Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

L’ULTIMO NASTRO DI KRAPP

con Corrado Accordino

voce di scena Jacopo Veronese

e con

Cecilia Santo, violoncello

Mohammadreza Bornak, setar

 musiche Alessandro Baldessari, Pietro Dossena

sound design e video editing Mohammadreza Bornak, Lorenzo De Carlo, Hadi Farahmand, Scilla Furlani, Giuilia Ganugi

     Enrica Macaro, Renato Marconi, Daniele Peraro, Sofia Rosarin, Cecilia Santo, Yilin Wang

  

Dalla collaborazione tra la Statale di Milano e il Binario 7 prende vita L’ultimo nastro di Krapp, il celebre atto unico di Samuel Beckett pubblicato esattamente 60 anni fa.

Il lavoro, nato dalla collaborazione tra l’Università degli Studi di Milano e il Binario 7 ha preso forma all’interno del laboratorio DaTap – dal testo alla performance – diretto dal Prof. Emilio Sala, che ha lavorato con il regista e drammaturgo Corrado Accordino guidando gli studenti nella realizzazione delle musiche di scena e del sound design.

Krapp è un anziano clown ormai prossimo alla morte che nella solitudine della sua stanza riascolta una sua vecchia registrazione colma di entusiasmo nei confronti della vita, non potendo fare a meno di biasimare quel giovanile entusiasmo che la vita avrebbe poi rivelato essere del tutto immotivato.

Krapp’s last tape (L’ultimo nastro di Krapp) di Samuel Beckett è uno dei lavori fondamentali della drammaturgia moderna. Se la tradizione “di prosa” lo ha consacrato ancorandolo a una forte prospettiva attoriale, la versione qui proposta lo ripensa in chiave musicale e multimediale. D’altronde anche in Beckett la doppia dimensione sonora del monologo – quella della voce di scena e quella della voce registrata – risulta assolutamente centrale. Sviluppare e amplificare questo aspetto in senso strumentale e audiovisivo è stato l’obiettivo principale di un lavoro in cui convivono vari elementi: la musica dal vivo, la dimensione elettronica, le immagini video.

Sul palco Corrado Accordino nei panni di Krapp e la voce fuori scena di Jacopo Veronese. Cecilia Santo al violoncello e Mohammadreza Bornak al setar suonano le musiche scritte da Alessandro Baldessari e Pietro Dossena.

DaTap e Binario 7

Il laboratorio si è composto della partecipazione a incontri preparatori e di prove dello spettacolo. Oltre al lavoro preliminare di lettura attenta e lo studio di alcuni allestimenti del testo di Beckett, i partecipanti hanno collaborato con Corrado Accordino al fine di mettere a punto una “drammaturgia sonora e musicale” dello spettacolo.

TEATRO BINARIO 7

L’ULTIMO NASTRO DI KRAPP

con Corrado Accordino

voce di scena Jacopo Veronese

e con

Cecilia Santo, violoncello

Mohammadreza Bornak, setar

 musiche Alessandro Baldessari, Pietro Dossena

sound design e video editing Mohammadreza Bornak, Lorenzo De Carlo, Hadi Farahmand, Scilla Furlani, Giuilia Ganugi, Enrica Macaro, Renato Marconi, Daniele Peraro, Sofia Rosarin, Cecilia Santo, Yilin Wang

 Data spettacolo:

domenica 2 luglio, ore 21.00

Biglietti:

unico € 5, gratuito per i bambini under10, allievi della Scuola di teatro Binario 7, abbonati Binario 7

Per informazioni e prenotazioni:

Teatro Binario 7

Via Filippo Turati 8, Monza

Tel. 039 2027002 | biglietteria@binario7.org

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?