Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

 

CAMBIARE DAVVERO PASSO, PER UNA VERA RIFORMA!

 7 luglio 2014 ore 16– 18

Manifestazione sindacale unitaria CGIL, CISL, UIL Funzioni Pubbliche

davanti alla Prefettura di Monza

È davvero difficile trovare qualcosa che assomigli ad una riforma della pubblica amministrazione nei recenti provvedimenti del Consiglio dei Ministri.

CGIL, CISL e UIL delle funzioni pubbliche sfidano il governo e le amministrazioni locali per un processo di riforma che entri nel merito di come debbano essere organizzati e funzionare i servizi pubblici.

Un processo che non si risolva in un referendum via mail, come già visto per i 44 punti proposti a maggio dal governo, ma che sappia coinvolgere lavoratori e cittadini sul merito.

Il decreto del governo non risolve le code agli sportelli, la duplicazione inutile di documenti, la sovrapposizione burocratica di compiti e funzioni: non risolve nessuna delle difficoltà esistenti nel rapporto tra cittadini e amministrazioni pubbliche.

Il decreto non tocca privilegi importanti, mentre taglia sui segretari comunali, continua a non dare certezza ai lavoratori precari e ai vincitori di concorso. Per tappare i “buchi” negli organici il governo si inventa una “mobilità delle carenze” senza alcun obiettivo di riforma.

Per riformare la pubblica amministrazione servono cambiamenti radicali. Il decreto del governo non è all’altezza della necessaria riforma.

Lunedì 7 luglio davanti a tutte le Prefetture del Paese si svolgeranno manifestazioni organizzate da CGIL, CISL e UIL delle funzioni pubbliche.

A Monza la manifestazione avrà luogo dalle 16 alle 18, davanti la Prefettura di via Prina, per sostenere le proposte sindacali. Cinque azioni concrete per cambiare davvero:

-          Cabine di regia nazionali e locali per ridisegnare funzioni e servizi delle amministrazioni

-          Introduzione dei costi standard e dei livelli essenziali delle prestazioni in ogni ente, centrale unica d’acquisto in ogni regione

-          Turn over generazionale, investimento e valorizzazione delle competenze professionali

-          Piani di riorganizzazione in ogni ente

-          Rilancio della contrattazione per un vero processo di riforma

                                                p. FP CGIL MB       CISL FP MBL       UIL FPL MB

                                                     Walter Palvarini         Giuseppe Leone   Davide Ballabio