La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

Comunicati stampa.

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da La rivista che Vorrei. Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Poetry Slam di Acqua e di Luce, martedì 23 settembre, Chiostro S. Maria delle Grazie, Monza

Torna anche quest'anno, con la seconda edizione, il POETRY SLAM DI ACQUA E DI LUCE organizzato nell'ambito di pH_performing Heritage, l'evento diffuso per raccontare le bellezze della provincia attraverso l'arte e lo spettacolo dal vivo, voluto dal Distretto Culturale Evoluto di Monza e Brianza per Ville Aperte 2014La location di ques'anno è suggestiva sotto molti punti vista: quello artistico/architettonico, quello culturale, quello spirituale. Si tratta infatti del Chiostro del Convento S. Maria delle Grazie di Monza, casa dei Frati Minori Francescani.(Monza, via Montecassino 18). Una gara di poesia dove l’Acqua e la Luce assumono tutta la loro forza simbolica, spirituale e ludica.Cullati dal fiume Lambro, che scorre accanto al Convento, durante la serata spiritualità e divertimento si rincorreranno sotto il segno della Poesia. L’evento vedrà competere a suon di versi due squadre: “Poeti.MB” vs “Poeti.IT”, composta da poeti provenienti da più parti d’Italia. Le due squadre si sfideranno non per vincere ma per restituire alla parola competere il suo originale significato latino: «dirigersi insieme». 

I poeti in gara: Dome Bulfaro, Tiziana Cera Rosco, Margherita Corradi, Nicolas Cunial, Elisa Orlando, Simone Savogin.

La giuria del poetry slam sarà popolare, scelta a caso tra il pubblico e, come in ogni gara che si rispetti, il vincitore riceverà un premio. 

Ad arricchire la serata gli interventi musicali di un DJ d'eccezione: DJ RONIN proporrà infatti un DJ set Transpersonale.

A condurre la gara il Maestro di Cerimonia Marco Borroni con la regia di Enrico Roveris.

Per chi volesse saperne di più sul poetry slam rimandiamo alla pagina della LIPS, la Lega Italiana Poetry Slam.

La gara è valida per il Campionato L.I.P.S. 2014/2015.

POETRY SLAM di ACQUA E DI LUCE  - Gara di poesia ad alta voce

MONZA, Via Montecassino 18
Chiostro del Convento Santa Maria delle Grazie (Si ringraziano i Frati Minori Francescani per l’ospitalità)

Martedì 23 settembre ore 21 - Ingresso libero e gratuito

A cura di Mille Gru/PoesiaPresente
Regia e letture: Enrico Roveris
MC: Marco Borroni
DJ Set Transpersonale: DJ Ronin
Introduzione storica: Fra’ Roberto Ferrari, Superiore del Convento delle Grazie

Poeti in gara: Dome Bulfaro, Tiziana Cera Rosco, Margherita Corradi, Nicolas Cunial, Elisa Orlando, Simone Savogin

Evento annullato - Emanuela Ascari alla Fondazione Rossini a Briosco il 28 settembre 2014

Siamo spiacenti di comunicare che causa problemi tecnici, l'evento presso la Fondazione Pietro Rossini a Briosco del 28 settembre verrà annullato.

VILLA CONTEMPORANEA

Via Bergamo 20 20900 Monza (MB) tel 039 384963 www.villacontemporanea.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Facebook: Villa contemporanea

Imbrattata la sede del PD provinciale di MB. Il segretario Virtuani: “Preoccupati ma non intimoriti.

Imbrattata la sede del PD provinciale. Il segretario Virtuani: “Preoccupati ma non intimoriti. Sì al confronto, no ai vandalismi”

Monza, 20 settembre 2014 – "Un partito che ha come tratto caratterizzante la solidarietà sociale vive in prima persona il disagio, elemento che non deve essere sottovalutato. La nostra federazione è aperta e pronta al dibattito e al confronto all'interno del rispetto, della legalità e dei meccanismi democratici". Lo dichiara il segretario PD Monza e Brianza Pietro Virtuani in seguito al rinvenimento, nella mattinata di oggi, sabato 20 settembre,di scritte minacciose sulle mura delle sede provinciale del partito. Realizzate nel corso della notte da anonimi, saranno rimosse al più presto. 

 Ufficio stampa PD Monza e Brianza

Movimento 5 stelle Monza - "Nuova stagione per la Villa Reale e il Parco"

Movimento 5 Stelle Monza

“Nuova stagione per la Villa Reale e il Parco”

E’ il mese della Villa Reale, riaperta al pubblico dopo due anni di restauri. Il numero dei visitatori dimostra quanto i nostri concittadini, e non solo, siano legati alla storia di questo importante monumento.

Mentre da un lato il comitato scientifico, peraltro costituito dallo stesso concessionario, plaude al nuovo modello di sinergia tra pubblico e privato, dall’altro è utile ricordare che in realtà i fondi sono quasi totalmente pubblici, come sottolineato dallo sesso sindaco (Giorno 10.9.14). Nulla a che vedere quindi con il “project financing” erroneamente chiamato in causa da alcuni organi di stampa.

Abbiamo ricevuto alcune osservazioni da parte di molte persone che hanno visitato la Villa e che vorremmo qui riportare, tenendo presente che solo gli addetti ai lavori possono essere in grado di valutare la bontà dei restauri veri e propri.

Premesso che la grande sollevazione di popolo – comprese associazioni, comitati e molti partiti - ha consentito di mitigare alcuni termini del bando originale, la domanda più ricorrente è sapere qualche cosa di più preciso in merito all’utilizzo dei locali. Ovvero, quali saranno le stanze con destinazione museale? Quali quelle con destinazione commerciale? Ricordiamo che a breve il TAR si dovrà pronunciare sul ricorso presentato da Legambiente che verte proprio sulle destinazioni d’uso così come descritte nel disciplinare. In questo senso chiediamo al Consorzio di aprire un confronto preventivo e permanente con quelle Associazioni che da sempre hanno a cuore la valorizzazione del bene.

Incominciando dai Giardini, molte critiche ha suscitato il parcheggio di auto al loro interno, senza autorizzazione esposta, quando vengono multati i visitatori in bicicletta, come peraltro previsto dal regolamento. Dunque: bici NO ma auto SI?  Vorremmo delle rassicurazioni da parte del Consorzio  affinché i spazi attigui alla Villa diventino da subito aree di eguale pregio e non posteggi. Ricordiamo che il parcheggio di porta Monza dista solo pochi metri dall’ingresso del monumento.

Si è potuto constatare che effettivamente il ristorante – molto ridimensionato rispetto al progetto originale - è a pian terreno, accanto alla caffetteria e al bookshop. Qualche perplessità  ha destato la scelta degli arredi in locali con stucchi e alcuni affreschi.

É stata omessa l'attenzione per l'accesso ai diversamente abili (parcheggio e funzionamento ascensore), compensata dalla disponibilità delle forze dell’ordine presenti. Auspichiamo che si tratti di inconvenienti dovuti alla recente apertura a cui verrà posto immediato rimedio.

La climatizzazione è fuori controllo, con temperature decisamente troppo basse e fasce d’aria gelida sui visitatori. Al di là dell’inutilità di una climatizzazione così selvaggia, chi si accolla i costi della climatizzazione/riscaldamento?

E’ stato sicuramente d’impatto la scelta di permettere l’accesso gratuito per alcuni giorni, ma riteniamo che avrebbe avuto un impatto ancor più simbolico e pratico raccogliere un obolo magari di solo un euro (che si sarebbe tradotto in diverse decine di migliaia di euro) da destinarsi ad un preciso progetto da realizzare all’interno della Villa o del Parco.

Non ci stupiamo che nella fretta di aprire le porte della Villa alcuni particolari non siano stati perfettamente organizzati.

Ciò che continua a stupire è che per il restauro della Villa, la Regione e il comune di Monza non hanno voluto trovare i 5 milioni che sono stati chiesti al privato, mentre ora, per le richieste di Ecclestone, la Regione intende tirare fuori molti milioni di euro dalle tasche dei cittadini da devolvere alla Sias, società privata.

A questo paradosso che cosa rispondono gli Enti pubblici coinvolti ? Siamo ansiosi di saperlo.

20 settemebre 2014

Legambiente Monza - Puliamo il Mondo 2014 - sabato 27 settembre

“PULIAMO IL MONDO 2014”

La grande mobilitazione per l'ambiente promossa da Legambiente, Puliamo il Mondo, è giunta alla ventiduesima edizione. Un lungo fine settimana, dal 26 al 28 Settembre, di pulizia in tutt’Italia dove volontari muniti di rastrelli, guanti e ramazze lavorano insieme per ripulire piazze, spiagge, fiumi e parchi.

Il Circolo Legambiente di Monza vuole promuovere la pulizia, per un successivo ripristino e messa in sicurezza, della Roggia Lupa. Uno storico corso d’acqua del reticolo idrografico monzese che, ricevendo le acque del fiume Lambro, permetteva di irrigare la pianura a sud di Monza. La sua origine è molto antica e, si pensa, sia quanto rimane di un paleo alveo del fiume. La roggia inizia con una solida bocca di presa a metà di via Ghilini, prosegue verso sud lungo la via, sottopassa il canale Villoresi, costeggia via Rosmini e ritorna nell’alveo del Lambro con un percorso semi naturale nella campagna del futuro parco della Cascinazza.

L’obiettivo della giornata è quella di restituire il decoro a quest’angolo della città oggetto, a breve, di importanti trasformazioni urbanistiche.

Ma ci sarà spazio anche per qualche spiegazione e curiosità da parte del ecologo Matteo Barattieri e del geologo Mino D’Alessio. L’iniziativa è inserita nel del progetto CONNUBI (connessioni urbane biologiche lungo il Lambro).

L’appuntamento è fissato per il 27 Settembre all’incrocio tra via Ghilini e la pista ciclabile del Villoresi dalle ore 10.00 alle 12.00. L’intervento si svilupperà lungo il tratto compreso tra la presa della roggia e il canale Villoresi, lungo via Rosmini, lungo la pista ciclabile e l’area abbandonata posta ad Ovest della roggia.


Legambiente metterà a disposizione come di consueto i guanti, le pettorine, i cappelli e i sacchetti per le operazioni di pulizia a tutti i partecipanti (previa iscrizione, anche direttamente in loco la mattina stessa). Tutti saranno coperti da assicurazione. 

Monza, 18.09.2014

                                                                                               L E G A M B I E N T E

                                                                                                  Circolo di Monza

Fiab Monzainbici su codice della strada e controsenso ciclabile

Oggetto: Codice della strada e controsenso ciclabile

Egr. Sig Sindaco, sulla stampa nazionale di sabato 6 c.m. si dava notizia di una presa di posizione del Ministro alle infrastrutture Maurizio Lupi di contrarietà ad introdurre nel Codice della Strada il cosiddetto "contromano ciclabile", ovvero la possibilità di far circolare le biciclette nei due sensi su strade a senso unico per gli altri veicoli.

Tale modifica, avanzata da molti comuni e dalla FIAB (Federazione Italiana amici della Bicicletta), allineerebbe l'Italia a molti paesi europei nei quali, più che in Italia, la mobilità ciclistica viene sistematicamente promossa e favorita: Francia, Belgio, Germania, Svizzera, ecc.

Ovviamente il "controsenso ciclabile" (più correttamente di "contromano ciclabile")

sarebbe applicabile solo ad alcune strade, prevalentemente i centri urbani, e dovrebbe accompagnarsi ad alcune condizioni e provvedimenti di calmieramento e sicurezza del traffico.

Gli oppositori a tale modifica, già bloccata poche settimane fa da un emendamento di Scelta Civica in sede di Commissione Trasporti della Camera, in realtà non sono stati finora in grado di portare argomenti provanti della presunta pericolosità di tale pratica se non le generiche, pretestuose e umilianti argomentazioni che gli italiani sulle strade sarebbero diversi dai tedeschi, francesi o svizzeri e fingendo di preoccuparsi della sicurezza dei ciclisti, limitandone di fatto la circolazione.

Le esperienze e le rilevazioni statistiche di grandi e piccole città europee, ma anche di molte città italiane (Reggio Emilia, Bologna, Torino, ...) attestano in realtà che l'introduzione del doppio senso ciclabile, praticato con la dovuta intelligenza tecnica, non comporta alcun aumento di incidentalità, spesso anzi si accompagna ad una sua riduzione, e favorisce l'incremento degli spostamenti in bicicletta.

La nostra associazione ha già avuto modo di evidenziare alla sua Amministrazione l'utilità di praticare il controsenso ciclabile anche nella città di Monza, attuabile di fatto anche a codice vigente con una visione tecnica-culturale meno supina e formalistica della tradizionale organizzazione del traffico.

Siamo quindi a chiederle di unire la sua voce a quella degli amministratori di Milano, Torino, Reggio Emilia, Bologna, ecc. nel richiedere al governo di introdurre nel Codice della Strada norme utili a favorire la circolazione urbana e quotidiana delle biciclette, compreso il "controsenso ciclabile" ,affinché anche in Italia sia consentito alle amministrazioni comunali di adottare soluzioni già ampiamente e positivamente sperimentate, superando ogni dubbio interpretativo e anacronistiche resistenze.

Cordiali saluti.

FIAB MonzainBici

 

Giuseppe Piazza

Entra in gioco! Sabato 20 pomeriggio alla Cascina del Sole (Parco di Monza) iniziativa del Comune

Entra in gioco! Sabato 20 pomeriggio alla Cascina del Sole (Parco di Monza) iniziativa per promuovere l’inclusione sociale di minori con disabilità. Promuovono Comune, associazioni e famigliari

Monza, 19 settembre 2014 - Entra in gioco! Questo il titolo dell’iniziativa che si terrà domani, sabato 20 settembre,  dalle ore 14.30 alle 18.30, alla Cascina del Sole nel Parco di Monza. La promuove il Comune di Monza insieme alle associazioni e ai famigliari dei minori con disabilità, per far conoscere e sperimentare iniziative di aggregazione e inclusione sociale di bambini, ragazzi e giovani adulti diversamente abili. Nel corso del pomeriggio saranno promossi laboratori creativi ed esperienziali, attività ludiche, giochi per tutte le età. Sarà l'occasione per fare un giro a cavallo o sull'asinello, imparare i segreti della recitazione, sfidare gli amici a calcio balilla e tanto altro.

“Siamo molto soddisfatti della partecipazione delle associazioni e soprattutto dei tanti famigliari che saranno con noi domani – spiega il vicesindaco e assessore alle Politiche sociali, Cherubina Bertola. L’iniziativa è aperta a tutti e ci auguriamo che famiglie e bambini che domani passeranno nel parco possano partecipare a una delle tante iniziative proposte. Anche questo progetto è uno dei risultati che dimostra l’efficacia del lavoro avviato da questa amministrazione, che punta a coinvolgere sempre più associazioni e famiglie nei processi di ideazione e progettazione delle migliori e più efficaci iniziative per una maggiore coesione sociale. Il nostro principale obiettivo è promuovere l’inclusione dei ragazzi diversamente abili in contesti di vita normali, gratificanti e anche divertenti, contrastando marginalizzazione o, peggio, ghettizzazione”.

Il Comune di Monza, direttamente o indirettamente anche in collaborazione con le scuole e il privato sociale, si occupa di 412 minori e di 343 adulti con disabilità. A loro viene garantito il sostegno scolastico (con insegnanti dedicati), dal nido alla scuola media, e la partecipazione ad attività di aggregazione aperte a tutti i bambini e i ragazzi (ad esempio oratori, centri estivi). In una quindicina di casi è inoltre assicurato il sostegno a domicilio. Agli adulti il Comune provvede a garantire un percorso di accompagnamento e di preparazione all’autonomia oltre che di sostegno ai familiari.  

Alla realizzazione di Entra in gioco collaboreranno in particolare la cooperativa Cogess, Diapason, Solaris, le scuole presenti sul territorio comunale e le numerose associazioni e cooperative ludico sportive  attente al tema dell'inclusione dei minori. In caso di pioggia l’evento sarà rinviato a sabato 11 ottobre.

Ufficio stampa del Comune

Il territorio brianzolo e il Consorzio Desio Brianza: due realtà in costante sinergia

IL TERRITORIO E IL CONSORZIO DESIO E BRIANZA: DUE REALTA’ IN COSTANTE SINERGIA

Nordic Walking e pesca sportiva sono due tra le tante attività sul territorio organizzate dai CDD del Consorzio

Desio, 19 settembre 2014 – Continuano le attività portate avanti sul territorio dal Consorzio Desio e Brianza in collaborazione con i suoi CDD associati. Iniziative che durante l’anno si susseguono differenziandosi per tipologia, persone e luoghi coinvolti.

Il rientro dalle vacanze estive ha visto il coinvolgimento di alcuni ragazzi del CDD di Desio, Centro Diurno Disabili facente parte del Consorzio Desio e Brianza, in un momento di grande divertimento: grazie all’associazione F.I.D.C. di Lissone, i ragazzi hanno partecipato ad una giornata all’insegna della pesca sportiva presso il laghetto di Lissone. Non solo hanno vestito i panni dei pescatori, ma sono stati premiati con il riconoscimento di “bravi pescatori” dal Sindaco di Lissone, Concetta Monguzzi, che ha presenziato all’iniziativa.

I C.D.D. di Cesano Maderno e di Nova Milanese hanno invece deciso di coinvolgere alcuni dei propri ragazzi in un’esperienza motoria “Bacchette magiche in cammino”,  12 incontri nei quali i ragazzi di due dei CDD facenti parte il Consorzio Desio Brianza, accompagnati da tre istruttori – volontari della scuola italiana Nordic Walking, si cimenteranno in camminate più o meno lunghe adottando la tecnica del Nordic Walking. I percorsi si snoderanno all’interno del parco adiacente al C.D.D. di Cesano Maderno e presso i parchi del territorio (Parco Borromeo, Parco delle Groane e Oasi Lipu).

                                                                             ****************************

Il Consorzio Desio-Brianza è un ente pubblico che si occupa di Formazione Professionale, di orientamento e dei servizi al lavoro, compresi quelli per persone con disabilità. Gestisce quattro Centri Diurni per Disabili, una Comunità Socio-Sanitaria per disabili e il servizio SID (Servizio Integrazione Disabili nelle scuole del territorio e di Assistenza domiciliare). Punto di riferimento fondamentale per il territorio, il Consorzio eroga i suoi servizi basandosi sulla riservatezza, l'uguaglianza, l'imparzialità, la continuità e la massima trasparenza. Il Consorzio Desio-Brianza si preoccupa inoltre di migliorare continuamente, perseguendo efficienza ed innovazione, sia per quanto riguarda strutture e strumenti, sia per quanto riguarda l'aggiornamento degli operatori.

Amore e Psiche di Corrado Accordino a VilleAperte domenica 28 settembre

VILLE APERTE: LA BELLA E LA BESTIA
ovvero la storia d’Amore e Psiche

Il 28 settembre la compagnia La Danza Immobile/Teatro Binario 7 è in scena

al Teatrino di corte della Villa Reale nell’ambito della rassegna Ville Aperte in Brianza

Monza, 18 settembre 2014. Nell’ambito dell’appuntamento con Ville Aperte in Brianza promosso dalla Provincia di Monza e della Brianza,  domenica 28 settembre, alle ore 21.00, al Teatrino di corte della Villa Reale, la compagnia La Danza Immobile/Teatro Binario 7 di Corrado Accordino porta in scena il racconto di una delle fiabe più conosciute di tutti i tempi, La Bella e la Bestia, che è una delle tante forme date nei secoli dalla tradizione popolare al mito di Amore e Psiche.

VILLE APERTE

Con Ville Aperte la Provincia mette in vetrina i suoi gioielli, quelli che meglio raccontano le pregevolezze della Brianza, anche in vista dell’appuntamento con Expo 2015, ormai alle porte: un’occasione unica e straordinaria per condividere col resto del mondo l’identità, il valore, l’arte e la cultura targati MB. L’intero patrimonio artistico e architettonico del territorio spalanca le porte al grande pubblico per nove giorni, dal 20 al 28 settembre.

LA BELLA E LA BESTIA

Prigioniera in una splendida reggia, la bellissima Psiche passa le giornate da sola, aspettando le visite notturne di un misterioso e invisibile amante. Teme che sia l'orrenda bestia alla quale è stata promessa, e non sa che è invece il Dio dell'Amore, che la vuole per sé e ogni notte le racconta le storie della Villa, una fiaba, uno sprazzo di futuro. La felicità è a portata di mano: basta che lei obbedisca e non faccia domande. Ma Psiche vuole sapere, a costo di perdere tutto e rinnegare la propria bellezza.

Le storie di Psiche sono il tema degli affreschi della Sala Rotonda della Villa, commissionati ad Andrea Appiani dall’arciduca Ferdinando come regalo d’anniversario alla moglie. Era il 1791 e rappresentare quelle immagini in una sala adibita all’intrattenimento degli ospiti significava celebrare pubblicamente il trionfo dell’amore. Pochi decenni prima, nel 1756, la scrittrice e pedagoga Leprince de Beaumont dava alle stampe la sua versione definitiva della Bella e la Bestia. Sono passati più di due secoli, ma quella storia, nelle sue varie forme, ci invita ancora a interrogarci sul rapporto tra amore e bellezza, tra anima e corpo, tra bellezza e bontà, e a chiederci se possa avere ancora un significato nella società contemporanea l’antica idea dell’unione del bello e del buono.

Uno spettacolo a più voci che vuole narrare, esplorare, rivivere e riportare alla luce una magia nella magia. La magia della storia raccontata e tramandata dalla tradizione popolare fino ai nostri giorni; e la magia del Teatrino di corte della Villa Reale che vorremmo ospitasse questo nostro tributo alla bellezza e alla memoria.

La drammaturgia è affidata a Michela Tilli, una scrittrice monzese recentemente scoperta anche dalla grande editoria - non a caso il suo prossimo romanzo è tra le uscite di punta dell'anno prossimo della casa editrice Garzanti - che da qualche anno si sta cimentando nella scrittura teatrale con molto interesse e versatilità. In scena, oltre a Corrado Accodino, Valeria Perdonò, che ha recitato, tra gli altri, per Paolo Bosisio, Sonja Blagojevich, Eleonora d’Urso, Antonio Zanoletti, Serena Sinigaglia. La regia è affidata a Corrado Accordino, regista del Teatro Binario 7 di Monza e direttore artistico de La Danza Immobile e de La Scuola Delle Arti, che già da diversi anni collaborano con la Provincia di Monza e Brianza nell'intento di creare sinergie concrete tra progettualità e arte scenica.  

 LA BELLA E LA BESTIA
ovvero la storia d’Amore e Psiche

drammaturgia originale Michela Tilli

lettura scenica a cura di Corrado Accordino

con Corrado Accordino e Valeria Perdonò

costumi MariaChiara Vitali

regia Corrado Accordino


produzione La Danza Immobile/Teatro Binario 7

in collaborazione con Radio Binario 7

presso il Teatro di Corte della Villa Reale

 Data spettacolo:

sabato 28 settembre, ore 21.00

INGRESSO GRATUITO
FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Prenotazione non necessaria

 Per informazioni:

VILLE APERTE

www.villeaperte.info

tel. 039 9752251

TEATRO BINARIO 7

www.teatrobinario7.it

tel. 039 2027002

La sede provinciale LAV di Monza e Brianza organizza un apericena vegano sabato 27 settembre a Lentate sul Seveso

La Sede Provinciale LAV di Monza e Brianza organizza un apericena vegano sabato 27 settembre a Lentate sul Seveso. Il Garden Cafè The Lounge Club, in via Trilussa, 11 a Seveso ci ospiterà per la realizzazione di questo evento, che abbiamo progettato per promuovere una raccolta fondi volta al sostentamento di una colonia felina che stiamo seguendo a Paderno Dugnano. La colonia è composta da una ventina di gatti e la Sede LAV di Monza e Brianza sta sostenendo sia le spese veterinarie, per la sterilizzazione, le cure necessarie per i gatti malati, che quelle per il cibo, che serve per il mantenimento della colonia. Quindi i tutti i fondi che deriveranno dall’apericena saranno devoluti al sostentamento della colonia. Il costo è di 20 euro e comprende: aperitivo con cocktail e buffet a scelta. L'evento si terrà presso Garden Cafè The Lounge Club alle ore 20, sabato 27 settembre a Lentate sul Seveso. Chi vuole aiutare i gatti della colonia di Paderno si può prenotare per l'evento telefonando al numero 3294234827 (LAV Monza e Brianza) oppure mandando un e-mail all’ indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LAV Sede di Monza e Brianza
e.mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito web http://www.lav.it/sedi/monza-e-brianza

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Marzo 2014

Marzo 2014

Il consumo consapevole

Febbraio 2014

Febbraio 2014

Start up, green economy, innovazione

Dicembre 2013

Dicembre 2013

Brianza che vieni. Brianza che vai.

Novembe 2013

Novembe 2013

Spiritualità vo cercando

Settembre 2013

Settembre 2013

Ecologia dell'informazione

Luglio 2013

Luglio 2013

Vecchie povertà, nuovi mestieri

Maggio 2013

Maggio 2013

Braccia ridate all'agricoltura

Aprile 2013

Aprile 2013

La verità, vi prego, sulla politica

Febbraio 2013

Febbraio 2013

Di che tribù sei?

Gennaio 2013

Gennaio 2013

Spazi comuni, luoghi di socializzazione.

Dicembre 2012

Dicembre 2012

L'amore (di questi tempi)

Novembre 2012

Novembre 2012

La Provincia di Monza e Brianza

Ottobre 2012

Ottobre 2012

Non si esce vivi dagli anni Ottanta

Primavera 2011

Primavera 2011

Ecomostri.

Inverno 2010

Inverno 2010

Il pacco di Natale del sindaco a Monza

Ottobre 2010

Ottobre 2010

Il povero Lambro

Maggio 2010

Maggio 2010

Noi siamo quel che mangiamo (e beviamo)

Marzo 2010

Marzo 2010

Elezioni regionali Lombardia 2010

Febbraio 2010

Febbraio 2010

Lavoro cercasi.

Dicembre 2009

Dicembre 2009

Casa, amara casa.

Novembre 2009

Novembre 2009

Mobilità.

Ottobre 2009

Ottobre 2009

Brianza, terra di cultura?

Luglio Agosto 2009

Luglio Agosto 2009

Anime migranti

Giugno 2009

Giugno 2009

La Brianza al voto  

Maggio 2009

Maggio 2009

Donne di Brianza

Aprile 2009

Aprile 2009

Produci, consuma, crepa.  

Marzo 2009

Marzo 2009

Allarmanti allarmi

Febbraio 2009

Febbraio 2009

Uomini sull'orlo di una crisi economica

Gennaio 2009

Gennaio 2009

  È la stampa bellezza.

Dicembre 2008

Dicembre 2008

  Vent'anni. Senza condizionale.  

Novembre 2008

Novembre 2008

  La scuola e il doposcuola.

Settembre ottobre 2008

Settembre ottobre 2008

  Il Parco e la Villa Reale di Monza

Luglio agosto 2008

Luglio agosto 2008

  Il Sessantotto e gli anni Settanta.

Giugno 2008

Giugno 2008

  La Lega.

Maggio 2008

Maggio 2008

  Monza e la Brianza, futuro prossimo.