Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Nasce la Portineria Sociale di Scuotivento,

un piccolo aiuto per gli abitanti del quartiere

Il Circolo ARCI Scuotivento di Monza affianca alla Trattoria Popolare un nuovo servizio

 

Monza (MB), 05 marzo 2018 – Il circolo Arci Scuotivento inaugura domani, martedì 6 marzo, la sua portineria sociale, uno spazio a cui appoggiarsi per le piccole commissioni e i problemi del quotidiano. L’idea è quella di fornire un servizio a disposizione di tutti e favorire mutuo aiuto e relazioni, con l’obiettivo di contribuire a migliorare la vivibilità del quartiere, l’integrazione nel tessuto sociale della città, l’apertura e la solidarietà.

Il portierato sociale del circolo Arci monzese è un luogo “risolvi-problemi” dove poter trovare informazioni utili, come il reperimento di un artigiano, un tecnico specializzato o una baby-sitter, dove poter usare un computer dotato di connessione Internet od ottenere un aiuto per compilare moduli e bollettini. Ma è anche qualcosa di più, uno spazio di ascolto, scambio di competenze e valorizzazione delle risorse presenti nei cittadini del quartiere attraverso iniziative di incontro, aggregazione e momenti ludici. Il progetto prevede l‘apertura della portineria nelle giornate di martedì e giovedì dalle 10 alle 17, per un totale di 14 ore settimanali. Responsabile del progetto Paola Arpago, socia fondatrice del Circolo, che si dividerà tra i fornelli della Trattoria Popolare e lo sportello.

"Il portierato sociale ha una missione, quella di rendere più semplice la vita delle persone aiutandole a cercare ciò di cui hanno bisogno. In realtà, quell’atmosfera calda e umana che ricrea quella delle vecchie portinerie di condominio e i legami che nascono vanno ben oltre al pratico e sono un ottimo modo per combattere solitudine, isolamento, paura”, commenta Margherita Motta, presidentessa del Circolo Arci Scuotivento. “Rivolta a tutti ma con un occhio di riguardo alle persone con fragilità, la nostra portineria, come d'altra parte il nostro Circolo, è un presidio responsabile nel quartiere”.

Il circolo Arci Scuotivento ha da poco più di un mese festeggiato il secondo compleanno; la nuova iniziativa si innesta dunque su un tessuto già ben consolidato che unisce reciprocità, aggregazione, condivisione e partecipazione attiva. Dal martedì al venerdì i soci del circolo si ritrovano a pranzo in occasione della Trattoria Popolare: un'unica tavolata aperta a tutti, cibo buono e sano preparato dai volontari di turno, si paga quello che si può oppure ci si ferma a dare una mano in cambio di quanto mangiato.

Le portinerie sociali non sono un fenomeno nuovo a Monza, se ne contano già alcune come quella di via Silva 26, nel quartiere San Carlo-San Giuseppe, e quella in zona Sant’Albino. La portineria sociale di Arci Scuotivento si trova in via Monte Grappa 4/B, a Monza, nel quartiere San Rocco dove il circolo ha la sua sede.

Arci Scuotivento

Il circolo Arci Scuotivento si propone ai soci come un luogo di incontro intergenerazionale, in cui si inaugurino percorsi di partecipazione fondati sullo scambio e sul confronto, mirati a favorire il rinsaldarsi dei legami sociali e creare esperienze di cittadinanza attiva. Un luogo in cui i cittadini possano esprimere le loro potenzialità e la loro creatività nel senso più ampio del termine, condividere e valorizzare tempo, esperienze, saperi, strumenti e sogni. Mutualismo e sostenibilità sono pilastri dell’azione di Scuotivento. Per saperne di più: https://www.facebook.com/ArciScuotivento/ e http://www.arciscuotivento.it.