Print Friendly, PDF & Email

20081029-pendolari.jpg

Riceviamo e pubblichiamo

L’iniziativa del PD Lombardia sulla situazione del trasporto pubblico locale, di lunedì scorso, ha posto l’attenzione su una situazione molto delicata soprattutto a Lissone.
Sui pendolari lissonesi si addensano nuvole sempre più nere, per via di una serie di circostanze che illustriamo accedendo ai link sottostanti.
Tra l’altro siamo reduci da una assemblea pubblica, tenuta ieri sera (28 ottobre u.s.), sulla situazione parcheggi: la cosa grave emersa, è il fatto che a fronte dell’istituzione di parcheggi a pagamento, anche se con cifre agevolate per i pendolari, ma non comunicate, l’amministrazione comunale non intende istituire nessun tipo di trasporto urbano (es. bus, navette) dalle periferie o dal centro città per la stazione, giustificando gli alti costi di gestione.
Noi pensiamo invece che i pendolari siano più propensi, a pagare per un servizio di questo genere, che farebbe risparmiare loro sulla, benzina, sull’usura del mezzo e che decongestionerebbe il traffico cittadino nelle ore di punta.
Inoltre l’istituzione di questo provvedimento risulta altresì vessatorio: non solo i pendolari denunciano forti problemi per i disguidi di Trenitalia, ma avranno a che fare anche con aggravio di costi per poter posteggiare la macchina.

- Nuvolone Trenitalia.

- Nuvola parcheggi a pagamento.

- Nuvola Statale 36.

Quindi raggiungere Milano sarà sempre più un calvario!

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?