Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Dirotta Su Cuba e Carlo Martinelli. Nuove vite musicali

BandAutori 38. In questo numero il ritorno dei Dirotta Su Cuba e l'esordio solista di Carlo Martinelli dei Luminal. Per "Libri che suonano" il rapporto tra partiti di destra e musica.

Persone ~ Luigi Dionisio

Le storie di Annagiò per uno stile di vita sano

Un progetto degli studenti del liceo “Nanni Valentini” di Monza per promuovere la Dieta Mediterranea e prevenire l’obesità, le patologie cardiovascolari, i tumori e le epidemie più diffuse. Il 4 ottobre al Binario 7

Culture ~ Pino Timpani

Per ville e monasteri in Brianza

Il nostro tour in Ville Aperte 2016 prosegue nella splendida Villa Gallarati Scotti di Oreno e nel poco noto, ma prezioso, ex Monastero Benedettino di Brugora a Besana Brianza

Ambiente ~ Giacomo Correale Santacroce

I confini del diritto di costruire

«Io credo che, al giorno d’oggi, costruire sulle poche aree libere da costruzioni dovrebbe essere vietato in assoluto»

Culture ~ Caterina Guerrieri

Dietro il muro di Gaza

«A Gaza anche il mare è un confine, quello che per noi rappresenta il massimo concetto di libertà, qui è un confine, e ai pescatori sparano tutte le notti». “Be filmaker a Gaza” di Valerio Nicolosi

Culture ~ Pino Timpani

La delizia dei Rasini

Tra le iniziative collegate a Ville Aperte, un nuovo appuntamento con il Prof. Graziano Vergani alla scoperta delle bellezze di Palazzo Rasini, attuale sede del Comune di Cavenago Brianza

Persone ~ Sergio Civati

Saharawi: tra accoglienza, muri nel deserto, sorrisi monzesi

Il racconto di un'esperienza di volontariato che apre spunti di riflessione su una tragedia di cui spesso, o sempre, il mondo occidentale si dimentica. O finge di dimenticarsi

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Mimes Of Wine e Messina Signorile. Qualità internazionale

BandAutori 37. Il folk-rock a tinte scure dei Mimes Of Wine e l'elettronica jazz di Messina Signorile sfidano i recinti e i confini italici. Per "Libri che suonano" il Festival di Licola del 1975

Culture ~ Vorrei

Libritudine 2016, tutti gli appuntamenti

Parte il 29 settembre l'ottava edizione della rassegna diffusa promossa dal Comune di Lissone. Fra gli ospiti Massimo Zamboni, Giancarlo Caselli,Giuseppe Culicchia, Alessandro Robecchi e Vincenzo Zitello. In anteprima il programma completo data per data

Culture ~ Juri Casati

L'intramontabile Brera

Il Saggiatore ha pubblicato un’antologia di articoli (sportivi e non) del grande Gianni Brera, il principe della zolla: grandi partite, corse in bicicletta, nebbie padane.

Culture ~ Pino Timpani

Ville Aperte in Brianza si quadruplica

Gianpiero Bocca, responsabile del progetto strategico Distretto culturale di Monza e Brianza, ci parla dell'edizione 2016. Alle tre province di Monza, Como e Lecco si aggiungono altri tre comuni del Milanese. 

Culture ~ Vorrei

La Squadra. Portrait Project

   Il progetto fotografico di Marco Pittaluga sulla squadra di calcio della FOA Boccaccio «La provenienza dei calciatori? Lissone, Monza, Milano, Siciilia, Ukraina, Nigeria, Gambia, Ghana... Ogni componente un giocatore ed insieme sono una squadra».

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Il Complesso di Tadà! e Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Classici da fine estate

BandAutori 36. Finisce l'estate con la nostalgia Sixties de Il Complesso di Tadà! e con le cover blues morriconiane di Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Per "Libri che suonano" Gianco e Manfredi nella Milano di fine Settanta-inizio Ottanta.

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Ode al cibo (buono e bello)

La preziosità dei beni enogastronomici estivi esaltata attraverso la tradizione, le immagini e la poesia di Pablo Neruda 

Culture ~ Simone Camassa

Non mi ha fatto ridere

Charlie Hebdo e la diatriba satira sì satira no(n riuscita). Un po' di storia e riflessioni a mente fredda sulla satira e sul suo ruolo nella società moderna

Persone ~ Rosalba Favale

Simone Tangolo. Vivere il teatro

Andare al teatro vuol dire una medesima vibrazione con l’attore, ovvero abitare un posto, accorgermi del mio vicino, della testa di fronte, di quello dietro, della collettività che c’è intorno a me fino in fondo, all’ultimo tecnico dietro al palco, o al bigliettaio dell’ingresso, e semmai mi fossi accorta del suo gesto, del suo sguardo. 

20101017-festadelteatro-a

Il prossimo weekend spettacoli gratuiti o quasi nei teatri della Brianza.
Poi via ad una stagione lunga e ricca di appuntamenti. Ecco le nostre segnalazioni

 

Ci siamo, parte la nuova stagione teatrale. Fra Monza e la provincia, in tutti i teatri si dà il via ai calendari. A far scattare il semaforo verde è anche quest’anno la Festa del Teatro. Manifestazione ereditata dalla Provincia di Milano che rischia di tenersi solo in Brianza perché Podestà e soci non sembrano intenzionati a darle continuità. Calmierando i prezzi, la Festa permette a tantissime persone di accomodarsi in platee che, ammettiamolo, spesso hanno prezzi proibitivi. Gratis o per 3 e 4 euro si può assistere ad uno spettacolo praticamente in tutti i teatri della Brianza; fondamentale è però prenotare col giusto anticipo, per non restare fuori dai botteghini sold out. Nel riquadro a fondo pagina trovate tutti gli spettacoli e i numeri di telefono per accaparrarsi i posti a sedere.

Dopo la Festa si andrà avanti fino a maggio, con molte decine di lavori ad andare in scena.
Per darvi una mano a scegliere cosa e dove guardare, abbiamo pensato di segnalarvi quelle che a nostro personalissimo parere sembrano essere le date più promettenti, ricordandovi che i cartelloni completi sono comunque disponibili qui.


Per il 24 di ottobre, prima giornata della Festa del Teatro, abbiamo pensato di fare tappa a Oreno di Vimercate, dove il Teatro delleAli apre contaminazioni10 con la prima nazionale di ODIssea, videolettura concerto per voci ed elettronica di Antonello Cassinotti che nelle note di regia anticipa «Il nostro presupposto è quello di tornare ad una narrazione più vicina al canto. Un canto però lontano dagli stilemi a cui siamo abituati, non propriamente melodico, ma un canto della voce e delle sue sfumature, che con artifici più o meno marcati usa la voce in modo astratto per evocare situazioni e disegnare dinamiche emotive prese a prestito dalla narrazione. La voce e spesso la parola si fanno musica creando una composizione sonora nel mentre raccontano, facendoci diventare cantori.»

In alternativa si potrebbe dar credito alla rilettura che Gli eccentrici Dadarò faranno del “Signor G” di Gaber e Luporini al Teatro San Luigi di Concorezzo. Uno dei capolavori del teatro canzone ora presentato dalla Fondazione Gaber utilizzando filmati, letture e canzoni del signor Gaberscik.

A novembre il piatto si fa davvero ricco e fra le tante possibilità segnaliamo il bravissimo Antonio Albanese con i suoi “Personaggi” all'Excelsior di Cesano (il 5, magari dopo il nostro VorreiHappyHour al Libra di via Buonarroti a Monza). Lo straordinario talento comico dell'autore e interprete di Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego. Insomma, un album di figurine che fa venire l'acquolina.

Il 6 invece si potrebbe scoprire l'evoluzione artistica di Simone Cristicchi che al Binario7 di Monza presenta “Li romani in russia” di Elia Marcelli con la regia di Alessandro Benvenuti. Cristicchi, già vincitore di Sanremo, «interpreta questa tragica epopea dall’inizio alla fine attraverso i suoi momenti salienti, dove, sullo sfondo del dramma e della tragedia della ritirata di Russia, trovano spazio anche momenti ironici e divertenti.»

Sempre a novembre, il 24, Glauco Mauri è al Nuovo di Arcore con “L'inganno” di Shaffer. Andrea Porcheddu ne ha scritto così «Quali son le ragioni del successo di questo testo? È una commedia brillante, intrigante, intelligente, ben scritta, amara e sorprendente. Un classico, insomma: con quel gusto retrò alla Agatha Christie con la tensione di un film di Hitchcock, aggiornato da studi di psicoanalisi e di strategia, con tecnologie varie e non pochi colpi di scena.»

A dicembre ci dedichiamo alla comicità, il 4 si può scegliere fra Gene Gnocchi al Duse di Agrate e il duo Ficarra e Picone all'Excelsior di Cesano. Gnocchi è «Un anziano individuo della middle-up-class. Ripercorre la sua vita accorgendosi che tutto è accaduto a sua insaputa per mano di un burattinaio più scaltro di lui ( Dio? Il ministro per l’attuazione del federalismo? Il direttore del catasto? Un impiegato dell’ACI? Il carrozziere?).
Ma tutto comunque accade… E mentre questa discesa verso gli inferi non si arresta, agli spettatori non rimane che chiedersi: “Perché sono qui? Non era meglio una visita guidata al museo delle ceramiche di Faenza?”».
I due siciliani ripresentano il loro repertorio, divenuto famossimo grazie alle apparizioni a Zelig e nei dignitosissimi film finora interpretati. Nessuna volgarità e niente tormentoni, una vera rarità fra coloro che vengon fuori dalla tivù.

E ancora risate promettono Alfredo Colina e Silvana Fallisi che dal 2 al 5 di dicembre al Binario7 presentano “Era ora” di Alessandra Scotti con la regia di Corrado Accordino. I due (già visti anche al cinema nei film di Aldo Giovanni e Giacomo) «interpretano i due erranti personaggi che incontrandosi e scontrandosi danno vita a un divertente confronto fino all'ultima battuta, ignari del fatto che la vittoria, se mai esiste, non andrà a nessuno dei due.»

Per l'inizio del 2011 segnaliamo Giulio Casale con “La canzone di Nanda”, ancora una volta al Binario7 in data 15 gennaio. Il cantautore – a chi non lo conoscesse consigliamo il bellissimo album “Sullo zero” - fa rivivere la straordinaria avventura culturale di Fernanda Pivano, la donna che fece conoscere i grandi scrittori americani del Novecento in Italia. Già con la reinterpretazione di “Polli di allevamento” di Gaber, Casale ha dimostrato negli anni scorsi di tenere benissimo il palco come cantattore «Questo lavoro nasce perché credo che la lezione libertaria e pacifista di Fernanda Pivano, vera selezionatrice di momenti eccellenti in letteratura e nell’arte in generale, sia quanto mai urgente oggi.»

E fra le donne eccezionali come la Pivano sono in molti ad annoverare Anna Politkovskaja. Il 20 al San Giuseppe di Brugherio Ottavia Piccolo presenta “Donna non rieducabile” dedicato alla giornalista russa morta ammazzata: «non era una militante politica, non era un’eroina avvolta nella bandiera di una ideologia, e tanto meno era una “terrorista”: no, era semplicemente una giornalista, testimone di una realtà in trasformazione, la realtà della Russia post-sovietica.» Lavoro di Stefano Massini con la regia di Silvano Piccardi.

Al Duse di Agrate il 29 di gennaio “Le voci della Shoa” arrivano a commemorare (due sere dopo, per la verità) la Giornata della Memoria. Valerio Bongiorno voce narrante accompagnato dal Max de Aloe Quartet, ovvero Max de Aloe armonica cromatica, fisarmonica, live electronics; Roberto Olzer pianoforte; Marco Mistrangelo contrabbasso; Nicola Stranieri batteria. «Una serata che vuole ricordare l’orrore dell’antisemitismo, ascoltando le parole degli italiani che furono da altri italiani condannati allo sterminio per le leggi razziali.»

Il 10 di febbraio al Manzoni di Monza “Donna Flor e i suoi due mariti” dal romanzo di Jorge Amado con la regia di Emanuele Giordana. Tris di interpreti molto noto fra cinema e televisione: Caterina Murino, Paolo Calabresi e Daniele Liotti. «Grande maestra di cucina, Dona Flor, natura onesta e schiva, scopre che il suo appetito d'amore non si può saziare con un solo marito, ce ne vogliono due. Per un idillio perfetto occorre mettere insieme il meglio di entrambi: onestà e premure da una parte, fantasia ed erotismo dall'altra, o come suggerirebbe James Hilman l'animo saturnino e quello mercuriale.»

Il 15 al San Giuseppe di Brugherio Lella Costa in “Arie” con la regia di Giorgio Gallione: «Piccole romanze recitate. Arie. Una sorta di rivisitazione antologica e un'occasione per cucire insieme momenti in apparenza lontani e diversi e magari scoprire che c'è un filo che li unisce ed è saldo.»

Chiudiamo febbraio con la trilogia della famiglia di Aquilino al Binario7. Tre spettacoli prodotti da LupusAgnus, regia di Stefano De Luca e un laboratorio aperto per tutto il mese. “Mamma ammaza” il 5 e il 6, “Verginella” il 12 e il 13, “Canicani” il 19 e 20. Accordino, direttore del teatro monzese, la presenta così «5 bravissimi attori e registi del Teatro Piccolo di Milano che hanno deciso proprio per questa trilogia dedicata alla famiglia di mettersi insieme a lavorare e dare voce ad un proprio percorso artistico. Una trilogia sconcertante, che nelle sue prime due tappe (il terzo spettacolo è una prima assoluta) ha affascinato, divertito e fatto molto discutere.»

A marzo si potrebbe cominciare con lo spettacolo dei Baraban al Duse di Agrate, “L'anello forte. La donna nei canti, dalla tradizione popolare a De André” il 4. «Canzoni d’amore, canti di nozze, ninna nanne, canti di lavoro e stornelli della tradizione popolare mescolati ad alcune delle più belle canzoni sull’altra metà del cielo scelte dal repertorio di Fabrizio De Andrè. » E si potrebbe festeggiare – com'è orami tradizione – l'8 marzo al Binario7 con “Quattro donne e un matrimonio”, il nuovo spettacolo di Piano in bilico e delle sue brave attrici: Greta Zamparini, Linda Gennari, Tamara Balducci e Silvia Giulia Mendola. Femmina anche l'autrice, Alessandra Scotti.

Il 18 si torna a Oreno di Vimercate dove delleAli presenta “Pleura” con Simona Sala. Drammaturgia e regia di Federico Bomba, produzione Sineglossa. «Salomè è un soggetto inesistente, un fantasma che si muove in un passo della Bibbia. Un modello, più che altro; non è una persona, non può essere un personaggio. Non sbaglia, non ama, non ha niente a tutto tondo. E ognuno la riempie, da sempre, dei significati che vuole. La nostra Salomè sceglie di non essere vista. Di lei tutto si può immaginare.»

E anche ad Aprile è al teatro di Oreno che si tiene “Bodhi”, performance di danza interattiva. Di e con Ariella Vidach e Claudio Prati che terranno anche una conferenza «In modo dettagliato verranno analizzati i contenuti estetici delle performance più rappresentative, il funzionamento dei software utilizzati, le modalità di interazione delle coreografie, le interfacce, i criteri di indagine e le problematiche legate all’uso dei media digitali.» Il tutto venerdì 15.

Dal 26 al 28 Marina Bonfigli e Antonio Salinas al San Rocco di Seregno sono in scena con “La bottega del caffé” di Goldoni, regia di Giuseppe Emiliani.

La stagione si chiude in quasi tutti i teatri a maggio. Al Binario7 di Monza, dal 5 all'8, Corrado Accordino presenta la prima di “Terra santa” di Mohamed Kacimi. Con Alberto Astorri, Michele Bottini e Claudia Negrin. Co-produzione Skenè Company con La Danza Immobile. Dalle note di regia: «Mohamed Kacimi nella sua opera dice quello che deve dire e i suoi personaggi si muovono nell'inevitabilità dei loro rapporti obbligati dalla situazione imperante. Non c'è astrattismo o visione onirica che possa nasconderli. La città è in stato d'assedio. Gli uomini sono in stato d'assedio. La guerra è la quotidianità, ed è presente come sottrazione di elementi, di odori, di profumi, di volti. Le parole si appoggiano sulle cose per chiamarle con il loro nome. L'odio si chiama odio, la paura è paura, la violenza è violenza.»

Il Campanella di Bovisio Masciago il 12 presenta un tributo a Caetano Veloso firmato da Nicoletta Tiberini, in trio accompagnata da Massimo Betti alla chitarra e da Stefano Fascioli al contrabbasso.

Per alcuni degli spettacoli segnalati è valido l'abbonamento Open Teatro. Promosso dal Circuito Teatrale di Monza e Brianza con 40 euro permette di accedere a 5 serate (info su www.brianzateatro.it).
Il libretto con tutti gli appuntamenti della stagione è disponibile in pdf cliccando qui.

Buon divertimento.

 

Festa del Teatro 2010
Programma a Monza

 

Teatro Manzoni
Via Manzoni 23 - Tel. 039.386500

Sabato 23 ottobre, ore 16.00
Filarmonica Clown-Teatro Sul Filo

Il mio amico sa volare
di e con Valerio Bongiorno, Marta Marangoni, Piero Lenardon
Per bambini dai 7 anni, 3 euro

Sabato 23 ottobre, ore 21.00
Oblivion Show

testi di D. Calabrese e L. Scuda, con G. Borciani, D. Calabrese, F. Folloni, L. Scuda, F. Vagnarelli.
Regia di Gioele Dix.
Spettacolo di cabaret musicale, 4 euro

Domenica 24 ottobre, ore 16.00
Pasticcieri - Io e mio fratello Roberto

di Roberto Abbiati e Leonardo Capuano
Per tutti, gratuito

Teatro Binario 7
Via Turati 8 - Tel. 039.2027002

Sabato 23 e domenica 24 ottobre, ore 21.00
Compagnia La Danza Immobile
L'insostenibile leggerezza dell'arte

drammaturgia e regia di Corrado Accordino
Prenotazione consigliata: 039.2027002 
biglietteria@teatrobinario7.it

4 euro


La Scuola delle Arti

Via Turati 6 - Tel. 039 5963128

presso Teatro Binario 7

Sabato 23 e domenica 24 ottobre, ore 16.00
Gli imbrogli di William

con gli Allievi de La Scuola delle Arti
Informazioni: 039.5963128 organizzazione@lascuoladellearti.it
4 euro

Teatrino della Villa Reale
Viale Regina Margherita

Sabato 23 ottobre, ore 16.00 e domenica 24 ottobre, ore 16.00-18.30
Le stranezze di Tommasino Pulici detto Cudegheta

Supervisione e organizzazione: Ettore Muller, Franco Ciani,
Attilio Tagliabue. Soggetto e ricerca storica: Attilio Tagliabue.
Spettacolo dialettale, ingresso gratuito

Sabato 23 ottobre, ore 21.00
Il calapranzi

di Harold Pinter, con Antonia Fusano, Rosaria Landino, regia di Franco Ciani.
Ingresso gratuito

Teatro Triante
Via Duca d'Aosta 8/a - Tel. 039 463070

Sabato 23 ottobre, ore 16.30
Cooperativa Teatrale La Baracca di Monza
Le Voci dei Tam Tam

di e con Cinzia Ceruti.
Fiabe africane. Disponibili 70 posti.
Informazioni: 039.463070 - 039.480613
Per bambini dai 6 agli 11 anni
Non si accettano prenotazioni, ingresso gratuito

Domenica 24 ottobre, ore 16.30
Teatro dei Fauni
Il Ragazzo Porcospino

Una fiaba in cui il Ragazzo Porcospino difende le sue caratteristiche e riesce a farsi accettare com'è.
Informazioni: 039.463070 - 039.480613
Apertura cassa: ore 15.30
Per bambini dai 5 ai 10 anni
Non si accettano prenotazioni, 3 euro

Cascina San Fedele - Parco di Monza
Via Mirabellino - Tel. 3894734048

Sabato 23 e domenica 24 ottobre, ore 20.30
Senzaspazio in collaborazione con Parlare d'incanto e Isolacasateatro
IO è CIPOLLA

Work-in-progress su "Peer Gynt" di Ibsen, regia di S. Villa.
Opera di Teatro-Video
Ritrovo alle 20.15 all'ingresso principale del Parco
(Porta di Monza, Viale Brianza)
Prenotazione obbligatoria.: 389.4734048, partecipazione gratuita

Biblioteca Civica dei Ragazzi di Monza
Piazza Trento e Trieste 6 - Tel. 039324197

Sabato 23 ottobre

ore 11.00
Omaggio a Rodari

con Valerio Bongiorno.
Informazioni: 039.324197
Lettura teatrale
Ingresso gratuito

 

 

Festa del Teatro 2010
Programma in Brianza


ARCORE

Teatro Nuovo, Via San Gregorio 25, tel. 039 6013531

Domenica 24 ottobre, ore 15.00

La battaglia di Emma

con la Compagnia Teatrale Mattioli
Per bambini dai 3 ai 10 anni, 3 euro

Domenica 24 ottobre, ore 21.00
Filarmonica Clown
Don Chisciotte

di Cervantes-Polivka
Spettacolo per tutti, 4 euro


BOVISIO MASCIAGO

Teatro La Campanella, Piazza Anselmo IV, tel. 334 7007686

Sabato 23 ottobre, ore 21.00

Teatro de Gli Incamminati, Teatro sul Filo, Filarmonica Clown
Tiranott

di Lino Pedullà, con Marino Zerbin, Piero Lenardon,
regia di Paola Bea e Piero Lenardon, ideazione scenografica di Marcello Chiarenza.
Informazioni: 334.7007686, 4 euro

Sabato 23 ottobre, ore 22.30
Teatro sul Filo, Teatro La Campanella, Teatro in-folio
Storie come il pane che sta bene con vino e salame

da Stefano Benni, Carlo Emilio Gadda, Giovannino Guareschi, Gino & Michele,
a cura di Valerio Bongiorno e Michela Marelli, con Valerio Bongiorno (voci) e Francesco Chebat (tastiere).
Informazioni: 334.7007686, 4 euro

 

BRUGHERIO

Teatro San Giuseppe, Via Italia 76, Tel. 039.870181


Sabato 23 e domenica 24 ottobre, ore 21.00

Parsifal... Now

Scritto e realizzato dai giovani ed adolescenti della Parrocchia di San Bartolomeo, musiche originali ed eseguite dal vivo; coreografie, scenografie, costumi e allestimenti sono tutti ideati e realizzati dagli stessi giovani.
Informazioni: 039.870181 - Ingresso gratuito

Domenica 24 ottobre, ore 16.00
Guardo gli asini che volano

di e con Dante Cigarini
Una sequenza inarrestabile di buffi personaggi si contendono il palcoscenico per dare una risposta alla madre di tutte le domande "Gli asini possono volare?".
Informazioni: 039.870181
Per bambini dai 4 anni, 3 euro

 

CESANO MADERNO

Centro Don Virginio Pedretti, Via Molino Arese 15, Tel. 0362.546397

Domenica 24 ottobre, ore 15.00

Compagnia Teatrale Daccapo di Bergamo
A spasso nello spazio

scritto e diretto da Massimiliano Fenaroli e Marcello Nicoli
con Marco Pedrazzetti, teatro d'attore, fiaba con il coinvolgimento "attivo" degli spettatori.
Uno spettacolo comico in cui percorrere chilometri immaginari, attraversare confini, superare limiti, viaggiarenel cielo, sull'acqua, sulla terra, con la fantasia, conquistare mete e traguardi.
Informazioni: 0362.546397
Per bambini dai 3 agli 11 anni, 3 euro


CONCOREZZO

Teatro San Luigi, Via De Giorgi 56, Tel. 039.6040948

Sabato 23 ottobre

ore 21.00
Gli Eccentrici Dadarò, Ergon Comunicazione
Il Signor G

Canzoni, video, letture per conoscere Giorgio Gaber. A cura di Andrea Pedrinelli, con Andrea Pedrinelli e Rossella Rapisarda. "Il Signor G" è il progetto didattico ufficiale della Fondazione Giorgio Gaber, nato nel 2004 per far conoscere il Signor G soprattutto agli studenti, dalle medie inferiori alle università.
Spettacolo per tutti, 4 euro

 

LIMBIATE

Teatro Comunale, Via Valsugana 1 - Tel. 02.99501221


Sabato 23 ottobre, ore 21.00

Strade della voce

Voce recitante di Viviana Nicodemo, a cura di Sofia Pelczer. La poesia ha sempre avuto un legame naturale con il teatro. E anche diversi autori contemporanei di area milanese hanno espresso nelle loro opere questo rapporto con la voce e il palcoscenico.
Spettacolo per tutti, 3 euro

NOVA MILANESE

Auditorium Comunale, Via Giussani-Piazza GIO.I.A, Tel. 0362.43498

Sabato 23 ottobre, ore 21.00

I 65 colori della Pace

di Fabio Agostoni, canzoni e musiche eseguite da "I Musicanti della Pace": Andrea Di Lillo, Simone Varamo, Davide Naclerio, Federico Zorzi. Narratori: Fabio Agostoni, Gigi Rosa, Lucia Schillaci. Performance-teatrale con mostra su 65 personaggi che hanno segnato la storia della Pace nel mondo. Attraverso il richiamo ai 7 colori della Bandiera della Pace, lo spettacolo si svilupperà con narrazioni, citazioni, filmati e brani musicali.
Informazioni: 0362.43498, 3 euro


SEREGNO

Teatro San Rocco Via Cavour 83,  Tel. 0362.230555

Domenica 24 ottobre, ore 16.30

La Divina Commedia

Viaggio di Dante dall'"Inferno" al "Paradiso", musiche di Marco Frisina, liriche di Marco Frisina e Gianmario Pagano, regia di Maurizio Colombi. Recital con i protagonisti della "Divina Commedia" che recitano e cantano passaggi significativi dell'opera.
Recital di 40 minuti. Ingresso gratuito

Teatrando c/o Istituto Ballerini, Via Verdi 77 (II piano) - Tel. 0362.328369

Sabato 23 ottobre

Una giornata in Accademia

ore 9.00/20.00: Recitazione, Voce e Dizione, Danza Contemporanea, Storia del Teatro.
Prenotazioni: lunedì/giovedì dalle ore 10.00 alle 13.00, partecipazione gratuita  -
Info: 0362.328369

Sabato 23 ottobre, ore 21.00
Volevo essere in un film

con gli allievi del primo anno dell'Accademia.
Al termine della serata un buffet offerto da Teatrando per i 10 anni di attività.
Prenotazioni: lunedì/giovedì dalle ore 10.00 alle 13.00, partecipazione gratuita
Info: 0362.328369

 

VIMERCATE

Spazio Capitol,  Via Garibaldi 22, Tel. 039.6084811

Sabato 23 e domenica 24 ottobre, ore 21.00

Cooperativa Tangram
Palco comico

Cabaret, corti cinematografici, comicità sul palco.
Informazioni: 039.6084811 4 euro

TeatrOreno, Via Madonna 14 (Oreno di Vimercate), Tel. 039.6389364

Domenica 24 ottobre, ore 11.00 - delleAli

Ditamaniocchibocca Filastrocche e coccole

di e con Alessandra Anzaghi e Francesco Pitillo (carillon)
Prenotazioni: 039.6389364.
Per bambini da 1 a 3 anni, 3 euro

Domenica 24 ottobre, ore 16.00
Improvincia
139 di sana e robusta Costituzione

Format di improvvisazione teatrale dedicato alla Costituzione Italiana.
Informazioni: 039.6389364 4 euro

Domenica 24 ottobre, ore 18.00
Opificio Teatrale
Panchine. Come uscire dal mondo senza uscirne

con L. Benedetti, R. Casiraghi, S. Mausoli, U. Rovetti, D. Seregni, M. Varesi, regia di A. Cassinotti.
Informazioni: 039.6389364 4 euro

Domenica 24 ottobre, ore 21.00
delleAli
ODIssea. Videolettura/concerto per voci ed elettronica

una produzione delleAli/textura con il sostegno di Fondazione Cariplo - Progetto ETRE
e del Sistema Bibliotecario Milano Est. Prima nazionale
Informazioni: 039.6389364 4 euro

 

Gli autori di Vorrei
Antonio Cornacchia
Author: Antonio CornacchiaWebsite: www.antoniocornacchia.com

Mi chiamo Antonio Cornacchia, per gli amici Ant (nel senso di formica). Sono art director e designer della comunicazione, ho studiato all'Accademia delle Belle Arti.
Come esperto di comunicazione visiva, curo campagne pubblicitarie e politiche, progetti grafici ed editoriali. Studio e realizzo siti web per giornali, istituzioni, aziende, enti non profit.
Dal 2008 dirigo la rivista non-profit Vorrei di cui ho ideato anche il progetto editoriale. Sono giornalista pubblicista dal 1996.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.


Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?