Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Muskuidd al vincotto

L’Action Painting di Jackson Pollock accostata ai capunti dolci e pepati

Culture ~ Marta Abbà

Come stanno le cose per Giorgio Odifreddi

Al Manzoni di Monza uno spettacolo conferenza che può aver sorpreso: chi si aspettava dal matematico “impertinente” invettive e provocazioni si è trovato sul palco un divulgatore scientifico accattivante e innamorato del sapere

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Maledetta Dopamina. Rumore e creatività

BandAutori 49. Nel primo numero del 2017 il noise rock strumentale dei Maledetta Dopamina, atipico trio brianzolo. Con "Libri che suonano" indaghiamo il rapporto tra Giorgio Gaber e Re Nudo.

Culture ~ Carmela Tandurella

Andrej Longo e i ragazzi di Napoli

Voci e storie dal Sud. Tra voglia di riscatto e dannazione, la letteratura dello scrittore nell'intervista di Vorrei

Persone ~ Vorrei

Buona accoglienza, istruzione, integrazione, ascolto. L'esempio di Zavattarello

Nel paese in provincia di Pavia un gruppo di ragazzi, provenienti da Africa e Asia, sosta in attesa dello status di rifugiato. Un vero e proprio laboratorio di integrazione che suscita sempre più curiosità

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. Il viaggio di Tobia

I genitori e il figlio si accoccolarono attorno alla stufa. La madre si fece coraggio, congiunse le mani e supplicò: “Tobia non partire. Non partire.”  

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Il Best Of 2016 di BandAutori

BandAutori 48. In questo numero il riassunto dell'anno che va a finire e i nostri Best Of degli ultimi dodici mesi. Con "Libri che suonano" torniamo ai primi anni dei Mercanti Di Liquore.

Culture ~ Anna Lucia Cagnazzi e Sante Cutecchia

Domenico Notarangelo. In una mano la storia millenaria dei santi padri contadini

Fotoreporter e uomo politico del sud Italia. Pugliese di nascita e lucano per scelta. Attivista del PCI, si è dedicato con passione, sincerità e meticolosità alle vicende della cultura e della vita contadina di quelle terre che Cristo aveva dimenticato di raggiungere.

Culture ~ Antonio Cornacchia

La fotografia di Cesura

   Hanno cominciato andando a bottega da Alex Majoli, sono quasi tutti monzesi ed ex studenti ISA. Lavorano in giro per il mondo, raccolgono premi con reportage, libri e mostre. Intervista a Luca Santese del collettivo Cesura

Persone ~ Francesco Achille

La punta dell’iceberg

Diceva Ken Saro-Wiwa, importante scrittore nigeriano scomparso nel 1995 “Provo sgomento per la vergognosa povertà del mio popolo che vive su una terra molto generosa di risorse; provo rabbia per la devastazione di questa terra; provo fretta di ottenere che il mio popolo riconquisti il suo diritto alla vita e a una vita decente”.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Pop X. Pop post-moderno

BandAutori 47. In questo numero Pop X col suo sguardo post-moderno, ironico e folle sull'electro. Per "Libri che suonano" i Tasaday si raccontano.

Persone ~ Caterina Guerrieri

I racconti in immagini di Luciano Montemurro

«Non c’è nulla di romantico nella mia fotografia» Si definisce uno sradicato, lui che ha lasciato Corato per andare a studiare a Firenze e che poi è rimasto altrove, a Limido Comasco per l’esattezza

Lavori ~ Ivan Commisso

La morte vi fa belli, cari pensionati

Come anche l’INPS perora eventuali misure perequative delle pensioni che accorcino la vita media. Il lessico è forbito ma la sostanza è quella.

Culture ~ Juri Casati

Kevin Bacon, Pippo Franco, cimici e foche

Mark Buchanan racconta la storia della “scienza delle reti” dagli anni Sessanta ai nostri giorni

Culture ~ Antonio Cornacchia

La pornografia del dolore

Mostrare immagini di bambini morti e di vittime devastate è lecito? è utile? ha senso? Tre articoli di Gli stati generali e qualche nostra postilla sulla superficialità della condivisione social e sulla necessità di non fermarsi alle emozioni e di puntare alla consapevolezza

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Spaghetti al pesce spada verde

Il mare incontra la terra e uno strano incanto prende forma

20150125 wir cover1

Women in Run: una campagna sociale nata sul web e culminata sabato 24 gennaio 2015 con una corsa

Con lo stesso meccanismo di replicazione di un virus, un contenuto mediatico sul web diventa virale quando riesce a raggiungere e a diffondersi per un grandissimo numero di utenti.Questo è ciò che è accaduto per Women in Run, un gruppo monzese nato nel web l’estate scorsa con l’idea di far incontrare donne che corrono da sole e “accompagnarle” nel loro percorso di runners amatoriali con trainer professionisti, ma anche con l’intento di fare gruppo per sentirsi più sicure. La sicurezza è infatti una delle maggiori “controindicazioni” di questo sport, soprattutto per le donne che si sentono insicure a correre da sole nei parchi, lungo i sentieri, nelle città e nelle periferie, di giorno quanto di sera.

 

20150125 Jennifer Isella

Jennifer Isella

 

La community, dopo l’aggressione subita da Irene da parte di un “branco” nel cuore di Milano, lungo il Naviglio Grande e in pieno giorno alcuni mesi fa, ha lanciato su Facebook il flash-mob a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne e ha raccolto 6 mila adesioni. Jennifer Isella, ideatrice dell’evento, e Lidia Sbalchero sono riuscite nel miracolo di coordinare e organizzare a livello nazionale e in pochissimo tempo più di quaranta runners ,che a loro volta hanno presidiato altrettante città. Women in Run è diventata così una risposta, un coro unanime forte e chiaro di tante donne che non vogliono più avere paura, stanche di subire violenza fisica, psicologica e sessuale.

 

20150125 Foto di Gruppo

 

Il Parco di Monza si Tinge di Rosso

Così, grazie al tam-tam della rete, sabato 24 gennaio 2015, guidate da Jennifer più di cinquanta donne vestite di rosso si sono ritrovate, cercate, abbracciate al Parco di Monza. Significativa la presenza delle Onlus operanti sul territorio nazionale a sostegno delle donne in difficoltà e di quelle dedicate a temi specifici come Rare Partners. Una impresa sociale nata a marzo, come spiega la coordinatrice Marcella Zaccariello, con lo scopo di supportare lo sviluppo di nuove terapie e strumenti diagnostici nel settore delle malattie rare; l’idea chiave che sta alla base dell’iniziativa è quella di utilizzare risorse finanziarie non profit (pubbliche e private) abbinate a competenze di sviluppo industriale messe a disposizione dall’organizzazione.

 

20150125 Marcella Rare Partners

 

In una società dove cresce sempre di più l’indipendenza femminile, le nuove generazioni di donne hanno messo in discussione l’identità di alcuni uomini, svelando la loro fragilità che si traduce spesso in violenza. Occorrerebbe ad esempio, operare sulle nuove generazioni di ragazzi e ragazze, organizzando incontri nelle scuole per spiegare che la violenza fisica non è mai dovuta, che la violenza verbale e psicologica è forse peggiore e che non è accettabile, a maggior ragione, in un rapporto di coppia. Bisognerebbe intervenire anche in tutte le forme di comunicazione mediatica, pubblicitaria in primis, dove spesso si continua a proporre un’immagine che ferisce e degrada le donne. L’unione fa la forza, si sa, e quando ad unirsi sono donne molto determinate, si può sperare di cominciare davvero una nuova era del rispetto di genere.

 

I dati del femminicidio in Italia

20150125 femminicidio

Dati elaborati da Repubblica.it

Gli autori di Vorrei
Luigi Dionisio
Author: Luigi Dionisio

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?