La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

Comunicati stampa.

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da La rivista che Vorrei. Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Comunicato stampa di Brugherio Futura.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Brugherio, 31 marzo 2012

Dopo tre anni trascorsi a litigare fra loro anziché ad agire nell'interesse della città, il Sindaco Ronchi e la sua maggioranza Pdl - Lega Nord – UDC - BPE hanno lasciato il Governo di Brugherio. Lo hanno fatto in modo indecoroso, utilizzando ancora una volta il Consiglio Comunale come campo di battaglia e palcoscenico per le loro faide interne e trascinandosi fino all'epilogo delle dimissioni in massa dei Consiglieri Comunali.

Questo atto è solo l'ultimo di un'infinita serie di episodi che hanno caratterizzato la lotta interna al centrodestra, iniziata subito dopo le elezioni del 2009 e proseguita senza interruzioni fino ad oggi, in un'agonia che ha impedito che potesse svilupparsi qualunque azione politica nell'interesse del bene comune, ed ha costretto Brugherio ad un'immobilità che ha mortificato i cittadini ed ha creato loro un enorme quantità di problemi tuttora irrisolti.

Brugherio Futura in questi anni non ha mai mancato di lavorare per migliorare Brugherio. Lo abbiamo fatto con la nostra opposizione all'Amministrazione Ronchi, che è sempre stata ferma e decisa, nonostante tutte le difficoltà di operare al di fuori del Consiglio Comunale e delle Istituzioni.

E' stato duro e faticoso ma la battaglia contro la Decathlon, quelle contro la cementificazione, contro i provvedimenti razzisti, quelle a favore della scuola pubblica, per lo sviluppo dei parchi, della mobilità sostenibile, dell'occupazione, delle energie pulite, per i referendum su acqua, nucleare e legittimo impedimento, tutti gli sforzi compiuti per informare i cittadini della cattiva gestione della cosa pubblica operata dall'Amministrazione, tutto questo lavoro, alla luce del risultato ottenuto con la caduta della maggioranza di centrodestra risulta ampiamente ripagato ed è per noi motivo di grande soddisfazione.

E' una vittoria che sentiamo anche nostra.

Ora a Brugherio attendono alcuni mesi di commissariamento, quindi nuove elezioni nel 2013. E' giunto il momento che la nostra città cambi decisamente rotta. E' giunto il momento in cui essa possa tornare a nutrire speranze e sogni, e possa tornare ad avere fiducia nelle persone cui è affidato il compito di governarla.

Per fare questo, occorre definitivamente accantonare la politica del centrodestra, fatta di proclami roboanti che non vengono rispettati, di promesse non mantenute, di violenza verbale, di paura verso tutto ciò che è diverso, di discriminazione, di incapacità di amministrare, di arroganza, di scarso rispetto per i cittadini e per le loro esigenze.

I brugheresi hanno diritto a vivere in una città che venga gestita mettendo al primo posto il benessere delle persone, a cominciare da chi si trova in condizioni svantaggiate. I brugheresi hanno diritto ad una città dove vengano tutelati l'ambiente, la salute, il lavoro, la scuola, i diritti. I brugheresi hanno diritto ad avere amministratori che non sprechino i loro soldi, e badino alla sostanza anziché solo all'immagine.

Crediamo sia giunto il momento che tutti coloro che condividono valori di democrazia, solidarietà, tutela dei diritti e dei beni comuni si uniscano per partecipare insieme al cambiamento di cui la nostra città ha bisogno.

Noi, come sempre, ci saremo, e ci daremo da fare per contribuire a realizzare la città cui i brugheresi hanno diritto. Questo è il nostro impegno.

BRUGHERIO FUTURA

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Marzo 2014

Marzo 2014

Il consumo consapevole

Febbraio 2014

Febbraio 2014

Start up, green economy, innovazione

Dicembre 2013

Dicembre 2013

Brianza che vieni. Brianza che vai.

Novembe 2013

Novembe 2013

Spiritualità vo cercando

Settembre 2013

Settembre 2013

Ecologia dell'informazione

Luglio 2013

Luglio 2013

Vecchie povertà, nuovi mestieri

Maggio 2013

Maggio 2013

Braccia ridate all'agricoltura

Aprile 2013

Aprile 2013

La verità, vi prego, sulla politica

Febbraio 2013

Febbraio 2013

Di che tribù sei?

Gennaio 2013

Gennaio 2013

Spazi comuni, luoghi di socializzazione.

Dicembre 2012

Dicembre 2012

L'amore (di questi tempi)

Novembre 2012

Novembre 2012

La Provincia di Monza e Brianza

Ottobre 2012

Ottobre 2012

Non si esce vivi dagli anni Ottanta

Primavera 2011

Primavera 2011

Ecomostri.

Inverno 2010

Inverno 2010

Il pacco di Natale del sindaco a Monza

Ottobre 2010

Ottobre 2010

Il povero Lambro

Maggio 2010

Maggio 2010

Noi siamo quel che mangiamo (e beviamo)

Marzo 2010

Marzo 2010

Elezioni regionali Lombardia 2010

Febbraio 2010

Febbraio 2010

Lavoro cercasi.

Dicembre 2009

Dicembre 2009

Casa, amara casa.

Novembre 2009

Novembre 2009

Mobilità.

Ottobre 2009

Ottobre 2009

Brianza, terra di cultura?

Luglio Agosto 2009

Luglio Agosto 2009

Anime migranti

Giugno 2009

Giugno 2009

La Brianza al voto  

Maggio 2009

Maggio 2009

Donne di Brianza

Aprile 2009

Aprile 2009

Produci, consuma, crepa.  

Marzo 2009

Marzo 2009

Allarmanti allarmi

Febbraio 2009

Febbraio 2009

Uomini sull'orlo di una crisi economica

Gennaio 2009

Gennaio 2009

  È la stampa bellezza.

Dicembre 2008

Dicembre 2008

  Vent'anni. Senza condizionale.  

Novembre 2008

Novembre 2008

  La scuola e il doposcuola.

Settembre ottobre 2008

Settembre ottobre 2008

  Il Parco e la Villa Reale di Monza

Luglio agosto 2008

Luglio agosto 2008

  Il Sessantotto e gli anni Settanta.

Giugno 2008

Giugno 2008

  La Lega.

Maggio 2008

Maggio 2008

  Monza e la Brianza, futuro prossimo.