Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Culture ~ Pino Timpani

La delizia dei Rasini

Tra le iniziative collegate a Ville Aperte, un nuovo appuntamento con il Prof. Graziano Vergani alla scoperta delle bellezze di Palazzo Rasini, attuale sede del Comune di Cavenago Brianza

Persone ~ Sergio Civati

Saharawi: tra accoglienza, muri nel deserto, sorrisi monzesi

Il racconto di un'esperienza di volontariato che apre spunti di riflessione su una tragedia di cui spesso, o sempre, il mondo occidentale si dimentica. O finge di dimenticarsi

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Mimes Of Wine e Messina Signorile. Qualità internazionale

BandAutori 37. Il folk-rock a tinte scure dei Mimes Of Wine e l'elettronica jazz di Messina Signorile sfidano i recinti e i confini italici. Per "Libri che suonano" il Festival di Licola del 1975

Culture ~ Vorrei

Libritudine 2016, tutti gli appuntamenti

Parte il 29 settembre l'ottava edizione della rassegna diffusa promossa dal Comune di Lissone. Fra gli ospiti Massimo Zamboni, Giancarlo Caselli,Giuseppe Culicchia, Alessandro Robecchi e Vincenzo Zitello. In anteprima il programma completo data per data

Culture ~ Juri Casati

L'intramontabile Brera

Il Saggiatore ha pubblicato un’antologia di articoli (sportivi e non) del grande Gianni Brera, il principe della zolla: grandi partite, corse in bicicletta, nebbie padane.

Culture ~ Pino Timpani

Ville Aperte in Brianza si quadruplica

Gianpiero Bocca, responsabile del progetto strategico Distretto culturale di Monza e Brianza, ci parla dell'edizione 2016. Alle tre province di Monza, Como e Lecco si aggiungono altri tre comuni del Milanese. 

Culture ~ Vorrei

La Squadra. Portrait Project

   Il progetto fotografico di Marco Pittaluga sulla squadra di calcio della FOA Boccaccio «La provenienza dei calciatori? Lissone, Monza, Milano, Siciilia, Ukraina, Nigeria, Gambia, Ghana... Ogni componente un giocatore ed insieme sono una squadra».

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Il Complesso di Tadà! e Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Classici da fine estate

BandAutori 36. Finisce l'estate con la nostalgia Sixties de Il Complesso di Tadà! e con le cover blues morriconiane di Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Per "Libri che suonano" Gianco e Manfredi nella Milano di fine Settanta-inizio Ottanta.

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Ode al cibo (buono e bello)

La preziosità dei beni enogastronomici estivi esaltata attraverso la tradizione, le immagini e la poesia di Pablo Neruda 

Culture ~ Simone Camassa

Non mi ha fatto ridere

Charlie Hebdo e la diatriba satira sì satira no(n riuscita). Un po' di storia e riflessioni a mente fredda sulla satira e sul suo ruolo nella società moderna

Persone ~ Antonio Cornacchia

#BrianzaSocialDay. Il primo ottobre invadiamo i social con i colori della Brianza

  Una iniziativa semplicissima (e bellissima): per 24 ore fotografiamo la Brianza e condividiamo le immagini su tutti i social network usando l'hashtag #MonzaSocialDay. Con il tema di questo primo anno sfatiamo un luogo comune: dimostriamo che la Brianza è tutt'altro che grigia!

Persone ~ Rosalba Favale

Simone Tangolo. Vivere il teatro

Andare al teatro vuol dire una medesima vibrazione con l’attore, ovvero abitare un posto, accorgermi del mio vicino, della testa di fronte, di quello dietro, della collettività che c’è intorno a me fino in fondo, all’ultimo tecnico dietro al palco, o al bigliettaio dell’ingresso, e semmai mi fossi accorta del suo gesto, del suo sguardo. 

Culture ~ Antonio Cornacchia

Seveso, un anniversario da ricordare. Anche con i fumetti

  Becco Giallo ha pubblicato “Il caso Seveso”, scritto da Francesca Cosi e  Alessandra Repossi, disegnato da Sara Antonellini ripercorre i giorni del luglio 1976 quando la nube di diossina inquinò la bassa Brianza

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Agorà e KHOMPA. Sperimentazione ieri e oggi

BandAutori 35. Viaggio nella sperimentazione sonora con il prog anni '70 degli Agorà e l'elettronica iper-tecnologica di KHOMPA. Per "Libri che suonano" il disco solista di Mauro Repetto.

Culture ~ Caterina Guerrieri

Il vagabondo che racconta i luoghi

Far vivere i luoghi e le realtà che viviamo, non da turisti ma da viaggiatori, nel rispetto reciproco della comunità, dell’ambiente, dell’economia locale e promuovere principi e pratiche del turismo responsabile

Culture ~ Alfio Sironi

Riflessioni attorno al festival di Aliano

Per la quarta volta, è andato in scena ad Aliano il “Festival della paesologia” voluto e diretto da Franco Arminio. Sollecitato da opinioni contrastanti, il nostro inviato ha seguito la rassegna, provando a riflettere su pregi e difetti

20130528-carroponte

Anche se il maltempo ha fatto rimandare l'apertura con i Teatro dell'orrore, parte domani con Adam Green il lungo cartellone di appuntamenti dell'Arci a Sesto San Giovanni. I nostri consigli per le date da non mancare

 

Anche in questo 2013, per quello che ormai è il quarto anno consecutivo, torna il Carroponte.

A partire da stasera, 29 maggio, anzi da domani a causa del maltempo che ha portato all’annullamento del concerto del Teatro Degli Orrori, e fino al 14 settembre, Sesto San Giovanni diventerà uno dei centri nevralgici dell’estate musicale non solo milanese ma italiana.

Come ormai da tradizione, la proposta musicale sarà quanto più varia possibile, unendo nomi che possono ormai essere considerati come habituée del palco sestese a debuttanti, vere e proprie leggende della musica a giovani al primo disco, rocker pieni di cattiveria a cantautori solitari e riflessivi, gruppi ska in grado di far ballare chiunque a sperimentatori.

L’impegno profuso da Arci Milano per la realizzazione di questa nuova stagione è stato ancora una volta ingente: tre mesi e mezzo di programmazione, due palchi principali con in più anche il Palco della Luna, dedicato a proposte più intime, come concerti acustici o reading, punti bar e ristoro interni ed esterni rispetto alla zona concerti. La speranza ora è che l’estate arrivi davvero e che il maltempo non rovini troppe serate come in questi ultimi mesi.

Noi di Vorrei iniziamo intanto a consigliarvi quelle che secondo noi saranno le serate imperdibili di Carroponte 2013 tra quelle già programmate (fino a circa metà agosto quindi), cercando anche di sintetizzare il motivo per cui è doveroso esserci:

30 maggio – Adam Green, genietto indie

10 giugno – Canzoniere Grecanico Salentino, la vera pizzica

12 giugno – 30 anni di Ortodossia, la storia del punk italiano

14 giugno – Hayseed Dixie, il punto di contatto tra country e hard rock

20 giugno – Lee Ranaldo, chitarrista dei Sonic Youth

25 giugno – Statuto, 30 anni di ska, modernismo e impegno

27 giugno – Thony, la cantautrice di domani

28 giugno – Nada, da Che Freddo Fa a oggi sempre con classe

4 luglio – Perturbazione, il pop italiano come dovrebbe essere

6 luglio – Glen Hansard & Lisa Hannigan, canzoni e voci che colpiscono dritte al cuore

7 luglio – Cat Power, forse la miglior cantautrice oggi al mondo

10 luglio – Soulfly, un po’ di cattiveria ci vuole

15 luglio – Rokia Traoré, la magia del blues maliano

18 luglio – Toots & The Maytals, il vecchio ska non delude mai

19 luglio – Max Gazzé, la nuova scuola cantautorale italiana, sorrisi e ottimi testi

25 luglio – Patti Smith, la cantautrice punk per eccellenza, la voce di New York

27 luglio – Devendra Banhart, il nuovo folk, con un pizzico di follia

30 luglio – Fast Animals and Slow Kids, giovani, italiani e rock’n’roll

5 agosto – Rue Royale, la bellezza della semplicità, una coppia e le sue canzoni

8 agosto – Comaneci, cantautrice italiana di respiro internazionale

Gli autori di Vorrei
Fabio Pozzi
Author: Fabio Pozzi

Nasce nel 1984. Studi liceali e poi al Politecnico. La grande passione per la musica di quasi ogni genere (solo roba buona, sia chiaro) lo porta sotto centinaia di palchi e ad aprire un blog. Non contento, inizia a collaborare con un paio di siti (Indie-Eye e Black Milk Mag) fino ad arrivare a Vorrei. Del domani non v'è certezza.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.


Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?