Vorrei | Rivista non profit

Rivista non profit di cultura, ambiente e politica.

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Dirotta Su Cuba e Carlo Martinelli. Nuove vite musicali

BandAutori 38. In questo numero il ritorno dei Dirotta Su Cuba e l'esordio solista di Carlo Martinelli dei Luminal. Per "Libri che suonano" il rapporto tra partiti di destra e musica.

Persone ~ Luigi Dionisio

Le storie di Annagiò per uno stile di vita sano

Un progetto degli studenti del liceo “Nanni Valentini” di Monza per promuovere la Dieta Mediterranea e prevenire l’obesità, le patologie cardiovascolari, i tumori e le epidemie più diffuse. Il 4 ottobre al Binario 7

Culture ~ Pino Timpani

Per ville e monasteri in Brianza

Il nostro tour in Ville Aperte 2016 prosegue nella splendida Villa Gallarati Scotti di Oreno e nel poco noto, ma prezioso, ex Monastero Benedettino di Brugora a Besana Brianza

Ambiente ~ Giacomo Correale Santacroce

I confini del diritto di costruire

«Io credo che, al giorno d’oggi, costruire sulle poche aree libere da costruzioni dovrebbe essere vietato in assoluto»

Culture ~ Caterina Guerrieri

Dietro il muro di Gaza

«A Gaza anche il mare è un confine, quello che per noi rappresenta il massimo concetto di libertà, qui è un confine, e ai pescatori sparano tutte le notti». “Be filmaker a Gaza” di Valerio Nicolosi

Culture ~ Pino Timpani

La delizia dei Rasini

Tra le iniziative collegate a Ville Aperte, un nuovo appuntamento con il Prof. Graziano Vergani alla scoperta delle bellezze di Palazzo Rasini, attuale sede del Comune di Cavenago Brianza

Persone ~ Sergio Civati

Saharawi: tra accoglienza, muri nel deserto, sorrisi monzesi

Il racconto di un'esperienza di volontariato che apre spunti di riflessione su una tragedia di cui spesso, o sempre, il mondo occidentale si dimentica. O finge di dimenticarsi

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Mimes Of Wine e Messina Signorile. Qualità internazionale

BandAutori 37. Il folk-rock a tinte scure dei Mimes Of Wine e l'elettronica jazz di Messina Signorile sfidano i recinti e i confini italici. Per "Libri che suonano" il Festival di Licola del 1975

Culture ~ Vorrei

Libritudine 2016, tutti gli appuntamenti

Parte il 29 settembre l'ottava edizione della rassegna diffusa promossa dal Comune di Lissone. Fra gli ospiti Massimo Zamboni, Giancarlo Caselli,Giuseppe Culicchia, Alessandro Robecchi e Vincenzo Zitello. In anteprima il programma completo data per data

Culture ~ Juri Casati

L'intramontabile Brera

Il Saggiatore ha pubblicato un’antologia di articoli (sportivi e non) del grande Gianni Brera, il principe della zolla: grandi partite, corse in bicicletta, nebbie padane.

Culture ~ Pino Timpani

Ville Aperte in Brianza si quadruplica

Gianpiero Bocca, responsabile del progetto strategico Distretto culturale di Monza e Brianza, ci parla dell'edizione 2016. Alle tre province di Monza, Como e Lecco si aggiungono altri tre comuni del Milanese. 

Culture ~ Vorrei

La Squadra. Portrait Project

   Il progetto fotografico di Marco Pittaluga sulla squadra di calcio della FOA Boccaccio «La provenienza dei calciatori? Lissone, Monza, Milano, Siciilia, Ukraina, Nigeria, Gambia, Ghana... Ogni componente un giocatore ed insieme sono una squadra».

Culture ~ Fabio Pozzi & Massimo Pirotta

Il Complesso di Tadà! e Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Classici da fine estate

BandAutori 36. Finisce l'estate con la nostalgia Sixties de Il Complesso di Tadà! e con le cover blues morriconiane di Stella Burns and The Lonesome Rabbits. Per "Libri che suonano" Gianco e Manfredi nella Milano di fine Settanta-inizio Ottanta.

Il buono e il bello ~ Gianni Miglionico

Ode al cibo (buono e bello)

La preziosità dei beni enogastronomici estivi esaltata attraverso la tradizione, le immagini e la poesia di Pablo Neruda 

Culture ~ Simone Camassa

Non mi ha fatto ridere

Charlie Hebdo e la diatriba satira sì satira no(n riuscita). Un po' di storia e riflessioni a mente fredda sulla satira e sul suo ruolo nella società moderna

Persone ~ Rosalba Favale

Simone Tangolo. Vivere il teatro

Andare al teatro vuol dire una medesima vibrazione con l’attore, ovvero abitare un posto, accorgermi del mio vicino, della testa di fronte, di quello dietro, della collettività che c’è intorno a me fino in fondo, all’ultimo tecnico dietro al palco, o al bigliettaio dell’ingresso, e semmai mi fossi accorta del suo gesto, del suo sguardo. 

20080926-bau-01-a.jpg

Da Parenzo e il suo "Romanzo padano" ai "Suoni antichi", mostre, incontri e concerti nella sede di via Italia

Venerdì 6 Febbraio 2009
ore 18.30
Inaugurazione della mostra
DIVENTARE VEGAN
LE RAGIONI DI UNA SCELTA RESPONSABILE

A cura di Oltre La Specie
Sono miliardi gli animali che ogni anno vengono uccisi per essere trasformati in prodotti alimentari, dopo una breve vita in cui vengono costretti a vivere incatenati o chiusi in gabbie sovraffollate: ma il nostro “mangiare carne” quanta sofferenza provoca agli animali? E quali sono le conseguenze ambientali degli allevamenti intensivi?
Questa mostra vuole mettere in luce le motivazioni che dovrebbero condurre alla scelta di diventare vegan (vegan è colui che non consuma carne e nemmeno prodotti di origine animale – quali latte, formaggi, uova, miele – non indossa pelle e lana e non acquista prodotti sperimentati su animali): una scelta responsabile e consapevole basata fondamentalmente su ragioni etiche ma anche ambientali e sociali, che verranno illustrate attraverso dei pannelli.
La quasi totalità dei prodotti animali proviene da allevamenti intensivi dove gli animali vivono in condizioni estreme senza nessun rispetto per le loro esigenze fisiologiche ed etologiche, con il solo scopo di raggiungere la massima produttività nel minor tempo possibile, fino al momento del loro arrivo al macello: stipati nei camion, senza potersi muovere, bere o mangiare giungono in gravissime condizioni dopo trasporti lunghi ed estenuanti. E’ accettabile tutto ciò? Senza dimenticare inoltre che gli allevamenti intensivi, secondo un rapporto della FAO, sono tra le principali cause dell’effetto serra, della contaminazione delle acque e delle piogge acide: basti pensare che servono 16 kg di cereali per produrre solamente 1 kg di carne e che tutto il resto è costituito da deiezioni contenenti prodotti chimici quali farmaci e fertilizzanti (di cui gli animali sono imbottiti) che inquinano fortemente l’ambiente.
Diventare vegan costituisce pertanto un passo decisivo per un cambiamento futuro e ognuno di noi, attraverso le proprie scelte quotidiane, può contribuirvi: questo è quanto viene auspicato con l’allestimento di questa mostra che vuole guidare passo per passo il visitatore verso una scelta responsabile che non può più essere rimandata.
La mostra sarà visibile fino al 17 febbraio

 

Domenica 8 Febbraio 2009
ore 11
Concerto di
Suoni Antichi

Prosegue la  rassegna di musica popolare “La Musica nell’uovo” e questa domenica suona alla Feltrinelli di Monza il gruppo Suoni Antichi. Dicono di sé: “Nonostante le nostre diverse provenienze musicali, abbimo fatto della musica antica il nostro linguaggio comune. Ciò che ci appassiona è la libera rielaborazione di musiche che non possiedono specifiche indicazioni strumentali e che quindi lasciano spazio ad  una interpretazione del tutto personale. Le nostre scelte si concentrano soprattutto sul repertorio rinascimentale profano, là dove il colto di ispira al popolare”.
I Suoni Antici sono:
Chiara Lucchini – Flauto soprano, flauto contralto, voce contralto, voce soprano.
Eleonora Sala – Salterio contralto, voce solista, voce soprano, voce contralto, organo.
Maurizio Malavasi – Salterio soprano, organo, spinetta, flauto soprano, voce basso.
Damiano Rota – Spinetta, voce tenore, voce basso.

 

Domenica 8 Febbraio  -  ore 18.30
Presentano
Letizia Cherubino e Andrea Vetralla
“Ti amo, DAVVERO”  edito da Eusmewil Edizioni

Interviene
Mel Balsamo – RadioRCS
Accompagnamento musicale a cura di
Alenicobenz di Radioreporter
voce e piano
Ospiti d’eccezione
STEFANO CENTOMO - prefatore del romanzo
TONY AMODIO - bassista dei Bee Hive e cantautore
Con la partecipazione straordinaria degli
Studio3
Scrive Letizia Cherubino: “Ci si passa giorni e notti a riflettere sul senso delle parole, ad accostarle l'un l'altra, a sussurrarne il suono, a giocare con le infinite combinazioni, sfumature, significati. Per uno scrittore il titolo di un libro è come il nome di un figlio, non si può sbagliare, perché lo accompagnerà per tutta la vita e gli si cucirà addosso come un vestito fatto su misura…
DAVVERO... Forse sarebbe bastato un avverbio, una sola parola... Poi, ... la storia prosegue, le parole diventano tante e anche le pagine, i personaggi... beh... quelli fan capricci... Come gli scrittori. E allora... dai, Andrea... un'altra parola... una sola... o due forse... Cosa si vorrebbe fosse... DAVVERO? Cosa ognuno di noi vorrebbe sentirsi dire e vorrebbe poterci credere SUL SERIO, VERAMENTE... IN VERITA'? La cosa più scontata? Già... la cosa più scontata... Che poi scontata non lo è mai perché spesso, per paura-rabbia-dolore, si dice poco, si dice troppo a bassa voce o si dice senza darle il giusto SENSO... Già... il SENSO delle cose, delle cose e delle parole... E allora? E allora Ti amo (scritto piccolo). Ma non Ti amo e basta... Ti amo, DAVVERO. E DAVVERO è in grande. Perché è lì che il cuore batte, nella verità di una parola che- pagina dopo pagina - acquisisce senso. Senso e significato. Questo il titolo. Il titolo del romanzo scritto a quattro mani da me e Andrea”.
Letizia Cherubino ha esordito nel 2005 con il romanzo AQuattroMani (Ed. Eumeswil) scritto con il regista romano Jonny Triviani. Nel 2006 ha pubblicato sempre con Eumeswil, Villaggio Vacanze, assieme ad Antonio Arcidiacono e il romanzo parzialmente autobiografico Verso te. Nel gennaio 2008 è la volta di Accordi Dissonanti, libro che ha suscitato molto interesse. Collabora con diversi cantautori e band per la stesura di testi.

 

Martedì 10 febbraio 2009
ore 19,00
Incontro con
David Parenzo e Davide Romano
autori del libro “Romanzo padano”- edito da Sperling & Kupfer

Intervengono
MASSIMO ZANELLO
Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia
FLAVIO SANGALLI
Amministratore Delegato Sviluppo Brianza Moderatore
LEONARDO BORIANI - direttore de La Padania
Da movimento di protesta locale, ai limiti del fenomeno di folclore, ad ago della bilancia del Paese, la Lega Nord ha saputo trasformarsi senza cambiare mai. Da sempre la Lega è “testa”, ovvero un nucleo dirigenziale stretto intorno al leader Umberto Bossi, e insieme è “pancia”: impulsiva, rivoluzionaria, vicina all’umore della sua gente, interprete fedele delle sue paure, delle preoccupazioni e degli istinti politicamente scorretti.
Raccontare la storia della Lega Nord significa raccontarne entrambe le facce. Dall’invenzione del “dio Po” al federalismo fiscale, dal “sacro prato” di Pontida agli austeri palazzi romani, dalle camicie verdi al doppiopetto parlamentare: da Bossi a Bossi, vent’anni di aneddoti, personaggi e battaglie narrati senza filtri.
Massimo Zanello, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, presenta “Romanzo Padano” in Feltrinelli allargando così al pubblico brianzolo l’interessante dibattito che nasce dai temi e dalle provocazioni degli autori del libro.
La visione lucida e oggettiva dei fatti raccontati aiuta i lettori - e i partecipanti alla presentazione - a farsi un'idea precisa dei meccanismi che hanno portato il nostro Paese all'attuale composizione parlamentare, indipendentemente dalle diverse opinioni politiche.
Flavio Sangalli, Amministratore Delegato di Sviluppo Brianza, si occupa professionalmente di formazione manageriale e consulenza di direzione. È docente di Organizzazione Aziendale presso le Università di Milano Bicocca e di Bologna. Sui temi della leadership e dell’innovazione organizzativa ha scritto numerosi libri pubblicati dalle Edizioni Il Sole24Ore e Franco Angeli.


Per informazioni:
monza@lafeltrinelli.it

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?