A Vorrei tifiamo per la pace. Vorrei per una Europa dei popoli, non delle banche.

La rivista che vorrei

Registrazione Tribunale di Monza n. 1927 del 24/9/2008 N° ROC 17857 ISSN 2283-3269 Colophon completo

testata-rubriche

Il discorso del re

Storia di un'amicizia, storia di un sovrano, storia di un uomo di potere che conquista rispetto grazie al coraggio di affrontare una debolezza evidente, come uomo, e non come re.  

Bertie (Colin Firth), viene incoronato Re Giorgio VI d'Inghilterra, dopo la morte di suo padre Re Giorgio V (Michael Gambon) e l'abdicazione di suo fratello Edoardo VIII (Guy Pearce). Normale successione se non fosse che, cosa nota, il secondogenito soffre da tutta la vita di una forma debilitante di balbuzie. Sarà sua moglie Elisabetta (Helena Bonham Carter), la futura Regina Madre, a fare in modo che tutto vada liscio dato che il paese è sull'orlo della II Guerra Mondiale ed ha disperatamente bisognoso di un leader che infonda sicurezza e affidabilità. Cosa farà Elizabeth? Organizzerà al marito un incontro con un logopedista, l'australiano amante della recitazione Lionel Logue (Geoffrey Rush). Dopo un inizio burrascoso, i due si mettono alla ricerca di un tipo di trattamento non ortodosso, finendo col creare un legame indissolubile.

QUESTION TIME ovvero “Come ri-attualizzare la pellicola”:

Dietro al ‘re' c'è l'incanto eccentrico di Geoffrey Rush, portatore di una “luccicanza” che brilla, rivelando la bellezza di un uomo finalmente libero dalla paura di comunicare. Lunga vita al re (e al suo garbato precettore dell'eloquio)?

Un film di Tom Hooper. Con Colin Firth, Geoffrey Rush, Helena Bonham Carter, Guy Pearce, Jennifer Ehle. Titolo originale The King's Speech.Storico, durata 111 min. - Gran Bretagna, Australia 2010. - Eagle Pictures

PREMI: premio del pubblico al Toronto International Film Festival, 5 British Independent Film Awards 2010 (su 8 nomination) e ha ottenuto 7 candidature ai Golden Globe 2011 (una ha fruttato il Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico al protagonista Colin Firth), nonché 4 premi Oscar su 12 candidature: miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura originale.

Popcorn curiosities

Il progetto è concepito su una sceneggiatura di David Seidler, che durante il processo di sviluppo ha sperimentato una versione teatrale.

Le riprese del film sono iniziate il 13 novembre 2009 e sono terminate il 17 gennaio 2010, dopo una lavorazione durata sette settimane. Dopo il periodo di post-produzione la versione definitiva del film è stata terminata il 31 agosto 2010.

Secondo quanto dichiarato dallo sceneggiatore del film David Seidler, la regina Elisabetta II avrebbe apprezzato la pellicola riconoscendone il valore storico ed etico.

L'autore della colonna sonora, Alexandre Desplat ha scritto le colonne sonore di La ragazza con l'orecchino di perlaSyrianaThe Queen - La regina,LussuriaIl curioso caso di Benjamin Button, Il profeta,L'uomo nell'ombra. E' stato scelto per comporre la colonna sonora di Harry Potter e i doni della morte: Parte I, ed in seguito confermato anche per il successivo e finale capitolo Harry Potter e i doni della morte: Parte II. Nel 2007 ha vinto il Golden Globe per la migliore colonna sonora originale per il film Il velo dipinto. Ha ottenuto ben 4 nomination all'Oscar alla migliore colonna sonora, senza mai vincerne uno: nel 2007 per The Queen - La regina, nel2009 per Il curioso caso di Benjamin Button, nel 2010 per Fantastic Mr. Fox e nel 2011 per Il discorso del re

Il trailer del film con Colin Firth

La serata di premiazione degli Oscar 2011

Clip 1 - in esclusiva

Clip 2 - in esclusiva

Clip 3

Clip 4

Colin Firth e Helena Bonham Carter per l'anteprima del film

Colin Firth al London Film Festival per l'anteprima del film

Gli autori di Vorrei
Author: Marta Abbà

Nata giusto in tempo per esultare ai Mondiali dell'82, trascorre l'infanzia tra pomeriggi di Guardia&Ladri e storie di Roal Dahl e Rodari. Qualche anno dopo si laurea in Fisica, mentre con l'altra mano continua a scrivere e diventa giornalista. Ora tra Milano e Monza, con exploit là dove la cronaca la porta, collabora con una agenzia di stampa, alcuni periodici e un sito di divulgazione scientifica ed ecologia. Ha le antenne accese 24 ore su 24 per ascoltare il mondo, irrimediabilmente "addicted to" cinema, libri e teatro. Solo, però, se condivisi con qualcuno.
Per inseguirla il metodo migliore, se non avete un razzo, è twitter: @martac3h5n3o9

Qui trovi la sua scheda personale con l'elenco dei suoi articoli su Vorrei


sostieni-vorrei-banner

ebook-banner

 

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti, le novità e le iniziative di Vorrei

cover-portfolio

WALLSOUND

segnalart

La matita di Fulvio Fontana