Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

I (circa) 40 anni del punk in Italia

BandAutori 50. Un numero speciale per i (circa) quarant'anni del punk: una discografia bizzarra ma ragionata, una di cuore e "Libri che suonano" con la storia delle Clito, un esempio del clima di quegli anni.

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Muskuidd al vincotto

L’Action Painting di Jackson Pollock accostata ai capunti dolci e pepati

Culture ~ Marta Abbà

Come stanno le cose per Giorgio Odifreddi

Al Manzoni di Monza uno spettacolo conferenza che può aver sorpreso: chi si aspettava dal matematico “impertinente” invettive e provocazioni si è trovato sul palco un divulgatore scientifico accattivante e innamorato del sapere

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Maledetta Dopamina. Rumore e creatività

BandAutori 49. Nel primo numero del 2017 il noise rock strumentale dei Maledetta Dopamina, atipico trio brianzolo. Con "Libri che suonano" indaghiamo il rapporto tra Giorgio Gaber e Re Nudo.

Culture ~ Carmela Tandurella

Andrej Longo e i ragazzi di Napoli

Voci e storie dal Sud. Tra voglia di riscatto e dannazione, la letteratura dello scrittore nell'intervista di Vorrei

Persone ~ Vorrei

Buona accoglienza, istruzione, integrazione, ascolto. L'esempio di Zavattarello

Nel paese in provincia di Pavia un gruppo di ragazzi, provenienti da Africa e Asia, sosta in attesa dello status di rifugiato. Un vero e proprio laboratorio di integrazione che suscita sempre più curiosità

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. Il viaggio di Tobia

I genitori e il figlio si accoccolarono attorno alla stufa. La madre si fece coraggio, congiunse le mani e supplicò: “Tobia non partire. Non partire.”  

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Il Best Of 2016 di BandAutori

BandAutori 48. In questo numero il riassunto dell'anno che va a finire e i nostri Best Of degli ultimi dodici mesi. Con "Libri che suonano" torniamo ai primi anni dei Mercanti Di Liquore.

Culture ~ Anna Lucia Cagnazzi e Sante Cutecchia

Domenico Notarangelo. In una mano la storia millenaria dei santi padri contadini

Fotoreporter e uomo politico del sud Italia. Pugliese di nascita e lucano per scelta. Attivista del PCI, si è dedicato con passione, sincerità e meticolosità alle vicende della cultura e della vita contadina di quelle terre che Cristo aveva dimenticato di raggiungere.

Culture ~ Antonio Cornacchia

La fotografia di Cesura

   Hanno cominciato andando a bottega da Alex Majoli, sono quasi tutti monzesi ed ex studenti ISA. Lavorano in giro per il mondo, raccolgono premi con reportage, libri e mostre. Intervista a Luca Santese del collettivo Cesura

Persone ~ Francesco Achille

La punta dell’iceberg

Diceva Ken Saro-Wiwa, importante scrittore nigeriano scomparso nel 1995 “Provo sgomento per la vergognosa povertà del mio popolo che vive su una terra molto generosa di risorse; provo rabbia per la devastazione di questa terra; provo fretta di ottenere che il mio popolo riconquisti il suo diritto alla vita e a una vita decente”.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Pop X. Pop post-moderno

BandAutori 47. In questo numero Pop X col suo sguardo post-moderno, ironico e folle sull'electro. Per "Libri che suonano" i Tasaday si raccontano.

Persone ~ Caterina Guerrieri

I racconti in immagini di Luciano Montemurro

«Non c’è nulla di romantico nella mia fotografia» Si definisce uno sradicato, lui che ha lasciato Corato per andare a studiare a Firenze e che poi è rimasto altrove, a Limido Comasco per l’esattezza

Lavori ~ Ivan Commisso

La morte vi fa belli, cari pensionati

Come anche l’INPS perora eventuali misure perequative delle pensioni che accorcino la vita media. Il lessico è forbito ma la sostanza è quella.

Culture ~ Juri Casati

Kevin Bacon, Pippo Franco, cimici e foche

Mark Buchanan racconta la storia della “scienza delle reti” dagli anni Sessanta ai nostri giorni

Culture ~ Antonio Cornacchia

La pornografia del dolore

Mostrare immagini di bambini morti e di vittime devastate è lecito? è utile? ha senso? Tre articoli di Gli stati generali e qualche nostra postilla sulla superficialità della condivisione social e sulla necessità di non fermarsi alle emozioni e di puntare alla consapevolezza

20150311 scuola

“Teste e colli”, scarica l’ebook sulla #BuonaScuola curato da Marco Ambra per “Il lavoro culturale”. Dall’attuale progetto di riforma alla formazione degli insegnanti, dalla “migrazione digitale” nella didattica al tema abusato della valutazione, dalla retorica delle competenze e della prestazione scolastica alle politiche di inclusione a costo zero proprie delle visioni neo e ordoliberiste del welfare.

Nessuna visione del rapporto fra educazione e istruzione, nessuna interpretazione critica degli ordinamenti, soprattutto per quanto riguarda la scuola secondaria di primo grado, nessuna reale politica di formazione dei futuri insegnanti che vada oltre le esigenze della riforma del sistema previdenziale, nessun rapporto critico con l’integrazione funzionale alla didattica delle nuove tecnologie per la comunicazione in formato digitale.

Nell’attesa di scrutare questo inconsistente bilancio, fondato peraltro su una curiosa idea di istruzione come bene comune senza risorse (economiche) pubbliche, abbiamo deciso di pubblicare la nostra visione complessa del mondo dell’istruzione in Italia.

Senza pretese di completezza, lontani dalla tracotanza di chi vuole dire qualcosa di definitivo su questioni che andrebbero continuamente discusse con senso critico, l’ebook Teste e colli. Cronache dell’istruzione ai tempi della Buona Scuola nasce dall’intreccio di riflessioni, spunti, interviste, connessioni fra autori che si occupano e lavorano nel mondo dell’istruzione pubblica in Italia e all’estero.

Il titolo si richiama alla provocatoria immagine evocata dal filosofo Michel Serres per descrivere i ragazzi e le ragazze del XXI secolo: non più teste piene di nozioni o teste ben fatte, ma agili tronconi di teste aperte al vento di informazioni della Rete.

Una brezza lieve, superficiale, scostante, in grado di sradicare, senza troppi sforzi, la solida persistenza della lezione frontale. Di fronte alla più grande oggettivazione di informazioni della storia occorre ripensare strategie e design dell’apprendimento e dello sforzo per il sapere. Occorre, inoltre, essere onesti con un sistema d’istruzione, il nostro, costantemente vessato da politiche economiche di risparmio, taglio e privatizzazione.

Per questo motivo i temi toccati dall’ebook sono i più svariati: dall’attuale progetto di riforma alla formazione degli insegnanti, dalla “migrazione digitale” nella didattica al tema abusato della valutazione, dalla retorica delle competenze e della prestazione scolastica alle politiche di inclusione a costo zero proprie delle visioni neo e ordoliberiste del welfare.

Questa complessità è espressa anche da una forma inedita. Non un saggio o una raccolta di saggi, ma interviste, glossari, saggi e narrazioni autobiografiche. Teste e colli è il risultato di un anno di riflessioni, scambi epistolari, cronache angosciate del mondo dell’istruzione.

Viene da un bisogno, quello di comprendere il presente e il futuro della nostra scuola. Ci auguriamo che i lettori possano trarne qualche spunto interessante per una discussione veramente radicale sul futuro dell’istruzione nel nostro Paese.

20150311 teste e colli cover e1426062008435

Scarica Teste e colli. Cronache dell’istruzione ai tempi della Buona Scuola in formato epub

Scarica Teste e colli. Cronache dell’istruzione ai tempi della Buona Scuola in formato pdf


INDICE DEL VOLUME

Avviso ai naviganti di Marco Ambra

I. Quarant’anni da smantellare?

Una brutale assenza di cura: contro la scuola del naufragio e della prestazione di Marco Ambra

Bestiario di una vita meritocratica dietro la cattedra di Roberto Ciccarelli

Come insegnare per insegnare cosa. Omaggio a Valter Binaghi di Girolamo De Michele

II. Irresistibile digitale

Agende senza parole: la cultura di Destra e il discorso sulla scuola pubblica di Salvatore Marco Ponzio

Per un uso utile, consapevole e realistico delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Tic) a scuola di Enrico Manera

Resistere al colonialismo interstiziale. Intervista a Roberto Casati a cura di Marco Ambra

Un glossario ragionato per affrontare la migrazione digitale di Roberto Casati

L’appetito vien leggendo. Una settimana della lettura a scuola di Alessandro Lattanzi

III. Due interviste, per un’altra lingua della valutazione

L’ora d’italiano. Conversazione con Luca Serianni di Marco Ambra

Tra colonialismo digitale e “valutazionismo”. Conversazione con Tullio De Mauro a cura di Marco Ambra

IV. Nessuno rimanga indietro. Fra inclusione e austerità

L’inclusione a costo zero. I Bisogni Educativi Speciali come tassello nella “riorganizzazione” neoliberista della scuola pubblica di Sara Biscioni


Teste e colli. Cronache dell’istruzione ai tempi della Buona Scuola è un ebook realizzato grazie al lavoro di:
Pierluigi Casolino per l’immagine di copertina
Francesco Tommasi per il progetto di copertina
Marco Ambra, Maria Teresa Grillo, Salvatore Marco Ponzio e Giulia Romanin Jacur per la redazione
Giulia Romanin Jacur per l’impaginazione

Teste e colli. Cronache dell’istruzione ai tempi della Buona Scuola fa parte della collana editoriale “Gli ebook de il lavoro culturale.

Tratto da

lavoro culturale

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?