Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

OASI LIPU CESANO MADERNO

Via Don Luigi Orione 43, 20811 Cesano Maderno (MB)

tel 0362.546827; e-mail: oasi.cesanomaderno@lipu.it;

www.oasicesanomaderno.it; facebook: Oasi LIPU Cesano Maderno 

SABATO 14 LUGLIO, “NOTTURNA SPECIALE”

Prosegue, dopo la positiva esperienza dell’estate 2017, la collaborazione tra Lipu e l’associazione culturale “musicandolavita” all’Oasi di Cesano Maderno.

Sabato 14 luglio infatti è in programma una serata musicale, patrocinata dall’amministrazione comunale, nella sala conferenze del Cento “Langer” abbinata ad una passeggiata sui sentieri dell’Oasi con un piccolo rinfresco conclusivo sul terrazzo.

Con la serata si chiuderà anche il programma estivo degli “eventi natura” dell’Oasi Lipu e le attività riprenderanno a Settembre con un calendario ricco di iniziative.

Programma dettagliato 

Prima parte, dalle ore 21 alle ore 22 (Partecipazione con Offerta libera)

“Inizio ‘900: tango argentino e musica popolare italiana”

Spettacolo musicale organizzato dall’associazione culturale “musicandolavita”

Tango argentino, canzoni popolari italiane, arie d'opera lirica e brani per pianoforte.

Tenore : Nicolas Causero

Pianista : Asako Watanabe” 

Seconda parte, dalle ore 22 alle ore 23

(Partecipazione su prenotazione; Donazione minima € 5; € 3 Bambini dai 5 anni in sù e Soci Lipu)

“Visita guidata in Oasi”

I volontari Lipu accompagneranno i visitatori in una passeggiata alla ricerca degli abitanti del bosco scoprendo il fascino notturno dell’Oasi.

IN CASO DI MALTEMPO LA SECONDA PARTE DELLA SERATA VERRA’ ANNULLATA.

Informazioni e prenotazioni allo 0362.546827.

                                                                                                                    Distinti saluti 

                                                                                                                    Silvia Baldo

                                                                                                                    Resp. Oasi LIPU Cesano Maderno

Cesano Maderno, 30 Giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

ENPA Monza e Brianza alla ricerca di nuovi volontari.

Lanciata una nuova campagna "Non sono un super eroe".

 Le molteplici attività in cui è impegnata la sezione ENPA di Monza e Brianza fanno sì che i volontari sembrano non essere mai sufficienti, soprattutto nel periodo delle ferie estive. Per questo, se avete voglia di sentirvi utili e di mettervi al servizio degli animali, noi possiamo darvi l’idea giusta: diventare volontario!

Identikit del volontario

Chi voglia diventare un volontario ENPA deve essere maggiorenne e avere disponibilità di tempo, di base mezza giornata alla settimana. La tipologia di volontario presso la nostra sezione è davvero variegata: studenti, pensionati, impiegati, operai, liberi professionisti, casalinghe ... insomma tutti sono ben accetti!

Forme di collaborazione

Come abbiamo scritto, le attività in cui prestare il proprio servizio sono davvero tante. La maggior parte dei volontari sono occupati nelle operazioni di routine interne alla struttura: alimentazione, cura e pulizia degli animali ospitati, e anche assistenza dei nostri veterinari. Come si sa ormai, gli animali ospitati al rifugio di Monza in Via San Damiano 21 non sono solo cani e gatti ma anche pony, caprette, conigli, criceti, cavie, anatre, galline, oche, tartarughe, pappagalli, canarini, serpenti e può capitare di dover portare aiuto a un cigno, un gufo o un riccio… insomma un amante degli animali avrebbe solo l’imbarazzo della scelta della specie da accudire!

C’è anche chi si occupa dei controlli post affido (importantissimi per verificare come stanno i nostri adottati), dell’asilo dei cuccioli (fondamentale in questo periodo per crescere i tanti gattini che sono arrivati e continuano ad arrivare) e del settore colonie feline (monitoraggio, cattura, sterilizzazione e l’accudimento dei numerosi mici liberi riuniti in colonie di Monza e provincia, nonché delle raccolte alimentari presso supermercati e pet shop). Senza dimenticare il settore selvatici (che si occupa del recupero, del primo soccorso e della messa in sicurezza di selvatici sia autoctoni sia alloctoni esotici), il nucleo antimaltrattamenti (verifica di segnalazioni di incuria, malgoverno o vero e proprio maltrattamento) e chi si dedica al recupero e pronto soccorso degli animali in difficoltà.

Importantissimi sono il settore eventi (che si occupa dell’organizzazione dei banchi e di tutte le manifestazioni della sezione, raccolta fondi e della realizzazione di materiali informativi) e il Progetto Famiglia a Distanza (che si occupa delle tante famiglie “virtuali” che adottano un peloso a distanza).

Molte sono le attività che si svolgono dietro le quinte: la redazione  si occupa dei comunicati stampa, del sito web e della newsletter e di fornire informazioni e consigli ai cittadini e pubblicare appelli, il più prontamente possibile, tramite la pagina facebook, e presso la sede operativa l’ufficio legale è a disposizione di quanti debbano affrontare problematiche o vogliano semplicemente chiarimenti di tipo legale.

Le possibilità di scelta, come vedete, sono davvero tante e non servono superpoteri (anche se qualche volta ne avremmo davvero bisogno...). Non a caso lo slogan della nostra campagna, ideata da Isabella Garlati, responsabile grafica della sezione nonché vice presidente, recita “Non sono un supereroe". Basta un po’ di sensibilità e tanta buona volontà, che non è da tutti, e un amore smisurato per i nostri amici animali.

Colloquio

Ogni giovedì sera alle 21.30 si tiene un colloquio conoscitivo per aspiranti volontari presso la sede operativa di via Lecco 164. Non è necessario prenotare.

Vi abbiamo dato l’idea che stavate aspettando? Se ci state facendo un pensierino e volete avere ulteriori informazioni scrivete a volontari@enpamonza.it o venite direttamente nella sede giovedì sera!

 

Print Friendly, PDF & Email

13 agosto, scatta l'obbligo di denunciare le tartarughe d’acqua.

ENPA ricorda ai proprietari di compilare il modulo.

 Forse non tutti sanno che entro il 13 agosto 2018 scatta l’obbligo di denunciare le tartarughe d’acqua Trachemys scripta per effetto del decreto legislativo n° 230 del 15 dicembre 2017, entrato in vigore il 14 febbraio 2018. Le più diffuse in Italia (ma non le uniche) sono le sottospecie dal nome comune tartaruga a guance gialle (Trachemys scripta scripta) e tartaruga dalle orecchie rosse (Trachemys scripta elegans).

Il decreto ne vieta di fatto la commercializzazione, la riproduzione, l’introduzione sul territorio nazionale, e il rilascio in natura. Chi possiede uno o più esemplari deve denunciare il possesso della Trachemys scripta entro 180 giorni (6 mesi) dall'entrata in vigore della legge (quindi entro appunto il 13 agosto prossimo). Qualsiasi sottospecie deve essere denunciata, nessuna esclusa.

Come? 

Attraverso l'invio del modulo che potete scaricare dal sito dell'ENPA di Monza (http://www.enpamonza.it/archives/39204) o dal sito dell'ENPA nazionale (http://www.enpa.it/it/47843/cnt/guardie-zoofile/obbligo-di-denunciare-le-tartarughe-d-acqua-trache.aspx).

Perché? 

Le Trachemys scripta sono considerate invasive perché si adattano bene al nostro clima e proliferano anche in natura modificando gli ecosistemi in cui sono introdotte. 

A chi?

La denuncia del possesso di uno o più esemplari della Trachemys scripta va inoltrata al Ministero dell'Ambiente attraverso:

  • Posta elettronica certificata a: pnm-II@pec.minambiente.it (N.B. bisogna usare come mittente un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

oppure

  • Raccomandata con ricevuta di ritorno a: Ministero dell’Ambiente, Direzione Protezione Natura, Divisione II, Via Cristoforo Colombo n. 44 - 00147 - Roma.

oppure

  • Via fax al numero: 06-57223468.

Per maggiori informazioni (NON per la spedizione del modulo), potete mettervi in contatto col Ministero dell'Ambiente attraverso l'indirizzo di posta elettronica esoticheinvasive@minambiente.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Al cinema in Filanda!

Luglio per cinefili alla Ex Filanda di Sulbiate... Consorzio Comunità Brianza, in collaborazione con Bloom Cinema, vi invita ogni giovedì di luglio alla visione di un film di registi italiani nel cortile interno e in caso di pioggia, niente paura, ci trasferiamo nello spazio eventi.

giovedì 5 luglio, ore 21,30
COME UN GATTO IN TANGENZIALE    
di Riccardo Milani, Italia 2018, Commedia 98'.

giovedì 12 luglio, ore 21,30
MORTO STALIN, SE NE FA UN ALTRO 
di Armando Iannucci, Gran Bretagna, Francia 2017, Commedia 106'.

giovedì 19 luglio, ore 21,30
ELLA & JOHN - THE LEISURE SEEKER 
di Paolo Virzì, Italia, Francia  2017, Drammatico 112'.

giovedì 26 luglio, ore 21,30
FINCHÈ C'È PROSECCO C'È SPERANZA
di Antonio Padovan, Italia 2017, Noir101'.

Ingresso €. 5 interi ed €. 4 ridotti (under 26 e over 65 anni).
Equobandeko bar e lozione antizanzare della farmacia Campagner a disposizione di tutti.
 

CCB, Mestieri Lombardia, SIS, Bloom e delleAli teatro

FORMAZIONE
Organizzatore di eventi culturali - corso

Organizzato da Mestieri Lombardia e Consorzio SIS con la partecipazione di Bloom e delleALI, il percorso ha l’obiettivo di fornire le competenze e le conoscenze base necessarie per gestire e programmare l’organizzazione di un evento culturale, in tutte le sue fasi. Il corso si rivolge a chi cerca un approccio iniziale al mestiere dell’organizzatore culturale ed è gratuito per persone disoccupate (aderendo a Dote Unica Lavoro di Regione Lombardia).
Nell’ambito del corso saranno trattate tematiche connesse all’organizzazione di eventi - con particolare attenzione alle aree della musica, del teatro e del cinema - ai mercati di riferimento, agli aspetti di budgeting e sostenibilità, al rapporto con la pubblica amministrazione, alla comunicazione e promozione, alle norme ed alla sicurezza e al rapporto con gli artisti e le rispettive agenzie. Il percorso sarà completato da open class, nelle giornate di sabato, in cui sarà possibile ascoltare le testimonianze di organizzatori culturali di fama internazionale.
La faculty del corso è costituita da docenti ed esperti di primo piano nella scena della produzione culturale a livello locale, nazionale ed internazionale, sia nell’ambito della produzione indipendente che in quella più mainstream.
Il corso ha durata di 96 ore complessive, strutturate in moduli giornalieri mattutini della durata di 4 ore ciascuno; avrà avvio a partire da ottobre 2018 per circa 6 settimane e si terrà presso il Bloom a Mezzago (MB), in via Eugenio Curiel 39. In base alle richieste dei partecipanti si valuterà la possibilità di organizzare un servizio navetta dalle stazioni di Vimercate e Carnate per raggiungere la sede del corso.
Il corso è gratuito per disoccupati aderendo a Dote Unica Lavoro. Saranno inoltre disponibili alcuni posti -a pagamento- per persone non disoccupate.
Al termine del percorso sarà rilasciato un attestato di partecipazione e la certificazione delle competenze acquisite.

Iscrizioni entro 30 settembre 2018

Per informazioni, verifica dello stato di disoccupazione ed iscrizioni, rivolgersi o scrivere al Punto Lavoro di Mestieri Lombardia presso la Ex Filanda di Sulbiate:

tel. 342 7717 098 (mattina)
e-mail formazione@bloomnet.org

 

delleAli teatro

TEATRO

sabato 21 luglio 2018, ore 21.00
RETABLO - DOPPIO LEGAME
di Maria Piera Regoli e Salvatore Zinna
regia Federico Magnano San Lio
con Salvatore Zinna

ingresso: intero euro 8, ridottI soci delleAli/under25 euro 5
Spettacolo + brindisi d'estate
Condividi con noi birra, vino, un dolce, frutta per un brindisi d’estate finale ed entra con 5 euro!
 

delleAli teatro

TEATRO

OPIFICIO TEATRALE
Teatro in ExFilanda con delleAli
Scopri su exfilanda.it i corsi e i workshop teatrali in programma da ottobre 2018! 
Per bambini, per adulti... per attori e aspiranti...
Rimani aggiornato su OpenDay e iscrizioni!

 

Print Friendly, PDF & Email

Dal 12 al 22 luglio - dal giovedì a domenica - ritorna la ventesima edizione della Festa di Liberazione presso l'area feste di via s. Giovanni Bosco a Brugherio. L'organizzazione, in mano alla federazione di Monza Brianza di Rifondazione Comunista e di Potere al Popolo, ritorna sul territorio con uno spazio di festa e dibattito consolidato e dinamico. Tutte le sere cucina a prezzi popolari (non avete mai provato il fritto misto? Fatelo!), bar, libreria, spazio dibattiti e ancora, gli stand dell'associazione Italia Cuba e Anpi. Il 2018 sarà l'anno delle sorprese! Per la prima volta sarà ospitato un festival di musica folk come non si era mai visto nel territorio: il Liber Folk Festival! Ogni sera musica folk e popolare di qualità e stile, intervallata nelle due domeniche dall'immancabile ballo liscio di Gianni e i Colibrì. Giovedì 12 la musica folk del Circolo Popolare Artico, venerdì 13 pizziche salentine con gli Ascanti, sabato 14 serata irish con i Silly Farm. Giovedì 19 suoneranno i Folkarea, venerdì 20 i C.C. Caglioti Coltri e sabato gran concerto con i Damatrà. Ogni sera, prima del concerto, stage e prove di danza e ballo! La festa ospiterà anche momenti di dibattito e discussione di spessore, per analizzare la realtà e definire le prospettive della sinistra in Italia e nel mondo: giovedì 12 parliamo di sanità lombarda con Vittorio Agnoletto, giovedì 19 discussione sulla situazione in America Latina, con dignitari esteri e attivisti nazionali, sabato 21 sarà presente una personalità di spicco di Potere al Popolo. Sui social network tutte le informazioni aggiuntive.

 

Print Friendly, PDF & Email

Sabato 7 luglio la CENA IN BIANCO a Monza: per la prima volta l’appuntamento è ai Boschetti Reali

 Monza, 29 giugno 2018. La CENA IN BIANCO, giunta quest’anno alla sua quarta edizione, avrà luogo SABATO 7 LUGLIO in una location davvero speciale: i Boschetti Reali.

Con la loro forma triangolare, il tridente di viali e i filari regolari di alberi, collegano la Villa Reale alla città e sono per Monza un luogo strategico.

Teniamo in modo particolare a questa serata come occasione di rilancio dei Boschetti Reali, uno degli angoli più suggestivi della città – spiega l’Assessore alla Cultura Massimiliano Longo – Dopo il pomeriggio musicale che si è svolto venerdì 29 giugno, siamo pronti ad ospitare la Cena in Bianco: un appuntamento di grande coinvolgimento che segnerà in via definitiva la rinascita di quest’area dopo anni di degrado. Il prossimo appuntamento è già fissato per sabato 8 settembre, con uno spettacolo teatrale dedicato al sommo poeta, Dante”.

La CENA IN BIANCO è un'occasione per vivere la città in maniera insolita: una grande festa in cui si cenerà tutti insieme all'aperto...sotto un cielo di stelle!

Sarà una serata magica, suggestiva e coinvolgente in un luogo unico e speciale, dove tutto deve essere “total white”. L'evento è gratuito e aperto a tutti. 

La storia delle prime tre edizioni è quella di una grande successo: nel 2015 sono stati 800 i partecipanti in Piazza Trento e Trieste. Nella seconda edizione del 2016 1.200 in Villa Reale; nella terza del 2017 1.100 in Piazza Arengario e Corso Vittorio Emanuele.

“Ora torniamo a vestire di “bianco e di magia” un luogo speciale per Monza, non potete mancare!!! Più saremo e più la serata sarà meravigliosa e scenografica...” dice Lorena Sala, organizzatrice dell’edizione di Monza e socia promotrice di CENA IN BIANCO® UNCONVENTIONAL DINNER®.

----

Scheda: Cos’è la Cena in Bianco?

La “Cena in bianco” è un'occasione per vivere la città in maniera insolita. Si tratta di una festa dove tutto deve essere di colore bianco. Viene fatta in un luogo all’aperto della città trasformandolo in una “sala da pranzo” a cielo aperto.

È un evento gratuito aperto a tutti, della gente e per la gente, dove si potrà partecipare da soli o in compagnia, adulti e bambini.

Partecipare non costa nulla, ma prevede il rispetto di poche e semplici regole. Si cenerà tutti insieme per vivere l’emozione di una sera all’insegna delle cinque E: etica, estetica, ecologia, educazione ed eleganza.

 Per partecipare ci si dovrà vestire completamente di bianco e ogni commensale dovrà portarsi tutto l’occorrente: tavolo (rettangolare o quadrato per formare lunghe file), sedie, cibo, tovaglia in tessuto e stoviglie in ceramica, bicchieri e bottiglie in vetro, niente carta e niente plastica. Si potrà pasteggiare con acqua, vino rigorosamente bianco, spumante o champagne, no superalcolici.

Una immensa tavolata, che celebra la tradizione italiana, nel rispetto della condivisione, convivialità e del piacere di stare insieme.

Al termine della serata ognuno raccoglierà in un sacco la propria spazzatura e la porterà via, lasciando il luogo pulito.

Le iscrizioni rimarranno aperte sino al 5 luglio, Per aderire all'iniziativa e confermare la propria partecipazione occorre cliccare sul pulsante ISCRIVITI sulla foto dell’homepage della pagina Facebook: https://www.facebook.com/Cena-in-Bianco-Monza-293764804146764/

Chi desidera essere partner dell’iniziativa può scrivere alla mail cenainbiancomonza@gmail.com o contattare la pagina Facebook.




















































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































Scheda: Cos’è la Cena in Bianco?

La “Cena in bianco” è un'occasione per vivere la città in maniera insolita. Si tratta di una festa dove tutto deve essere di colore bianco. Viene fatta in un luogo all’aperto della città trasformandolo in una “sala da pranzo” a cielo aperto.

È un evento gratuito aperto a tutti, della gente e per la gente, dove si potrà partecipare da soli o in compagnia, adulti e bambini.

Partecipare non costa nulla, ma prevede il rispetto di poche e semplici regole. Si cenerà tutti insieme per vivere l’emozione di una sera all’insegna delle cinque E: etica, estetica, ecologia, educazione ed eleganza.

Per partecipare ci si dovrà vestire completamente di bianco e ogni commensale dovrà portarsi tutto l’occorrente: tavolo (rettangolare o quadrato per formare lunghe file), sedie, cibo, tovaglia in tessuto e stoviglie in ceramica, bicchieri e bottiglie in vetro, niente carta e niente plastica. Si potrà pasteggiare con acqua, vino rigorosamente bianco, spumante o champagne, no superalcolici.

Una immensa tavolata, che celebra la tradizione italiana, nel rispetto della condivisione, convivialità e del piacere di stare insieme.

Al termine della serata ognuno raccoglierà in un sacco la propria spazzatura e la porterà via, lasciando il luogo pulito.

Le iscrizioni rimarranno aperte sino al 5 luglio, Per aderire all'iniziativa e confermare la propria partecipazione occorre cliccare sul pulsante ISCRIVITI sulla foto dell’homepage della pagina Facebook: https://www.facebook.com/Cena-in-Bianco-Monza-293764804146764/

Chi desidera essere partner dell’iniziativa può scrivere alla mail cenainbiancomonza@gmail.com o contattare la pagina Facebook.

 

Print Friendly, PDF & Email

Open Data di Lissone: al via il progetto per la pubblicazione on line dei «dati aperti»

«Dati aperti» a portata di clic: nei giorni scorsi, ha ufficialmente preso il via il nuovo progetto da parte dell’Amministrazione Comunale di Lissone in merito alla pubblicazione costante ed aggiornata degli Open Data. La sezione, già pubblicata sul portale Dati Lombardia e consultabile al link https://www.dati.lombardia.it/browse?q=lissone&sortBy=relevance si pone come obiettivo quello di migliorare i servizi a cittadini ed imprese attraverso la loro facilità di utilizzo. La Giunta Comunale già dallo scorso mese di novembre ha aderito all’iniziativa di Regione Lombardia sulla pubblicazione di dati aperti (Open Data) condividendone l’alto valore di trasparenza.

Attraverso gli Open Data, sarà così possibile fornire alla cittadinanza alcune utili informazioni su tematiche di interesse comune. Inoltre, per ragioni professionali o commerciali, sarà possibile trattare i dati scaricandoli e riusandoli autonomamente e liberamente. Gli Open Data pubblicati dal Comune di Lissone riguardano, sino ad ora, gli HotSpot del Wi-Fi pubblico, la rete viaria-toponimi stradali, i parcheggi a pagamento, le aree di sosta per disabili, gli Enti controllati-Enti pubblici vigilati e gli Enti controllati-società partecipate.

“Abbiamo intenzione di espandere gli Open Data a tutti gli ambiti possibili che consentano una facile lettura e soprattutto la fruizione del dato – commenta Domenico Colnaghi, assessore all’Innovazione tecnologica - Ad esempio sui dati finanziari e di bilancio, al fine di andare oltre il capitolo e spiegare più facilmente i numeri”. I dati pubblicati potranno essere utili per operatori pubblici, privati o commerciali, ricercatori, analisti, organizzazioni della società civile e per chiunque abbia la necessità di questo tipo di dati da utilizzare nelle proprie attività. Tutti i dati contenuti in questa area tematica del sito sono rilasciati in formati aperti: la licenza con cui verranno pubblicati i dati, salvo eccezioni puntualmente segnalate, è la Italian Open Data License v.2.0 (IODL 2.0).

Lissone, 29 Giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

L'ASSESSORATO ALL'ECOLOGIA INCONTRA I CITTADINI: MERCOLEDÌ 4 LUGLIO

"Lo “scenario 0” del PUMS e gli eventi in programma durante la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Ultimo appuntamento prima della pausa estiva per l'incontro dell'Assessore all'Ecologia Maurizio Bertinelli. Mercoledì 4 luglio, dalle 18.00 alle 20.00, presso l'Auditorium della Biblioteca Civica l'Assessore Bertinelli incontra i Cittadini per un confronto su alcuni temi legati all'ambiente, allo sviluppo sostenibile, alla mobilità. Sono 5 gli argomenti che saranno discussi: in tema di innovazione il ruolo dei dati nella fiscalità locale; protagonista nuovamente il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) con la video intervista a Paolo Ruffino, consulente del PUMS che ci presenta "Lo “scenario 0” del PUMS: come ci muoviamo a Vimercate?" e l'anticipazione degli eventi in programma a settembre a Vimercate in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Ed ancora il professore I.I.S. Albert Einstein di Vimercate Antonio Giulio Cosentino presenta "Le pietre che narrano ... Kalòs kai agathòs". Infine in tema di educazione civica: un cittadino a “6 zampe”: una serie di iniziative per educare i padroni a educare i loro cani - a cura del gruppo cinofilo “Il Tiglio”. In autunno riprenderanno gli appuntamenti con nuove date in programma. Siete tutti invitati a partecipare. Vimercate, 29 giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

Ambito territoriale di Monza: siglato il Piano di Zona 2018-2020

 Monza, 28 giugno 2018. E’ stato siglato oggi, presso la sede del Comune di Monza, l’accordo di programma per l’attuazione del Piano di Zona 2018-2020, il documento diprogrammazione degli interventi e dei servizi sociali per i tre comuni dell’ambito: Monza, Brugherio e Villasanta.

I firmatari. Hanno sottoscritto l’accordo il Sindaco di Monza Dario Allevi, il Sindaco di Brugherio Marco Troiano, il Vicesindaco di Villasanta Gabriella Garatti, il Direttore Generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Monza Matteo Stocco, iDirettore dell’Agenzia di Tutela della Salute della Brianza Massimo Giupponi, il Vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza Concettina Monguzzi e il Presidente dell’Assemblea di Distretto Monza Paola Buonvicino.

“Stiamo impostando progettualità allargate e gestioni associate in grado di intercettare i nuovi bisogni delle famiglie prima che diventino un problema difficilmente risolvibile - ha anticipato il Sindaco Dario Allevi - E’ un metodo che punta ad intervenire sulla fascia grigia, quella cosiddetta ‘vulnerabile’, per fornire strumenti concreti alle persone in difficoltà che diano loro un aiuto capace di farli uscire da un momento di crisi, spesso legato ai problemi lavoro-casa-reddito”. 

“Sono molto soddisfatta del grande lavoro di squadra svolto a ritmo serrato negli ultimi mesi per raggiungere questo risultato - ha spiegato l’Assessore alle Politiche Sociali  Désirée Merlini, anche in qualità di Presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’ambito distrettuale di Monza – Essere giunti alla sottoscrizione entro il 30 giugno ci consentirà infatti di ottenere la premialità massima da parte di Regione Lombardia, pari a 30.000 euro: un riconoscimento che premia lo sforzo di programmazione sovralocale e l’attività di coprogettazione che vorremmo si confermassero stile di lavoro condiviso anche per i prossimi anni”.

Il Piano di Zona 2018-2020L’Ufficio di Piano - che gestisce annualmente risorse pari a circa 4 milioni di Euro all’anno - analizza i bisogni dei cittadini, indica obiettivi e priorità di intervento e individua strumenti e risorse in grado di rispondere alle esigenze sempre più complesse dei cittadini, anche mettendo in campo interventi sperimentali e gestioni associate.

Le priorità. Le linee di intervento prioritarie individuate partono dal supporto alle famiglie con rilevanti fragilità e dal rinforzo degli interventi a favore dei nuclei familiari vulnerabili. Una seconda linea di azione riguarda i minori e le loro famiglie; seguono attività di comunicazione e informazione idonee a facilitare l’accesso ai servizi. Tra gli obiettivi anche la gestione associata tra Comuni di servizi e interventi.

La spesa sociale. La spesa sociale complessiva dell’ambito di Monza ammonta a 36 milioni di Euro e si caratterizza per l’importante investimento nell’area ‘minori-famiglia’ che ammonta al 38,33% rispetto al totale, la quota più elevata raffrontata agli altri ambiti provinciali; seguono le spese per disabili pari al 23,72% e servizi sociali e sanitari; agli anziani è destinato il 4,3% della spesa complessiva e il 5,65% a situazioni di emarginazione e povertà.

Un primo bilancio del REI - Reddito Sociale di InclusioneUna indicazione importante in tema di analisi della vulnerabilità arriva dal primo bilancio del REI - Reddito Sociale di Inclusione, attivo dall’inizio del 2018: ad oggi ammontano a 948 le richieste totali presentate all’ambito, di cui 787 a Monza, 124 a Villasanta e 37 a Brugherio.

Ancora sul fronte della vulnerabilità un progetto che ha riscosso particolare successo è stato Kairos, che in un anno ha ricevuto 233 richieste da parte di cittadini e famiglie suibisogni lavoro – casa - reddito: a loro disposizione soluzioni personalizzate in grado di prevenire situazioni di vera fragilità e disagio.

 

Print Friendly, PDF & Email

UN TUFFO NEL PASSATO,  ALL’ORIGINE DELLA CANZONE,  PER CELEBRARE UNO DEI SUOI PIÙ GRANDI PROTAGONISTI: MARIO PANZERI, AUTORE (E BOLLATESE D’ADOZIONE).

La trentesima edizione del Festival di Villa Arconati, nel suo ripensare il proprio percorso, inizia eccezionalmente dalla piazza di Bollate, cittadina che, ospitando territorialmente la Villa, nel 1989 ne fece la sede del Festival.

Una grande anteprima gratuita, che ricorderà il grande paroliere e compositore Mario Panzeri, vissuto a Bollate per quasi 30 anni, attraverso alcune delle sue canzoni più popolari e amate, come: “Grazie dei fiori” (vincitrice del primo Festival di Sanremo), “Maramao perché sei morto?”, “Pippo non lo sa”, “Papaveri e papere”, “Casetta in Canadà”, “Lettera a Pinocchio”, “Nessuno mi può giudicare”, “Fin che la barca va” e molte altre.

Intorno a questi brani, non mancarono, per quei tempi storici, tensioni, sospetti e diffide. Mentre nel 1939 la canzone “Maramao perché sei morto?” diventava un grande successo, Panzeri fu convocato nell’ufficio della Censura perché la canzone in questione era considerata una delle cosiddette canzoni di fronda, ossia canzoni in cui, in maniera non esplicita e con varie allusioni, si attaccavano alcune delle figure di primo piano del regime.

Stessa sorte anche in seguito, per “Pippo non lo sa” e poi, di nuovo, per “Il tamburo della Banda d’Affori”.

Anche “Papaveri e papere”, insieme a un altro grande successo del paroliere, “Casetta in Canadà”, portarono Panzeri a essere guardato con sospetto, questa volta dai simpatizzanti del socialismo reale che riscontravano, nelle due canzoni, varie e ironiche allusioni alla situazione politica.

Mario Panzeri non rallentò per questo la sua produzione, anzi ebbe ancora successo nell’ambito perfino dello “Zecchino d’Oro”, con “Lettera a Pinocchio” che si staccò ben presto dal mondo dell’infanzia, cui inizialmente era rivolta, per diventare un trionfo popolare e internazionale grazie a Johnny Dorelli e a Bing Crosby.

Il concerto tributo sarà eseguito dalla Monday Orchestra, diretta da Luca Missiti.

Ospite solista: Paolo Tomelleri.

Una produzione originale di Bollate Jazz Meeting per la 30° edizione del Festival di Villa Arconati.

Da un’idea di Paolo Nizzola e Giordano Minora.

DOMENICA 01 LUGLIO - Ore 21 - Bollate, Piazza C. A. Dalla Chiesa - “Cantun Sciatin”

                                                                                                           

INGRESSO LIBERO

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)