Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Persone ~ Antonio Cornacchia

Tutti i colori di Monza

  Straniero io?, il film di Carlo Concina e Cristina Maurelli – prodotto da Liberi Svincoli con il contributo del Comune di Monza – restituisce dignità di nome e cognome agli "stranieri" della città

Culture ~ Marta Abbà

Tim Parks nella Bruma

Scrittura e traduzione nel lavoro dello scrittore inglese. L'Italia vista da dentro e vista da fuori. «Mi piace l’Italia di Starnone e Latronico. Le voci di chi scrive gli affondi nelle grandi testate mi sembrano assai logore. Dico che bisognerebbe “rottamare” un po’ di più, a rischio di sembrare renziano.»

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Garofano Rosso. Colonne sonore techno

  BandAutori 53. L'incontro tra le colonne sonore e la musica elettronica del produttore Giorgio Luceri, in arte Garofano Rosso. Con "Libri che suonano" ci spostiamo invece in ambito sportivo.

Culture ~ Marta Abbà

Io e Amélie Nothomb

Isabella Mattazzi è la nuova traduttrice della scrittrice belga per l'Italia. Nell'intervista rivela una relazione molto intensa “Un lento avvicinamento per cerchi concentrici”. L'esattezza della lingua, i nomi, lo stile.

Culture ~ Elisabetta Raimondi

Shakespeare, il cinema e la scuola

  Coloro che a scuola hanno a che fare con Shakespeare e con la letteratura in generale dovrebbero imparare a vedersi un po’ di più come degli attori, soprattutto se vogliono avere la speranza di infondere nei ragazzi l'interesse verso la cultura

La valigia dei libri ~ Adamo Calabrese

I racconti di Adamo. Il diluvio universale

La stanza è una pozza d’acqua. Noè posa Sara sul tavolo accanto alla cesta del pane. Il camino farfuglia. Noè si volta. Il camino balbetta, soffia, sospira, si lamenta.

Persone ~ Lia Forti

Una serata con Amira Hass a Monza

La giornalista e la situazione attuale in Palestina. La confusione fra antisionismo e antisemitismo e l'invito a non essere accondiscendenti con i governi israeliani, ignorando i loro crimini contro i diritti umani dei palestinesi.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Nadiè. Chitarre e rabbia

BandAutori 52. In questo numero il secondo disco della band catanese, con forti rimandi al rock indipendente anni '90. In "Libri che suonano" ricordiamo la Vox Pop.

Persone ~ Francesco Achille

Ulivo: ritorno al futuro?

Non si tratta di fare l’Ulivo 4.0. Qui si tratta di rifare l’Ulivo punto e basta. Sperando di essere ancora in tempo

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Dimartino & Fabrizio Cammarata. Sulle orme di Chavela Vargas

BandAutori 51. In questo numero il progetto dei due cantautori siciliani in onore della grande artista messicana. Per "Libri che suonano" andiamo a ballare l'italo-disco.

Ambiente ~ Giacomo Correale Santacroce

Papa Francesco deve sapere (e altri ricordare)

Ripercorriamo le vicende del Parco di Monza alla vigilia della visita di Bergoglio

Persone ~ Sergio Civati

Questioni ultime. Il fine vita fra diritto e etica

  Un dibattito voluto dalla Cisl al Carlo Porta di Monza con Beppino Englaro, Don Stefano Cecchetti e Annamaria Colombo

Ambiente ~ Alfio Sironi

Tutelare la fruibilità dei sentieri in Lombardia

Al vaglio della Commissione Cultura la nuova legge regionale sulla rete sentieristica lombarda. Ci sono delle lacune da colmare, lo evidenzia il caso di Casatenovo.

Culture ~ Marta Abbà

Amélie Nothomb e Tim Parks a Bruma 2017

La nuova edizione della rassegna curata da Camilla Corsellini è dedicata alla letteratura straniera. Il  22 febbraio la scrittrice belga e il 1° marzo l'inglese.

Culture ~ Carmela Tandurella

Elisabetta Motta, la poesia e il mistero

Un libro-intervista a dodici poeti. Con illustrazioni di Luciano Ragozzino. Sa avvicinare alla poesia e al suo mistero anche il lettore più provato da tanta pretenziosa oscurità in cui spesso si avvolge la produzione poetica contemporanea.

Persone ~ Romano Bonifacci

L'anima della sinistra, sulle pagine dei suoi giornali

Romano Bonifacci incontra un militante di “lotta comunista” e si ricorda la sua storia di redattore e “strillone” per l'Unità, animata da uno spirito che non c'è più

Sindaco Monza proroga fino a marzo ordinanza contro accattonaggio molesto. In sei mesi Polizia locale ha denunciato più di 200 persone.

Monza, 3 febbraio 2015 - Più di 200 persone sono state denunciate all'autorità giudiziaria per aver violato l'ordinanza del Comune contro l'accattonaggio molesto in punti specifici della città (stazione, zona fontana di largo Mazzini, alcune aree di parcheggio, supermercati e aree verdi cittadine). Il provvedimento è stato firmato nell'estate scorsa dal sindaco Roberto Scanagatti e prorogato, su proposta dell'assessore alla Sicurezza Paolo Confalonieri, fino al prossimo mese di marzo. La nazionalità delle persone denunciate registra la presenza di più di 100 cittadini rumeni, una cinquantina di italiani è una trentina di slovacchi. Il report è stato stilato dalla Polizia locale ed è il risultato dell'attività condotta nei sei mesi di validità dell'ordinanza. Questa è stata adottata in seguito a una campagna condotta dal comando dei vigili, durante la quale sono stati messi sotto osservazione puntuale comportamenti di diverse persone stazionanti nei pressi di alcuni luoghi cittadini specifici. Queste persone, è stato rilevato, spesso sono state colte in stato di ubriachezza per l'eccessivo consumo di alcolici nella pubblica via o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, manifestando di conseguenza comportamenti palesemente aggressivi, soprattutto nei confronti di anziani e di donne con bambini. "L'ordinanza è uno strumento che abbiamo scelto di applicare in situazioni precise da tempo segnalateci come critiche e non rappresenta crociate contro nessuno - commenta l'assessore alla Sicurezza, Confalonieri. È un deterrente che in questi mesi si è rivelato utile per scoraggiare comportamenti non sopportabili dai cittadini, che hanno diritto alla tutela della loro tranquillità. Lo strumento è sempre stato affiancato dall’offerta alle persone che lo richiedono di percorsi di uscita dal disagio, anche grazie alla disponibilità e al lavoro del personale dei servizi sociali del Comune e delle associazioni di volontariato che affiancano l’amministrazione". Il testo dell'ordinanza è consultabile sul sito internet del Comune: www.comune.monza.it

Ufficio stampa del Comune

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?