Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Comunicato unitario FAI-FLAI-UILA Milano, Monza Brianza

RINNOVATO IL CONTRATTO PROVINCIALE PER GLI OPERAI AGRICOLI

FLOROVIVAISTI DI MILANO MONZA BRIANZA

In data odierna è stato sottoscritto il rinnovo del Contratto Provinciale per gli operai agricoli e florovivaisti di Milano e Monza Brianza con un soddisfacente risultato nonostante risenta della difficile situazione del settore e prevede:

- aumenti salariali: 2,3% in un'unica tranche per gli operai agricoli, orticoli e agriturismi, con decorrenza 1.1.2017;

con la stessa decorrenza sono previsti aumenti del 2% sulle retribuzioni dei florovivaisti;

- il premio provinciale di produttività viene riformulato, rendendolo più verificabile ed esigibile, attraverso il

pagamento mensile;

- vengono equiparate le retribuzioni del settore orticolo a quelle dei lavoratori agricoli, con decorrenza

dall'1.1.2017.

- per l'importante tematica degli appalti si è riformulato l'articolo, introducendo elementi di maggiore attenzione

rispetto alla tutela occupazionale e garantendo la corretta applicazione dell'inquadramento previdenziale e

contrattuale;

- welfare: compatibilmente con le risorse dell'ente bilaterale agricolo, verrà sperimentata una nuova prestazione

assistenziale a favore dei lavoratori a tempo indeterminato, in caso di risoluzione del rapporto di lavoro per

giustificato motivo oggettivo o per dimissioni per giusta causa;

- viene confermata la copertura retributiva anche sulle mensilità aggiuntive in caso di assenza per malattia,

infortunio e maternità obbligatoria;

- sarà assunto all'interno del contratto il protocollo che regola la procedura relativa alla cassa integrazione agricola,

vincolando al confronto preventivo sindacale la tutela dei lavoratori;

- è stata elevata l'aspettativa non retribuita per malattie oncologiche e/o equivalenti da 6 mesi previsti dal CCNL, a

12 mesi;

- è stata migliorata ed estesa la possibilità di avere più acconti sul TFR

- viene normata in modo più efficace la tariffa per il lavoro notturno per gli addetti agli allevamenti, con una

erogazione su base mensile.

Altri elementi di rilievo sono da evidenziare nel capitolo della classificazione, quali ad esempio la garanzia di

crescita professionale della figura dell'allievo, e un impegno stringente su contratti a termine, declaratoria e

procedure di risoluzione del rapporto di lavoro, per rendere più chiari e tutelanti gli articolati attuali.

Questi obiettivi sono stati raggiunti grazie a un lavoro sindacale unitario, tenacemente voluto dalle organizzazioni provinciali, dalla stesura della piattaforma all'accordo finale.

Le organizzazioni sono impegnate fin da subito a una capillare campagna di informazione.

Milano, 31 gennaio 2017

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)