Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Modifiche al tracciato dell’Autodromo. Sel: «Si faccia chiarezza sull’impatto ambientale»

A seguito delle preoccupanti notizie di stampa apparse sui giornali locali in merito all’imminente presentazione di un progetto di modifica al tracciato dell’Autodromo con un significativo impatto ambientale, Sinistra Ecologia Libertà Monza ha presentato in Consiglio Comunale un’interrogazione rivolta al Sindaco, in qualità di Presidente del Consorzio, perché il Consiglio sia informato sull’effettiva esistenza di un progetto del genere, sul suo concreto impatto ambientale e sulla posizione del Sindaco in merito ad esso. E’ evidente che l’Autodromo non può essere pensato senza tenere conto del valore ambientale del Parco di Monza in cui è immerso, interesse ambientale che deve essere tutelato e non può essere sacrificato sull’altare del mero profitto. Abbiamo dimostrato di avere cura dell'ambiente con politiche urbanistiche finalizzate ad una transizione ecologica dell'ambiente, continuiamo a dimostrarlo mostrando attenzione e tutela per il verde del nostro polmone naturale, il Parco di Monza.

Monza, 2 maggio 2015

Di seguito il testo dell’interrogazione

Interrogazione: Modifiche al tracciato dell’Autodromo e conseguenze ambientali

Premesso che in data 30 Giugno 2014 tramite interrogazione n. 521/2014, cofirmata dal Consigliere Novi, si interrogava il Sindaco sull’esistenza o meno di progetti riguardanti la modifica del tracciato dell’Autodromo al fine di ospitare la Superbike, alla quale veniva risposto nella medesima seduta che né all’Amministrazione Comunale né al Consorzio fossero pervenute richieste di modifica del tracciato da parte del concessionario;

Osservato che in data 23 Aprile 2015 da un articolo apparso su una testata locale si presenta la modifica al tracciato come qualcosa di ormai certo, si dichiara come il nulla osta alla modifica verrà rilasciato «in tempi brevi», la presentazione ufficiale del progetto al Consorzio avverrà «fra pochi giorni» e si specula sulla base di «mezze frasi uscite dagli uffici dell’autodromo» sulle modalità di intervento concreto sul tracciato e sullo spazio circostante;

Valutato che nelle ipotesi del progetto avanzate dalla testata locale si parla di intervento su «un centinaio di metri di bosco» con la conseguente rimozione di un numero consistente di piante ed alberi;

Considerato che la locazione dell’Autodromo all’interno del Parco di Monza rende necessaria una costante attenzione per il rispetto del Parco, la preservazione del difficile equilibrio ambientale dell’area e comunque la non sacrificabilità dell’interesse ambientale rispetto ad altri interessi;

Si interroga il Sindaco:

- Se siano pervenute al Consorzio proposte di modifica al tracciato dell’Autodromo, o se il Consorzio sia a conoscenza di ipotesi di modifica allo studio da parte del concessionario, e quale sia il contenuto di tale proposta o ipotesi qualora esistente;

- Qualora sussistano, quali sarebbero le conseguenze ambientali dell’intervento di modifica in oggetto e quale sia la posizione del Sindaco in quanto tale ed in quanto Presidente del Consorzio in merito.

Alessandro Gerosa - Sinistra Ecologia Libertà Monza

Monza, lì 27 Aprile 2015

 

Sel a sostegno dei turnisti della Polizia Locale: “Si sospendano le circolari controverse”

Sinistra Ecologia Libertà Monza interviene in merito all'attuale protesta dei lavoratori turnisti della Polizia Locale presentando in Consiglio Comunale un’interrogazione, nella quale si chiede all'amministrazione innanzitutto di riprendere la trattativa con i sindacati come da essi più volte richiesto, ma sopratutto di sospendere le circolari oggetto della controversia, data la notevole confusione giurisprudenziale in materia, determinata dalla compresenza di sentenze a favore come però di diverse sentenze contrarie all'interpretazione data dalle circolari. Come forza di maggioranza, non possiamo non constatare come stia avvenendo un graduale deterioramento dei rapporti fra l'Amministrazione, i dipendenti comunali e le Organizzazioni sindacali che li rappresentano, deterioramento evidentemente preoccupante in quanto a venir meno rischia di essere il rapporto di fiducia fra l'amministrazione e le lavoratrici ed i lavoratori che devono dare attuazione al programma di mandato e, dunque, rischia di venire incrinata la qualità dei servizi erogati dal Comune. Siamo convinti sia necessario un cambio di rotta, e questa vertenza è l'occasione per iniziare a praticarla.

Monza, 2 maggio 2015

Di seguito il testo dell’interrogazione

Interrogazione: Intenzioni dell'amministrazione in merito alle richieste del corpo di Polizia Locale

Premesso che:

-       L'art 5 della legge 260 del 27/05/1949 riconosce a tutti i lavoratori il diritto di astenersi dal lavoro in occasione delle ricorrenze festive ( legge sulle festività nazionali religiose e civili) e questo diritto all astensione dal lavoro è stato più volte riconosciuto dalla cassazione (a titolo di esempio sentenza 5712/1986)

-       La garanzia del funzionamento dei servizi pubblici anche durante i giorni festivi può avvenire pertanto solo grazie alla disciplina contrattuale, disciplina che però come ha osservato la cassazione non potrà essere interpretata in modo da vanificare il diritto soggettivo del dipendente alla fruizione della festività infrasettimanale ; difatti il contratto prevede che al lavoratore chiamato a prestare la propria opera in giorno di festività infrasettimanale sia lo stesso turnista o meno, spetti a richiesta il compenso per il lavoro straordinario o l equivalente riposo compensativo.

Osservato che:

-       La direzione del personale del comune di Monza, tramite emissione di due circolari, ritiene che ai  lavoratori turnisti, in particolare quelli del settore Polizia Locale, che lavorano in giornata festiva infrasettimanale , in aggiunta al normale stipendio spetti solo l indennità di turno prevista dal art 22 contratto collettivo nazionale di lavoro e non anche il compenso previsto dall art 24 dello stesso contratto o in alternativa il riposo compensativo

Considerato che:

-       Le circolari della direzione del personale appaiono dunque discriminatorie in quanto negano un diritto soggettivo sancito da una legge (260 del 49) ed in contrasto anche e soprattutto con il principio di parità di trattamento previsto dall art 45 2° comma del DLgs 165/2001 che recita che “le A P garantiscono ai propri dipendenti parità di trattamento contrattuale e compenso è trattamenti non inferiori a quelli contrattuali.” Le circolari quindi negano un diritto stabilito dalla legge per il solo fatto che alcuni lavoratori lavorino in turni.

-       Le circolari predette secondo quanto comunicato sono state emesse senza alcun confronto con le OO SS, e a nulla è valso anche il tentativo di conciliazione esperito dal sig Prefetto a seguito del quale tutte le OOSS unitariamente hanno proclamato lo stato di agitazione del personale proclamando lo sciopero delle prestazioni straordinarie dal 1/05/2015 al 30/5/2015

Valutato che:

-       Ciò comporterà notevoli disagi per i cittadini in occasione delle innumerevoli manifestazioni previste per il periodo interessato

-       I Lavoratori e le OOSS hanno già dichiarato che in caso di indisponibilità della amministrazione a rivedere la propria posizione continueranno nelle forme di lotte che più riterranno opportune;

Si interroga la giunta:

-       Sulla sua volontà di intervenire tempestivamente per riprendere le trattative con le OOSS come da loro richiesto per poter avere un confronto diretto e scongiurare le ipotesi di gravi disagi per i cittadini dovuti ad una loro agitazione prolungata, lunghi ricorsi legali potenzialmente dannosi per l'amministrazione e la cittadinanza intera, di ulteriore logoramento dei rapporti fra amministrazione e suoi dipendenti;

-       Se abbia intenzione di sospendere l'applicazione delle due circolari fino ad un eventuale chiarimento normativo sull applicazione delle norme contrattuali interessate, dato l'ampio numero di pronunciamenti contrastanti da parte delle autorità competenti, nell'interesse delle OOSS, dell'Amministrazione e della cittadinanza.

Monza, lì 27 Aprile 2015

Alessandro Gerosa – Sinistra Ecologia Libertà Monza

 

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)