Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

"Finalmente il Sindaco di Monza si è deciso, con due settimane di ritardo, ad emanare un'ordinanza che impegni i cittadini a ridurre le emissioni inquinanti nell'atmosfera. Un'ordinanza nella quale, però, manca l'iniziativa complementare di promozione del trasporto pubblico. Ma, a nostro avviso, un'ordinanza emanata in fase di emergenza è sempre poco efficace. Dato che è molto probabile superare, nel corso di 12 mesi, i limiti di inquinamento, definiti dalla legge, occorrerebbe predisporre un piano cittadino di intervento da attivare, tramite ordinanza,  appena superato il decimo giorno di splafonamento, qualunque sia l'inquinante, senza attendere i soliti ritardi burocratici". 

Atos Scandellari

Presidente Circolo Legambiente Monza