Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Beni pubblici vandalizzati, l’Amministrazione Comunale posa un cartello di denuncia

Un cartello per denunciare quanto è costato ripristinare i beni pubblici vandalizzati e per richiamare al senso civico di tutti i cittadini. Dopo i recenti fatti vandalici che hanno colpito, fra gli altri, anche uno scivolo per bambini e due cestini della spazzatura in Piazza IV Novembre, l’Amministrazione Comunale ha predisposto una campagna di comunicazione per informare la cittadinanza sui costi per la collettività che tali gesti hanno arrecato.

In particolare, un cartello sarà affisso nell’area giochi situata nelle immediate vicinanze della Biblioteca Civica, dove i danneggiamenti allo scivolo hanno imposto la rimozione e sostituzione, economicamente più conveniente rispetto alla sostituzione delle parti danneggiate. Il costo per la sostituzione sarà complessivamente di € 7.564,00.

“Soldi di tutti!” recita il cartello su sfondo arancione che, contraddistinto dal logo istituzionale del Comune di Lissone, sarà affisso in più copie nelle immediate vicinanze della struttura, che verrà posata nelle prossime settimane in sostituzione di quella attuale, danneggiata e fuori-uso.

“La sostituzione di questo scivolo danneggiato dai vandali è costata 7.500 euro – Soldi di tutti!” si legge ancora sul manifesto voluto dal sindaco Concettina Monguzzi e dall’assessore alla Città Vivibile, Marino Nava. Accanto alla cifra, verrà anche indicato il periodo di inutilizzo forzato della struttura danneggiata, un ulteriore danno arrecato alla collettività e nel caso specifico, alle giovani generazioni.

“Ogni azione vandalica danneggia anche te. Il bene comune è anche bene tuo” è il «claim» della campagna di comunicazione che sarà ripetuta anche sui cartelli che saranno affissi sul cestino della spazzatura oggetto di vandalismo nella notte di Capodanno.

Le immagini delle telecamere, puntate sulla zona in cui è accaduto il fatto vandalico, sono tutt’ora al vaglio delle Forze dell’ordine.

“Come già accaduto in altre circostanze, nel caso in cui siano identificati gli autori dei gesti vandalici, l’Amministrazione chiederà innanzitutto il pagamento delle spese necessarie per il ripristino delle opere vandalizzate – commenta il Sindaco Concettina Monguzzi – i cartelli vogliono essere spunti di riflessione, soprattutto perché riguardano un argomento sensibile come quello dei soldi della collettività”.

“Vogliamo dare un segnale forte alla cittadinanza – commenta l’assessore alla Città Vivibile, Marino Nava – purtroppo, i gesti sconsiderati di pochi ricadono in termini economici e di fruibilità su tutti. Il danno per la collettività è manifesto, con questa campagna di comunicazione vogliamo renderlo ancor più trasparente. Chi si diverte a distruggere patrimonio pubblico, rovina bene pubblico e toglie risorse all’Amministrazione Comunale in termini di servizi, investimenti e opportunità per il territorio”.

  

Lissone, 8 Febbraio 2018

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?