Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Bilancio di previsione: approda in Consiglio provinciale la manovra finanziaria 2016

oltre 163,5 milioni destinati a spese di parte corrente e investimenti

Monza, 12 dicembre 2016. E’ stato presentato oggi al Consiglio Provinciale il bilancio di previsione per l’anno 2016: il documento, già approvato con decreto del Presidente, sarà sottoposto anche al parere dell’Assemblea dei 55 Sindaci MB mercoledì 14 dicembre.

Il difficile pareggio finanziario. Quest’anno il difficile pareggio finanziario è stato conseguito grazie alle misure introdotte dalla Legge di stabilità 2016 e dal Decreto Legge n. 113/2016 – Misure finanziarie urgenti per gli enti territoriali e il territorio - che per le Province prevedono, eccezionalmente, la non applicazione della sanzione prevista per gli enti che non hanno rispettato il patto di stabilità 2016. A ciò si aggiunge la possibilità di redigere un bilancio di previsione annuale, di utilizzare in parte corrente l’avanzo di amministrazione e i risparmi derivanti dalla rinegoziazione dei mutui, di beneficiare di alcuni fondi mirati all’assolvimento delle funzioni assegnate e alla stabilizzazione degli equilibri di bilancio.

Misure eccezionali, dunque, senza le quali sarebbe stato impossibile quadrare i conti, considerando il prelievo forzoso dello Stato sulle entrate tributarie introdotto dalla legge di stabilità 2015, che per la Provincia MB – sommato ai tagli imposti dalle precedenti normative statali – ammonta all’87,55% delle entrate tributarie, pari a € 53,6 milioni di euro prelevati a fronte di un introito di 61,4 milioni.

“Quest’anno il pareggio contabile è frutto del senso di responsabilità che ci impone di garantire ad ogni costo il funzionamento dell’Ente, affinchè siano garantiti i servizi essenziali: assistenza ai disabili, manutenzione di scuole e strade, trasporti in primis”, riassumono il Presidente Gigi Ponti e il Vicepresidente Roberto Invernizzi.

“Dopo gli esiti del referendum è indispensabile che a livello centrale vengano ridefinite le risorse per essere all’altezza di sostenere un reale progetto di area vasta, per continuare a svolgere un ruolo di coordinamento territoriale per i Comuni”.

La manovra finanziaria. La manovra finanziaria 2016 vale € 163.562.753,88: una cifra al netto delle somme iscritte nei movimenti fondi (€ 12.950.000) e comprende l’importo dei residui cosiddetti “reimputati” (€ 40.493.231,36).

L’importo di € 123.011205,78 finanzia le spese di parte corrente, compreso i rimborsi di prestiti, per € 112.593.473,86 e le spese in conto capitale per la differenza di € 10.417.731,92.

La spesa corrente. Al finanziamento della spesa di parte corrente, che ammonta ad € 112.593.473,86, concorrono:

- le entrate tributarie, per l’importo di € 61.405.221,75 (imposta provinciale di trascrizione autoveicoli, imposta sulla responsabilità civile auto e tributo ambientale) al netto delle risorse che finanziano le spese in conto capitale per €33.351,00;

- i trasferimenti correnti stanziati in € 34.518.326,59;

- le entrate extratributarie, ovvero le entrate proprie, per l’importo di € 2.430.298,71 al netto delle risorse che finanziano le spese in conto capitale per € 5.000,00;

- le alienazioni immobiliari, limitatamente alla quota di € 109.101,40 per l’estinzione anticipata di mutui e prestiti;

- l’avanzo di amministrazione applicato per l’importo di € 14.130.525,41.

A questo importo si aggiungono i residui passivi “reimputati” per un totale di 3.037.344,31 euro, che elevano l’importo complessivo delle spesa corrente a 115.630.818,17 euro.

La spesa in conto capitale. Al finanziamento della spesa in conto capitale, che ammonta complessivamente a € 47.931.935,71 concorrono:

- le alienazioni immobiliari per € 981.912,60 (al netto della quota di € 109.101,40 applicata alla parte corrente del bilancio per l’estinzione anticipata di mutui e prestiti);

- i trasferimenti di capitale di Regione Lombardia per € 332.331,17;

- i trasferimenti di capitale dello Stato € 1.123.854,00;

- i trasferimenti di capitale dell’Agenzia regionale per l’ambiente € 1.657.439,70;

- entrate correnti per il bilancio in conto capitale per € 35.351,00;

- l’avanzo di amministrazione applicato per l’importo di € 1.755.046,00;

- la devoluzione di mutui accesi con la Cassa depositi e prestiti per l’importo di € 4.528.797,45;

- le spese per incremento di attività finanziaria € 58.316,74;

A questo importo si aggiungono i residui passivi “reimputati” per un totale di 37.455.887,05 euro che elevano l’importo complessivo della spesa in conto capitale a 47.931.935,71 euro.

Focus sugli investimenti a bilancio. Le spese in conto capitale definite in € 10.476.048,60, al netto dunque dei residui reimputati (37.455.887.05 euro), comprendono le seguenti voci:

- € 5.628.843,45, il rifinanziamento del concorso finanziario per la realizzazione della metrotranvia Milano Parco Nord Seregno;

- € 1.657.439,70, gli interventi edili sulla porzione dello stabile della sede istituzionale ceduta a titolo oneroso all’Agenzia regionale per l’ambiente;

- € 1.634.418,78, gli interventi sulla rete viaria provinciale;

- € 348.505,00 gli interventi sugli impianti di riscaldamento;

- € 514.866,60 gli interventi edili sugli stabili sedi di istituti scolastici;

- € 112.146,00, gli acquisti patrimoniali (arredi e centralini telefonici) per gli istituti scolastici provinciali;

- €  152.300,00 gli interventi per la gestione del sistema informativo;

- €  30.000,00 i trasferimenti agli enti e agli organismi operanti nella protezione civile;

- € 272.912,39, i trasferimenti per il rinnovo parco autobus a favore delle società esercenti il tpl;

- € 66.300,00 per acquisti patrimoniali ed altre spese in conto capitale.

A ciò si aggiungono i 58.316,74 euro quali movimenti fondi per l’incremento di attività finanziarie.

Le spese provinciali complessivamente programmate per il 2016 sono così suddivise sulle missioni provinciali:

Missioni (D.L. 118/2011) Spese di parte corrente (tit. I + tit. IV)

Spese in conto capitale

(tit. II + tit. III)

Totale impieghi

 

01 Servizi istituzionali, generali e di gestione 66.500.849,03 3.918.886,25 70.419.735,28
04 Istruzione e diritto allo studio 8.408.534,46 8.722.753,89 17.131.288,35
05 Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali 942.232,84   942.232,84
07 Turismo 137.479,46   137.479,46
08 Assetto del territorio ed edilizia abitativa 563.422,96   563.422,96
09 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente 2.976.870,51 889.693,53 3.866.564,04
10 Trasporti e diritto alla mobilità 24.324.896,71 34.370.602,04 58.695.498,75
11 Soccorso civile 327.357,27 30.000,00 357.357,27
12 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia 3.711.300,69   3.711.300,69
14 Sviluppo economico e competitività 906,02   906,02
15 Servizi per lo sviluppo del mercato del lavoro 2.739.959,12   2.739.959,12
16 Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca 165.047,80   165.047,80
20 Fondi e accantonamenti 491.342,47   491.342,47
50 Debito pubblico 4.340.618,83   4.340.618,83
Totale 115.630.818,17 47.931.935,71 163.562.753,88

PROVINCIA DI MB

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)