Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Rinnovamento del Centro storico, 29 proposte dalla cittadinanza

Spaziano dall’arredo urbano alla progettazione di spazi comuni, pongono l’accento sulla necessità di una nuova illuminazione e si soffermano sulla scelta di pedonalizzare Piazza Libertà per la quasi totalità in termini positivi.

Sono complessivamente 29 le proposte pervenute dalla cittadinanza relative al percorso di progettazione partecipata “Mettiamo le idee in Piazza”, attraverso il quale tutti i cittadini potevano contribuire al rinnovamento del Centro storico attraverso apposita modulistica preparata dall’Amministrazione Comunale.

Via mail o di persona, sono 29 i suggerimenti pervenuti in Comune: di questi, 20 sono proposti da un uomo. Fra le indicazioni suggerite, “Luogo di relazione” è la prospettiva per il Centro storico fornita dal 69% dei questionari.

A seguito della riunione di venerdì 1 giugno, la raccolta della modulistica rappresenta il secondo step del percorso di coinvolgimento della cittadinanza.

Fra le indicazioni, figurano suggerimenti per un nuovo arredo urbano che favorisca la socializzazione e l’aggregazione, una maggior attenzione all’illuminazione pubblica e agli spazi verdi adiacenti a Piazza Libertà, l’invito alla valorizzazione delle attuali zone d’ombra attraverso la posa di nuove sedute.

Non mancano poi visioni urbanistiche complessive che abbracciano ampie porzioni di territorio e altre idee legate al mondo dello shopping o al desiderio di trasformare il Centro in punto di divertimento con l’installazione di una tensostruttura removibile o col posizionamento di giochi da praticare all’aria aperta. Pur essendo presenti contributi di associazioni del territorio, la quasi totalità delle idee suggerite provengono da cittadini.

“Il percorso di progettazione partecipata del rinnovamento del Centro storico prosegue col contributo diretto della cittadinanza - sottolinea Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone - valuteremo ogni contributo che entrerà a far parte del Bando di concorso rivolto ai professionisti del settore che dovranno saper coniugare i loro progetti con le idee emerse nel corso dell’assemblea pubblica e dei questionari. Emerge con forza un elemento: per i cittadini lissonesi, il Centro e Piazza Libertà sono visti come luogo di relazione, con tutte le conseguenze adeguate a rispondere a questo bisogno”.

Lissone, 21 Giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

“Onde Precarie” nella seconda puntata un racconto in musica.

20/6/2018 – Seconda puntata per “Onde Precarie” la prima trasmissione di Young Radio dedicata ai senza dimora. In questa nuova puntata il racconto di Giuseppe uno degli ospiti di “Residenza Marsigli”, come ci si ritrova ad essere un senza dimora e come si prova ad uscirne, con pazienza e reinventandosi con l’aiuto degli operatori e non solo. Ma Giuseppe ha anche una vasta competenza musicale ed è sua la colonna sonora che ci accompagnerà in questo racconto. Per saperne di più vi diamo appuntamento a lunedì mattina alle 10,00.  

Potrete ascoltare la replica  il giovedì alle ore 18:00 e il sabato alle ore 20:00. Per chi si perderà la programmazione, c'è sempre il podcast scaricabile sul nostro sito www.youngradio.it

Young Radio è il progetto web radio di Aeris Cooperativa Sociale. Nata nel 2008, Young Radio è una testata giornalistica che offre musica, cultura, intrattenimento e servizi, affermandosi come canale privilegiato di partecipazione, comunicazione sociale e promozione del territorio.

Buon ascolto

Alfredo Somoza

Diretto Young Radio

 

Print Friendly, PDF & Email

Progetto «A testa alta», Regione Lombardia approva e finanzia il progetto

Ammesso e finanziato: è questo l’esito, reso pubblico nei giorni scorsi, del progetto “A testa alta. Modelli di inclusione sociale e legami di comunità”, presentato dall’Amministrazione Comunale di Lissone e avallato da Regione Lombardia, inserito nell’ambito dei progetti che favoriscano la gestione sociale dei quartieri di edilizia pubblica in Lombardia.

Il valore complessivo del progetto approvato e finanziato da Regione Lombardia è pari a 241.000 euro sui 246.000 euro complessivi di spesa prevista.

Riferito in particolare alla zona collocata a sud est del quartiere LS1-Don Moscotti, il progetto vede il Comune di Lissone in qualità di capofila ma è il risultato del lavoro in partenariato con ALER VA – CO – MB – Busto Arsizio, Spazio Giovani ONLUS, Azalea Soc. Cooperativa Sociale, Mestieri Lombardia - Consorzio di Cooperative Sociali, Consorzio SIS - Sistema di Imprese Sociali e Parrocchia Madonna di Lourdes Lissone in qualità di partner sostenitore; per alcune specifiche azioni, saranno coinvolte CS&L – Consorzio Sociale e La Grande Casa.

Venerdì 22 giugno in Municipio, avverrà la sottoscrizione dell'Accordo di Partenariato tra tutti i soggetti partner che a diverso titolo lavoreranno al progetto.

“A testa alta” prevede l’attivazione di laboratori sociali di quartiere con attività che favoriscano momenti di aggregazione e convivialità, attività di Prevenzione, contrasto e riduzione delle situazioni di morosità incolpevole. E, ancora, sostegno alle persone in difficoltà economiche con azioni di riqualificazione o autoconduzione di spazi comuni, oltre all’attivazione di percorsi volti all’inclusione lavorativa. Il numero delle famiglie totali residenti nell’area coinvolta dal progetto è pari a 115 per una popolazione totale residente pari a 270 persone. La nazionalità prevalente è quella italiana, molti alloggi risultano assegnati a nuclei monoparentali e in quasi un terzo delle famiglie sono presenti ultra sessantacinquenni.

Il Laboratorio sociale avrà sede presso il Centro sociale Botticelli. Come primo passo, in fase di progettazione, verranno individuate alcune famiglie che costituiranno un gruppo a supporto degli operatori.

Fra le attività di promozione sociale rientrano uscite in piccolo gruppo con persone anziane, a supporto del ménage quotidiano, sono inoltre previsti percorsi di accompagnamento ad hoc attraverso cui analizzare le economie familiari; inoltre, sarà individuato uno spazio fisico di ascolto ed accoglienza dedicato alle persone che, attraversando momenti di difficoltà. Infine, saranno attivate esperienze relative all'autoconduzione degli spazi condominiali comuni.

Approfondendo la conoscenza delle famiglie partecipanti al progetto, saranno infine predisposti specifici percorsi volti all’inclusione lavorativa. Si individueranno i soggetti da inviare ai percorsi formativi e lavorativi previsti dal sub-progetto 2. In caso di morosità sull'affitto, ai beneficiari sarà proposto di utilizzare parte del riconoscimento economico di cui godranno per saldare parte del debito.

“Il progetto è stato concepito con l'idea di offrire alle persone incentivi concreti ad “alzare la testa” nei confronti delle situazioni di isolamento, difficoltà economica e vulnerabilità - dichiara Anna Maria Mariani, assessore alla Persona - agendo non tanto nella tradizionale ottica assistenzialista della delega e del meccanismo domanda-risposta ma, al contrario, riconoscendo agli stessi destinatari le capacità e le competenze per individuare, analizzare, elaborare, legittimare, soddisfare i propri bisogni e partecipare più attivamente alla ricostruzione del tessuto sociale del territorio in cui vivono”.

Lissone, 20 Giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

Il lancio del secondo ciclo di STREET BOOKS (presentazioni di libri itineranti a Monza) ci permette di fare il punto sul senso delle tante iniziative stanno animando le strade della città, allargando gradualmente le maglie del controllo sociale che la Giunta vorrebbe soffocante in ogni contesto.

L’allarme sociale alimentato dalla stampa locale sotto la spinta delle sparate della giunta comunale rimbalza infatti tra migranti e “movida”, in un tragicomico sensazionalismo da provincia che ben si accorda con l’attitudine populista che ha portato alla vittoria del nuovo governo Lega-M5S.
L’umana predisposizione a popolare strade e quartieri, al ritrovarsi nei contesti informali, a vivere la città e i suoi spazi è diventata tutto d’un tratto materia di ordine pubblico e stiamo gradualmente tornando all’epoca dei coprifuoco del borgomastro Mariani. 

Stazione, piazza Indipendenza, via Pennati, via Azzone Visconti, NEI… con l’avvento dell’estate il racconto della quotidianità di questi spazi assomiglia a un bollettino di guerra che necessita di essere messo profondamente in discussione per non correre il rischio di cedere alla legge della paura e al paradigma legalitario su cui Allevi & co. ha costruito il proprio consenso.

E’ per questo motivo che negli ultimi mesi abbiamo deciso di intensificare la nostra presenza in città e costruire momenti di aggregazione proprio in queste piazze “calde”, in cui è stato possibile riscontrare una realtà assai diversa da quella raccontata.
Ci siamo accorti attraverso l’organizzazione di un cineforum o di una presentazione di un libro o di una serata musicale gratuita all’aperto, che Monza è popolata da un grande numero di persone, spesso molto giovani, stufe di vedere la propria serata fuori casa soffocare in uno dei tanti locali in cui, come avrebbe detto Primo Moroni, si «vendono vino e panini senza amore e senza memoria», in cui il tempo libero è asservito alla legge del consumo e del profitto. E questo gran numero di persone non trova certo a Monza, fatta salva qualche rara eccezione (un centro sociale, un Arci e qualche raro locale “illuminato”), luoghi in cui ritrovarsi liberamente, senza dover pagare, e sperimentare la pratica dell’autogestione e dell’autorganizzazione.

Crediamo sia per questo motivo che le persone siano legittimamente portate a riversarsi in strada. E’ quindi questa naturale tendenza all’aggregazione di piazza che è invisa alla giunta e che sta diventando oggetto di una vera e propria “guerra ai giovani”. Noi pensiamo invece che questo tipo di socialità diffusa e informale sia la base solida su cui si possono costruire relazioni autentiche, solidarietà, coesione e siamo quindi convinti che occorra moltiplicare iniziative come STREET BOOKS o i CINEFORUM ITINERANTI o il SUMMER PARTY di venerdì prossimo, che tanto scalpore mediatico stanno generando in città.

Vi invitiamo quindi a esserci, a rompere l’ansia legalitaria che ci tiene imprigionati in casa, a popolare le piazze e vivere bene i luoghi della città, a partire dai prossimi appuntamenti in programma.

Mercoledì 20 giugno, parchetti del NEI: Cineforum itinerante numero 3

https://www.facebook.com/events/259874051225935/

Venerdì 22 giugno, parchetti del NEI: Summer Party

https://www.facebook.com/events/1535011989942083/

Domenica 24 giugno, FOA Boccaccio: Aspettando i mondiali antirazzisti

https://boccaccio.noblogs.org/post/2018/06/14/aspettando-i-mondiali/

Giovedì 5 luglio, parchetti del NEI: Street Books #9

https://www.facebook.com/events/467515667046709/

FOA Boccaccio 003 & Tarantula

 

Print Friendly, PDF & Email

Domenica 24 giugno l’atteso spettacolo pirotecnico

“Angeli e Demoni” al Parco di Monza

 Monza, 20 giugno 2018. Si terrà domenica 24 giugno alle ore 22.00, nell’area ex ippodromo del Parco di Monza (prato antistante Villa Mirabello) l’atteso spettacolo pirotecnico “Angeli e Demoni”, organizzato annualmente dall’Amministrazione Comunale in occasione dell’anniversario del Santo Patrono di Monza, S. Giovanni.

Lo spettacolo. “Angeli e Demoni” è la rappresentazione dell’eterna lotta tra il bene e il male: una lotta descritta attraverso l’uso artistico degli effetti pirotecnici e sottolineata da una coinvolgente colonna sonora, intervallata da letture ispirate al tema conduttore della serata.

Le musiche. Il programma musicale comprende i seguenti brani: Jason Farnham, That Special Day; Audiomachine, Reaching Danny; Elfman Hellboy, II Titles; Atil Orvarsson, Wolf Attack; Audiomachine, The Battle; Giuseppe Vasapolli, King Attack; Lisa Gerrard, Now We Are Free; L. W. Beethoven, Inno alla Gioia.

Accessi, uscite e sicurezza.  Per garantire lo svolgimento della manifestazione in tutta sicurezza il Comune ha predisposto le misure previste dalla circolare 6/2017 del Ministero dell’Interno e dalla Direttiva dell’1/8/2017 e condivise dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sulla Pubblica Sicurezza.

L’area sarà delimitata e l’accesso, attraverso appositi varchi di controllo, sarà possibile a partire dalle ore 18.00.

Si potrà raggiungere l’area dello spettacolo percorrendo viale Cavriga, viale Mirabello e viale Vedano.

Accessi e uscite del parcoGli accessi e le uscite del Parco sono così disciplinate: Porta pedonale Vedano viale Cesare Battisti e Porta pedonale Vedano via Villa chiusura ore 18; Porta Monza, Porta Villasanta e Porta Vedano aperte fino al completo deflusso degli spettatori al termine dello spettacolo; Porta Vedano Montagnetta aperta esclusivamente per mezzi autorizzati (disabili) fino al loro completo deflusso al termine dello spettacolo. Tutte le altre porte e ingressi del Parco seguiranno la chiusura ordinaria (ore 21.30).

Le strade illuminate individuate per il deflusso del pubblico e l’uscita sono: viale Cavriga, viale Mirabello, viale Vedano, viale dell’Ippodromo (il tratto dall’area spettatori a viale Cavriga). Al termine dello spettacolo, per l’uscita si potranno utilizzare esclusivamente Porta Monza, Porta Villasanta, Porta Vedano.

I parcheggi. Sono tre i parcheggi predisposti: Parcheggio Porta Monza (1200 posti). Parcheggio Ospedale (650 posti). Parcheggio per auto disabili con contrassegno: piazzale Villa Mirabellino e piazzale Cascina Fontana (sede del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza). È vietato portare biciclette, anche se a mano, nell’area spettacolo.

Inoltre è assolutamente vietata la sosta di moto e motocicli nel Parco di Monza, particolarmente in prossimità delle uscite di Porta Monza e Porta Villasanta e Porta Vedano; moto e motocicli in sosta vietata saranno rimossi.

Al termine dello spettacolo, dal Parcheggio Porta Monza l’uscita delle automobili avverrà dalle ore 24 o comunque solo al termine del deflusso pedonale degli spettatori.

Accesso per i disabili. E’ stata predisposta un’area riservata ai disabili sulla destra del fronte fuochi. Entrata/Uscita automobili disabili (munite di contrassegno) da Vedano Montagnetta lungo viale Mirabellino, fino ai parcheggi riservati di Cascina Fontana (sede del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza) e Villa Mirabellino.

Altre disposizioni importanti. Nell’area dello spettacolo è vietato introdurre, fare uso e consumare ogni genere di bevanda contenuta in recipienti di vetro o in contenitori di materiale metallico o in bottiglie di plastica con tappo. E’ vietato, inoltre, introdurre qualsiasi materiale che possa recare danni al patrimonio arboreo, al suolo e al sottosuolo e oggetti pericolosi e atti a offendere.

In caso di maltempo, lo spettacolo pirotecnico è rinviato al giorno successivo, lunedì 25 giugno.

 

Print Friendly, PDF & Email

Erme Ripa e Monza

 24 giugno – 22 luglio 2018

Palazzo dell’Arengario – Monza

 Inaugurazione: Sabato 23 giugno 2018, ore 18.00

 

Dal 24 giugno al 22 luglio 2018 Monza omaggia Erme Ripa, pittore, grafico, designer e consulente culturale di spicco nel panorama artistico - culturale monzese del Novecento.

La mostra, promossa dall’Amministrazione comunale, è articolata in tre sezioni: la prima illustra la lunga carriera di pittore attraverso l’esposizione di una quarantina di opere, acquerelli e disegni preparatori; la seconda, il ruolo di consulente culturale per l’Amministrazione comunale svolto nella Monza degli anni Trenta attraverso materiali documentari e fotografici; infine l’attività nel campo della grafica e delle altre arti, tra cui quella della lavorazione del vetro, svolta a Venezia.

“Una nuova occasione per proseguire nel percorso di valorizzazione dei maestri dell'arte del Novecento monzese - spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alla Cultura Massimiliano Longo La mostra in Arengario ripercorre e illustra al pubblico la variegata attività di Erme Ripa, artista dalla forte vocazione creativa che spaziava dalla pittura, alla grafica e all’illustrazione, fino alle arti applicate. Di particolare interesse anche la ricostruzione del clima culturale della Monza degli Anni Trenta, quando le sue collaborazioni con l’Amministrazione si intensificarono per importanti realizzazioni in città, come la sistemazione della Pinacoteca Civica e dell’Archivio storico”.

Biografia:

Erme Ripa nasce il 3 gennaio 1900 a Castel San Giovanni (Piacenza). All’età di sette anni la sua famiglia si trasferisce a Monza. Nel 1922 si diploma all’Accademia di Brera e consegue l’abilitazione all’insegnamento delle materie artistiche.

Presente alle più importanti mostre collettive alla Permanente di Milano e a Monza, dagli anni Trenta affianca all’attività pittorica un’intensa attività di promotore culturale per il Comune di Monza. Redattore della “Rivista di Monza” e del “Popolo di Monza” è tra i fondatori della “Settimana Monzese di San Giovanni”, curatore dell’allestimento della Pinacoteca Civica e del Museo Civico e del riordino dell’Archivio Storico Comunale.

Oltre all’insegnamento presso l’Istituto superiore delle industrie artistiche (ISIA) alla Villa Reale di Monza, nel 1936 inizia la sua esperienze nell’arte muranese del vetro che lo porta nel 1936 a trasferirsi a Venezia come direttore artistico della VAMSA di Murano.

Ripa fa ritorno a Monza nel 1940 e nonostante la guerra e gli sfollamenti prosegue la sua attività di pittore, mentre dopo il 1945 si iscrive con Anselmo Bucci alla nuova Società degli Indipendenti di Milano. La sua ultima mostra personale è del novembre 1972 alla Galleria Civica di Monza, mentre la prima antologica postuma gli viene dedicata nel 1980 alla Pinacoteca Civica.

 Erme Ripa e Monza

Palazzo dell’Arengario, piazza Roma, Monza

Inaugurazione: 23 giugno 2018, ore 18.00 con la partecipazione di Edoardo Testori noto critico e storico dell’arte.

Apertura mostra: dal 24 giugno al 22 luglio 2018

Orari:

da martedì a venerdì: 16.00–20.00 

giovedì apertura supplementare serale: 21.00-23.00

sabato, domenica e festivi: 10.00–13.00 / 16.00–20.00

Lunedì chiuso.

Ingresso libero.

 

Print Friendly, PDF & Email

Tia Airoldi vs. Jean Claude Izzo: il 22 giugno musica e letteratura per l’aperitivo di Monza

Monza,18.06.2018 - Venerdì 22 giugno, a partire dalle ore 19.00, il cantante e fondatore dei The Please, Tia Airoldi sarà ospite della rassegna A Monza Manca il Mare, nel cortile del Civico 144 in via Libertà (Monza). Dopo aver condiviso il palco con artisti del calibro di Calexico, Bologna Violenta, Giorgio Canali, sotto l’effige dei The Please, a giugno 2017 Tia Airoldi produce e pubblica “Morning News” primo singolo come Tia Airoldi e nei primissimi giorni del 2018 pubblica il secondo singolo "Dinner". Entrambi i brani vengono presentati come videoclip.

Tia Airoldi porta al Civico 144 la sua musica e le letture di Jean Claude Izzo, scrittore e sceneggiatore francese. Dalla sua penna grandi romanzi come "Casino Totale", "Chourmo. Il cuore di Marsiglia" e "Il Sole dei Morenti".

A Monza Manca il Mare è la rassegna di musica indipendente e letteratura controcorrente iniziata il 18 maggio e che, nei fine settimana di Giugno e Luglio, ospiterà alcuni tra i migliori cantautori della scena indipendente, alternando alla loro musica un reading di brani tratti dai libri che ne hanno segnato il percorso artistico. I precedenti appuntamenti, che hanno goduto di grande riscontro da parte del pubblico, hanno visto il milanese Veronal leggere brani di Bukowski, il cantautore Claudio Barzetti accompagnato dalla lettura di Scott-Fitzgerald e Daniele Isola leggere brani di Paul Auster.

La rassegna è stata organizzata dai ragazzi del Civico 144 con il patrocinio del Comune di Monza, in un’ottica di valorizzazione e riqualificazione intellettuale del quartiere Libertà, dove sorge il Centro Civico. Tutti gli eventi di A Monza Manca il Mare sono ad entrata libera, con sostanzioso aperitivo a buffet.  

Facebook: Civico 144

Instagram: @civico144

Spotify: Playlist A Monza Manca il Mare

Prossimi appuntamenti:

Venerdì 22 giugno: Tia Airoldi Vs Jean-Claude Izzo

Sabato 30 giugno: Diego “Deadman” Potron Vs Stephen King

Domenica 8 Luglio: Davide Romagnoni dei Vallanzaska Vs Primo Levi

 

Print Friendly, PDF & Email

«Tavolo di lavoro Milano-Chiasso»: i sindaci di Lissone, Desio e Muggiò ricevuti in Regione Lombardia

Nel corso del “Tavolo di lavoro Milano-Chiasso” tenutosi in Regione Lombardia nella mattinata di giovedì 14 giugno, i Sindaci delle Amministrazioni di Desio Lissone e Muggiò hanno denunciato la situazione insostenibile del servizio ferroviario di Trenord sulle linee S9 e S11 in merito a ritardi crescenti, soppressioni delle corse e sovraffollamento dei convogli causato dalla riduzione delle composizioni dei treni.

Fra le novità prefigurate da Regione Lombardia, figura che le linee S10 e S40 dal prossimo 2 settembre partiranno da Como anziché da Albate, eliminando così le interferenze con la S11 che continuerà ad attestarsi a Como e a Chiasso alternativamente.

Inoltre dal 22 luglio ai primi di settembre, a causa dei lavori sulla galleria di Cucciago, i treni della Linea S11 diretti a Milano partiranno da Carimate. Ciò comporterà, in questo periodo, un vantaggio per i pendolari di Desio, Lissone e Muggiò, in direzione Milano, perché la tratta sarà più breve e i treni meno affollati.

“Sappiamo che non esistono soluzioni facili a problemi complessi – dichiarano i sindaci Concettina Monguzzi, Roberto Corti e Maria Fiorito – abbiamo condiviso lo spirito propositivo dell’assessore Terzi, già a conoscenza delle difficoltà quotidiane con cui devono fare i conti i nostri pendolari. Ci sono state prospettate soluzioni per la linea S11, mentre permangono preoccupazioni sul futuro della linea S9 i cui tassi di soppressione restano molto più alti della media della regione. L'assessore Terzi ha garantito la massima attenzione in merito. Il canale di confronto aperto con Regione Lombardia è positivo. Tuttavia i problemi del trasporto ferroviario incidono, ogni giorno, sulla vita di migliaia di persone. Donne e uomini che si spostano con i treni per andare a lavorare o a studiare. Per questo continuiamo a mantenere alta l’attenzione, anche se cominciamo a intravedere delle soluzioni. Il canale di confronto aperto con Regione Lombardia è positivo».

Il «Tavolo di lavoro Milano-Chiasso», richiesto dai sindaci Concettina Monguzzi, Roberto Corti e Maria Fiorito, rispettivamente primi cittadini delle città di Lissone, Desio e Muggiò, sarà riconvocato dopo la metà di settembre per effettuare una prima valutazione sugli effetti delle novità introdotte.

I miglioramenti tecnologici sulle linee, in corso, saranno completati nel 2019 con un unico "punto di gestione" della rete dal posto centrale di Milano Greco. In questo modo la linea godrà quindi di una miglior gestione della circolazione dei treni, un più ampio margine di flessibilità nella rimodulazione degli orari in favore dei pendolari e ai viaggiatori saranno garantite informazioni più tempestive di quelle attuali: Regione Lombardia, infatti, ha sollecitato Trenord in questo senso.

I Sindaci hanno rinnovato la richiesta a Trenord - assente al tavolo di lavoro di giovedì sebbene invitata - la possibilità che, in determinate condizioni, i treni diretti possano essere fatti fermare a Desio e Lissone per "recuperare" i ritardi o le soppressioni dei treni delle Linee S9 e S11.

“Attraverso le novità tecnologiche che interesseranno le tratte S9 e S11 contiamo di offrire un servizio migliore alle migliaia di pendolari che ogni giorno si spostano dalla Brianza per raggiungere Monza, Sesto San Giovanni o il capoluogo Milano, sia per lavoro che per studio – dichiara Claudia Terzi, assessore regionale alle Infrastrutture – provvederemo ad affinare tutti i dettagli entro la fine di agosto, in modo tale da essere pronti ad applicarle nel mese di settembre quando il carico dei passeggeri ritornerà a pieno regime. Le modifiche inerenti i treni in transito in Svizzera verranno attivate il 2 settembre 2018 e comporteranno da subito dei vantaggi in termini di efficienza sulla linea S11. Sappiamo che la pazienza dei viaggiatori è spesso messa a dura prova, l’impegno di Regione, per quanto di sua competenza, va nella direzione di voltare pagina rispetto a un servizio finora non all’altezza".

Lissone, 15 Giugno 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

GLI SPORTELLI SOCIALI DELLA NON AUTOSUFFICIENZA INCONTRANO I PENSIONATI E I CITTADINI

Per incontrare i cittadini e far conoscere il nostro servizio di informazione e orientamento, abbiamo organizzato gli SPORTELLI IN PIAZZA

Brugherio – 16 giugno - ore 9 – 12 – Piazza Cesare Battisti

Carate Brianza – 18 giugno - ore 9 – 12 – Via Cesare Battisti

Seregno – 23 giugno - ore 9 - 12 – Via Fratelli Bandiera

VERRANNO DATE INFORMAZIONI E SPIEGAZIONI SU:

*   Invalidità / Legge 104/92

*   Indennità di accompagnamento

*   Badanti e aiuto familiare

*   Assistenza domiciliare (SAD e ADI)

*   Presa in carico del paziente fragile e cronico

*   Centro diurno integrato

*   Esenzione ticket sanitari

*   Domanda disabilità - posteggio disabili

*   Casa di riposo (RSA)

*   Amministratore di sostegno

*   Diritti dei cittadini

 

Print Friendly, PDF & Email

La UPF Monza Brianza, in collaborazione con la sezione brianzola della UISP, l’Unione Italiana Sport per Tutti, e con l’adesione e il patrocinio del Comune di Monza, del CONI Lombardia e di molti altri Comuni del territorio, ha promosso la tredicesima edizione del Trofeo della Pace. In questa edizione 2018 vi parteciperanno circa 150 giovani e si terranno un torneo interetnico di pallavolo femminile e un torneo interetnico di calcio a 7 maschile. 

Le partite del torneo di calcio, precedute da vari incontri e sedute di allenamento insieme, si terranno domenica 24 giugno, presso lo stadio Sada di Monza: il programma prevede la mattinata di qualificazione, a seguire pranzo insieme, mentre nel pomeriggio si terranno le partite di finali e le premiazioni con coppe, medaglie e gadget per tutti i partecipanti. Entrata libera e gratuita, si ringrazia la Società Sportiva Juvenilia Fiammamonza per la concessione dello stadio Sada e del campo di allenamento.

Testimonial del torneo di calcio è Paolo Monelli, ex giocatore che vanta ben 165 presenze in serie A, con 5 campionati disputati con la Fiorentina, e 150 in serie B dove ha esordito con la maglia del Monza, che sarà presente alle finali e premierà i giocatori insieme ad Andrea Arbizzoni, Assessore allo Sport del Comune di Monza.

Il Trofeo della Pace, ideato per favorire l’incontro, la conoscenza, l’amicizia e la pratica sportiva tra giovani residenti su uno stesso territorio ma appartenenti a nazionalità, culture e tradizioni diverse risulta una delle manifestazioni più interessanti in Brianza per il suo mix tra sport, educazione, integrazione e solidarietà.

Anche quest'anno è prevista la partecipazione di studenti delle scuole superiori, allo scopo di ampliarne la valenza educativa, insieme a diverse squadre formate da giovani richiedenti asilo, di varie nazionalità. Tra le compagini che scenderanno in campo ci saranno inoltre i ragazzi del CMR 50, il Centro Mamma Rita, vincitori della scorsa edizione, i giovani della UPF Sport for Peace e un team del CPIA, il Centro Provinciale Istruzione Adulti di Monza Brianza.

Anche in questa edizione sono previste manifestazioni collaterali dedicate ai giovani e convegni sul tema dei valori e l'etica nello sport. Il programma degli eventi, il calendario e i risultati delle partite, con foto, resoconti e rassegna stampa saranno man mano pubblicati sul sito dedicato www.trofeodellapace.org  - attualmente in aggiornamento - dove verranno evidenziati i loghi e i nomi degli Enti aderenti, mentre è prevista anche la stampa di una brochure illustrativa.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)