La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza
n. 1927 del 24/9/2008
N° ROC 17857
ISSN 2283-3269

Colophon completo

La giornata della memoria

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

20110127-segre

Video. Indifferenza e disaffezione di ieri e di oggi, la testimonianza di Liliana Segre

 

 

Chi è Liliana Segre

Di origine ebraica, Liliana Segre visse insieme a suo padre e i nonni paterni; sua madre era morta poco dopo la sua nascita. In seguito alle leggi razziali fasciste, introdotte nel 1938, venne espulsa dalla scuola.

Dopo l'intensificazione della persecuzione degli ebrei italiani suo padre la nascose da amici utilizzando documenti falsi. Il 7 settembre 1943 cercò, assieme al padre e due cugini, di fuggire in Svizzera, ma furono respinti dalle autorità svizzere. Il giorno dopo la Segre venne arrestata a Selvetta di Viggiù in Provincia di Varese; a quel momento aveva soltanto 13 anni. Dopo sei giorni nel carcere fu trasferita a Como e alla fine a Milano, dove fu detenuta per quaranta giorni.

Il 30 gennaio 1944 venne deportata al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, il quale raggiunse 7 giorni dopo, il 6 febbraio 1944. Nel maggio del 1944 anche i suoi nonni furono deportati ed uccisi. Il numero di matricola tatuato sull'avambraccio di Liliana Segre è 75190.

Alla selezione Liliana Segre fu scelta per il lavoro in una fabbrica di armamenti che svolse per circa un anno. Durante la sua prigionia subì ancora tre altre selezioni. Alla fine di gennaio del 1945 affrontò la marcia della morte dopo l'evacuazione del campo verso la Germania. Liliana Segre venne liberata il 30 aprile 1945 al campo di Malchow, un sottocampo del campo di concentramento di Ravensbrück. Tornò a Milano solo nell'agosto dello stesso anno.

Il 27 novembre 2008 l'Università di Trieste le ha assegnato la laurea honoris causa in Giurisprudenza.[1] Il 15 dicembre 2010 L'Università degli Studi di Verona le ha assegnato la laurea honoris causa in Scienze pedagogiche.

Particolarmente presso scuole e università Liliana Segre svolge un'attività di testimone molto preziosa.

Da Wikipedia

Gli autori di Vorrei
Author: Marta Abbà

Nata giusto in tempo per esultare ai Mondiali dell'82, trascorre l'infanzia tra pomeriggi di Guardia&Ladri e storie di Roal Dahl e Rodari. Qualche anno dopo si laurea in Fisica, mentre con l'altra mano continua a scrivere e diventa giornalista. Ora tra Milano e Monza, con exploit là dove la cronaca la porta, collabora con una agenzia di stampa, alcuni periodici e un sito di divulgazione scientifica ed ecologia. Ha le antenne accese 24 ore su 24 per ascoltare il mondo, irrimediabilmente "addicted to" cinema, libri e teatro. Solo, però, se condivisi con qualcuno.
Per inseguirla il metodo migliore, se non avete un razzo, è twitter: @martac3h5n3o9

Qui trovi la sua scheda personale con l'elenco dei suoi articoli su Vorrei


Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Leggi anche:
  • Altreconomia: noi siamo quello che leggiamo
    Dossier. Consumo consapevole. Intervista a Pietro Raitano e Luca Martinelli, direttore e redattore del mensile indipendente dedicato a stili di vita e iniziative produttive, commerciali e finanziarie ispirate ai principi di sobrietà, equi...
  • Le Botteghe dell'equo e solidale 3. Arcore
    Dossier. Il consumo consapevole. Intervista ai volontari della Bottega della solidarietà di Arcore, punto d'arrivo di una lunga esperienza degli attivisti arcoresi per vendere e commerciare prodotti equi e fatti da anziani e disabili {...
  • Ecogenitori e bebé a impatto zero
    Dossier. Consumo responsabile. Quanto costa avere un bambino? E qual è l’impatto ambientale di un bebè nei suoi primi anni di vita? G.ECO - Genitori Eco di Innova21 propone un percorso ambientale ed educativo per la riduzione dei costi e ...
  • Tutto il potere ai consumatori!
      Dossier. Consumo consapevole. Con i suoi acquisti, il consumatore può determinare spostamenti di ricchezza da una sorgente all’altra, e può usare l’arma della spesa per favorire o compromettere il bilancio di questa o quell’azienda....
  • Le Botteghe dell'equo e solidale 2. Monza
    Dossier. Il consumo consapevole. Quindici anni di equo e solidale a Monza. Intervista a Margherita Motta, della Bottega Altromercato {xtypo_dropcap}C{/xtypo_dropcap}reare occasioni di lavoro rispettando standard di tipo etico, sia vers...
  • Le Botteghe dell'equo e solidale 1. Seregno
    Dossier. Il consumo consapevole. L'Emporio del Mondo di Seregno. Etica sociale, cooperazione e controinformazione. Intervista a Lino Fraschetti, responsabile della cooperativa {xtypo_dropcap}I{/xtypo_dropcap}n una cittadina di solida v...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

monzaxmandela-banner

sostieni-vorrei-banner

Dossier. Il consumo consapevole

ebook-banner

20140201-copertina-dossie-r

Portfolio. Illustratori, fotografi e artisti visivi selezionati da Vorrei

WALLSOUND

I commenti

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

Abbonati ai Feed RSS di Vorrei

Copertina