Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Lavori di sbancamento terra, lavori edilizi e deposito automezzi pesanti in area agricola.

In via della Offelera da alcune settimane alcuni orti sono stati sostituiti, sembra, da un’area di sosta per autoveicoli pesanti. Questo intervento privato, sembra che sia in netto contrasto con gli strumenti urbanistici comunali e provinciali.

L’area su cui si stanno realizzando i lavori” dice Atos Scandellari del locale circolo ambientalista “ ci risulterebbe sia classificata, nel PGT approvato il 06.02.2017, quale: “Ambito destinato all’attività agricola di interesse strategico”. Anche il Piano Territoriale Provinciale classifica l’area come “Ambiti di interesse provinciale” e Ambiti agricoli di interesse strategico.

Ma gli elementi che contrastano con questo intervento non finiscono qui. Infatti: il Piano delle Regole dice, all’articolo 22, che in questi ambiti siano possibili solo opere funzionali all’attività agricola, con l’esclusione di ogni parcheggio e deposito. Inoltre la tav. “DP.04 – Parchi Locali di Interesse Sovracomunale” del PGT propone tutto il territorio, posto a Sud Est di Sant Albino, come futuro ampliamento di un PLIS esistente.

“Riteniamo” conclude l’esponente ambientalista “che sia indispensabile, per salvaguardare l’area e rispettare il PGT e il PTCP, che lungo via dell’Offelera non sia realizzata nessuna struttura antropica”.

Per tutti questi motivi sono stati richiesti chiarimenti scritti al Comune e alla Provincia.

LEGAMBIENTE MONZA