Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

25 aprile, Sindaco Scanagatti scrive a Prefetto MB: “Vietare corteo neofascista anche a Monza”

Monza, 24 aprile 2017 – Il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, ha scritto al Prefetto di Monza e Brianza una lettera chiedendo di “vietare la parata delle organizzazioni neofasciste anche a Monza” in occasione del 25 aprile. Di seguito il testo della lettera inviata.

Gentile Signor Prefetto,

Il Signor Prefetto e il Signor Questore di Milano, a seguito della riunione del comitato per l’ordine pubblico, hanno deciso di vietare la parata delle organizzazioni neofasciste organizzata negli ultimi anni presso il cimitero monumentale di Milano in occasione del 25 aprile.

Si tratta di una decisione positiva, che inverte una tendenza che durava da troppo tempo. Monza, città democratica ed antifascista, si trova nella stessa situazione: anche qui forze di stampo neofascista organizzano una parata all’interno del cimitero nella giornata del 25 aprile, che si conclude con l’esibizione di bandiere e simboli della Repubblica di Salò.

In seguito alla decisione delle autorità milanesi Le chiedo che analogo provvedimento venga assunto anche a Monza, in quanto non si giustificherebbe un diverso comportamento da parte delle Autorità preposte.

Distinti saluti.

Il Sindaco

Roberto Scanagatti

Ufficio stampa del Comune

Il prossimo appuntamento alla Feltrinelli di Monza,  domenica 30 aprile alle ore 10,  sarà caratterizzato dall'arpa.  Sarà presentato l'Ensemble della Scuola dell'Arpa Viggianese e della Musica  di Viggiano in Lucania, diretto dall'arpista Sara Simari. Il gruppo è già in tour a Milano con un concerto la sera prima, il 29 aprile alle ore 21, presso il Teatro "La Scala della Vita" Milano, via Piolti de' Bianchi 47. Per informazioni o assistere al concerto della sera del 29 aprile potrete rivolgervi a: Clara Rocco - Musica d'arpa tel/fax 02 70100507- cell 333 3700499 www.musicadarpa.it

Venerdì 28 aprile alle ore 21 presso il Binario 7 di via F. Turati 8 a Monza, il Movimento 5 Stelle presenterà il suo programma elettorale per le prossime elezioni amministrative dell'11 giugno. Il Portavoce Candidato Sindaco Danilo Sindoni insieme ad alcuni candidati consiglieri e attivisti del Movimento 5 Stelle di Monza illustreranno in dettaglio alcune innovative proposte tratte dal programma stesso e destinate a migliorare la vita di tutti i monzesi e a rendere più funzionale e bella la nostra città. Alla serata parteciperanno consiglieri eletti nei comuni della brianza  il consigliere regionale del Movimento Gianmarco Corbetta

Monza - Richiesta da parte di Città Persone a supporto comunicazione inviata da ANPI e ANED

Il Prefetto ed il Questore di Milano, a seguito della riunione del comitato per l’ordine pubblico, hanno deciso di vietare la parata delle organizzazioni NEOFASCISTE organizzata negli ultimi cinque anni presso il cimitero monumentale di Milano, in occasione del 25 aprile. Si tratta di una decisione positiva, che inverte una tendenza che durava da troppo tempo. 

Monza si trova nella stessa situazione: anche qui forze di stampo neofascista organizzano un’ inaccettabile parata nella giornata del 25 aprile, che si conclude con l’esibizione di bandiere e simboli della Repubblica di Salò. 

Non ci si può nascondere dietro il pretesto della libertà di espressione: l’esibizione di simboli e bandiere fasciste è un reato punito dalle leggi vigenti. 

Monza, città profondamente democratica ed antifascista, non può accettare che la festa della liberazione venga sporcata da parate di questo genere. La decisione di Milano ha dato un segnale positivo. 

ANPI e ANED hanno chiesto al Prefetto ed al Questore di Milano che anche a Monza venga presa la decisione di vietare la parata neofascista prevista presso il cimitero di Monza. 

L’associazione Città Persone sostiene tale richiesta e confida nella decisione di vietare tali manifestazioni illegali  e offensive anche a Monza.

Il presidente

Michele Faglia

La vice presidente

Cristina Sello

IL LAVORO CHE RESISTE

Le fotografie della rubrica de Il Dialogo di Monza

in mostra a Lissone

allo Spazio ex Osservatorio Colore

Inaugurazione: 1 maggio ore 18,00

http://www.ildialogodimonza.it/primo-maggio-lavoro-resiste-lissone-mostra-fotografica/

Una carrellata di circa 120 foto scattate da Giovanna Monguzzi e Stefania Sangalli, in mostra a Lissone allo Spazio “ex Osservatorio Colore” in via della Pinacoteca 5/7 dal 1 al 7 maggio 2017.

La mostra è promossa dal giornale online Il Dialogo di Monza – La provocazione del bene - www.ildialogodimonza.it in collaborazione con Confartigianato di Lissone con il patrocinio del Comune di Lissone.

Il lavoro che resiste è una rubrica iniziata nella primavera del 2014 per volere della redazione del giornale online Il Dialogo di Monza ed ha lo scopo di potarci indietro nel tempo e di raccontare come sopravvivono alcuni mestieri artistico/artigianali. La rubrica colleziona una ventina di articoli che raccontano con testi, firmati da diversi redattori de Il Dialogo di Monza, e con immagini i mestieri di una volta: dall’impagliatore all’arrotino, dal liutaio al calzolaio, dalla trattoria alla tipografia, dall’ebanista al materassaio. 

Le immagini di questa rubrica sono fotografie scattate dalle fotografe Giovanna Monguzzi e Stefania Sangalli

Le fotografie descrivono il lavoro artigianale, l’attività creativa fatta da movimenti precisi e regolari delle mani, attività e movimenti immortalati dalle foto e che esprimono tutta la loro creatività e il loro saper fare di questi artigiani. In questi luoghi di lavoro, visitati dalle fotografe della redazione de Il dialogo di Monza, si è potuto constatare una grande passione per il proprio lavoro, un’alta qualità del prodotto e il desiderio di creare ogni giorno qualcosa di bello. Anche gli attrezzi di lavoro sono stati ripresi e assumono un ruolo da protagonisti nelle immagini di Giovanna Monguzzi e Stefania Sangalli: piccoli utensili dai nomi antichi quali ad esempio sgorbia, pialla, mola e aghi, ma essenziali per lavorare.

Maggiori info su http://www.ildialogodimonza.it/primo-maggio-lavoro-resiste-lissone-mostra-fotografica/

Il Prefetto ed il questore di Milano, a seguito della riunione del comitato per l’ordine pubblico, hanno deciso di vietare la parata delle organizzazioni NEOFASCISTE organizzata negli ultimi cinque anni presso il cimitero monumentale di Milano in occasione del 25 aprile. Si tratta di una decisione positiva, che inverte una tendenza che durava da troppo tempo. 

Monza si trova nella stessa situazione: anche qui forze di stampo neofascista organizzano una inaccettabile parata nella giornata del 25 aprile, che si conclude con l’esibizione di bandiere e simboli della Repubblica di Salò. 

Non ci si può nascondere dietro il pretesto della libertà di espressione: l’esibizione di simboli e bandiere fasciste è un reato punito dalle leggi vigenti. 

Monza, città profondamente democratica ed antifascista, non può accettare che la festa della liberazione venga sporcato da parate di questo genere. La decisione di Milano ha dato un segnale positivo. 

ANPI e ANED hanno chiesto al Prefetto ed al Questore di Milano che anche a Monza venga presa la decisione di vietare la parata neofascista prevista presso il cimitero di Monza. 

ANPI e ANED invitano tutti i cittadini a partecipare al presidio che si terrà per tutta la giornata del 25 aprile al campo dei Partigiani nel cimitero di Monza.

Anpi Monza Brianza - Loris Maconi

Anpi Monza - Rosella Stucchi

ANED Monza e Sesto San Giovanni - Milena Bracesco

Monza, 22 aprile 2017 - Oggi  si è svolta al CENTRO CIVICO CEDERNA la conferenza stampa per la presentazione della lista dei candidati del PARTITO DEMOCRATICO per le ELZIONI COMUNALI 2017 MONZA a SOSTEGNO di ROBERTO SCANAGATTI SINDACO

Di seguito allego la Lista e i Link alla registrazione parziale della conferenza. Allego anche logo del Simbolo con cui ci presenteremo alle elezioni.

https://www.facebook.com/pdmonza/videos/10155206034333454/

https://www.facebook.com/pdmonza/videos/10155206049203454/

1

Cherubina

Bertola

2

Judith

Aguirre

3

Maurizio

Badalucco

4

Paola

Bernasconi

5

Davide

Biassoni

6

Elio

Bindi

7

Silvio

Brienza           (PSI)

8

Antonella

Cipriani

9

Paolo

Confalonieri

10

Francesca

Dell'Aquila

11

Debora

Donvito

12

Michele

Erba

13

Clara

Gaddi

14

Ludovico

Grega

15

Shawn

Guidi

16

Angelo

Imperatori

17

Marco

Lamperti

18

Egidio

Longoni

19

Antonio

Marrazzo

20

Maria Rosa

Marta                         (PSI)

21

Maurizio

Montanari

22

Franco

Monteri

23

Elena

Pepe

24

Marco

Pietrobon

25

Paolo

Pilotto

26

Francesca

Pontani

27

Matteo

Raimondi

28

Egidio

Riva

29

Tahany  detta Titti

Shahin

30

Stefano

Toselli

31

Cecilia

Veneziano

32

Pietro

Zonca

Alberto Pilotto

Segretario PD Monza

L’innesto della nuova SP6 sulla SS36 è pericoloso. Nostra audizione in Consiglio Regionale. Anas fa finta di nulla e non si presenta all’incontro.

Audizione in Regione, Commissione V, per la criticità dell’innesto della variante SP6 sulla SS36. Ai consiglieri regionali abbiamo illustrato perchè quel punto di raccordo è pericoloso (e fuori norma) e spiegato che, con l’aumento del traffico, c’è il forte rischio di code con possibili ripercussioni su Monza e Lissone. Il presidente della commissione aveva invitato a partecipare anche la Provincia MB, i Comuni di Monza e Muggiò, e Anas. Interessati e disponibili gli Enti locali, Anas invece non si è presentata. Un fatto che – come cittadini – giudichiamo grave, soprattutto perché lo svincolo in questione è proprio di competenza dell’Ente nazionale strade. Alla Regione abbiamo chiesto di attivare un tavolo tecnico per affrontare il problema e trovare soluzioni. Il consigliere Lino Fossati, che è di Lissone, si è impegnato a portare avanti questa iniziativa. L’analisi delle più recenti matrici origine-destinazione degli spostamenti, correttamente raffrontata con i dati di traffico disponibili, indica che la “vecchia” SP6 vede oggi circa 17.000 veicoli al giorno, la maggior parte concentrati nelle ore di punta. E’ ragionevole pensare che, non appena aperta la variante dietro l’ospedale San Gerardo, almeno un terzo di questi veicoli utilizzerà la nuova strada. Questo perché siamo convinti che molti automobilisti privilegeranno questa tratta senza semafori o incroci, evitando viale Cesare Battisti di Monza (saturo con 2.600 veicoli medi all’ora) e le vie Repubblica e Carducci di Lissone. Il carico che si genererà nelle ore di punta non potrà essere smaltito correttamente dall’innesto sulla SS36 che abbiamo chiesto di modificare. Oltre tutto, sulla variante della SP6, una volta interamente completata, si prevede un carico di traffico raddoppiato rispetto ai valori che abbiamo indicato prima.

Dal 2011 la nostra scuola vive un grave disagio a causa dell’inagibilità dell’edificio Borsa che ne era parte integrante.

Grazie all’impegno di tutte le componenti la comunità scolastica questa situazione è da anni ben conosciuta dalla città di Monza, in cui sono state raccolte ben 15.000 firme a nostro sostegno. Tanto che Sindaco e Consiglio Comunale, hanno fatta propria questa causa e finalmente nel 2016 è stato ottenuto un finanziamento da Regione Lombardia di 4.580.000 euro che, sommati agli oltre 2 milioni di euro stanziati dal comune di Monza, permetterebbero il definitivo recupero della struttura. Ma Il cantiere è ancora lontano dall’essere aperto.

Il prossimo 11 giugno i cittadini di Monza saranno chiamati a esprimere il loro voto per il nuovo sindaco. Ci auguriamo che chiunque venga eletto voglia dare continuità a questi risultati portando finalmente a compimento un percorso che, tra difficoltà e disagi, dura da ormai 50 anni.

Inoltre facciamo presente che dal prossimo anno, a causa della ritrutturazione della Forti e liberi” saremo anche senza palestra.

Gli studenti e le studentesse del Liceo Artistico Nanni Valentini della Villa Reale di Monza, con i docenti e i genitori, sono oggi in piazza per condividere le loro passioni artistiche e per mostrare a tutti come è davvero la nostra scuola.

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare al pubblico incontro dal titolo “Il Futuro dell’arte a Monza”, con i candidati a sindaco della città di Monza e con i rappresentanti di Regione e Provincia, che abbiamo organizzato per sabato 13 maggio alle ore 10.00 presso la nostra Aula Magna in via Boccaccio 1.

Liceo Artistico Statale, della Villa reale di Monza, “Nanni Valentini”:

I rappresentanti degli studenti

Il Consiglio di Istituto

Il Comitato Didattico Scentifico

Il Comitato genitori

Il Dirigente Scolastico

Parcheggio interrato di Piazza Libertà: sale al 91% il gradimento della prima ora di sosta gratuita

I lissonesi apprezzano la possibilità di sostare gratis in piazza per un'ora. E' la conclusione che risalta dai primi dati di utilizzo del silos sotterraneo di piazza Libertà dopo il 9 novembre 2016, data in cui è stato installato il nuovo parcometro: gli utenti «gratuiti» sono infatti saliti dal 76% al 91% e sono aumentati anche in cifra assoluta. Ogni giorno sono 140 i lissonesi che approfittano dell'opportunità offerta.

Dal 9 novembre 2016 al 18 aprile 2017 - quindi per circa 5 mesi - i ticket emessi nel parcheggio interrato di Piazza Libertà sono stati 24.217; di questi 22.110 – pari appunto al 91,1% del totale – non hanno previsto alcun esborso per l’utente e sono pertanto coincidenti con la prima ora di sosta gratuita introdotta in concomitanza con l’attivazione della Zona a traffico limitato anche nei giorni feriali. Nei 6 mesi antecedenti il 9 novembre risultavano invece 23.058 ticket emessi, di cui 17.550 gratuiti (circa 76% del totale) per la prima mezz’ora di sosta.

È questo il report richiesto dall’Amministrazione Comunale e stilato dal gestore delle "strisce blu" cittadine Abaco SpA, relativo all’utilizzo dei 54 posti disponibili nel silos situato proprio al di sotto dell’area centrale di Lissone. Nei cinque mesi interessati dal nuovo provvedimento, sono stati  22.110 (in media 140 al giorno) i cittadini che hanno approfittato della gratuità posteggiando l’auto e ripartendo entro i primi 60 minuti.

Nello stesso periodo altri 2.161 sono stati invece i ticket staccati a pagamento, esattamente 1.405 da 50 centesimi, 480 fra 0,55 e 1 euro, 188 fra 1,05 e 2 euro, 88 superiori a 2 euro. Nei 6 mesi precedenti i ticket da 50 centesimi erano stati 4.303 e quelli di importo superiore 1.205.

Non hanno per il momento riscontrato lo stesso gradimento i coupon con l’ulteriore ora gratuita aggiuntiva (in distribuzione per i clienti presso tutti gli esercizi commerciali dell’area soggetta a traffico limitato): i biglietti utilizzati sono stati soltanto 30, di cui 11 con scadenza 31/01/2017, 14 con scadenza 31/12/2016 e 5 con scadenza 30/11/2016.

Pagamenti parcheggio interrato Piazza Libertà

Giugno 2016 - Ottobre 2016 (6 mesi)

Novembre 2016 – Aprile 2017 (5 mesi)

Ticket emessi

23.058

24.271

Ticket gratuiti

17.550 (76% del totale, validi per 30’ di sosta)

22.110 (91,1% del totale, validi per 60’ di sosta)

Ticket da 0,50 euro

4.303

1.405

Ticket oltre 0,50 euro

1.205

756, di cui 480 da 0.55 € a 1 €, 188 da 1.05 € a 2 €, 88 superiori a 2 €)

Lissone, 20 Aprile 2017

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?