Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Raccolta differenziata: col nuovo servizio di igiene urbana, a marzo sfiora quota 75%

Raccolta differenziata oltre quota 74%, con un incremento che da gennaio 2017 a marzo 2017 ha visto una crescita nella percentuale di rifiuto riciclabile di quasi dieci punti percentuali.

Sono questi i primi effetti della mini-rivoluzione che ha interessato tutta la città di Lissone con l’introduzione del sacco blu TAG-RFID e del sacco giallo, con raccolta separata di carta e cartone. Grazie alla campagna di comunicazione attuata congiuntamente dall’Amministrazione Comunale di Lissone e da Gelsia Ambiente, le nuove modalità di conferimento hanno sostituito la precedente routinarietà.

Entrato in vigore a partire dallo scorso 20 febbraio, il nuovo servizio di igiene urbana ha già avuto importanti ricadute per la città di Lissone a distanza di poche settimane dalle novità che hanno riguardato la raccolta differenziata.

In particolare, paragonando il mese di gennaio e quelli di marzo, ovvero la «vecchia» e la «nuova» modalità di conferimento, emerge un dato rilevante: il dato della raccolta differenziata è passato dal 65% di gennaio al 67,3 di febbraio, arrivando al 74,73% di marzo, mese interamente col nuovo regime. La media del primo trimestre 2017 è del 69,16% di rifiuto differenziato, già superiore al 65,25% del 2016.

Diminuisce sensibilmente il dato relativo al totale indifferenziato (529.875 kg a gennaio 2017, meno di 400.000 a marzo 2017), contestualmente il totale del rifiuto differenziato ha raggiunto a marzo quota 1.177.841, superiore del 10% alla media mensile del 2016.

Lissone, 26 Aprile 2017