Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

IL PARCO AGRICOLO NORD EST HA OTTENUTO IL RICONOSCIMENTO DI PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE

La Provincia di Monza e della Brianza ha riconosciuto con Decreto Deliberativo Presidenziale n. 83 del 20/07/2017 il perimetro del PLIS Parco Agricolo Nord Est per la porzione in provincia di Monza e della Brianza. Analoga istanza è in fase di istruttoria presso la Provincia di Lecco e la Città Metropolitana. Si rammenta che il Parco Agricolo Nord Est, nato poco più di un mese fa dalla fusione del Parco del Molgora e del Parco del Rio Vallone, ne ha ereditato i confini territoriali e tutte le funzioni. Ad oggi il Parco Agricolo coinvolge 21 comuni, di cui 15 in provincia di Monza, 1 in provincia di Lecco e 5 in Città Metropolitana. La superficie complessiva è di circa 29.300.000 mq di cui 22.479.935 mq nella provincia brianzola. I residenti nei comuni facenti parte del Parco ammontano a circa 160.000, ma di questi ben pochi abitano nel perimetro del Parco, per precisa scelta non si sono inclusi nel perimetro i centri abitati salvo qualche abitazione isolata, per il resto si tratta di campi agricoli, boschi e aree umide. Per il Presidente del Consiglio di Amministrazione Silvano Brambilla “Si tratta del primo riconoscimento di Parco Locale di interesse Sovracomunale, a cui si spera seguano analoghi atti da parte della Provincia di Lecco e della Città Metropolitana. Un passaggio formale indispensabile ma che non ci preoccupa in quanto siano la diretta evoluzione di due precedenti Parchi, ben strutturati e radicati sul territorio da quasi due decenni, e ai quali la Regione Lombardia aveva certificato l’autonomia gestionale”. Ancora il Presidente Brambilla “Stiamo uscendo dalla fase di messa a sistema della macchina amministrativa, nel frattempo abbiamo cercato di garantire la ordinaria funzionalità dell’Ente; sono stati predisposti e resi pubblici i programmi di educazione ambientale a favore delle scuole, in modo che da settembre i ragazzi possano continuare a usufruire del nostro servizio gratuito di didattica ambientale. Abbiamo organizzato eventi quali la caccia al tesoro notturna in bosco e stiamo patrocinando molti eventi. Nel frattempo stiamo confrontandoci con tutti i nostri Soci per capire quali siano le priorità e le aspettativa da parte loro nei confronti di questo nuovo Ente”.

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?