Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

 

BRIANZACQUE: RIUNITA LA PRIMA ASSEMBLEA DEI COMUNI - SOCI

BILANCIO 2013 APPROVATO ALL’UNANIMITA’

Utili per quasi 1 milione e mezzo, completamente reinvestiti per interventi sul territorio.

Monza, 1 luglio 2014  – Si è svolta ieri,  la prima assemblea dei soci di Brianzacque con la presenza pressochè totale dei sindaci della Provincia. All’assemblea, erano stati invitati anche i sindaci soci di Idra Patrimonio, che però sono diventati soci di Brianzacque solo a partire  da oggi, 1 luglio. All’assemblea hanno preso parte 18 enti locali a cui si aggiunge la Provincia di Monza e Brianza, con una partecipazione complessiva del 70,76% circa.

Per salutare l’ingresso in assemblea dei sindaci, subentrati ai presidenti delle ex patrimoniali, la seduta della monoutility, affidataria della gestione ventennale del servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e della Brianza, si è svolta al Serrone della Villa Reale dove, fino al 18 luglio, è in corso la mostra “L’età dell’oro della scultura italiana”, in collaborazione con la Fondazione Rossini e la Fondazione Pomodoro. Spiega il presidente di Brianzacque, Gianfranco Mariani:“Con la scelta di questa location,  abbiamo inteso sottolineare il ruolo della <nuova> Brianzacque, partecipata e controllata direttamente dai Comuni, come realtà che si pone al servizio del territorio di cui Villa Reale rappresenta uno degli emblemi  più significativi, anche in relazione ad Expo e alle possibilità di sviluppo e di crescita economica, sociale ed ambientale ad esso collegate”.

All’ordine del giorno, l’illustrazione del bilancio di esercizio 2013 dell’azienda idrica interamente pubblica, che alla fine, è stato approvato all’unanimità. Il documento contabile chiude con un utile  di 1 milione e 491 mila euro che costituisce un netto incremento rispetto al 2012. Un risultato da ascrivere sia agli adeguamenti tariffari approvati  dall’AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas) e dalle Conferenze dei Comuni tanto per l’Ambito della Provincia di Monza e della Brianza quanto per quella di Milano, sia ad una politica di rigore e di attenzione alla gestione aziendale.

In crescita anche il MOL (Margine Operativo Lordo) che  tocca i 6,7 milioni  euro e che dimostra la capacità della società di sostenere e di realizzare gli investimenti sulle reti e sulle infrastrutture idriche del territorio previste dal Piano d’Ambito del’ATO di Monza e Brianza, approvato lo scorso aprile.

Commenta il vice presidente, Enrico Boerci: “I dati positivi di bilancio  sono ancora più significativi se si tiene conto che Brianzacque, nel corso del 2013, ha aumentato gli investimenti e completato l’acquisizione delle gestioni in economia in uno scenario di mercato che deve comunque fare i conti con un calo generalizzato dei consumi e una ridotta capacità di spesa delle famiglie e delle imprese”.

Con l’integrazione di ALSI di Monza e Idra Patrimonio di Vimercate, Brianzacque conta 263 dipendenti, un patrimonio di circa 127 milioni di euro, ricavi per 70 milioni e rappresenta quindi una delle principali realtà industriali del territorio.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)