Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Teatro di Monza srl accoglie felicemente fra il pubblico un gruppo di detenuti della II C.R. di Milano-Bollate accompagnati da educatori e Polizia penitenziaria per contribuire al progetto di rieducazione attraverso un patrimonio comune a tutti gli uomini, la cultura e lo spettacolo dal vivo. La partecipazione allo spettacolo “Ieri è un altro giorno” in data sabato 16 gennaio h 16 è destinata a quindici detenuti del II reparto che, a giudizio delle educatrici del reparto e dei volontari di Arte Terapia presso il la casa di Reclusione di Bollate, si sono contraddistinti nell’organizzazione di attività di intrattenimento in un clima di armonia ed equilibrio. Il Direttore del Teatro Livio Golemme ha deciso di fornire quindi biglietti omaggio per contribuire a premiare il forte senso di responsabilità, la dimostrata capacità di gestire difficoltà e conflitti nonché di maturare capacità organizzative, espresse dai detenuti coinvolti nelle iniziative promosse. Altresì si offre la possibilità di fornire loro un’occasione di normalità ed esperienze di vita sane consentendo una possibilità di riflessione tra detenuti ed educatori di riferimento, per una lettura critica del passato, presente e futuro e degli accadimenti accidentali che nella vita possono presentarsi, esattamente come avviene nel linguaggio artistico della stessa commedia. “L’iniziativa promossa grazie alla disponibilità del Teatro Manzoni di Monza rientra nei progetti artistici e culturali promossi dal Parlamento della Legalità e da me sostenuti (cfr. Arteterapia in carcere con la recente mostra delle opere presso la Villa Reale di Monza) che hanno lo scopo di sperimentare percorsi riparativi anche attraverso momenti di normalità culturale quali l’assistere ad uno spettacolo di prosa teatrale.”

Stefano Dambruoso, Questore della Camera dei Deputati
Ufficio Stampa Teatro Manzoni di Monza Letizia Schiavello

PRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO
di Silvain Meyniac e Jean Francois Cros
con GIANLUCA RAMAZZOTTI, ANTONIO CORNACCHIONE, MILENA MICONI
e con Biancamaria Lelli, Antonio Conte, Alessandro Sampaoli
regia Eric Civanyan
Ginevra Media Production Srl

DATE DELLE RECITE: giovedì 14/01 h 21, venerdì 15/01 h 21, sabato 16/01 h 16 e h 21, domenica 17/01 h 16. Sul punto di concludere ‘la causa’ più importante della sua vita, Pietro, un avvocato freddo e rigido, ossessionato dalle sue manie e dai suoi principi, si trova obbligato a dividere una lunghissima giornata con l’individuo più incredibile e più imprevedibile che abbia mai incontrato. Un incontro improbabile che cambierà la vita di entrambi. Una giornata, strana, assurda, dove niente va come previsto, niente è prevedibile, dove tutto è possibile e tutto può accadere. Ma perché la sua segretaria inciampa sempre nel tappeto? Ma perché il suo capo gli chiede sempre la stessa cosa? Ma perché riceve sempre la stessa telefonata? Ma perché tutti hanno l’aria di avercela con lui? Ma perché non riesce a sbarazzarsi di questo buffo individuo che gli impedisce di fare il suo lavoro correttamente? Ma perché tutto si ripete ancora, ancora e ancora e perché Pietro è il SOLO ad accorgersi di tutto questo?

Uno dei più grandi successi a Parigi delle ultime due stagioni teatrali, nominata miglior commedia ai Molière 2014, Ieri è un altro giorno, degli autori contemporanei francofoni Sylvain Meyniac e Jean François Cros, è quello che si dice una commedia solida, moderna, piena di sorprese, mai rappresentata sui nostri palcoscenici italiani, perfettamente costruita e con un’inventiva folle nella messa in scena che fa ben comprendere del perché di un così inaspettato successo. Difficile anche svelare la storia senza poter rivelare tutti gli snodi sorprendenti della trama che il pubblico scoprirà vedendola in teatro. Diciamo che siamo in uno studio di Avvocati. Pietro Paolucci, avvocato irreprensibile, è sul punto di essere complice, (spinto dal padrone dello studio, Bernardo, per il quale lavora e dal genero di quest’ultimo Federico, due persone non troppo oneste, un atto contrario alla sua etica), pur di raggiungere il suo sogno di lavorare in uno studio di Londra. Nel momento in cui commette il gesto irreparabile, uno strano personaggio bussa alla sua porta… Chi è? Cosa vuole? Perché è lì? Si scoprirà in seguito che è dotato di uno strano potere che sconvolgerà il corso delle cose: da quel momento può succedere di tutto ed è quello che accadrà!

BIGLIETTERIA
ABBONAMENTO
Lo spettacolo è inserito nell’abbonamento 9 spettacoli della Stagione di Prosa e nel Mini Abbonamento di Prosa (4 spettacoli +1) in
vendita in botteghino e on-line fino al 17 gennaio. 

BIGLIETTI
I biglietti dello spettacolo sono in vendita dal 15 dicembre in botteghino, situato a Monza in via Manzoni 23. Orari apertura:
martedì, giovedì, venerdì, sabato 11-13 e 15-18 | mercoledì 15-19 | e 30 minuti prima dell’inizio delle recite
I biglietti interi sono in vendita anche on-line sui portali bigliettoveloce e ticketone
I biglietti ridotti sono riservati a persone diversamente abili, under 18, Enti Convenzionati
PREZZI DEI BIGLIETTI (esclusi costi di prevendita)
INTERI platea € 28 – balconata € 25 – galleria € 15 RIDOTTI platea € 26 +2prev. – balconata € 23 +2prev. – galleria € 13

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)