Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

La nostra associazione FIAB MonzainBici, da tempo chiede che venga realizzata una rete ciclabile cittadina connessa che dia sicurezza negli spostamenti cittadini in bicicletta.

La moderazione del traffico è la soluzione a molti problemi, dall'incidentalità sempre alta, all'inquinamento atmosferico, alla riduzione degli spazi in città occupati da auto in circolazione o parcheggiate lungo le strade per molto tempo durante la giornata. 

Ma alcune corsie ciclabili sono ancora  necessarie, in particolare ricavate da strade di grande comunicazione e per raggiungere i poli attrattivi della nostra città.

Infatti MonzainBici propone una corsia ciclabile che da Largo Mazzini, e lungo C.so Milano e Via Borgazzi, raggiunga la Bettola dove si prevede il capolinea della metropolitana MM1 in modo da permettere a sempre più cittadini, di raggiungere la fermata in bicicletta e diminuire di conseguenza l'uso dell'auto privata.

Il presidente di MonzainBici, Pasquale Scalambrino, ha voluto quindi sondare il parere degli esercizi commerciali che si affacciano su C.so Milano e via Borgazzi, per capire se una ciclabile su queste vie, fosse ben accettata.

I risultati del sondaggio sono stati molto soddisfacenti e in controtendenza rispetto a tempi passati dove le pedonalizzazioni e la mobilità ciclistica era ritenuta un ostacolo alle loro vendite.

Sono state formulate alcune domande a 50 esercizi commerciali che cerchiamo di riassumere brevemente:

1 - L'87.5% ritiene molto alto l'inquinamento atmosferico in città.

2 - Il 75% è convinto che un utilizzo maggiore di biciclette migliorerebbe l'aria.

3 - Il 72.5% risponde che molti loro clienti si recano  già in bicicletta nei loro negozi per fare acquisti.

4 - il 67.5% degli intervistati è convinto che con più mobilità ciclistica e velocità motorizzata ridotta ci sarebbero meno incidenti.

5 - Naturalmente il 90% ritiene che in c.so Milano ci sia molto traffico motorizzato.

6 - Il 42.5% pensa che la corsia ciclabile possa aumentare le sue vendite mentre il 22.5% crede di no.

7 - Il 47.5% ritiene che la pedonalizzazione del centro storico abbia aumentato le vendite, mentre il 42.5% non sa.

8 - la domanda finale e fondamentale è stata se fossero favorevoli alla corsia ciclabile e per più del  70% la risposta è stata favorevole, contro un 13% di contrari e il 14% che non ha saputo rispondere.

Questi numeri ci dicono che i tempi sono  cambiati, molte persone utilizzano ormai stabilmente la bicicletta per gli spostamenti quotidiani  per recarsi a lavoro, per andare a scuola, per le varie commissioni e per il tempo libero.

Esiste una diversa visione di concepire la città, non più come un luogo che accoglie migliaia di auto parcheggiate o in colonna ad un semaforo, ma una città dove sia possibile vivere in armonia con se stessi e  con gli altri.

E fondamentalmente una città con aria respirabile e con più sicurezza e meno incidenti.

Ufficio Stampa FIAB MonzainBici

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)