Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

DONNE DI CARTA. Da Goya a Picasso. In mostra in Galleria Civica opere dalla collezione di Federica Galli. Fino al 25 giugno. Inaugurazione alle ore 18

 

Monza, 8 marzo 2017 – Aprira al pubblico domani, giovedì 9 marzo e rimarrà allestita fino al 25 giugno alla  Galleria Civica di via Camperio la mostra dedicata a Federica Galli, famosa “inciditrice” ma anche fine collezionista, realizzata dal Comune di Monza in collaborazione con la Fondazione Federica Galli. Saranno presentate trentatré opere su carta, perlopiù stampe, appartenute alla sua collezione privata, selezionate secondo il tema dell’immagine femminile.  Tra le stampe esposte un ritratto di Federica Galli di Aligi Sassu, una Yvette Guilbert di Tolouse Lautrec, una Théogonie di Braque, un volto di ragazza di Cézanne e un Proverbio di Goya.

Come scrive Flavio Arensi, la Galli “amava circondarsi di opere d’arte di artisti che apprezzava, e meglio se portavano con loro un significato emotivo, richiamando alla memoria un viaggio, una circostanza, una presenza, un amico. Era una sorta di compendio della storia dell’arte incisoria da Dürer a Picasso attraverso Rembrandt, Rouault, Matisse, Bartolini, e molti maestri antichi meno noti ma importanti, tanti i francesi o i tedeschi”.

“L’analisi della collezione di grafiche moderne, conservate nella sede della fondazione e appartenute all’artista e suo marito Giovanni Raimondi - disegni ed incisioni- evidenzia una ricerca per il segno puro e per la sintesi compositiva. Entrambe modalità ben distanti dal gesto pieno che contraddistingue l’identità incisoria dell’autrice e dalla sua volontà di “saturare” la superficie della lastra con composizioni sempre molto piene” commenta Lorenza Salamon Presidente della Fondazione Federica Galli, nata nel 2009 per volere testamentario dell’artista: ”Il contrasto fra il linguaggio di Federica e le sue scelte collezionistiche confermano, della Galli, l’apertura mentale, l’onestà intellettuale e la curiosità di approfondire e studiare l’arte di chi l’aveva preceduta e dei suoi contemporanei senza preconcetti.”

“Continua il percorso di valorizzazione dello spazio espositivo della Galleria Civica. Con questa importante mostra vogliamo celebrare la figura e la collezione di Federica Galli, nonché il tema dell’immagine femminile nel mese dedicato alle donne” commenta l’assessore alle Politiche Culturali Francesca Dell’Aquila.

Completano la mostra alcune incisioni realizzate da Federica Galli per Monza in occasione dell’importante esposizione “Federica Galli. L’incanto dello sguardo (dal 1954 al 2007)” presentata al Serrone della Villa Reale nel 2008. Nello stesso anno Federica Galli donò alla città di Monza venticinque acqueforti conservate oggi presso i Musei Civici.

 

DONNE DI CARTA. Da Goya a Picasso
Opere dalla collezione grafica di Federica Galli

Galleria Civica, via Camperio Monza

Dal 9 marzo al 25 giugno 2017

Orari: da martedì a venerdì 15-19, sabato domenica e festivi 10-13/15-19

Ingresso libero

Info: 039.366381 mostre@comune.monza.it

Ufficio stampa del Comune

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)