Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

FAKE NEWS: SE NE PARLA A DESIO, CON PAOLO ATTIVISSIMO

Terzo ed ultimo incontro aperto alla cittadinanza per I-Tech, progetto promosso al fine di informare e formare i cittadini sui rischi del web e sulle tecniche e gli strumenti a disposizione per individuarli e combatterli Desio, 02 maggio 2018 – Si terrà martedì 8 maggio l’incontro “Difendiamoci dalle bufale” inserito nel più ampio percorso I_TECH – Azioni per un uso consapevole della rete e delle tecnologie per la comunicazione, progetto di cui è Capofila l’Associazione Culturale Puppenfesten, che ha scelto di indire tre appuntamenti pubblici dedicati ad alcune tematiche calde legate al mondo online. Alle ore 20:30, presso l’Aula Magna del Consorzio Desio – Brianza in Via Lombardia 59 a Desio parlerà in veste di relatore Paolo Attivissimo - Giornalista e consulente informatico, traduttore tecnico, divulgatore scientifico, cacciatore di bufale e studioso della disinformazione dei media. Fake news, bufale e leggende metropolitane saranno al centro dell’attenzione al fine di individuare gli strumenti per riuscire a distinguerle dalla verità, all’interno dei media moderni. Partendo da esempi concreti, verranno analizzate le ragioni psicologiche, sociali ed economiche che alimentano la creazione e immissioni nel web di bufale e fake news. Inoltre, ai partecipanti, verranno forniti gli strumenti più adatti al fine di orientarsi, riuscendo a scindere fandonie da verità, sia all’interno dei media tradizionali che digitali. I_TECH – Azioni per un uso consapevole della rete e delle tecnologie per la comunicazione, promosso dall’Associazione PuppenFesten, dal Consorzio Desio – Brianza, TeleMonzaBrianza, con il contributo della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus, si è posto come obiettivo la creazione di occasioni di confronto diretto un pubblico quanto più eterogeneo.