Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

“IL PD VIMERCATESE? UN PERICOLO SCAMPATO”

Dopo la presentazione del bilancio consuntivo 2017, era inevitabile che le forze politiche che hanno amministrato la città fino al nostro insediamento reagissero energicamente a difesa del proprio operato pregresso. Ma pensavamo ci fosse un limite. Così non è stato. Prima l'ex sindaco, poi un comunicato stampa di Partito Democratico, Vimercate Futura e Comunità Solidale hanno messo in dubbio la lettura del bilancio 2017 fatta dall'amministrazione pentastellata, ma la quantità e la qualità di sesquipedali sciocchezze scritte a sostegno delle loro critiche gettano veramente nello sconforto, e ci fanno quantomeno tirare un sospiro di sollievo che questa "scuola di pensiero" non possa più far danno, continuando a gestire superficialmente i denari dei vimercatesi. Passiamo in rassegna quanto è stato detto e diffuso finora.

PREOCCUPANTI LACUNE (E NON SOLO)

1) Hanno dichiarato per anni di esser bravi e risparmiosi perché facevano avanzi, quando è la legge stessa, non le opinioni, a imporre l’obiettivo di pareggio come massima espressione dell’efficienza di governo dei denari pubblici. Primo errore pagato caro dalla cittadinanza. 2) L’ex sindaco non solo ha mentito dicendo che il patto di stabilità avrebbe impedito loro di pagare 30 mila euro all’anno per 5 anni alle Parrocchie, mentre sul bilancio del patto di stabilità (che non c’entra nulla col bilancio finanziario ufficiale del Comune) avanzavano ogni anno centinaia di migliaia di euro in più di quanto richiesto dal Patto (700 mila euro medi/ annui di surplus di avanzo sul patto); ma ora il suo partito confronta quei 700 mila euro con l’avanzo imputabile alla gestione e dichiara che siamo stati uguali a loro, i cui avanzi imputabili alla gestione sono stati invece in passato di milioni di euro per anni. Unica domanda sorge spontanea: ci sono o ci fanno? 3) Dichiarano che la presentazione dei risultati di bilancio del M5S è una “manipolazione contabile” da “Azzeccagarbugli” (sempre ex sindaco). Peccato che queste “manipolazioni da Azzeccagarbugli” non siano altro che i conteggi fatti dalla Direzione Amministrativa del Comune, inseriti e commentati nella Relazione di Giunta da anni, che hanno sempre firmato. Abbiamo esposto quelli, che rettificano un avanzo contabile totalmente inutile ai fini di un giudizio di merito sull’operato di Uffici e Giunta. Il risultato di quelle rettifiche calcolate e spiegate dalla Direzione Amministrativa, porta a un avanzo rettificato che viene chiamato avanzo imputabile alla gestione proprio perché è l’unico, ripulito da voci che non dipendono dall’operato degli uffici o della giunta ma sono solo “tecniche”, che dipenda dai due comportamenti fondamentali sul bilancio: la corretta previsione di entrata e l’efficienza di spesa. In consiglio comunale è stato spiegato tutto questo, con slide che riportavano i numeri della Relazione di Giunta (gli stessi da anni) in modo facile per la cittadinanza. Sorge un dubbio lecito: ma sapevano cosa facevano e cosa firmavano?

IGNORANZA O MERA SCORRETTEZZA? SI TEME UN MIX…

Infine, il peggio del peggio. Nel comunicato stampa delle sinistre, viene usato un numero totalmente privo di significato gestionale: il risultato di amministrazione, e si dichiara che essendo cresciuto in due anni (2015-2017) di 2,7 milioni di euro (da 9,3 a 12,0 milioni), quello sarebbe “il vero aumento di avanzo” di cui l’amministrazione sarebbe colpevole. Allora, non senza imbarazzo, occorre spiegare quanto non si dovrebbe spiegare a chi ha amministrato per 10 anni una città: 1) Si chiama “risultato di amministrazione” proprio perché non è un avanzo! 2) Non ha alcun significato gestionale. È un calderone che comprende saldo di cassa iniziale e variazioni di cassa dell’anno + le variazioni di residui attivi e passivi (cioè crediti non incassati e debiti non pagati accumulatisi negli anni) + le deduzioni di fondi pluriennali vincolati. Un numero totalmente inutilizzabile per qualsiasi giudizio di merito sull’operato di uffici e giunta nell’anno di riferimento. 3) A conclamare la scorrettezza della coalizione di Centrosinistra: nel solo 2014 quel numero inutile è cresciuto di 6,2 milioni rispetto al 2013! Come mai lo occultano, quel

MOSTRUOSO INCREMENTO DI 6,2 MILIONI IN UN SOLO ANNO?

La verità è che il risultato di amministrazione (che NON E’ UN AVANZO!) è un dato inutile e incommentabile, AI FINI DEL GIUDIZIO DI VALORE SULLA GESTIONE DEL BILANCIO COMUNALE, e che sia stato usato in questo modo vergognoso impone ancora la solita unica domanda: ma sono così ignoranti in materia? Riteniamo così grave quest’ultimo esercizio di disinformazione e scorrettezza fatto dalle sinistre, che faremo chiarezza “tecnica” in apposite comunicazioni.

LE SCUSE ALLA CITTADINANZA: CHI LE DOVREBBE FARE A CHI?

Le scuse che in un suo post l'ex sindaco Paolo Brambilla chiede al M5S, forse dovrebbero essere fatte da lui e dal suo partito, alla cittadinanza, per le menzogne propinate su tutti i fronti per anni: sugli AVANZI come segno di BUONA GESTIONE! Sul patto di stabilità che avrebbe impedito l'assolvimento di obblighi ex lege verso le Parrocchie! Per l'ignoranza e l’arroganza con cui dichiarano “manipolative e da azzeccagarbugli” i risultati da noi illustrati così come scritti nelle relazioni redatte dalla direzione amministrativa e deliberate dalle Giunte negli anni! Per la vergogna dell’uso SCORRETTO DI DATI SENZA SIGNIFICATO e solo per il periodo di loro interesse. Ma più che chiedere scuse, invitiamo piuttosto chi mostra tali lacune a studiare per garantire - in primis a chi li ha votati - fin da oggi un’opposizione fondata innanzitutto sulla comprensione dei numeri e delle leggi, e per arrivare preparati almeno alla prossima scadenza elettorale, nell’interesse della cittadinanza tutta. Il tempo c’è, ne approfittino.

Movimento 5 Stelle Vimercate

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)