Vorrei | Rivista non profit

Rivista di cultura, ambiente e politica.

Ambiente ~ Giacomo Correale Santacroce

Cartelli nel Parco di Monza: una storia infinita. Male.

  Si è buttato via l'occasione di realizzare un sistema prezioso per comunicare una immagine dell’Imperial Regia Villa e Parco corrispondente alla identità sua e della stessa città di Monza.

Persone ~ Elisabetta Raimondi

A Filadelfia nei giorni della National Convention del Partito Democratico

Una emozionante settimana di full immersion nell'eterogeneo movimento cui il senatore del Vermont Bernie "Birdie" Sanders ha dato vita senza velleità di  protagonismo paternalistico e populista ma con e per la gente.

Lavori ~ Ivan Commisso

Brexit... eppur si muove

Come le statistiche smontano le bufale sulle conseguenze della Brexit e sull’Italia che spende troppo in sanità. Ed anche qualche indicazione di lettura a tema economia & finanza, con molte avvertenze. 

Persone ~ Francesco Achille

E Dio creò la donna... e poi se ne dimenticò

Cominciamo col dire che Dio è maschio, altrimenti l’avremmo chiamato Dea… Considerazioni semiserie alla luce delle stelle

Lavori ~ Giacomo Correale Santacroce

Rifkin. Una possibile utopia

“La società a costo marginale zero” Se la prima rivoluzione industriale era basata su vapore-telegrafo-ferrovie, e la seconda su petrolio-telefono/radio/TV-autoveicoli, la terza è caratterizzata da energie rinnovabili-internet-logistica digitalizzata. 

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Med Free Orkestra e I Camillas. Fuori dagli schemi

BandAutori 33. Nel numero pre-vacanziero analizziamo la world music della Med Free Orkestra e l'indie demenziale de I Camillas. Per "Libri che suonano" andiamo negli anni Sessanta del beat italiano.

Ambiente ~ Pino Timpani

Da Spiga & Madia a Spighe Sostenibili

Ha compiuto dieci anni il progetto di filiera del pane creato da Desbri. Sarà rinnovato con un progetto più ambizioso e verrà sperimentato a Caponago e Agrate Brianza. “Chi Semina Raccoglie”, il documentario di Franca Roiatti e Alice Barrese

Culture ~ Antonio Cornacchia

La produzione culturale a Monza

  Il sistema culturale del capoluogo brianteo. Dopo il patrimonio tangibile, ripercorriamo le attività: dall'arte al teatro, dalla poesia alle performance. Una città che produce abbastanza cultura o che si limita al consumo? 

Culture ~ Marta Abbà

Anatomia di un populista. Salvini secondo Pucciarelli

Intervista all'autore de “La vera storia di Matteo Salvini”, scritto dopo mesi di osservazione e racconto del fenomeno leghista, Il personaggio, la persona, il politico e lo stratega, il comunicatore e l'amministratore di partito. 

Ambiente ~ Alfio Sironi

Torneranno le colline?

Nelle scorse settimane ho attraversato l'Italia andando a piedi dal Conero all'Argentario sulle tracce di un vecchio libro di Enrico Brizzi; non ho potuto che fare i conti con l'anima collinare di questo paese.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Mau Mau e Claudia Crabuzza. Sincretismi musicali

BandAutori 32. In questo numero il gran ritorno dei Mau Mau e l'esordio della catalana di Alghero Claudia Crabuzza. Per "Libri che suonano" un riepilogo del folk made in Italy.

Culture ~ Juri Casati

La Torino degli anni Cinquanta

Aldo Cazzullo tratteggia i contorni di una Torino lontanissima da quella che di recente ha visto sfidarsi Fassino e Appendino per la carica di sindaco. I ragazzi di via Po. 1950-1961 quando e perché Torino ritornò Capitale.

Culture ~ Antonio Cornacchia

Monza candidata a capitale italiana della cultura

   La candidatura sarebbe un espediente per valutare lo stato delle cose e capire se la città avrebbe le carte in regola. È tempo infatti di fare il salto di qualità: ci sono tutti i fattori per fare del capoluogo brianteo una città d’arte. O manca qualcosa?

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Crostata ai fichi di Poppea

Frutti dolcissimi di stagione, associati ad una testimonianza archeologica pregevole, in una delle sontuose ville residenziali dedicate all’otium dell’aristocrazia romana

Blog ~ Vorrei

Vorrei cerca nuovi compagni di viaggio

I collaboratori volontari della nostra rivista dal 2008 osservano quello che accade intorno e lo raccontano scrivendo, fotografando e disegnando. Chi vuole salire a bordo e partecipare alle attività di redazione?

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Agnese Valle e Palazzo. Classe da vendere

BandAutori 31. In questo numero il cantautorato rock con uno sguardo ai '70 di Agnese Valle e quello più orientato agli '80 di Palazzo. Per "Libri che suonano" i Whisky-a-gogo e i Teddy Boys secondo Primo Moroni.

“Food up!” From grassroot alternative food systems to new forms of food governance
24/25 Ottobre 2015
Urban Center, Via Filippo Turati 6 - Monza, Italia

Fondazione Acra, nell’ambito del progetto “Hungry for Rights: Global Learning from Local Solutions in Alternative Food System”(www.hungryforrights.org), in collaborazione con Manitese, Fondazione Legambiente, Scottish Crofter Federation, Friends of the Earth Cipro, Baltic Environmental forum, Urgenci, Distretto di Economia Solidale della Brianza, con il supporto dell’Unione Europea e con il sostegno del Comune di Monza organizza il forum internazionale “Food up!Dai sistemi agroalimentari alternativi alle nuove forme di governance alimentari”. ll progetto Hungry for Rights vuole contribuire a rafforzare una diffusa consapevolezza su alcune tematiche chiave dello sviluppo, a partire da una riflessione sui sistemi agro-alimentari alternativi (Alternative Food Systems - AFS) intesi come soluzioni locali dal basso per contrastare la fame e allo stesso tempo promuovere la coesione sociale. Gli AFS, reti a base comunitaria caratterizzate da prossimità territoriale e da un’organizzazione sociale orientata alla condivisione e alla sostenibilità, rappresentano un’importante testimonianza di nuove dinamiche di sviluppo socioeconomico, configurandosi sempre di più come incubatori di nuove soluzioni ai problemi emergenti nella società. All’interno dell’agenda mondiale per la sicurezza alimentare, questi modelli costituiscono un’alternativa credibile di fronte alle difficoltà nate dalla globalizzazione del commercio. Partendo da queste questioni di fondamentale importanza sia per i paesi in via di sviluppo che per i paesi del nord del mondo, il progetto ha perseguito un processo educativo e di apprendimento reciproco che ha mantenuto costante la prospettiva Nord-Sud. Il forum si pone a conclusione di un denso periodo di capacity building e attivazione territoriale in cinque paesi dell’Unione Europea (Italia, Francia, Lituania, Gran Bretagna, Cipro) promossi e facilitati da più di cento “catalyst”, facilitatori di reti locali del cibo. L'iniziativa fa seguito all'evento internazionale svoltosi a Milano dal 3 al 5 giugno 2015 nell'ambito dell'Expo dei Popoli e al convegno “Cibo, sostenibilità e territorio" organizzato il 23 e 24 Ottobre presso l’Università di Bergamo dall’osservatorio Cores. Il forum vuole porre le basi per la costituzione di un movimento utile al consolidamento di un modello sostenibile di produzione e consumo di cibo in Europa. Nel quadro del dibattito internazionale sulle nuove forme di governance per i sistemi agroalimentari, il forum si propone come spazio di reciproco apprendimento e momento di condivisione per le reti alimentari alternative. Per due giorni verranno proposti seminari e workshop di autoformazione ispirati ai principi della dichiarazione di Nyeleni volti a valorizzare le pratiche di mobilitazione sociale sperimentate nei diversi contesti territoriali.

Assi tematici dei workshop saranno :
• l’accesso alla terra per i “nuovi” agricoltori in un ottica di dialogo intergenerazionale
• il ruolo dei sistemi alimentari alternativi nella difesa dei beni comuni
• i nuovi spazi di democrazia alimentare attraverso la promozione di food council locali
• l’accesso al mercato per i piccolo produttori, il ruolo delle reti alimentari alternative nella promozione di nuove forme di distribuzione

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?