Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Culture ~ Simone Camassa

Marcia film, la poesia di scena a teatro

Al teatro Binario 7 di Monza si terrà, domenica 11 dicembre, la prima nazionale del nuovo spettacolo di Dome Bulfaro ed Enrico Roveris, a coronamento dei 10 anni di PoesiaPresente

Culture ~ Carmela Tandurella

Cronaca di una passione

Grande serata al cinema Roma di Seregno, con  le associazioni impegnate sul territorio nel sostegno alle vittime di indebitamento e con il regista Fabrizio Cattani

Culture ~ Beppe Colombo

Monza: ancora tanti saluti da Alfredo Viganò

In uscita il secondo volume con gli aneddoti e le cartoline dell'architetto: ecco l'introduzione di Beppe Colombo. Martedì 13 dicembre 2016 la presentazione dell'editore Novaluna

Culture ~ Alberto Zanchetta

Premio Lissone. Avere settant'anni e non dimostrarli

Il direttore del MAC presenta la sedicesima edizione della rassegna artistica, quella del settantesimo compleanno

Culture ~ Carmela Tandurella

Un’etica per il nostro tempo

    Dialogo con Franco Riva su responsabilità e fraternità, giustizia e  perdono, a partire dal suo libro  “La domanda di Caino”  

Persone ~ Elisabetta Raimondi

Michael Moore in Trumpland come Charlie Chaplin in Tomania

Non si esaurisce con l’elezione del nuovo presidente la carica dell’ultimo film di Michael Moore, girato durante il suo one-man-show teatrale in una cittadina dell’Ohio dove alle primarie i Trumpiani hanno battuto i Clintoniani  4 a 1. Divertimento, profondità, commozione e speranza.

Culture ~ Antonio Cornacchia

Monza, una mappa dei ricordi nella città raccontata

Strada per strada, piazza per piazza, storia per storia. Raccogliamo i vostri piccoli e grandi ricordi legati ai luoghi della città per una mappa raccontata e collettiva di Monza

Brianzolitudine ~ Renato Ornaghi

Lucio Battisti e la Brianza

La “convivenza” con Mogol a Molteno, le amicizie, la sepoltura. Storie e aneddoti del musicista nella «Brianza velenosa»

Persone ~ Anna Ascani

Scuola e digitale

Ospitiamo l'intervento di Anna Ascani, parlamentare del PD «I nostri ragazzi sono chiamati a uno sforzo epocale e avvincente, che è quello di saper maneggiare gli strumenti con cui competere nel mondo del lavoro, essere responsabili dei contenuti che producono online e saperli usare a fini umanistici, integrando la comunicazione frammentaria e veloce del nostro tempo con la saggezza immortale che si insegna sui banchi di scuola.»

Culture ~ Roberto Rampi

Pop (young) pope

Roberto Rampi: quello che ho visto guardando The Young Pope.

Ambiente ~ Pino Timpani

Una petizione per salvare la cascina Cavallera di Oreno

A Vimercate è stata lanciata una raccolta firme a sostegno del recupero della cascina, di cui sono già crollati entrambi i fienili

Culture ~ Antonio Cornacchia

La nuova direzione del Manzoni di Monza

  Intervista a Paola Pedrazzini, nuova direttrice del più grande dei teatri pubblici della città. La formazione, le scelte, i programmi. Fra continuità e innovazione, il nuovo corso di una sala da quasi 900 posti

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Piccola Orchestra Gagarin. Musica dai mondi

BandAutori 45. In questo numero l'incontro tra mondi musicali della Piccola Orchestra Gagarin, guidata dal chitarrista sardo Paolo Angeli. Con "Libri che suonano" andiamo nella Bologna del punk e del movimento.

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. La zebra africana

Corro alla finestra e resto esterrefatto. Il  circo Krupp dilaga nella piazza. Il signor Krupp in persona schiocca la frusta e si rivolge a me.

Culture ~ Simone Camassa

La poesia della semplicità

Nel corso della presentazione del suo ultimo libro, alla libreria Feltrinelli di Monza, la poetessa Vivian Lamarque ha incontrato lettori e studenti, intavolando un dialogo interessante sulla poesia, con una nota finale anche sul silenzio del poeta

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Pizza rustica alla Kandinsky

Semplicità, bontà e colore in un piatto improvvisato

LA NUOVA RASSEGNA TEATRO+TEMPO ARTE

Al Binario 7 la pittura incontra il teatro

 

Monza, 25 novembre. Venerdì 4 dicembre, alle ore 20.30, il Teatro Binario 7 inaugura la nuova rassegna Teatro+Tempo Arte che, attraverso il confronto e la contaminazione tra differenti forme d’arte, si propone di creare un dialogo tra il Teatro e il mondo dell’Arte pittorica e figurativa.

La storica dell’arte Simona Bartolena guiderà il pubblico alla scoperta di una zona di confine tra i linguaggi, lì dove la pittura e le pratiche spettacolari si incontrano dando vita alla teatralizzazione dell’arte.

Dalla scena si passa quindi al dipinto attraverso tre appassionanti incontri, il primo dei quali vede come protagonista il pittore Antonio Ligabue e il profondo legame che corre tra arte e follia.

Un modo per approfondire la vita e le opere del geniale artista interpretato da Mario Perrotta in Un bès - Antonio Ligabue, in cartellone al Teatro Binario 7 sabato 28 e domenica 29 novembre.

 

IL PRIMO INCONTRO: ANTONIO LIGABUE

Antonio Ligabue è uno degli artisti italiani più famosi e apprezzati dal grande pubblico. La sua celebrità è dovuta certamente anche al suo stile inconfondibile e visionario, ma è innanzi tutto dettata dalla storia personale dell’artista, il folle per eccellenza. Raccontato da film, da documentari e dalla penna di grandi scrittori e poeti, il personaggio di Ligabue è entrato nel mito e nell’immaginario comune della pazzia che produce arte. Ma qual è davvero il rapporto tra follia e creatività? E cos’è poi la follia? Dove finisce la cosiddetta “normalità” e comincia la diversità? E soprattutto come la normalità può avere a che fare con l’arte?

La conferenza ripercorre la storia di Ligabue, partendo dalla biografia per arrivare alla sua straordinaria produzione artistica, ma allarga anche il discorso ad altri esempi di artisti catalogati come “pazzi”, uomini e donne che in manicomio hanno passato molto tempo e che talvolta hanno scoperto proprio tra le mura di una clinica psichiatrica il loro talento artistico.

Storie umane e artistiche che fanno riflettere sul profondo legame che corre tra arte e follia e il sottilissimo confine che ci tiene al sicuro nella sfera di quella normalità che tanto ossessiona “l’uomo comune”.

Simona Bartolena

SIMONA BARTOLENA

Laureata in Storia dell’arte contemporanea, ha pubblicato numerosi volumi per le più prestigiose case editrici italiane, tradotti in diverse lingue. È consulente di numerosi Comuni, associazioni culturali e gallerie, per i quali cura esposizioni d’arte ed eventi. Dal 2011 è nel comitato scientifico del MUST, Museo del territorio di Vimercate; dal 2012 in quello dell’Associazione Amici del Washington National Museum of Women in the Arts come responsabile della sezione arte contemporanea e dal 2013 è nel board del Bice Bugatti Club. Dal 2013 è anche direttore artistico degli spazi espositivi e dei progetti culturali della R&P Legal di Milano, dal 2014 consulente scientifica e curatrice per ViDi, società che organizza mostre ed eventi. Dal 2011 è presidente dell’Associazione Heart – pulsazioni culturali e direttore scientifico dello Spazio Heart di Vimercate.

Lavora attivamente con alcuni artisti contemporanei, sia già affermati che emergenti, scrivendo per loro saggi di presentazione e testi critici e curando le loro esposizioni personali.

Da anni si occupa di iconografia – collaborando come ricercatrice con le principali case editrici milanesi – e di divulgazione, tenendo corsi, conferenze e seminari di argomento storico-artistico per adulti e bambini presso biblioteche, gallerie, associazioni culturali, istituti pubblici e privati.

             

   
   

  

TEATRO BINARIO 7

   

TEATRO+TEMPO     ARTE

   

SIMONA BARTOLENA racconta     la vita e le opere di ANTONIO LIGABUE

       

Relatrice: Simona Bartolena

   

Storica dell’arte

       

Venerdì 4 dicembre, ore 20.30

   

INGRESSO LIBERO

   

Presso BINARIO 7

   

 

Per     informazioni:

   

Teatro Binario 7

   

Via Filippo Turati, 8 | Monza

   

tel. 039 2027002

   

biglietteria@teatrobinario7.it
    www.teatrobinario7.it

   
   

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?