Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Al via il progetto alternanza scuola-lavoro, 200 studenti alla Cgil di Monza e Brianza

Maurizio Laini: “Esperienza di qualità per conoscere il mondo del lavoro”

Con la presentazione a docenti e studenti del progetto alternanza scuola-lavoro di ieri mattina, prende ufficialmente il via l’iniziativa della Camera del Lavoro di Monza e Brianza destinata a 200 studenti di tre diversi istituti del territorio: il Majorana di Cesano Maderno, l’Europa Unita di Lissone e il Martin Luther King di Muggiò.

Il successo di partecipazione dell’assemblea di via Premuda fa ben sperare sulla riuscita del progetto: per tutta la mattinata, infatti, si sono alternati gli interventi dei rappresentanti della Cgil, degli insegnanti e degli stessi studenti che hanno relazionato sulle passate esperienze di stage.

Siete in un luogo di lavoro che si occupa di lavoro, quale posto migliore per la vostra esperienza formativa?”, così Maurizio Laini, segretario generale della CGIL di Monza e Brianza, ha dato il benvenuto agli studenti impegnati nel progetto. Un luogo, quello della Camera del Lavoro, ricco di storia e con una forte identità: “Siamo la realtà più antica sul territorio insieme a Chiesa cattolica e Arma dei carabinieri con i nostri 124 anni di storia”, ha spiegato Laini suscitando divertita curiosità nel giovane uditorio. Il segretario della Cgil ha poi ricordando le prime forme di mutuo aiuto tra lavoratori e citato alcune delle battaglie condotte dalla Cgil per tutelare i diritti: emblematico il recente caso della Kflex di Roncello, azienda in salute che delocalizza all’estero lasciando a spasso 187 lavoratori.

Ad intervenire anche Lino Ceccarelli, responsabile dell’Area Giovani, che ha illustrato ai ragazzi i servizi dedicati alle Nuove Identità di Lavoro, categoria sempre più ampia che comprende quelle nuove forme di occupazione precarie e autonome non tradizionalmente classificabili. “In un mondo che sta cambiando – ammette Ceccarelli – non è affatto escluso che in futuro sarete chiamati ad ‘inventare’ nuove forme di occupazione. Ma grazie alla vostra esperienza qui in Cgil anche noi saremo spinti a confrontarci in maniera diretta con le aspettative sul mondo del lavoro dei più giovani”.

Samuele Tieghi, presidente dell’Associazione Alisei, si è occupato di illustrare maggiormente nel dettaglio il progetto di alternanza:  gli studenti parteciperanno a diversi momenti, sia di natura didattica che di tipo squisitamente lavorativo. “Si tratta di una vera e propria alleanza tra scuola e mondo del lavoro”, ha concluso Tieghi.

A chiudere la serie di interventi ci ha pensato Anna Teselli della Cgil nazionale che si è complimentata con la Camera del Lavoro di Monza per lo sforzo volto a restituire ai ragazzi un’esperienza “vera e di qualità”.

Monza,  4 settembre 2017

Ufficio Segreteria e Comunicazione

CGIL Monza e Brianza

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?