Vorrei | Rivista non profit

Rivista di cultura, ambiente e politica.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

lager di
Buchenwald e Dora
e città di
Weimar e Erfurt
viaggio di studio e di memoria
1-4 maggio


Durata: 4 giorni / 3 notti (pullman gran turismo)
Città di soggiorno: Jena
Campi da visitare: Buchenwald e Dora Mittelbau
Quota individuale di partecipazione: 395 €
Supplemento per camera singola: 70 €
P R O G R A M M A:
Giovedì 1 maggio: ITALIA - JENA
Ritrovo in orario da concordare per partenza dai comuni partecipanti. Soste in autogrill lungo il percorso. Pranzo libero. Arrivo a Jena in serata. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel. Visita libera della città.
Venerdì 2 maggio: lager di DORA MITTELBAU e BUCHENWALD
Prima colazione in hotel e partenza per i campi. Visita al campo di Dora Mittelbau. Costruito nel 1943 dai deportati, costretti all’escavazione di gallerie sotterranee nelle quali fu avviata la produzione dei missili V1 e V2, le armi con cui Hitler pensava di ribaltare il corso della guerra. Furono qui deportate oltre 60.000 persone, in massima parte prigionieri politici. In 20 mesi di funzionamento si valuta in non meno di 20.000 il numero delle vittime del lavoro forzato e delle terribili condizioni di vita. Ragioni di opportunità politica fecero calare il silenzio sulla storia del campo ed, in particolare, sul ruolo svolto da Werner Von Braun, genio della missilistica nazista, nell’organizzazione del lavoro forzato. Von Braun, portato nel dopoguerra negli USA, fu il capo del progetto missilistico della NASA. Solo di recente le gallerie di Dora sono state parzialmente riaperte ai visitatori, grazie soprattutto alla pressione degli ex deportati. Contengono ancora parti dei missili che erano in costruzione quando i nazisti in fuga minarono gli ingressi. Pranzo presso il Museum Café. Nel pomeriggio, visita al campo di di Buckenwald. Tra il 1937 e il 1945 fu uno dei più vasti lager situati sul suolo tedesco. Fu costruito su una collina ricoperta da una fitta estensione di alberi di faggio (Buchenwald significa letteralmente Bosco di Faggi). Nel luglio del 1937 un kommando di circa 300 deportati, provenienti dal campo di Lichtenburg, eresse con attrezzi rudimentali le prime baracche del lager, usando il legname della foresta di Ettersberg, già amata da Goethe. Nel campo è ancora visibile "L'albero di Goethe”, sotto il quale il grande poeta amava sostare per scrivere. In totale furono internati circa 250.000 uomini provenienti da tutti i paesi europei. Fu tra i lager in cui si attuò principalmente lo sterminio tramite il lavoro. Il numero totale delle vittime è stimato in circa 56.000, di cui 11.000 ebrei. Nel tardo pomeriggio rientro a Jena. Cena in ristorante tipico del centro storico di Weimar. Pernottamento in hotel.
lager di
Buchenwald e Dora
e città di
Weimar e Erfurt
viaggio di studio e di memoria
1-4 maggio 2014
Organizzazione tecnica, informazioni e iscrizioni:
Sandy Bay Viaggi,
via Como, 5 Montevecchia, tel. 0399286025 www.sandybayviaggi.it ;
all’atto dell’iscrizione è previsto l’anticipo di 100 €.
ISCRIZIONI ENTRO IL 1 marzo 2014.
Il viaggio verrà effettuato con un minimo di 35 iscrizioni.
Sabato 3 maggio: città di WEIMAR e ERFURT
Prima colazione in hotel. In mattinata incontro con la guida e spostamento per la visita alla città
di Weimar. Un insieme di undici monumenti della città costituiscono l’eredità storica di un sistema
culturale conosciuto come “Weimar classica”, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Nella lista dei monumenti figurano, fra gli altri: la Casa di Goethe, la casa di Schiller, la Biblioteca
Storica (una delle più famose dell'intera Germania), il Palazzo Belvedere, il Parco Ilm e,
soprattutto, il gruppo di siti riconducibili alla Scuola Bauhaus, la rinomata scuola di architettura,
arte e design, che rivoluzionò i canoni classici dell'architettura e dell'estetica tra il 1919 e il 1933.
Weimar è stata per diversi secoli il centro della vita intellettuale tedesca. La città è pure famosa
per la cosiddetta Repubblica di Weimar, un tentativo non riuscito di fare della Germania postbellica
(Prima guerra mondiale) una democrazia liberale, che venne spazzata via dall'avvento
del nazismo. Pranzo libero nel centro storico della città.
Nel pomeriggio trasferimento a Erfurt e tempo a disposizione per la visita libera alla cittadina.
Situata proprio nel cuore della Germania, Erfurt, è un incanto della storia. Spesso è definita il
simbolo dei mille anni più belli della storia tedesca. Da vedere è il capolavoro dell’architettura
gotica germanica, il complesso formato dalla Cattedrale della Beata Vergine Maria
(Marienkirche) e dalla chiesa di San Severo (Severikirche) così vicine da apparire come un'unica,
stupefacente struttura.
Cena in ristorante tipico del centro storico di Erfurt. Rientro a Jena e pernottamento in hotel.
Domenica 4 maggio: WEIMAR - ITALIA
Prima colazione in hotel e partenza per il viaggio di rientro. Durante il percorso sosta e breve visita
per il pranzo libero nella città di Ulm. Arrivo a destinazione previsto in serata.
Documento necessario: carta identità in corso di validità.
La quota comprende:
- viaggio andata e ritorno in pullman gran turismo;
-  accompagnatore interprete per tutta la durata del viaggio;
- sistemazione in hotel quattro stelle (Best Western Hotel Jena) in camere a due letti, con servizi
privati, pernottamento, prima colazione e cena del 1° giorno;
- pranzo del 2° giorno a Buchenwald e cene in ristoranti tipici il 2° e 3° giorno;
- visite guidate ai campi di Dora Mittelbau e Buchenwald e alla città di Weimar, come da
programma;
- assicurazione ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE interassistance 24 ore su 24;
- documentazione viaggio e materiale informativo sui lager e sulle città da visitare.
Comune

La rivista che vorreihttps://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/ellipsis.png); height: 8px; opacity: 0.3; width: 20px; background-position: initial initial; background-repeat: no-repeat no-repeat;">

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?