Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

ISTITUTO GREEN MAN

 DOMENICA 11 OTTOBRE GREEN MAN AVVIA A MONZA NEL QUARTIERE S.BIAGIO IL PROGETTO “FAI FIORIRE LA PACE A MONZA CITTA’ DEL PANE DEL PERDONO”

Domenica 11 OTTOBRE 2015 a Monza (via Prina, ore 10 / 18) in occasione della festa delle associazioni della consulta di quartiere San Biagio / Cazzaniga l’Istituto Green Man avvia in quartiere il progetto “Fai fiorire la pace a Monza città del pane del perdono” con la mostra storico interattiva su “Pace e Grande Guerra”, l’azione di teatro di strada “L’ira delle colombe” sulle donne pacifiste della prima Guerra mondiale e un laboratorio aromaterapia dedicato ai fiori italiani "che curano le ferite dell'anima".

Il progetto, cofinanziato da Fondazione della Comunità di Monza e Brianza e Comune di Monza con il “Bando cittadinanza attiva e inclusione sociale”, prevede azioni di “giardinaggio pacifista” in città e di animazione socio-culturale su pace e convivenza interetnica.

Obiettivo è rivitalizzare, attraverso il volontariato, il capitale storico identitario locale di cultura di perdono e riconciliazione (che Alessandro Manzoni nei suoi Promessi Sposi figurava come insita a Monza e alla Lombardia) intesa come risorsa basilare per una società riflessiva capace di far convivere in città residenti vecchi e nuovi, italiani e stranieri, creando così nuova coesione sociale.

In particolare durante il progetto verrà risistemato il Roseto della pace del quartiere San Biagio (via Prina angolo via Villoresi) e realizzati altri due nei quartieri San Gerardo e Regina Pacis, proprio nei luoghi dove nel febbraio 1916 caddero le bombe di uno dei primi bombardamenti aerei di città della storia europea, di cui ricorre il centenario. Uno di questi sarà dedicato a Giuseppina Oreni, crocerossina monzese morta durante la Grande guerra, sinora misconosciuta, e la cui figura è stata riscoperta dopo quasi 100 anni di silenzio grazie alle ultime ricerche storiche di Green Man sulle donne di pace della Prima Guerra mondiale a Monza, che sono alla base della nuova edizione della mostra che verrà proposta aggiornata a San Biagio domenica 11.

Cordiali saluti.

Roberto Albanese – Direttore Istituto Green Man – Monza

Per il programma completo della giornata: http://www.greenman.it/

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)