Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì inaugurazione mostra sul recupero dell’area dell’ex Macello di Monza. Ore 18.30, Urban center (via Turati 6). Con sindaco e assessori Colombo e Marrazzo e autori studio.

Monza, 23 marzo 2015 - “Corpi sospesi, luoghi in attesa”. E’ il titolo della mostra promossa dal Comune di Monza sul recupero dell'area dell'ex Macello che sarà inaugurata mercoledì 25 marzo alle ore 18.30 all’Urban center di via Turati 6. Saranno presenti il sindaco Roberto Scanagatti, l’assessore alle Politiche del territorio, Claudio Colombo e l’assessore ai Lavori pubblici, Antonio Marrazzo.  La mostra esporrà il lavoro di due architetti del Politecnico di Milano, Francesco Nobili e Andrea Zecchetti, che hanno posto al centro della loro tesi di laurea un’originale e articolata idea di recupero. Alla presentazione sarà presente anche Arturo Lanzani, docente del Politecnico ed estensore del documento di piano cittadino. “L’area – commenta l’assessore Colombo - costituisce un bene prezioso per la nostra città, attualmente in gran parte dismessa e in stato di notevole degrado ma ricca di potenzialità. Il nuovo documento di piano ha dato alcune indicazioni, sulle quali vogliamo aprire una discussione pubblica e partecipata. Il lavoro dei due architetti segnalatoci dal Politecnico dimostra l’attenzione del mondo accademico e culturale nei confronti di una parte importante del tessuto urbano monzese. La mostra all’Urban center sarà quindi un primo momento di confronto con la città e, in particolare, con i quartieri maggiormente interessati a cui seguiranno altri appuntamenti”.

Ufficio stampa del Comune