Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

ON LINE LA PUBBLICAZIONE “IDEA! INFORMATORI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE NEI CONTESTI SCOLASTICI”

Dopo la presentazione formale del libro “IdEA! Informatori di Educazione Ambientale nei contesti scolastici” alla presenza dell’Assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile, viene resa liberamente scaricabile il testo sul sito www.parcoagricolonordest.it Con questa pubblicazione si vuole portare gli insegnanti e gli educatori ad utilizzare le enormi potenzialità offerte dal mondo dei Parchi: i Parchi possono essere considerati come erogatori di un servizio studiato e pensato dal corpo docenti sulla base delle loro esigenze. Un cambiamento di prospettiva, da “i Parchi che entrano nel mondo della scuola” a “la scuola che utilizza i Parchi come strumenti per un insegnamento interdisciplinare, trasversale e connaturato ad ogni percorso educativo”, con il fondamentale contributo di associazioni, cooperative e società che si occupano di questa “non materia”: l’educazione ambientale>>. “IdEA! rappresenta uno strumento utile per quei Parchi e quelle Aree Protette che vogliono essere parte attiva nel cambiamento di un paradigma: per gli educatori ambientali che sono chiamati a cambiare il loro ruolo da protagonisti esclusivi a strumenti qualificati di supporto per la scuola; per i docenti che sono chiamati ad essere soggetti attivi e trainanti nella progettazione della didattica ambientale” sottolinea l’Assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile. Questa pubblicazione è frutto delle esperienze del Parco Valle del Ticino, del Parco Sud Milano, del Parco Monte Barro e del Parco Agricolo Nord Est. Per il Presidente del P.A.N.E. Silvano Brambilla “E’ stato un piacere scoprire che alcune delle nostre idee erano condivise, e sperimentate, da aree protette di dimensioni e struttura ben maggiore della nostra, a riprova che le buone idee nascono nella testa delle persone di buona volontà. Adesso siamo curiosi di capire se il mondo della scuola sarà in grado di rispondere a questo cambio di prospettiva.”

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?