Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Una scelta ponderata. Il Comitato monzese di Possibile ha deciso di non partecipare alle prossime elezioni amministrative. E di non sostenere alcuna candidatura. Ma apre un confronto sui contenuti con le forze politiche cittadine.

 

Negli scorsi mesi il Comitato Monzese di Possibile ha lavorato sodo per costruire un progetto nuovo per la città, non scontato e di rottura per lo scenario politico monzese. Che partisse dal basso attraverso la costruzione di una rete di relazioni fatta di associazioni, comitati, gruppi politici e di quella parte di cittadinanza attiva che da tempo lavora sul territorio in diversi ambiti. Una proposta da costruire insieme, che riattivi la partecipazione dei monzesi alla vita politica, inclusivo, aperto alle forze di sinistra, progressiste e ambientaliste.

Forti della convinzione che esiste un modo nuovo di fare politica, ci stiamo impegnando per la comunità e per recuperare i tanti delusi dalle strategie da salotto dei partiti. Ovunque in Italia, Possibile si sta muovendo in questa direzione.

Sono stati mesi impegnativi. Abbiamo coinvolto i cittadini con un questionario sulla città. Proposto incontri per fare emergere temi cruciali, come l’inquinamento e i migranti. Ci siamo confrontati sulla questione di Via Asiago e sulla situazione della Stazione; siamo stati presenti in mezzo alla gente per le campagne nazionali, a cominciare da quella per il NO al referendum costituzionale. Abbiamo contribuito alle osservazioni sul PGT, per cercare di azzerare il consumo di suolo e recuperare le aree dismesse per nuovi spazi da destinare alla comunità, e a ripensare le risorse energetiche. Abbiamo anche partecipato a diverse petizioni, tra cui quella per i nuovi spazi per le scuole Frisi – M. Bianchi - Hensemberger, perché le scuole, di ogni grado, ci stanno a cuore.

Ci siamo sempre mossi con l’intento di contribuire a sviluppare un nuovo senso di partecipazione tra tutte le generazioni e le diverse etnie che fanno parte della nostra realtà, guardando al futuro insieme.

Crediamo fortemente nel nostro progetto, ma serve più tempo per realizzarlo. La scadenza delle prossime elezioni cittadine è troppo ravvicinata. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di non presentarci. Non vogliamo esserci a tutti i costi, né fare testimonianza, ma contribuire a sviluppare un nuovo senso di partecipazione, riunendo un’ampia area di cittadini.

I soggetti che abbiamo coinvolto strada facendo hanno riconosciuto la bontà del nostro progetto e, da parte nostra, una grande generosità e disponibilità a fare.

Questo ci spinge a continuare a lavorare in questa direzione, restando coerenti con quello che ci siamo proposti. Non cerchiamo convergenze politiche e non ci interessano contratti elettorali. Siamo dalla parte dei molti interlocutori che hanno riconosciuto in noi un elemento di novità e, per quanto riguarda le prossime elezioni amministrative, abbiamo deciso di non sostenere nessuna candidatura.

Cosa faremo?

L’unica cosa che ci preme è proseguire il lavoro sulla città. Per farlo apriremo un confronto sui contenuti della campagna elettorale. Lavoreremo per portare avanti le nostre idee. Saremo al fianco di chi promuove e propone buone pratiche su consumo zero di suolo, inclusione, scuole aperte, viabilità, lotta all’inquinamento, recupero energetico, trasparenza e legalità, reddito di cittadinanza, welfare cittadino e partecipazione.

Chi vuole cambiare i paradigmi della politica di oggi, deve provarci.  Continueremo a lavorare per unire i tanti cittadini che non si sentono più rappresentati dalla politica.

Lanceremo un percorso di confronto sul territorio con le altre forze politiche della sinistra su temi come ambiente, trasporto pubblico, lavoro in Brianza. Senza farci fagocitare da dibattiti tra partiti, ma portando la politica nei luoghi del conflitto sociale, come la K-Flex di Roncello e i suoi lavoratori che rischiano il licenziamento, la stazione, le scuole in difficoltà per mancanza di spazi, i pendolari della Brianza in difficoltà per i tagli ai trasporti.

Il Comitato monzese di Possibile

Email: monzapossibile@gmail.com

Fb: https://www.facebook.com/monzapossibile?ref=hl

Tutte le informazioni su Possibile sono disponibili sul sito possibile.com

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?