modalità ed i criteri per realizzare un balcone, o un giardino finalizzati a questo. Un’area in cui si possano apprezzare, oltre ai colori dei fiori e delle foglie, anche le sfumature delle ali della vanessa, il rosso delle coccinelle o tutti i colori del cardellino.

Il seminario è articolato in 4 serate in cui, esperti del settore, parleranno della scelta delle piante e dei vasi, della loro collocazione, di come attrarre l’avifauna e di come riconoscerla. Particolare attenzione sarà rivolta alla gestione sostenibile del balcone ed alla naturalità finale dell’insieme. Il risultato sarà un’area bio-diversa ed originale, amica della natura, in cui la presenza ed il numero di animali sarà l’indice di qualità del lavoro svolto.

Gli incontri avranno luogo nei seguenti mercoledì, dalle ore 21.00 alle 23.00 presso la sala B dell’Urban Center, in via Turati 6.

Gli argomenti trattati saranno:

Mercoledì 4 Marzo

  • Finalità del corso; presentazione delle piante da balcone e da giardino.

Mercoledì 11 Marzo

  • La fauna urbana e le loro peculiarità, rapporto fauna / flora.

Mercoledì 25 Marzo

  • Gestione risparmiosa del balcone, del giardino e compostaggio verde.

Mercoledì 1 Aprile

  • Criteri di scelta dei materiali, delle piante ed esempi di progettazione.

La partecipazione sarà gratuita. Il corso sarà tenuto da Maria Cristina Cesana.

E’ gradita la conferma della presenza scrivendo all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’iniziativa è realizzata con il contributo del Comune di Monza.

Monza: 25.02.2015

 

Gelsia ambiente - Nuovo sportello a Lissone da lunedì 2 marzo 2015

Da lunedì 2 marzo, lo sportello Gelsia Ambiente di Lissone si rinnova e cambia sede.

 A partire da lunedì 2 marzo 2015, lo sportello Gelsia Ambiente di Lissone si trasferisce dall’attuale sede di Via Pietro da Lissone alla nuova di Via Loreto n. 25. Gli orari di apertura rimarranno invariati e i cittadini potranno recarsi da lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 per usufruire dei seguenti servizi: iscrizione, variazione e cessazioni della tassa rifiuti, informazioni relative alla tassa, stampa duplicati bollette, consegna dei sacchi e dei contenitori della raccolta differenziata per le nuove utenze, rifornimento sacchi Rfid con microchip per la zona sperimentale quartiere Pacinotti, rifornimento sacchi prepagati per la raccolta del verde, acquisto di contenitori per la raccolta differenziata per le utenze private (no condomini). I nuovi spazi, sobri e innovativi, sono stati progettati per assicurare il confort e l’attenzione agli utenti e consentiranno a Gelsia Ambiente di migliorare il rapporto diretto con gli stessi garantendo, grazie a personale specializzato, una gestione rapida delle pratiche e informazioni puntuali sui servizi forniti. Per inaugurare i nuovi spazi, la società ha organizzato un apposito momento, aperto a tutta la cittadinanza, per la giornata di Sabato 28 febbraio a partire dalle ore 10.00. Si informa altresì che, per consentire il trasferimento delle pratiche, il vecchio sportello rimarrà chiuso venerdì 27 febbraio. Si ricorda che è possibile ricevere informazioni sui servizi anche chiamando il numero verde di Gelsia Ambiente 800 445964 (da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30), tramite il sito www.gelsia.it o mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Il 25° anniversario del Circolo Ambiente "Ilaria Alpi" di Merone

L'associazione ambientalista festeggia i 25 anni di attività a tutela del territorio

Il 25° anniversario del Circolo Ambiente "Ilaria Alpi"

Fitto il programma 2015: Campo di volontariato, Festa delle Api, presentazione di libri, iniziative contro i rifiuti, ... e molto altro

COMO/LECCO/MERONE – Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” compie 25 anni di attività!

L'associazione ambientalista, che agisce nel territorio compreso tra le province di Como, Lecco e Brianza, è nata nel 1990, dapprima come Circolo Legambiente di Merone e successivamente, dal 2003, ha assunto il nome di Circolo Ambiente "Ilaria Api".

Nei 25 anni di attività, l'associazione si è sempre contraddistinta per una strenua lotta contro l'inquinamento e la cementificazione del territorio; e poi ancora i progetti di recupero ambientale di aree naturali e le iniziative contro la privatizzazione dell'acqua.  Notorie le vertenze a difesa del fiume Lambro e contro l'incenerimento dei rifiuti nei forni della Cementeria di Merone. Senza dimenticare le azioni per una nuova cultura per la tutela del territorio: interventi di educazione ambientale nelle scuole, cineforum e presentazione di libri sulle tematiche ambientali. E poi le iniziative a favore della pace e contro le ecomafie.

Sul sito web www.circoloambiente.org sono pubblicate le principali vertenze e iniziative organizzate dall'associazione nel corso degli ultimi anni.

Presso la sede del Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” si è costituito e si ritrova anche il G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) "Il Cardo selvatico", formato da persone attente alla scelte di consumo dei prodotti biologici e a km0. 

Fitto il programma delle attività previsto per il 2015: il Campo di volontariato internazionale (ad agosto) e la Festa delle Api di Erba (l'ultima domenica di settembre), quest'ultima giunta ormai alla settima edizione. E poi ancora: incontri sul tema degli OGM (ad aprile); presentazione di libri sul consumo di suolo e sulle mafie (a maggio); azioni a sostegno della mobilità sostenibile e in particolare per il rilancio della ferrovia Como-Lecco, in collaborazione col Comitato pendolari. Nel corso del 2015 sono previste inoltre alcune iniziative contro il progetto del teleriscaldamento presso l'inceneritore di Valmadrera (quest'ultima vertenza è condotta all'interno del neonato Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero).

Si ricorda infine che il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” è l'unica "parte civile" nel processoin corso presso il Tribunale di Lecco, contro il traffico illecito di rifiuti da parte della Perego Strade, impresa infiltrata dalla 'ndrangheta.

Questi i riferimenti e i recapiti dell'associazione:

Sedevia Dante Alighieri n. 3 - Merone (CO), aperta al martedì dalle ore 21 alle ore 23

EmailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito webhttp://www.circoloambiente.org/

FacebookCircolo ambiente "Ilaria Alpi"

Sottoscrizioni e tesseramento: conto corrente postale n. 66365172 intestato a: Circolo Ambiente Ilaria Alpi (per la tessera 2015: importo minimo 20 euro)

Direttivo: Roberto Fumagalli (presidente), Moreno Casotto (vicepresidente), Franco Invernizzi (tesoriere), Antonio Bertelè, Lucia Bolotta, Daniele Bosisio, Veronica D'Agostino, Marco Jussen, Raffaella Rusconi.

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi”

Merone, 23 febbraio 2015

 

Gestione del centro sportivo Ambrosini di Monza - esito bando affidamento.

Gestione del centro sportivo Ambrosini, domani presentazione esito bando affidamento. Con sindaco Scanagatti, consigliere Appiani, Francesco Vincelli

Monza, 23 febbraio 2015 – Si terrà martedì 24 febbraio alle ore 13 in Sala giunta (Palazzo comunale, Piazza Trento e Trieste) la presentazione dell’affidamento della gestione del Centro sportivo Ambrosini all’associazione temporanea d’impresa guidata dalla storica società sportiva Ges Monza 1946. La selezione è avvenuta con un bando pubblico e affida al soggetto individuato per 20 anni la gestione del centro nel quale sono presenti un campo da calcio ad 11, uno a 7 e tre a 5, oltre a due piste di bocce e a una pista di pattinaggio coperte. Il gestore riconoscerà un canone annuo all’amministrazione comunale ed effettuerà interventi di ristrutturazione del centro, mantenendo i servizi e le iniziative promosse dal Comune rivolte a giovani e anziani. Alla presentazione saranno presenti il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, il consigliere incaricato allo Sport, Silvano Appiani, e il responsabile della Ges Monza, Francesco Vincelli.

Ufficio stampa del Comune

 

Museo d'Arte Contemporanea di Lissone - Paolo Ventura. D’armi e d’uomini - 8 marzo / 26 aprile

LISSONE (MB) - MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA

DALL’8 MARZO AL 26 APRILE 2015

LA MOSTRA DI

PAOLO VENTURA

D’ARMI E D’UOMINI

                 

In contemporanea, si tengono altre 4 iniziative espositive: le personali di Matteo Fato, Krinein (la) crisi (fino al 19 aprile 2015), di Paolo Grassino, Magazzinoscuro (fino al 3 maggio 2015), di Vincenzo Rusciano, Echi dal bianco (fino al 19 aprile 2015) e di Sergio Breviario, The belle of the ball (fino al 19 aprile 2015).


                                                                                                                                         

Dall’8 marzo al 26 aprile 2015, il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone ospita la mostra di Paolo Ventura (Milano, 1968), dal titolo D’Armi e D’Uomini.

L’esposizione è parte del programma culturale Era una notte, promosso dal Comune di Lissone, in occasione del primo centenario della dichiarazione di guerra all’Austria e all’Ungheria da parte dell’Italia.

La rassegna, curata da Walter Guadagnini e Alberto Zanchetta, direttore del Museo, presenta una selezione di opere che Paolo Ventura ha realizzato ispirandosi ai tempi eroici e funesti della Grande Guerra, affiancate da fotografie dell’epoca (provenienti dal Comando Supremo e dal Ministero della Marina), documenti e cartoline, tessere di riconoscimento e prime edizioni del movimento futurista.

Agli istrionici futuristi, che consideravano la guerra come «sola igiene del mondo», Ventura ha dedicato una serie di immagini che suggellano lo spirito di esacerbato interventismo tipico dei primi decenni del Novecento.

Se Morte e resurrezione di Giovanni D., opera inedita stampata su veline applicate direttamente a parete, rivela un soldato immolato alla causa, ne I gemelli si nota lo stesso Paolo Ventura e il fratello gemello indossare le divise militari dell’Austria e dell’Italia mentre duellano per “Amor di Patria”.

Le atmosfere surreali di Paolo Ventura trasmettono un velo di ironica – ma pur sempre inquieta – malinconia; le sequenze fotografiche raccontano storie brevi, semplici e allo stesso tempo inaspettate, ambientate in scenari che non sono altro che lo studio dell’artista, in cui sono stati allestiti i fondali da lui dipinti.

La fotografia di Ventura non “registra” passivamente l’esistente ma ricrea un immaginario dove i protagonisti, le scene e i costumi mescolano le fantasmagorie del tardo Settecento con le “memorie” del conflitto armato.

L’artista accompagnerà le immagini con testi scritti di proprio pugno, oggetti della sua collezione e costumi di scena che si avvicenderanno con autentici cimeli bellici (borracce, elmetti, pinze tagliafili) creando un’alternanza tra la pura finzione e ciò che è effettivamente reale. Tra soldati infagottati nelle loro uniformi e truppe che combattono ai confini delle proprie nazioni, la mostra intende creare una frenesia bellica che ci ricorda i tanti eroi e le troppe vittime della Grande Guerra, ma soprattutto quell’indole guerrafondaia che non cesserà mai le ostilità, così come testimonia la serie de Il soldato di Napoleone in si avverte il peso dei conflitti che hanno vessato il corso di tutta la storia umana.

Giorgio de Chirico aveva detto che «le guerre, una volta cominciate, pare che non debbano finire mai, come le disgrazie e le sofferenze che suscitano».

Sabato 7 marzo, in contemporanea con l’apertura della mostra di Paolo Ventura, saranno inaugurate altre tre personali.

La prima, è quella di Matteo Fato (Pescara, 1979), dal titolo Krinein (la) crisi, che presenta, fino al 19 aprile 2015, opere degli ultimi anni che dialogano tra loro in modo sincronico, restituendo così una visione ampia e completa della ricerca intrapresa in seno alla pittura, al disegno e alla scultura. Autoritratti e paesaggi rimandano ai grandi temi della pittura antica, rivisitata con uno sguardo rivolto al presente. Tra i motif cari all’artista viene qui riproposto un ciclo dedicato alla pigna, il frutto delle pinacee che in quest’occasione assume una valenza araldica, come nel caso dei dipinti con i cavalieri e le armature. Oltre a di-segni digitali e visori stereoscopici, in una bacheca sono esposte le riproduzioni di tre opere su carta, realizzate per la rivista CO2, a cui si aggiunge un intervento inedito, pensato per un quarto numero mai pubblicato.

Nella seconda, Magazzinoscuro, Paolo Grassino (Torino, 1967), propone fino al 3 maggio 2015, sculture dipinte di un nero fumo che – alla maniera della caligine – sembra essersi depositata sugli oggetti; l’allestimento è concepito come lo stoccaggio di un magazzino; i pallet, usati per trasportare le opere, diventano quindi parte integrante dell’esposizione, elemento strutturale (dell’installazione) e allo stesso tempo de-strutturante (per ciò che concerne lo spazio).

Inoltre, Echi dal bianco rievoca, fino al 19 aprile 2015, un luogo dove si rinvengono blocchi di marmo, materia prima (e d’eccellenza) della statuaria antica. Per la project room del MAC di Lissone, Vincenzo Rusciano (Napoli, 1973) offre due opere in cui si danno appuntamento le ambiguità della storia e della cultura.

The belle of the ballè il titolo di un progetto in itinere di Sergio Breviario (Bergamo, 1974), che presenta una serie di fotografie polaroid, il cui soggetto sono i sistemi robotici impiegati per la lavorazione del marmo in campo artistico. Mescolando le suggestioni vintage del recente passato con le visioni futuribili del presente, Breviario ne ha ricavato delle immagini che ha rielaborato nel proprio studio, ritagliando forme concentriche che ha poi liberamente incollato per ottenere dei personaggi dalle fattezze stilizzate.

Lissone (MB), febbraio 2015

PAOLO VENTURA. D’armi e d’uomini

8 marzo - 26 aprile 2015

MATTEO FATO. Krinein (la) Crisi

8 marzo - 19 aprile 2015

PAOLO GRASSINO. Magazzinoscuro

8 marzo – 3 maggio 2015

VINCENZO RUSCIANO. Echi dal bianco

8 marzo - 19 aprile 2015

SERGIO BREVIARIO. The belle of the ball

8 marzo - 19 aprile 2015

Lissone (MB), Museo d’Arte Contemporanea (Viale Padania 6)

Inaugurazione: sabato 7 marzo ore 18.00

Orari: mercoledì e venerdì, 10-13; giovedì, 16-23; sabato e domenica, 10-12; 15-19.

Ingresso libero

Informazioni:

www.museolissone.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 039 7397368 – 039 2145174

 

7 mila studenti si informano sull’offerta post diploma: parte da Monza - 25esima edizione Campus orienta

​7 mila studenti si informano sull’offerta post diploma: parte da Monza la 25esima edizione di Campus orienta – Il Salone dello Studente dal 24 al 25 febbraio nell'Autodromo Nazionale. Convegno d’apertura con Scanagatti, Ponti, Campanelli, Vago, Messa

Monza, 23 febbraio 2015 - Parte da Monza il tour italiano di Campus Orienta! – il Salone dello Studente, la manifestazione organizzata da Class Editori punto di riferimento in Italia per l’orientamento universitario e post-laurea, quest’anno alla sua 25esima edizione. L’appuntamento è per domani, martedì 24 e proseguirà anche mercoledì, dalle 9.00 alle 14.00, presso l’Autodromo Nazionale di Monza, dove sono attesi circa 7 mila studenti provenienti dalle classi quarte e quinte degli istituti superiori delle provincie di Monza e Brianza, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Lecco. L’ingresso è gratuito ed è possibile accreditarsi sul sito www.salonedellostudente.it.

Al primo appuntamento a Monza del tour 2015, promosso dal Comune, dalla Provincia e dall’Ufficio Scolastico per la Lombardia, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, saranno presenti oltre 30 offerte formative delle principali università italiane e straniere, accademie, istituti di istruzione superiore e post-laurea, scuole di lingue e aziende.

Il Salone sarà aperto da un convegno che si terrà domani, dalle ore 10.00, in Sala Regione Lombardia dell’Autodromo, dal titolo “Nel cantiere del futuro: il valore di una giusta scelta”, a cui partecipano tra gli altri Roberto Scanagatti, Sindaco di Monza, Pietro Luigi Ponti, Presidente Provincia Monza e Brianza, Delia Campanelli, Direttore Ufficio Scolastico Regione Lombardia, Francesco Ferri, Direttore Autodromo di Monza e Vicepresidente Confindustria Giovani, Gianluca Vago, Rettore Università degli Studi di Milano, Cristina Messa, Rettore Università degli Studi di Milano Bicocca. All’inaugurazione sarà presente anche l’assessore all’Istruzione del Comune di Monza, Rosario Montalbano.

La manifestazione è dedicata principalmente agli studenti delle scuole superiori ed è volta a fornire ai giovani i migliori strumenti, informazioni e metodologie per affrontare la scelta post-diploma, sia per quanto riguarda la formazione universitaria e accademica, sia professionale. La superficie principale del Salone è dedicata agli stand degli atenei italiani e stranieri, di scuole di formazione, di Enti e Istituzioni. Sono presenti aule tematiche in cui si alternano presentazioni delle offerte formative e sessioni di workshop sulla conoscenza di arti e mestieri e per l’orientamento al lavoro (dalla stesura di un cv al primo colloquio professionale). Per gli studenti saranno disponibili anche prove simulate dei test d’ammissione alle facoltà a numero programmato, gli incontri con gli esperti di orientamento, con un’area dedicata ai colloqui one to one dove un pool di 10 psicologi dedicherà ai giovani sedute di colloquio gratuito e personalizzato.

Ufficio stampa

Comune di Monza

 

sostieni-vorrei-banner

ebook-banner

 

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

cover-portfolio

WALLSOUND

segnalart

La matita di
Fulvio Fontana
» Guarda tutte le vignette