Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Bilancio 2018: tasse invariate, 30 milioni di euro per servizi alla città

Nessun aumento della tasse nonostante i notevoli tagli ai trasferimenti statali, 30 milioni di euro stanziati per erogare i servizi di cui la città quotidianamente necessita. Sono questi alcuni degli elementi del Bilancio di previsione 2018-2020 del Comune di Lissone, presentato ufficialmente dall’assessore alle Risorse finanziarie Domenico Colnaghi.

La  bassa pressione fiscale del Comune di Lissone, in linea con le gli anni e precedenti, viene confermata anche nel 2018 mantenendo invariate le tasse. Per le tariffe a domanda individuale, le uniche modifiche riguardano l’illuminazione votiva che passa da 7,88 a 12 euro annui, rimanendo fra le più basse dei Comuni brianzoli. Nessun ritocco è stato apportato alle tariffe di tutte le fasce del servizio mensa.  

Sono stati compiuti sforzi affinché l’Ente, oltre a non incrementare le tasse e garantire i servizi, onorasse tutti gli impegni. Fra questi figura l’aumento contrattuale per i dipendenti siglato dal 2016: previsto il pagamento degli arretrati e l’incremento in busta paga dello stipendio dei quasi 200 lavoratori del Comune di Lissone. Questo sforzo si traduce in oltre 200.000 euro di maggiore spesa per il Comune, senza alcuna contribuzione statale.

In questo contesto, il Comune di Lissone riesce comunque a garantire la stessa entità di spese rispetto al previsionale 2017, con una spesa corrente che supera i 30 milioni di euro, di cui 18 milioni per l’acquisto di beni e servizi e circa 7 milioni per dipendenti comunali.

“Questo è il frutto di un’oculata gestione del bilancio delle spese e di una costante e proficua quota di recupero di recupero da accertamenti IMU, TASI, TARI e IRPEF, oltre a un recupero crediti su affitti e mensa - sottolinea l’assessore Colnaghi - Anche gli investimenti previsti sono superiori ai 6 milioni di euro superando sulla carta quelli del 2017, grazie ad un efficace  utilizzo dell’avanzo di amministrazione e al fondo pluriennale vincolato per investimenti. La sfida del 2018 rimane quella di migliorarsi ancora, sbloccare gli avanzi e andare alla ricerca di nuovi spazi finanziari per avviare e portare a termine importanti opere a favore della comunità lissonese”.

Il Bilancio di previsione 2018-2020, che sarà presentato venerdì 19 gennaio al Consiglio comunale, è stato preceduto il 29 dicembre 2017 dall’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (DUP) da parte della Giunta. Agli obiettivi strategici e operativi sono stati aggiunti i valori finanziari che porteranno poi alla definitiva approvazione traducendo sul concreto gli obiettivi poco prima annunciati in forma descrittiva.

“Approvare il bilancio previsionale in Giunta entro dicembre e in Consiglio Comunale entro febbraio - conclude Colnaghi - ci consente di fornire certezze alla macchina comunale e agli stakeholder del Comune di Lissone, consentendo all’Amministrazione di perseguire i suoi obiettivi”.

Lissone, 17 Gennaio 2018

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?