Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Sindaco di Monza su firma rinnovo GP: “Grande soddisfazione: una vittoria per Monza e per il sistema Italia. Impossibile la F1 senza l'Autodromo nazionale". 

Monza, 29 novembre 2016 – “Siamo molto soddisfatti che l'unica firma che contava davvero sia finalmente arrivata. Dopo tanta attesa e non poche pretestuose polemiche politiche, è giunto il rinnovo del GP di Monza, patrimonio di tutto il paese che oltre a suscitare passioni in milioni di tifosi è un evento che genera sviluppo e che contribuisce a tenere alto il nome di Monza e dell’Italia nel mondo. Se è vero che Monza non può fare a meno del GP, è altrettanto vero che la Formula 1 non può rinunciare all'Autodromo nazionale”. Lo dichiara il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, commentando l’annuncio del presidente di Aci Italia Angelo Sticchi Damiani del rinnovo del contratto siglato con Bernie Ecclestone, capo della FOM. “Desidero ringraziare il Governo e il Parlamento che hanno consentito ad Aci Italia di portare a casa un risultato non scontato. In particolare l'impegno del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, e dell’onorevole Roberto Rampi è stato determinante. Ricordo che da questa lunga e a tratti complessa vicenda, scaturisce un patto tra i comuni di Monza e Milano e Regione Lombardia, grazie al quale saranno impiegate risorse per finanziare un piano di investimenti nei prossimi 10 anni che ammonta a 70 milioni di euro: fondi che saranno impiegati per la cura e la manutenzione straordinaria dell’intero complesso costituito dal parco e dalla Villa Reale. Tengo inoltre a sottolineare che con la rinuncia ad ogni rivalsa da parte di Imola, si chiude un capitolo che è stato oggetto di inutili speculazioni politiche. Un comportamento responsabile, sia del sindaco che dei vertici del circuito emiliano, impegnati su obiettivi di completamento dell'offerta motoristica sportiva utile all'intero sistema Paese”. 

Ufficio stampa del Comune