Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Ma quale “mega hub” alle porte di Monza… A Cinisello nasce un mostro con scarsi posti auto e bus che causerà la paralisi del traffico locale e anche su A4 e A52

La vicina città di Cinisello presenta con enfasi il “mega hub” di Bettola, ma invece siamo di fronte a tutt’altro e per il nostro territorio è una sconfitta. Partiamo dal termine “hub” utilizzato a sproposito. Di norma, un “hub” sarebbe un luogo di interscambio tra sistemi di mobilità diversi. Ebbene, tolta la foglia di fico di qualche impianto per le biciclette, a Bettola al momento arriverà la M1 come capolinea, mentre come collegamento con Monza è prevista una, e una sola, linea di autobus lungo la congestionata via Borgazzi. Per la M5 che passa di lì ed entra in Monza siamo ancora ai preliminari dei preliminari. Di certo verrà triplicato il già grande centro commerciale. Non parliamo poi dei parcheggi: saranno 2.500 e non sono tanti, anzi invece sono del tutto insufficienti per il combinato previsto tra strutture commerciali e M1. Basti pensare che la Regione Lombardia, nelle valutazioni preliminari su questo insediamento, aveva scritto della necessità di “almeno 4.500 posti auto”. Uno studio da noi realizzato su dati ufficiali recenti della mobilità, utilizzando un software di simulazione, mostra che l’intera area si paralizzerà almeno nelle ore di punta, e stiamo parlando di un luogo fondamentale per l’accesso della Brianza a Milano e viceversa, dove passa la trafficatissima SS36 e dove ci sono ingressi autostradali per la Tangenziale Nord e la A4 Torino-Trieste. Non bastasse il nostro studio, anche una analisi realizzata dalla Società Autostrade, inviata al Comune di Cinisello per tempo e ignorata, dice lo stesso: il presunto “hub” per lo scambio modale produrrà innanzi tutto una paralisi dei già saturi accessi alla A4. Fortemente negativo anche il parere di Legambiente. Nessuna soddisfazione, quindi, per il via a questo progetto infausto per il nostro territorio, a maggior ragione in tempi in cui – in tutto il mondo – i mega centri commerciali appaiono ormai superati e decisamente in declino.

Precisazione sui parcheggi

Nel nostro comunicato sul presunto "megahub" di Bettola una frase relativa ai parcheggi previsti è scritta in modo poco comprensibile, ce ne scusiamo. Precisiamo quindi:

2.500 sono i parcheggi che andranno ad aggiungersi a quelli già esistenti nella struttura commerciale attualmente chiusa (verrà triplicata). Di questi 1.500 soltanto saranno al servizio della stazione della M1. La regione Lombardia, in una analisi fatta a suo tempo, aveva indicato il numero minimo dei parcheggi nuovi da aggiungere in "almeno 4.500".