Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Guardie ecologiche volontarie – sezione di Lissone: nel 2016 più di 1.500 ore di attività e 48 verbali per infrazioni

Più di 1.500 ore di attività sul territorio, con un’attenzione particolare al Bosco Urbano, alle aree verdi più frequentate e alle zone periferiche soggette ad abbandono di rifiuto.

Il report dell’attività attuale delle Guardie ecologiche volontarie (GEV) – sezione di Lissone conferma la fondamentale presenza del gruppo coordinato da Corrado Villa che dal 12 agosto 2015 opera sotto la supervisione di Ferdinando Longobardo, comandante della Polizia locale di Lissone, e di Flavio Zanardo, comandante della Polizia Provinciale di Monza e Brianza a cui è stata assegnata la gestione amministrativa delle GEV.

L’Amministrazione Comunale eroga un contributo a titolo di rimborso spese pari a 3.000 euro l'anno, oltre a somme per progetti di formazione specifica. La convenzione fra Comune di Lissone e GEV è stata rinnovata nel 2016 per altri tre anni, il rapporto instaurato sarà tanto più importante alla luce della recente richiesta di adesione al Parco Grugnotorto-Villoresi.

Nel 2016 le Gev di Lissone hanno svolto complessivamente 174 servizi di Polizia amministrativa sul territorio comprendente pattugliamento e accertamenti; ulteriori 50 interventi hanno riguardato l’attività di Polizia zoofila con il recupero di animali maltrattati o verifiche su deiezioni canine. I servizi per attività di Polizia forestale sono stati complessivamente 35.

Dal punto di vista sanzionatorio, 48 i verbali per accertamento di infrazione a cui si sono aggiunte 5 comunicazioni di notizie di reato (CNR).

Nelle 1.560 ore di attività, i volontari si sono concentrati in particolare in attività di presidio del Parco Bosco Urbano; inoltre, sono state svolte importanti e numerose azioni di informazione e sensibilizzazione dei cittadini preliminari all’azione sanzionatoria contro gli illeciti ambientali.

“Questo dimostra che il gruppo GEV Lissone opera con uno scopo di educazione ambientale, contribuendo ad una maggior diffusione delle regole, senza alcuna volontà sanzionatoria o repressiva – sottolinea Roberto Beretta, assessore alla Sicurezza – il coordinamento garantito con la Polizia locale ha permesso un miglior controllo del territorio ed in particolare di quei punti dove, purtroppo, l’inciviltà della gente la fa ancora da padrona”.

Il gruppo GEV ha svolto anche numerose attività di perlustrazione nei punti più soggetti ad abbandoni di rifiuti, incrementando il numero dei controlli per il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti anche di origine animale; nel corso dell’anno si sono susseguiti interventi a tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo.

Nel 2016, grazie al corso per la formazione di nuove GEV organizzato nel Comune di Lissone, il numero di volontari è andato aumentando.

Lissone, 2 Marzo 2017

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)