Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Milano–Meda: da oggi cantieri notturni per gli asfalti

previsti restringimenti e deviazioni temporanee dalle 21.00 alle 6.00

prosegue il programma di manutenzione straordinaria varato a marzo

Monza, 29 maggio 2017. A partire da questa sera, 29 maggio fino a giovedì 1 giugno è in programma il rifacimento parziale degli asfalti sulla SP ex SS35 Milano–Meda, nel tratto di competenza della Provincia MB, compreso tra i Comuni di Varedo e Lentate sul Seveso.

Per limitare i disagi i lavori verranno eseguiti esclusivamente in notturna, nella fascia compresa tra le 21.00 e le 6.00 secondo il seguente cronoprogramma:

-          LUNEDÌ 29 MAGGIO 2017: tra Varedo e Bovisio Masciago - CARREGGIATA NORD

-          MARTEDI 30 MAGGIO 2017: Cesano Maderno - CARREGGIATA NORD

-          MERCOLEDI 31 MAGGIO 2017: Meda - CARREGGIATA NORD

-          GIOVEDÌ 1 GIUGNO 2017: Barlassina - CARREGGIATA NORD

Tutte le deviazioni e i percorsi alternativi sono consultabili online su www.provincia.mb.it.

I lavori rientrano nel programma di manutenzione straordinaria varato dalla Provincia MB per un importo di circa 1.800.000 euro e che prevede, oltre al rifacimento di asfalti per circa 20.000 mq, la sistemazione di alcuni tratti delle banchine stradali, lo sfalcio del verde e potature, la parziale sistemazione delle barriere di protezione marginali incidentate, il rifacimento della segnaletica orizzontale.

Avranno inizio da lunedì 5 giugno, sempre in fascia notturna, gli interventi in carreggiata sud a partire dal Comune di Barlassina, mentre per il mese di agosto sono in programma gli interventi più urgenti individuati all’interno del progetto “ponti sicuri”, che riguardano il manufatto di Binzago e quello di Varedo.

Le strade della Brianza da sempre sono chiamate a svolgere un compito strategico: rispondere a un’elevatissima domanda di mobilità – ricorda il Presidente della Provincia MB, Gigi Ponti - Per questo la Provincia ha ritenuto prioritario investire nelle manutenzioni, anche nei momenti più difficili dal punto di vista finanziario: lo dimostra l’appalto da 1,8 milioni in corso sulla Milano-Meda, sulla quale abbiamo già realizzato interventi urgenti l’anno scorso, considerando che sulla tratta MB transitano almeno 100.000 veicoli al giorno”.

PROVINCIA DI MB

Donne: Centemero (FI), a Monza altra storia drammatica, basta violenza

"Dalla provincia di Monza arriva un'altra orribile storie di violenze contro una giovane donna da parte dell'ex compagno. Una vicenda che si aggiunge ai troppi casi di abusi e stalking compiuti anche dopo la fine di un rapporto di coppia". Così la deputata di Forza Italia Elena Centemero, assessore alla cultura e pari opportunità del Comune di Limbiate e presidente della Commissione Equality and Non discrimination del Consiglio d'Europa. "Già dal prossimo anno scolastico ci auguriamo che si curi con crescente attenzione l'educazione dei nostri giovani all'affettività e alla cittadinanza democratica, insegnamenti che coinvolgono il rispetto verso il prossimo e il rifiuto di ogni forma di violenza e di odio. Perché la formazione è davvero cruciale per poter costruire una società in cui la figura della donna sia pienamente riconosciuta e rispettata", conclude.

Alle 20.45 del 29 maggio, nella sala congressi di Villa Camperio a Villasanta intervenno

  • Andrea Di Stefano - Rivista VALORI
  • Matteo Moretti - FILCTEM CGIL Monza e Brianza
  • Rita Pavan - CISL Monza Brianza Lecco
  • I delegati ed i lavoratori della K-Flex

Anche noi soci di Banca Etica di Monza e Brianza poteremo il nostro contributo presentando il documento qui allegato.

Ti invitiamo a partecipare ed, eventualmente, a fare una donazione a favore dei lavoratori che hanno sostenuto la lotta utilizzando il conto corrente indicato qui di seguito.

K-Flex, donazioni e iniziative di solidarietà

IBAN: IT48 H031 2720 4000 0000 0002 155 

intestato a “Fondo di solidarietà CGIL CISL UIL lavoratori K Flex"

Il Gruppo di Iniziativa Territoriale dei Soci di Banca Etica di Monza e Brianza

Emerlab, all’Oasi San Gerardo di Monza presentazione manifestazione dedicata alla protezione civile. Dalle 19.30 cena solidale per i terremotati di Accumoli

Monza, 26 maggio 2017 – Si terrà domani, sabato 27 maggio alle ore 17 presso l'Antica Trattoria Garibaldi via San Gerardo dei Tintori 18, la presentazione di EMERlab 2017, la quarta edizione della manifestazione dedicata alle pratiche e alle tecnologie della Protezione Civile che si terrà dal 2 al 4 giugno all’Autodromo Nazionale di Monza. Saranno presenti il sindaco di Monza, l’assessore alla Protezione civile e il responsabile monzese, Mario Stevanin. A seguire, promossa dalla Protezione civile del Comune di Monza, sempre all’Oasi di San Gerardo è stata organizzata una cena solidale di raccolta fondi a favore del comune di Accumoli, territorio colpito dal recente grave terremoto.

Ufficio stampa del Comune

BRIANZA: FERMIAMO IL CONSUMO DI SUOLO!

Capannoni sfitti e aziende in condizioni precarie. L’area industriale di Biassono non ha bisogno di nuovi Masterplan, né di colate di cemento, ma di un  rilancio economico fatto aiutando le realtà esistenti, valorizzando gli ultimi terreni rimasti liberi inserendoli nei parchi del Grugnotorto e della Brianza Centrale. Si realizzerebbe così una cintura verde in linea con le indicazioni europee sulla creazione di barriere di mitigazione ambientale, dando altresì ai cittadini e ai proprietari dei lotti interessati la possibilità di sviluppare attività redditizie di carattere ecosostenibile.

Biassono, oltre ad avere un indice di consumo di suolo insostenibile (67%), fa parte della Provincia più cementificata d’Italia. Eppure si continua a pensare e a volere nuove e inutili edificazioni.

L’attuazione del Masterplan di Biassono, presentato dallo Studio Archetipo per costruire sui terreni del Consorzio Blasionum West Promotion, è il primo passo di una più vasta operazione edificatoria che interessa anche i Comuni di Vedano al Lambro, Lissone e Monza.

Un ulteriore colpo che ci priverebbe di aree libere e verdi essenziali per gli equilibri ambientali e per la valorizzazione paesaggistica del territorio.

In questa rincorsa al cemento, trovano conferma anche i timori dei gruppi ambientalisti aderenti all’Osservatorio PTCP di Monza e Brianza che da tempo giudicano insufficienti le tutele per il territorio previste nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) soprattutto in relazione agli Ambiti di Interesse Provinciale (AIP).

E’ proprio nelle aree classificate come AIP che ricade l’intervento del Masterplan per il quale è previsto solo l’obbligo d’una procedura d’intesa con la Provincia. Un intesa che consentirebbe solo parziali compensazioni ambientali e qualche riduzione di volumetrie, permettendo comunque l’edificazione e il consumo di suolo.

Solo la voce dei cittadini può allora bloccare questa colata di cemento che non porta benefici pubblici, ma finisce per arricchire i pochi e soliti noti.

SERVE UN REFERENDUM PER DIRE NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DI BIASSONO E DELLA BRIANZA

Contro l’emergenza Masterplan, è oggi necessario che i biassonesi prendano posizione. Dopo l’approvazione della “Valutazione di procedibilità e ammissibilità della proposta di Masterplan per l’attuazione dell’ATR1”, la delibera che il 2 maggio scorso ha dato il via al disegno di cementificazione degli ultimi 300mila metri quadrati verdi al confine col Comune di Lissone (con volumetrie non inferiori al milione di metri cubi), non resta che l’indizione di un referendum consultivo: strumento previsto dall’articolo 25 (Capo VI) dello Statuto Comunale, ma pienamente efficace in presenza del relativo regolamento (che dovrà essere adottato quanto prima, essendo Biassono inadempiente alle procedure fissate nello Statuto e in base alle quali il regolamento andava approvato entro un anno dal 2004).

Lista per Biassono, appoggiata da tutte le associazioni che compongono l’Osservatorio PTCP di MB, intende costituire un comitato referendario aperto per chiedere ai cittadini di pronunciarsi contro un progetto inutile, devastante per l’ambiente e sul quale pende oltretutto un ricorso al Tar.

Secondo le disposizioni dell’articolo 25 dello Statuto Comunale, per andare al voto occorre raccogliere un quinto delle firme degli elettori biassonesi (inclusi i ragazzi fra i 16 e i 18 anni), pari a circa 2000 sottoscrittori.  

E la risposta dovrà essere un “NO” senza appelli:

1)    NO a costruire nuovi edifici industriali e commerciali su una superficie coperta massima di 90mila metri quadrati (40+50 in due fasi distinte) e 180mila di superficie lorda di pavimento (60+120);

2)    NO alla scomparsa del confine naturale di divisione fra i Comuni di Biassono, Lissone, Vedano e Macherio, saldando i nostri territori in un’unica grande periferia urbanizzata da Milano al cuore della Brianza;

3)    NO all’alterazione delle già precarie condizioni climatico-ambientali del nostro territorio (surriscaldamento delle temperature medie, riduzione dell’abbattimento delle polveri sottili, perdita dell’habitat di riproduzione e attraversamento avi-faunistico);

4)    NO allo sfregio paesaggistico degli ultimi spazi liberi e verdi.

Biassono 26-5-017

Lista per Biassono

Coordinamento ambientalista Osservatorio PTCP di MB

L'ANPI MONZA E BRIANZA CHIEDE AI CANDIDATI UN IMPEGNO ANTIFASCISTA

L’11 giugno prossimo si terrà una tornata elettorale che in Brianza interesserà otto importanti comuni. Per affrontare le criticità della nostra società quali la mancanza di lavoro, l’immigrazione, le intollerabili ingiustizie sociali abbiamo bisogno di ricostruire le basi di un’etica pubblica e di attenerci ai grandi valori che hanno ispirato la nostra Costituzione. Le amministrazioni comunali sono state e saranno le istituzioni più vicine ai cittadini, LE PRIME CHIAMATE AD affrontare le tante emergenze sociali. Abbiamo bisogno che i nostri paesi siano amministrati da persone oneste e da forze politiche che assumano come orientamento la difesa dei più deboli, la solidarietà, la costruzione di una società solidale e accogliente. Nella situazione di crisi hanno preso vigore forze politiche che puntano sulle paure dei cittadini e sull’egoismo degli individui. Hanno alzato la testa perfino movimenti ed associazioni che si richiamano apertamente al fascismo e al nazismo, segnaliamo che il fenomeno ha ormai assunto dimensioni preoccupanti: sono ormai troppi gli episodi e le provocazioni dei gruppi neofascisti:

- occupazione dei consigli comunali a Monza e a Desio

- apertura di sedi in vari paesi della nostra provincia

- innumerevoli oltraggi e danneggiamenti contro i simboli della Resistenza come la distruzione dello striscione esposto in onore dell’eroe della Resistenza Gianni Citterio. A tutti i candidati l'ANPI chiede un forte impegno per contrastare questa deriva e li invitiamo ad esprimere chiaramente la loro volontà di rafforzare la credibilità delle istituzioni e di contrastare le inaccettabili iniziative delle forze NEOFASCISTE.

Invitiamo, altresì, i nostri iscritti, i simpatizzanti e tutti i cittadini a dare il loro voto a quei candidati e a quelle forze politiche che si sono sempre dimostrati coerenti con i valori della democrazia, della giustizia sociale e del contrasto ad ogni forma di rinascente neofascismo.

A.N.P.I. - Associazione Nazionale Partigiani d'Italia 
Comitato Provinciale di Monza e Brianza

ENPA in festa all'Oasi di Agrate Brianza domenica 4 giugno.

Banco di informazioni e consigli sulle tartarughe.

In occasione della manifestazione Oasi in Festa 2017, ENPA Monza e Brianza sarà presente dalle 10.00 alle 18.00 all'Oasi Gae Nova presso la Vasca Volano di Agrate Brianza (MB) con un banco interamente dedicato alle nostre amiche tartarughe.

In collaborazione con l'Ufficio Diritti Animali (UDA) del Comune, sarà possibile trovare utili informazioni su come tenere al meglio questi rettili, consultare un veterinario e sapere come diventare un TartaFriend! Da Agrate, infatti, provengono ben 10 delle decine di tartarughe d'acqua attualmente ospitate nelle strutture dell'ENPA brianzolo - tra quelle abbandonate sul territorio e altre cedute dai proprietari una volta che sono, inevitabilmente, cresciute - per le quali cerchiamo una sistemazione idonea.

Il ricco programma della giornata all'Oasi, in viale delle Industrie 73 (accesso da strada laterale interna), comprende numerose proposte, rivolte in particolare ai bambini. Qualche anticipazione? L'apertura della festa alle 10:00 con il gruppo musicale "Le Note"; la caccia fotografica; il truccabimbi e merenda vegana presso lo stand dell'UDA; il Book Crossing (prendi un libro, lasci un libro); giochi vecchi e giochi nuovi; un buffet con specialità a km 0 portate personalmente dai partecipanti che vorranno stupire tutti con la loro abilità ai fornelli! - alle ore 12:30 (gradita la prenotazione: Luigi 328-866 0819 / Fabio 339-863 8937); e tanto altro ancora!

Non resta che darvi appuntamento per il 4 giugno per una splendida giornata immersa nella natura! 

“Cult City Open Night”, in centro storico iniziative per celebrare l’anno del turismo e truck al seguito del Giro d’Italia: con sindaco, assessore regionale al turismo, Aldo Baglio, Gianni Bugno e i famigliari di Fiorenzo Magni

Monza, 26 maggio 2017 -  Monza è “Cult City in Lombardia” e domani, sabato 27 maggio, festeggia, assieme a tutti i capoluogo lombardi, la chiusura dell’Anno del Turismo Lombardo, con il grande evento Cult City Open Night, mettendo in campo una serie di iniziative che animeranno la serata. Si parte alle 18.00 dal Chiostro dei Musei Civici di Monza con la MONZA PARADE, una performance musicale itinerante lungo le vie del centro storico, per scoprire i monumenti più belli della città. In Piazza Roma, all’Arengario, sarà posizionato il truck di Regione Lombardia al seguito del Giro d’Italia numero 100, che per l’occasione ospiterà il dialogo tra il sindaco di Monza, l’assessore comunale alle Attività economiche e l’assessore regionale allo Sviluppo, con il Cult City Ambassador di Monza Aldo Baglio del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Dalle 20.30 sempre sul truck al seguito del Giro, il dialogo sarà tra i rappresentanti del Comune, tra cui il sindaco e il consigliere incaricato allo Sport, il campione di ciclismo Gianni Bugno e i famigliari della gloria monzese delle due ruote Fiorenzo Magni. Dalle 20 alle 24 la Cult City Open Night è anche nel cortile d’onore della Reggia di Monza con le performance musicali della BAT MOBILE e i racconti suggestivi delle VISITE VISIONARIE, mentre dalle 21.30 alle 24.00 le performance a ciclo continuo dei NOTTURNI EXTRA ROSETO, intratterranno il pubblico nella Cappella Reale.  Infine per l’occasione, aperture straordinarie dei negozi nel centro storico, dei Musei Civici di Monza - Casa degli Umiliati fino alle ore 22.00, con la mostra su Mosé Bianchi, e dell’Arengario, con la mostra “City of Guitars”.

http://www.turismo.monza.it/it/evento/3287-monza-cult-city-open-night

Ufficio stampa

Si stanno moltiplicando in Brianza gli appelli delle RSU delle aziende metalmeccaniche contro la possibilità che il Governo, attraverso un emendamento alla manovra correttiva, definisca una nuova normativa sul lavoro occasionale che farebbe nei fatti resuscitare, dopo averli aboliti per Decreto, i voucher.

Le RSU di Candy, Ernesto Malvestiti, Valbart Flowserve, Brugola, Babcock, Gianetti Ruote, Sts Acoustics, Icar (solo per citarne alcune) hanno espresso la loro contrarietà a far rientrare dalla finestra i voucher.

“Molte Rappresentanze sindacali aziendali del nostro territorio – afferma Angela Mondellini, Segretaria Generale della Fiom Cgil Monza e Brianza – stanno facendo pervenire ai Parlamentari eletti in Brianza forti prese di posizione contrari al tentativo del Governo”.

“Oggi, se dovessero passare i provvedimenti voluti dal Governo,  si prenderebbero in giro milioni di donne e uomini che con la loro battaglia hanno voluto cancellare uno strumento che peggiora violentemente le condizioni del lavoro nel nostro Paese” ha proseguito Mondellini che conclude “se il Governo non dovesse fare dei passi indietro siamo pronti ad intensificare la mobilitazione”.

Monza 25 maggio 2017

Ufficio Segreteria e Comunicazione

CGIL Monza e Brianza

COMUNICATO SINDACALE

PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

 

NOI NON CI FERMIAMO. Continua la protesta dei lavoratori e delle lavoratrici della Provincia di Monza.

Dopo l'iniziativa del 23 davanti alla sede della Provincia di Monza, Il giorno 29 maggio dalle ore 10 alle ore 13, i dipendenti saranno assieme alle OO.SS. davanti alla sede della Prefettura per manifestare la loro contrarietà ai contenuti del decreto Enti Locali 50/2017

L'attacco alle Province e Città Metropolitane è inaccettabile.

Le risorse economiche previste non sono sufficienti a garantirne la sopravvivenza: allo stato attuale tutti cittadini devono sapere che il personale non è in grado di garantire la continuità ottimale dei servizi offerti: manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, delle scuole, sostegno alle famiglie dei disabili. Sono solo alcuni dei servizi che potrebbero non essere più garantiti.

Vi aspettiamo numerosi per aiutarci a sostenere con forza la nostra richiesta intervento di modifica al Decreto Enti Locali.

PIU' RISORSE=PIU' GARANZIE

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?