La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza
n. 1927 del 24/9/2008
N° ROC 17857
ISSN 2283-3269

Colophon completo

Comunicati stampa.

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da La rivista che Vorrei. Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Posa di una targa per Lea Garofalo a Monza

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il Comune di Monza accoglie l’appello per la posa di una targa in ricordo di Lea Garofalo

E’ partito l’iter procedurale per la posa di una targa in memoria di Lea Garofalo, la donna, collaboratrice di giustizia, uccisa e sciolta nell’acido dal compagno il 24 novembre 2009 a Monza. L’Assessore alle Pari Opportunità Martina Sassoli ha infatti accolto l’appello del sito di informazione Daw-blog che chiedeva di segnalare con una targa il luogo dell’assassinio della donna nella zona di San Fruttuoso.

Rievocare il tragico episodio avvenuto solo qualche anno tramite la posa di una targa – afferma l’Assessore alle Pari Opportunità Martina Sassoli - assume oggi un valore estremamente significativo non solo per le vicende giudiziarie legate alle infiltrazioni mafiose che stanno scuotendo la terra di Brianza come mai prima d’ora.

Oggi più che mai, la storia di Lea ci colpisce perché è la storia di una madre coraggio che ha deciso di rischiare in prima persona pur di regalare alla figlia un futuro di legalità.

Si tratta di una testimonianza di una delle piaghe più cruente e deplorevoli del nostro tempo: quella della violenza sulle donne. Una violenza che, purtroppo, ancora oggi continua a contaminare la nostra società e contro la quale, nonostante l’inasprimento delle leggi e l’impegno comune e trasversale della politica e della società civile, gli sforzi congiunti sembrano non riuscire ancora a dare i risultati sperati.

Da Monza, da quella stessa città in cui Lea ha trovato una morte assurda e profondamente ingiusta, deve ripartire una battaglia trasversale a tutela delle donne che sia un urlo all’unisono di condanna verso tutte le forme di violenza”.

Monza, 8 marzo, 2012

Ufficio Stampa del Comune di Monza

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Leggi anche:
  • SOVICO: INAUGURATA LA PRIMA CASA DELL'ACQUA
      SOVICO: INAUGURATA LA PRIMA CASA DELL'ACQUA INSTALLATA DA BRIANZACQUE Monza, 16 aprile 2014 – E' stata inaugurata questa mattina a Sovico la prima casa dell'acqua installata nella Provincia di Monza da Brianzacque in collaborazio...
  • Procultura Monza - Sentieri per l'Infinito 2014
      Procultura Monza - Rassegna “Sentieri per l’Infinito” - edizione 2014 Prende il via ,al teatro Villoresi in p.za Carrobiolo – Monza , la ottava edizione di Sentieri per l’Infinito, promosso dalla Procultura Monzese dei pp. Bar...

monzaxmandela-banner

sostieni-vorrei-banner

Dossier. Il consumo consapevole

ebook-banner

20140201-copertina-dossie-r

Portfolio. Illustratori, fotografi e artisti visivi selezionati da Vorrei

WALLSOUND

I commenti

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

Abbonati ai Feed RSS di Vorrei

Copertina