Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Attività didattica museale: i disegni dei bambini in mostra all’Hamada Children’s Museum of Art in Giappone

Lissone - Hanno viaggiato per quasi 10.000 chilometri, passando dall’Osservatorio Colore di Lissone all’Hamada Children’s Museum of Art di Hamada, in Giappone. Una lunghissima traversata per 10 disegni e tre installazioni realizzate nel 2016 dai ragazzi delle classi terze della scuola secondaria nell’ambito dell’attività didattica museale ospitata dal MAC. Una fatica culminata nell’esposizione in uno dei luoghi culturali più importanti dell’Oriente, incentrato sulla valorizzazione del disegno infantile. 

Si conferma quindi l’importanza delle attività formative promosse dall’Amministrazione Comunale – assessorato alla Cultura – con la collaborazione di EOS Cooperativa che opera per conto del Comune nello svolgimento dell’attività didattica museale per le scuole primarie e secondarie.

Come ogni anno, infatti, anche nel 2016 il MAC ha ospitato circa 800 studenti che hanno poi rielaborato l’arte moderna, realizzando opere esposte in una grande collettiva all’Osservatorio Colore nel giugno dello scorso anno. Alcune di quelle opere, donate dagli studenti, sono “volate” oltre Oceano e per la prima volta disegni, pitture e installazioni Made in Lissone sono state esposte all’Hamada Children’s Museum of Art.

Grazie alla sinergica collaborazione in atto fra la Cooperativa EOS e l’Hamada Childrens’ Museum of Art, 10 opere hanno avuto l’onore ed il prestigio di essere esposte da metà gennaio a metà febbraio 2017 al fianco di elaborati simili provenienti dal resto del mondo.

In particolare, le opere lissonesi hanno fatto parte della mostra “Indépendant”, che dalla sua costituzione ha luogo presso la struttura museale nipponica; i lavori degli studenti lissonesi, che hanno così rappresentato l’Italia negli spazi espositivi, sono stati oggetto di una lettera di ringraziamento che il direttore della strutturale museale giapponese, Takashi Terao, ha inviato alle autrici e agli autori delle opere d’arte.

Lissone, 10 Marzo 2017

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)